Apri il menu principale

Scusate se esisto!

film del 2014 diretto da Riccardo Milani

TramaModifica

Con una brillante carriera professionale a Londra alle spalle, Serena, architetto di origine abruzzese, decide di ritornare a lavorare in Italia, a Roma. Per una donna ottenere un posto di lavoro all'altezza della sua qualifica si rivela tuttavia difficile, fino al momento in cui decide di farsi passare per uomo. Così decide di interessarsi al progetto di riqualificazione del quartiere di Corviale.

A Roma intanto conosce Francesco, con il quale stringe una profonda amicizia.

ProduzioneModifica

Il film è stato prodotto da Fulvio e Federica Lucisano per Italian International Film con Rai Cinema. Alcune scene del film sono state girate ad Anversa degli Abruzzi e Pescasseroli, in provincia dell'Aquila.

DistribuzioneModifica

Il primo trailer viene diffuso il 28 ottobre sul canale ufficiale You Tube della 01 Distribution[6]. Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane da 01 Distribution a partire dal 20 novembre 2014. Il film ha incassato complessivamente 5.478.000 euro.[7]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Scusate se esisto! (2014) - Full Cast & Crew - IMDb, IMDb. URL consultato il 16-4-2018.
  2. ^ Scusate se esisto! (2014) — The Movie Database (TMDb), The Movie Database (TMDb). URL consultato il 18-4-2018.
  3. ^ Valeria Flore - NCE Italiana Srl[collegamento interrotto], NCE Italiana Srl. URL consultato il 18-4-2018.
  4. ^ Marco Demarco, L’intervista a Guendalina Salimei. L’architetta del film: «In periferia serve una Cortellesi», in Corriere della Sera, Roma, 28 novembre 2014. URL consultato il 28 luglio 2016.
  5. ^ Massimo Frontera, Scusate se esisto! il film ispirato a Guendalina Salimei e al suo progetto (vero) per Corviale, in Il Sole 24 Ore, 14 novembre 2014. URL consultato il 28 luglio 2016.
  6. ^   01 Distribution, Lista di trailer, su YouTube. URL consultato il 28 ottobre 2014.
  7. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Scusate se esisto! (2014), su mymovies.it. URL consultato il 21 marzo 2017.
  8. ^ Premio Dedalo Minosse Cinema come miglior film, su vicenzareport.it, maggio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.

Collegamenti esterniModifica