Apri il menu principale

Segnali di indicazione nella segnaletica verticale italiana

1leftarrow blue.svgVoce principale: Segnaletica stradale in Italia.

I segnali di indicazione sono segnali stradali verticali che forniscono agli utenti della strada informazioni necessarie od utili.

Ai sensi dell'articolo 39 del codice della strada si suddividono in:

  • segnali di preavviso (di intersezione e di preselezione)
  • segnali di direzione;
  • segnali di conferma (posti sulle strade di uscita dalle principali località o dopo attraversamenti di intersezioni complesse);
  • segnali di identificazione strade e progressive distanziometriche;
  • segnali di itinerario (sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali);
  • segnali di località (segnali di località e fine località (e inizio/fine provincia e regione) e segnali di localizzazione di punti di pubblico interesse);
  • segnali di nome strada;
  • segnali turistici e di territorio (turistiche, industriali, artigianali, commerciali, alberghiere, territoriali, di luoghi di pubblico interesse; sono i 134 simboli previsti dall'art. 125 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada, visibili qui[1] e inseribili nei segnali di indicazione di preavviso, direzione, itinerario e nei segnali di localizzazione di punti di pubblico interesse; l'utilizzo di simboli non previsti dal regolamento deve essere autorizzato dal MIT);
  • altri segnali che danno informazioni necessarie per la guida dei veicoli (si veda il paragrafo #Segnali utili per la guida);
  • altri segnali che indicano installazioni o servizi (ad esempio assistenza meccanica o auto su treno).

Indice

Colori di sfondo e caratteriModifica

Nei segnali di indicazione, preavviso, conferma, direzione ed itinerario vengono impiegati sei colori di sfondo.

 
Verde: per le autostrade o per avviare ad esse.  
 
Blu: per le strade extraurbane o per avviare ad esse.  
 
Bianco: per le strade urbane o per avviare a destinazioni urbane; per indicare gli alberghi e le strutture ricettive affini in ambito urbano;  
 
Giallo: per segnali temporanei dovuti alla presenza di cantieri; per segnali di preavviso e di direzione relativi a deviazioni, itinerari alternativi e variazioni di percorso dovuti alla presenza di cantieri stradali o, comunque, di lavori sulla strada;  
 
Marrone: per indicazioni di località o punti di interesse storico, artistico, culturale e turistico; per denominazioni geografiche, ecologiche, di ricreazione e per i campeggi.  
 
Nero opaco: per segnali di avvio a fabbriche, stabilimenti, zone industriali, zone artigianali e centri commerciali nelle zone periferiche urbane.  

I segnali di indicazione di identificazione strada sono a sfondo verde se indicano itinerari europei o autostrade, a sfondo blu per strade statali, regionali o provinciali o comunali extraurbane così come i segnali di indicazione di progressiva chilometrica con la progressiva sempre a sfondo bianco.

I segnali di località (centro abitato, provincia, regione) hanno le scritte bianche su sfondo blu o verde (a seconda del tipo di itinerario in cui è installata, rispettivamente strada extraurbana o autostrada) se indicano l'inizio della provincia o della regione amministrativa, scritte nere su fondo bianco per indicare l'inizio dei centri abitati (o località o frazioni), scritte bianche su sfondo marrone per indicare l'inizio del territorio comunale.

Il segnale nome strada è a sfondo bianco con scritte nere.

I segnali che indicano installazioni o servizi sono a sfondo blu (per alcuni di questi segnali è prevista anche la versione a sfondo verde se l'installazione o il servizio si trova lungo la viabilità autostradale o a sfondo bianco se l'installazione o il servizio si trova lungo la viabilità comunale) o a sfondo marrone per installazioni o servizi prettamente turistici con il simbolo a sfondo bianco; fanno eccezione i segnali taxi (sempre a sfondo arancione) e polizia (sempre a sfondo bianco).

Nella segnaletica d'indicazione vengono utilizzati i caratteri maiuscoli solamente per la composizione di nomi propri di regioni, province, città, centri abitati, comuni, frazioni o località. In tutti gli altri casi, quindi con iscrizione di natura differente da quella dei nomi propri, vengono usati i caratteri minuscoli. Nello specifico: per la composizione dei nomi comuni riguardanti punti di pubblico interesse urbano come ad es. strade urbane ed extraurbane; quartieri, parchi, stazioni, porti, aeroporti, uffici, enti, posta, comandi, amministrazioni, centro della città, nomi di strade, ospedali. Per i nomi propri diversi da quelli sopra specificati l'iniziale, di norma, è maiuscola.

