Secondo capo aiutante

qualifica militare italiana

Quella di secondo capo aiutante è la qualifica apicale attribuita al militare col grado di secondo capo scelto del ruolo sergenti della Marina Militare Italiana.

Essa fu istituita col nome di secondo capo scelto qualifica speciale a seguito del riordino dei ruoli e delle carriere (decreto legislativo 29 maggio 2017, n.94 «Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, ai sensi dell'articolo 1, comma 5, secondo periodo, della legge 31 dicembre 2012, n. 244»).

L’attuale denominazione di secondo capo aiutante è stata introdotta con la legge 5 agosto 2022, n. 119, entrata in vigore il 28 agosto successivo.[1]

DescrizioneModifica

I secondi capi aiutanti hanno rango preminente sui pari grado. Può essere attribuita ai secondi capi scelti dopo 6 anni di permanenza nel grado[2]. La qualifica è equivalente al codice di grado NATO OR-7[3]. I secondi capi aiutanti ricoprono incarichi di maggiore responsabilità e sono diretti collaboratori dei superiori gerarchici.

Distintivo di qualificaModifica

Il distintivo di qualifica (non di grado) è costituito da un gallone dorato e due galloncini divisi da due filetti neri e sopra di essi una stella d'oro e alla base una barretta d'oro.

Fregio per sottufficiali e ruolo truppa in servizio permanente della Marina Militare.png|Fregio da berretto rigido per sottufficiali e ruolo truppa in servizio permanente della Marina Militare, si noti lo sfondo blu sotto la torre e nell'ovale dell'ancoretta

 
Fregio da berretto rigido per sottufficiali e ruolo truppa in servizio permanente della Marina Militare, si noti lo sfondo blu sotto la torre e nell'ovale dell'ancoretta

CorrispondenzeModifica


NoteModifica

  1. ^ Legge 5 agosto 2022, n. 119. Disposizioni di revisione del modello di Forze armate interamente professionali.
  2. ^ Decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 94 - «Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, ai sensi dell'articolo 1, comma 5, secondo periodo, della legge 31 dicembre 2012, n. 244».
  3. ^ NATO STANAG 2116 (NATO standardization agreement - accordo sulle norme) NATO Codes for Grades of Military Personnel. APersP-01 EDITION A, Version 3 (codici per i gradi del personale militare) del 16-06-2022.

BibliografiaModifica

Riferimenti normativiModifica

TestiModifica

  • Riccardo Busetto, Il dizionario militare: dizionario enciclopedico del lessico militare, Bologna, Zanichelli, 2004, ISBN 978-88-08-08937-3.
  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra