Apri il menu principale

Segolena di Albi è stata una diaconessa francese del VII secolo, venerata come santa e commemorata il 24 luglio.

BiografiaModifica

Nata in una famiglia nobile dell'Aquitania[1], secondo le cronache Segolena desiderava un matrimonio casto e offrì al marito tutti i suoi averi in cambio della libertà del suo corpo. Quando lei aveva 24 anni, il marito morì improvvisamente e lei ebbe difficoltà a convincere i suoi genitori della propria volontà di non risposarsi; alla fine, convinse suo padre a costruirle un convento.[2]

EreditàModifica

La sua chiesa a Metz si trovava vicino alla Chiesa di San Ferreolo di Besançon.[3] La biografia di Segolena è opera di un autore anonimo.[4]

NoteModifica

  1. ^ Agnes Baillie Cunninghame Dunbar, St. Sigolena, in A Dictionary of Saintly Women, Volume 2, Bell, 1905, p. 224.
  2. ^ Suzanne Fonay Wemple, Women in Frankish Society: Marriage and the Cloister, 500 to 900, 3rd, Philadelphia, University of Pennsylvania Press, 1985, pp. 142, 151, ISBN 978-0-8122-1209-9.
  3. ^ M.A. Claussen, The Reform of the Frankish Church: Chrodegang of Metz and the Regula Canonicorum in the Eighth Century, New York, Cambridge University Press, 2004, pp. 211, ISBN 978-0-521-83931-0.
  4. ^ Laura York, Sigolena of Albi (fl. 7th c.), in Anne Commire (a cura di), Women in World History: A Biographical Encyclopedia, Waterford, Connecticut, Yorkin Publications, 2002, ISBN 0-7876-4074-3. URL consultato il 28 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2016).

BibliografiaModifica

  • Klapisch-Zuber, Christiane, ed. A History of Women in the West, vol. II: Silences of the Middle Ages. Belknap-Harvard, Cambridge, 1992.