Di norma devono essere usati i caratteri "normali". I caratteri "stretti" sono impiegati solo in presenza di parole o gruppi di parole non abbreviabili o comunque quando l'uso dei caratteri normali comporta iscrizioni eccessivamente lunghe rispetto alla grandezza del segnale. I nomi di località composti o molto lunghi possono essere abbreviati per evitare una lunghezza eccessiva delle iscrizioni. Secondo il Codice della strada, nessun segnale può contenere iscrizioni in più di due lingue[2].

Nelle tabelle che seguono:

  • le righe colorate in verde indicano segnali stradali non più previsti dal Codice della strada vigente;
  • le righe colorate in grigio indicano segnali stradali non previsti dal Codice della strada ma utilizzati.

Segnali di preavviso e direzioneModifica

Ai sensi dell'articolo 127 e 128 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

Immagine
(in scala)
Denominazione Descrizione
  Preavviso intersezione urbana Indica l'avvicinarsi di un bivio su strada urbana e ne indica le direzioni.
  Preavviso di intersezione urbana a rotatoria Indica l'avvicinarsi di una rotatoria su strada urbana e ne indica le possibili direzioni sui vari rami d'uscita.
  Preavviso intersezione extraurbana Indica l'avvicinarsi di un bivio su strada extraurbana e ne indica le direzioni.

Dal 1992 sostituisce il segnale d'indicazione preavviso di bivio[3]:  

  Preavviso incrocio con canalizzazione extraurbano Indica la struttura di un bivio con obbligo di canalizzazione su strada extraurbana.
  Preavviso intersezione per diramazione autostradale Indica l'avvicinarsi di un bivio su un'autostrada e ne indica le direzioni.
  Preavviso incrocio autostradale a ponte Indica la struttura di un bivio autostradale con i segnali installati su struttura soprastante la carreggiata.

Segnali di identificazione strade e progressive distanziometricheModifica

Ai sensi dell'articolo 129 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

Segnali di identificazione stradeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Classificazioni delle strade in Italia.
  Autostrada Identifica un'autostrada
  Raccordo autostradale Identifica un raccordo autostradale.
Non previsto dal Codice della strada ma usato.
  Traforo internazionale Identifica un traforo internazionale
  Strada statale Identifica una strada statale.

Dal 1992 sostituisce il segnale:  

  Nuova strada ANAS Identifica una nuova strada ANAS.
Non previsto dal Codice della strada ma usato.
  Strada regionale Identifica una strada regionale.
  Strada provinciale Identifica una strada provinciale.

Dal 1992 sostituisce il segnale:  

  Strada comunale extraurbana Identifica una strada comunale extraurbana.

Dal 1992 sostituisce il segnale:  

  Strada europea Identifica una strada europea.

Dal 1992 sostituisce il segnale:  

Segnali di progressive distanziometricheModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Segnale di progressiva chilometrica.
  Progressiva chilometrica Indica la progressiva chilometrica su strada statale, regionale, provinciale o comunale extraurbana.

Il segnale è accompagnato dal segnale di identificazione strade della strada a cui si riferisce.

  Progressiva ettometrica Indica la progressiva ettometrica e chilometrica.

Gli ettometri sono indicati in cifra romana nella parte superiore del segnale.

  Progressiva distanziometrica su autostrade Indica la progressiva chilometrica ed il nome della prossima stazione e della relativa distanza. Viene collocato sulle autostrade alle progressive terminanti con i numeri 1, 3, 4, 6, 7 e 9.
  Progressiva distanziometrica con indicazione prossima area di servizio su autostrade Indica la progressiva chilometrica con l'aggiunta dell'indicazione delle aree di servizio o di parcheggio più prossime e le relative distanze. Viene collocato sulle autostrade alle progressive terminanti con i numeri 2, 5 e 8.
  Progressiva chilometrica integrata con segnale di conferma È composto da un segnale di progressiva chilometrica e da un segnale di conferma e viene collocato su strade extraurbane.
  Numerazione cavalcavia Segnala il numero progressivo del cavalcavia che attraversa la strada su cui è posto. Nella prima riga viene indicato il simbolo della strada. Non previsto dal Codice della strada ma dalla direttiva 1156 (28 febbraio 1997) del Ministero dei Lavori Pubblici in un tentativo di scongiurare il fenomeno del lancio di oggetti (sassi, mattoni ecc.) dai cavalcavia stradali.[4]. Un caso particolare è rappresentato dal segnale dell'autostrada Catania-Siracusa, dove al posto della sigla e del numero identificativo della strada viene utilizzata la denominazione:  .

Segnale di itinerarioModifica

Ai sensi dell'articolo 130 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

  Segnale di itinerario Indica le località raggiungibili tramite l'uscita indicata. Va posto prima di ogni uscita per segnalare le località secondarie o lontane e i punti di interesse pubblico, turistico o geografico raggiungibili attraverso la viabilità ordinaria dall'uscita stessa e non deve contenere più di cinque righe di iscrizioni. Le iscrizioni relative a località urbane, turistiche o geografiche devono essere inserite all'interno di inserti aventi il colore specifico.

Segnali di località e localizzazioneModifica

Ai sensi dell'articolo 131 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

  Inizio centro abitato Indica l'inizio di un centro abitato. Sottintende il limite di velocità massimo pari a 50 km/h e il divieto di segnalazioni acustiche. Eventuali segnali di obbligo o di divieto posti in corrispondenza di questo segnale estendono la loro validità per l'interno centro abitato.
  Inizio località Indica l'inizio di un centro abitato minore, es. una frazione od un luogo remoto del concentrico comunale. Sottintende il limite di velocità massimo pari a 50 km/h e il divieto di segnalazioni acustiche. Eventuali segnali di obbligo o di divieto posti in corrispondenza di questo segnale estendono la loro validità per l'interno centro abitato.
  Fine centro abitato Indica la fine di un centro abitato e può essere accompagnato dal segnale di conferma riportante la distanza dalle località indicate. Decreta la fine delle prescrizioni zonali instaurate dal segnale di inizio centro abitato/inizio località, ma non di eventuali prescrizioni locali.
  Inizio e fine provincia Indica l'inizio di una provincia e la fine di un'altra provincia in viabilità ordinaria.
  Inizio e fine provincia Indica l'inizio di una provincia e la fine di un'altra provincia in viabilità autostradale.
  Inizio e fine regione Indica l'inizio di una regione e la fine di un'altra regione in viabilità ordinaria.
  Inizio e fine regione Indica l'inizio di una regione e la fine di un'altra regione in viabilità autostradale.

Segnali di conferma e di localizzazione di punti di pubblico interesseModifica

Ai sensi dell'articolo 132 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

  Direzione per autostrada Indica la direzione da seguire per imboccare l'autostrada indicata.
  Segnale di conferma Indica le prossime località raggiungibili e la distanza da esse.
  Direzione per localizzazione Indica la direzione da seguire per raggiungere l'oggetto indicato nel segnale (in questo caso, polizia municipale).

Segnale di nome stradaModifica

Ai sensi dell'articolo 133 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

  Nome strada Indica il nome di strade, vie, piazze, viali e di qualsiasi altra tipologia viaria e deve essere collocato nei centri abitati su entrambi i lati di tutte le strade in corrispondenza delle intersezioni.
  Nome strada con senso unico Indica il nome di strade, vie, piazze, viali e di qualsiasi altra tipologia viaria nelle strade a senso unico. Deve essere installato su entrambi i lati della carreggiata ed i due segnali devono essere di uguali dimensioni.

Segnali turistici e di territorioModifica

Ai sensi dell'articolo 134 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

  Inizio territorio comunale Indica l'inizio del territorio comunale.
  Fiume Indica il fiume, con relativo nome, che si incontra.
  Segnali di territorio Sono posti in posizione autonoma e singola, come segnali di direzione isolati, o come segnali di localizzazione, ma in tal caso non devono interferire con l'avvistamento e la visibilità dei segnali di pericolo, di prescrizione e di indicazione. Se impiegati, devono essere installati unicamente sulle strade che conducono direttamente al luogo segnalato e, salvo casi di impossibilità, a non oltre 10 km di distanza dal luogo.
  Segnali turistici Sono posti in posizione autonoma e singola, come segnali di direzione isolati, o come segnali di localizzazione, ma in tal caso non devono interferire con l'avvistamento e la visibilità dei segnali di pericolo, di prescrizione e di indicazione. Se impiegati, devono essere installati unicamente sulle strade che conducono direttamente al luogo segnalato e, salvo casi di impossibilità, a non oltre 10 km di distanza dal luogo.
  Avvio alla zona industriale Nessuna indicazione di attività singola può essere inserita sui preavvisi di intersezione, sui segnali di preselezione, sui segnali di direzione, su quelli di conferma. Può essere invece installato nelle intersezioni e combinato, ove necessario col "gruppo segnaletico unitario" ivi esistente, il segnale di direzione con l'indicazione di "zona industriale, zona artigianale, zona commerciale".
  Direzione per le industrie Nei centri abitati, ove la zona o le zone industriali, artigianali o commerciali sono ben localizzate, si deve fare uso di segnali indicanti collettivamente la zona; tutte le attività e gli insediamenti particolari saranno indicati successivamente sulle intersezioni locali a valle degli itinerari principali di avvio alla "zona industriale" o "zona artigianale" o "zona commerciale" in genere.
  Preavviso informazioni turistico alberghiere Preavvisa un punto o di un ufficio di informazioni turistico-alberghiere.
  Informazioni alberghiere Informa sul numero, categoria ed eventuale denominazione degli alberghi.
  Preavviso alberghiero Informa sulla prossima direzione da intraprendere e sulla denominazione degli alberghi.
  Direzione alberghiera Informa sulla direzione da intraprendere e sulla denominazione degli alberghi.

Segnali utili per la guidaModifica

In questa lista vengono riprodotti i segnali di indicazione del tipo altri segnali che danno informazioni necessarie per la guida dei veicoli ai sensi dell'articolo 135 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

  Ospedale Indica la presenza di una struttura ospedaliera, una clinica o una casa di cura nelle vicinanze ed invita ad evitare i rumori.
Dal 1992 sostituisce il segnale:  .
  Attraversamento pedonale Indica un attraversamento pedonale non regolato da semaforo e non in corrispondenza di un incrocio stradale.
Sulle strade extraurbane è preceduto dal cartello:  .
  Scuolabus Indica la fermata di uno scuolabus. Può anche essere applicato all'esterno di un autobus per indicare che il veicolo trasporta scolari.
Dal 1992 sostituisce il segnale fermata scuolabus:  .
  SOS Indica la presenza di dispositivi di chiamata stradale per assistenza o soccorso. È installato a doppia faccia ortogonale all'asse stradale.
  Sottopassaggio pedonale Indica la presenza di un sottopassaggio per pedoni. È installato a doppia faccia all'inizio della rampa.
  Sovrappassaggio pedonale Indica la presenza di un sovrappassaggio per pedoni. È installato a doppia faccia all'inizio della rampa.
  Rampa pedonale inclinata Indica la presenza di una rampa per pedoni. È installato a doppia faccia all'inizio della rampa.
  Strada senza uscita Indica una strada senza uscita per tutti i veicoli.
   Preavviso di strada senza uscita Preavvisa una strada senza uscita per tutti i veicoli. Il simbolo costituito dalla sola barra rossa può essere applicato ed integrato anche nei preavvisi di intersezione o di preselezione.
  Velocità consigliata Indica il limite massimo di velocità che si consiglia di mantenere in condizioni ottimali di traffico e strada. Sulle autostrade è a fondo verde e non indica il limite massimo di velocità.
  Fine velocità consigliata Indica la fine del tratto in cui si consiglia di mantenere il limite di velocità indicato. Sulle autostrade è a fondo verde.
  Strada riservata ai veicoli a motore Indica l'inizio di una strada, diversa dall'autostrada, riservata alla circolazione dei veicoli a motore. Il segnale deve essere posto a tutti gli ingressi di tale strada e sostituisce i segnali di divieto riferiti ai veicoli senza motore. È da utilizzare sulle strade nelle quali si devono osservare le stesse norme che regolano la circolazione sulle autostrade. Sostituisce i segnali di divieto riferiti ai veicoli senza motore.

Dal 1992 sostituisce i segnali d'obbligo:   riservato alle autovetture e   motopista.

  Fine strada riservata ai veicoli a motore Indica la fine di una strada riservata ai soli veicoli a motore.
  Galleria Indica l'inizio di una galleria; l'eventuale denominazione e la lunghezza possono essere indicati mediante pannelli integrativi:
 
 
Sulle autostrade è a fondo verde:  .
  Ponte Indica l'inizio di un ponte, un cavalcavia o un viadotto; l'eventuale denominazione e la lunghezza possono essere indicati mediante pannelli integrativi:
 
 
Sulle autostrade è a fondo verde:  .
  Zona residenziale Indica l'inizio di una strada o zona a carattere abitativo e residenziale, nella quale vigono particolari cautele di comportamento. È accompagnato da pannelli indicanti il regolamento da tenere nella zona residenziale.
  Fine zona residenziale Indica la fine di una zona residenziale.
  Area pedonale Indica l'inizio della zona interdetta alla circolazione dei veicoli; può contenere deroghe per i velocipedi, per i veicoli al servizio di persone invalide con limitate capacità motorie od altre deroghe, limitazioni od eccezioni riportate su pannello integrativo.
  Fine area pedonale Indica la fine di un'area pedonale.
  Zona a traffico limitato Indica l'inizio dell'area in cui l'accesso e la circolazione sono limitati nel tempo o a particolari categorie di veicoli.
  Fine zona a traffico limitato Indica la fine di una zona a traffico limitato.
  Zona a velocità limitata Indica l'inizio di un'area nella quale non è consentito superare la velocità indicata nel cartello.
  Fine zona a velocità limitata Indica la fine di una zona a velocità limitata.
  Attraversamento ciclabile Localizza un attraversamento della carreggiata da parte di una pista ciclabile, contraddistinta da apposita segnaletica orizzontale.
Sulle strade extraurbane e sulle strade urbane di scorrimento deve essere preceduto dal segnale triangolare di pericolo:  .
  Svolta a sinistra semidiretta Preavvisa la obbligatorietà di manovre alternative per svoltare a sinistra quando, alla intersezione successiva, vige il divieto di svolta a sinistra, predisponendo il conducente a eseguire una svolta di tipo semidiretto.
  Svolta a sinistra indiretta Preavvisa la obbligatorietà di manovre alternative per svoltare a sinistra quando, alla intersezione successiva, vige il divieto di svolta a sinistra, predisponendo il conducente a eseguire una svolta di tipo indiretto.
  Inversione di marcia è da considerare variante di uso specifico del segnale di svolta a sinistra di tipo semidiretto ed è impiegato per indicare la presenza di un manufatto sotto o sovrappassante una strada a carreggiate separate per consentire il ritorno nella direzione di provenienza.
Sulle autostrade è a fondo verde:  .
  Piazzola di sosta Indica una piazzola dove è consentita la fermata.
Sulle autostrade è a fondo verde e può essere accompagnato dal simbolo SOS per indicare la presenza di apparecchiature per chiamate di soccorso:  .

Dal 1992 sostituisce il segnale:  .

  Disporsi su due file Autorizza la circolazione su due file parallele. Dal 1992 non più previsto dal codice della strada.
  
  
Uso corsie Indica le modalità per l'utilizzo delle singole corsie costituenti la carreggiata ovvero disponibili nel senso di marcia. Può essere utilizzato per indicare la corsia destinata ai veicoli che procedono a velocità tale da costituire intralcio alla circolazione.
  Riduzione corsie disponibili Indica la riduzione delle corsie disponibili sulla carreggiata. Il segnale di preavviso, costituito da analogo segnale completo di pannello integrativo di distanza, deve essere impiegato quando la corsia abbia lunghezza superiore a 500 m e compatibilmente con le condizioni e caratteristiche della strada.

Sulle autostrade è a sfondo verde.

  Aumento corsie disponibili Indica l'aumento delle corsie disponibili sulla carreggiata. Il segnale di preavviso, costituito da analogo segnale completo di pannello integrativo di distanza, deve essere impiegato quando la corsia abbia lunghezza superiore a 500 m e compatibilmente con le condizioni e caratteristiche della strada.

Sulle autostrade è a sfondo verde.

  Inizio autostrada Il segnale identifica, su segnali di preavviso, di preselezione, di direzione e di conferma, l'itinerario verso sistemi autostradali tangenziali od anulari. Il segnale è uguale a quello di inizio autostrada con la sola differenza delle proporzioni.
  Preavviso di inizio autostrada È posto all'inizio del tronco di raccordo tra viabilità ordinaria ed autostrada e vale a ricordare le norme di circolazione vigenti in autostrada. Il segnale di inizio autostrada è uguale a quello di preavviso di inizio autostrada ma non riporta la parte dedicata alle restrizioni al transito.

Dal 1992 sostituisce il segnale:  

  Fine autostrada Indica la fine di un'autostrada.
  Inizio strada extraurbana principale Il segnale identifica, su segnali di preavviso, di preselezione, di direzione e di conferma, l'itinerario verso strade extraurbane principali.
  Preavviso di inizio strada extraurbana principale È posto all'inizio del tronco di raccordo tra viabilità ordinaria e le strade extraurbane principali.
  Fine strada extraurbana principale Indica la fine di una strada extraurbana principale.

 
Senso unico parallelo
Indica l'obbligo di seguire il senso della marcia nel percorrere il tratto di strada in cui è posto ed il divieto di marciare nel senso opposto.

Dal 1992 sostituisce il segnale:  

  Senso unico frontale Segnala il termine del doppio senso di circolazione all'interno di una carreggiata.
  Preavviso deviazione consigliata autocarri in transito Segnala l'itinerario consigliato ai veicoli di massa superiore a 3,5 t per evitare che attraversino un centro abitato o parte di esso.
  Direzione autocarri consigliata Segnala l'itinerario consigliato ai veicoli di massa superiore a 3,5 t per evitare che attraversino un centro abitato o parte di esso ed è ubicato nel punto della deviazione.

 
Limiti generali di velocità Deve essere usato particolarmente in prossimità delle frontiere nazionali per indicare i limiti di velocità generali in vigore in Italia. Il nome, il contrassegno e la bandiera italiana sono posti nella parte alta del cartello. Il segnale indica i limiti di velocità generali in vigore. È a sfondo verde se si trova su itinerari autostradali.

Dal 1992 sostituisce il segnale:  

Segnali di transitabilitàModifica

  Strada aperta al traffico Indica che il tratto di strada in questione è aperto al transito veicolare.
  Strada aperta al traffico con obbligo di catene Indica che, nel tratto di strada in questione, è obbligatorio l'uso delle catene da neve.
  Strada aperta al traffico con consiglio di catene Indica che, nel tratto di strada in questione, è consigliato l'uso delle catene o pneumatici da neve.
  Strada chiusa al traffico Indica che il tratto di strada in questione è chiuso al transito veicolare.
  Strada aperta al traffico fino alla località indicata con obbligo catene Indica che il tratto di strada in questione è aperto al transito, con obbligo di catene, fino alla località indicata.
  Strada aperta al traffico fino alla località indicata con catene Indica che il tratto di strada in questione è aperto al transito, con consiglio di catene o pneumatici da neve, fino alla località indicata.

Segnali che forniscono indicazioni di servizi utiliModifica

Ai sensi dell'articolo 39 del Codice della Strada e dell'art. 136 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada.

  Pronto soccorso Indica un posto sanitario organizzato per interventi di primo soccorso.
  Assistenza meccanica Indica una officina meccanica o similari lungo la viabilità extraurbana.
  Telefono Indica un punto o posto telefonico pubblico lungo la viabilità extraurbana.
Dal 1992 sostituisce il segnale:  .
   Rifornimento Indica un impianto di distribuzione di carburante lungo la viabilità extraurbana. Il simbolo utilizzato nel segnale specifica le tipologie di carburante disponibili (ad esempio la pompa colorata in verde indica la presenza di benzina verde, ma con altri simboli può essere indicata la presenza di metano, gpl, ...).
  Fermata autobus Indica i punti di fermata degli autoservizi di pubblico trasporto extraurbani. Lo spazio blu sottostante al quadrato bianco col simbolo nero può essere utilizzato per l'indicazione dei servizi in transito, loro destinazioni ed eventuali orari.
  Fermata tram Indica i punti di fermata tramviaria. Lo spazio blu sottostante al quadrato bianco col simbolo nero può essere utilizzato per l'indicazione dei servizi in transito, loro destinazioni ed eventuali orari.
  Informazioni Indica un posto di informazioni turistiche o di altra natura.
  Ostello per la gioventù Indica un ostello per la gioventù.
  Area picnic Indica uno spazio attrezzato con tavoli, panche ed altri eventuali arredi, ove l'utente della strada possa fermarsi e sostare.
  Campeggio Indica la vicinanza di una struttura ricettiva attrezzata ed autorizzata per l'attendamento di campeggiatori e la sosta di caravan e auto-caravan. È usato sulla viabilità extraurbana e su quella urbana periferica.
  Radio informazioni stradali Indica agli utenti la frequenza d'onda sulla quale possono ricevere le notizie utili per la circolazione stradale. Sulle autostrade i segnali vanno posti 500 metri circa dopo la fine della corsia di accelerazione delle entrate. Sulla viabilità normale sono posti 1 km circa dopo la fine dei centri abitati.
  Motel Indica la vicinanza di un albergo prossimo alla strada, fuori dei centri abitati e deve essere usato solo sulle strade extraurbane. Sulle autostrade il simbolo può essere inserito nei preavvisi di area di servizio.
  Bar Indica la vicinanza di un bar. Sulle autostrade il simbolo può essere inserito nei preavvisi di area di servizio.
  Ristorante Indica la vicinanza di un ristorante. Sulle autostrade il simbolo può essere inserito nei preavvisi di area di servizio.
  Parcheggio di scambio con linee autobus Indica od avvia verso un parcheggio di scambio ubicato e predisposto vicino ad una fermata od un capolinea dell'autobus. Nella zona a destra in basso del segnale possono essere inserite le indicazioni essenziali relative alle destinazioni od ai numeri distintivi delle linee di pubblico trasporto disponibili.
  Parcheggio di scambio con tram Indica od avvia verso un parcheggio di scambio ubicato e predisposto vicino ad una fermata od un capolinea del tram. Nella zona a destra in basso del segnale possono essere inserite le indicazioni essenziali relative alle destinazioni od ai numeri distintivi delle linee di pubblico trasporto disponibili.
  Parcheggio di scambio con metropolitane o altri servizi extraurbani su rotaia Indica od avvia verso un parcheggio di scambio ubicato e predisposto vicino ad una fermata od un capolinea della metropolitana o altri servizi extraurbani su rotaia. Nella zona a destra in basso del segnale possono essere inserite le indicazioni essenziali relative alle destinazioni od ai numeri distintivi delle linee di pubblico trasporto disponibili.
  Parcheggio di scambio con itinerari turistici o escursionistici a piedi Indica od avvia verso un parcheggio di scambio ubicato vicino ad un itinerario turistico o escursionistico da percorrere a piedi.
  Auto su treno Viene posto nelle vicinanze di una stazione ferroviaria e avvia gli automobilisti al servizio di trasporto autovetture al seguito del viaggiatore.
  Auto al seguito Viene posto nelle vicinanze di una stazione ferroviaria e avvia gli automobilisti al servizio di trasporto autovetture al seguito del viaggiatore con cuccette sul treno.
  Auto su nave Viene posto in vicinanza di un porto, all'ingresso di un centro abitato, lungo il percorso verso il porto, avvia ai moli o punti di imbarco autoveicoli su navi traghetto. È installato lungo determinati itinerari, o anche entro l'area portuale per smistare i veicoli verso singoli punti di imbarco in rapporto alle destinazioni delle navi. I segnali posti entro la zona portuale devono contenere l'indicazione della destinazione, ove esistono diversi attracchi.
  Taxi Indica l'ubicazione di un'area di sosta riservata alle autovetture in servizio pubblico. L'area è delimitata da strisce gialle e integrata da iscrizioni orizzontali "TAXI".
Dal 1992 sostituisce il segnale:  
  Area attrezzata con impianti di scarico Indica un'area attrezzata riservata alla sosta e al parcheggio delle autocaravan dotata di impianti igienico-sanitari, atti ad accogliere i residui organici e le acque chiare e sporche, raccolti negli appositi impianti interni delle auto-caravan e degli altri autoveicoli circolanti su strada dotati di analoghi impianti.
  Area di servizio Presegnala, mediante i pittogrammi opportuni, i servizi esistenti in un'area attrezzata lungo l'autostrada. Può essere anche utilizzato con il fondo blu sulle strade extraurbane.

NoteModifica

  1. ^ SEGNALI DI INDICAZIONE
  2. ^ D. lgs. 30 aprile 1992, n. 285, Nuovo codice della strada, art. 125.
  3. ^ D.P.R. 420/1959, art. 85
  4. ^ http://www.fondazionegeometri.it/documenti/2006/2221.asp?Rif=950&DocID=2221&SettoreID=1029

Voci correlateModifica