Sei Nazioni 2010

11ª edizione del Sei Nazioni maschile e 116ª assoluta del Championship
Sei Nazioni 2010
2010 RBS Six Nations Championship
Logo della competizione
Competizione Sei Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 116ª
Organizzatore Six Nations Rugby Ltd
Date dal 6 febbraio 2010
al 20 marzo 2010
Luogo Galles, Irlanda, Scozia, Inghilterra, Italia e Francia
Partecipanti 6
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Francia Francia
(25º titolo)
Calcutta Cup Inghilterra Inghilterra
Grande Slam Francia Francia
Millennium Trophy Irlanda Irlanda
Centenary Quaich Scozia Scozia
Trofeo Garibaldi Francia Francia
Cucchiaio di legno Italia Italia
Statistiche
Miglior giocatore Tommy Bowe (Irlanda)
Miglior marcatore Galles Stephen Jones (63)
Record mete
Incontri disputati 15
Pubblico 1 055 268
(70 351 per incontro)
Ecosse-France 2010.JPG
Una fase di ScoziaFrancia, partita inaugurale del torneo
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Sei Nazioni 2009 Sei Nazioni 2011 Right arrow.svg

Il Sei Nazioni 2010 (in inglese 2010 Six Nations Championship; in francese Tournoi des Six Nations 2010; in gallese Pencampwriaeth y Chwe Gwlad 2010) fu l'11ª edizione del torneo annuale di rugby a 15 tra le squadre nazionali di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Italia e Scozia, nonché la 116ª in assoluto considerando anche le edizioni dell'Home Nations Championship e del Cinque Nazioni.

Noto per motivi di sponsorizzazione come 2010 RBS Six Nations Championship a seguito di accordo di partnership commerciale con la Royal Bank of Scotland[1], si tenne dal 6 febbraio al 20 marzo 2010.

Vittoria finale della Francia, al suo venticinquesimo titolo, corredata dal nono Grande Slam[2]; nonostante la grande produzione offensiva, tuttavia, la partita contro l'Inghilterra, che consegnò lo Slam ai Bleus già campioni al fischio d'inizio, fu vinta solo con punti al piede, unico incontro del torneo senza marcare una meta: 12-10 fu infatti il risultato finale, con tre piazzati di Morgan Parra e un drop di François Trinh-Duc[2]. Cucchiaio all'Italia, che evitò tuttavia il Whitewash grazie al 16-12 sulla Scozia all'Olimpico che le risparmiò lo zero in classifica[3].

Il valore delle marcature, come stabilito dall’IRFB nel 1992, era: 5 punti per ciascuna meta (7 se trasformata), 3 punti per la realizzazione di ciascun calcio piazzato, idem per il drop[4].

Nazionali partecipanti e sediModifica

Squadra Città Impianto interno
  Francia Saint-Denis Stade de France
  Galles Cardiff Millennium Stadium
  Inghilterra Londra Twickenham
  Irlanda Dublino Croke Park
  Italia Roma Stadio Flaminio
  Scozia Edimburgo Murrayfield

RisultatiModifica

1ª giornataModifica

Dublino
6 febbraio 2010, ore 14:30 UTC+0
Irlanda  29 – 11
referto
  ItaliaCroke Park (77686 spett.)
Arbitro:   Romain Poite

Londra
6 febbraio 2010, ore 17 UTC+0
Inghilterra  30 – 17
referto
  GallesTwickenham (81406 spett.)
Arbitro:   Alain Rolland

Edimburgo
7 febbraio 2010, ore 15 UTC+0
Scozia  9 – 18
referto
  FranciaMurrayfield (65687 spett.)
Arbitro:   Nigel Owens

2ª giornataModifica

Cardiff
13 febbraio 2010, ore 14 UTC+0
Galles  31 – 24
referto
  ScoziaMillennium Stadium (70000 spett.)
Arbitro:   George Clancy

Saint-Denis
13 febbraio 2010, ore 17:30 UTC+1
Francia  33 – 10
referto
  IrlandaStade de France (80000 spett.)
Arbitro:   Wayne Barnes

Roma
14 febbraio 2010, ore 15:30
Italia  12 – 17
referto
  InghilterraStadio Flaminio (31876 spett.)
Arbitro:   Christophe Berdos

3ª giornataModifica

Cardiff
26 febbraio 2010, ore 20 UTC+0
Galles  20 – 26
referto
  FranciaMillennium Stadium (73767 spett.)
Arbitro:   Jonathan Kaplan

Roma
27 febbraio 2010, ore 14:30 UTC+1
Italia  16 – 12
referto
  ScoziaStadio Flaminio (32000 spett.)
Arbitro:   Dave Pearson

Londra
27 febbraio 2010, ore 16 UTC+0
Inghilterra  16 – 20
referto
  IrlandaTwickenham (81554 spett.)
Arbitro:   Mark Lawrence

4ª giornataModifica

Dublino
13 marzo 2010, ore 14:30 UTC+0
Irlanda  27 – 12
referto
  GallesCroke Park (81340 spett.)
Arbitro:   Craig Joubert

Edimburgo
13 marzo 2010, ore 17 UTC+0
Scozia  15 – 15
referto
  InghilterraMurrayfield (66900 spett.)
Arbitro:   Marius Jonker

Saint-Denis
14 marzo 2010, ore 14:30 UTC+1
Francia  46 – 20
referto
  ItaliaStade de France (78712 spett.)
Arbitro:   Alan Lewis

5ª giornataModifica

Cardiff
20 marzo 2010, ore 14:30 UTC+0
Galles  33 – 10
referto
  ItaliaMillennium Stadium (70550 spett.)
Arbitro:   Wayne Barnes

Dublino
20 marzo 2010, ore 17
Irlanda  20 – 23
referto
  ScoziaCroke Park (80313 spett.)
Arbitro:   Jonathan Kaplan

Saint-Denis
20 marzo 2010, ore 19:45
Francia  12 – 10
referto
  InghilterraStade de France (80000 spett.)
Arbitro:   Bryce Lawrence

ClassificaModifica

Classifica G V N P PF PS PT
  Francia 5 5 0 0 135 69 66 10
  Irlanda 5 3 0 2 106 95 11 6
  Inghilterra 5 2 1 2 88 76 12 5
  Galles 5 2 0 3 113 117 −4 4
  Scozia 5 1 1 3 83 100 −17 3
  Italia 5 1 0 4 69 137 −68 2

NoteModifica

  1. ^ (EN) Paul Rees, Six Nations sets tight deadline after struggling to find new sponsor for 2018, in The Observer, 23 settembre 2017. URL consultato il 5 maggio 2018.
  2. ^ a b (EN) Jmes Standley, France 12-10 England, in BBC, 20 marzo 2010. URL consultato il 22 maggio 2022.
  3. ^ (EN) Italy 16-12 Scotland, in BBC, 27 febbraio 2010. URL consultato il 22 maggio 2022.
  4. ^ (EN) Rugby Rules Changed for Faster Game, in The Canberra Times, 17 aprile 1992, p. 18. URL consultato il 15 dicembre 2021. Ospitato su Biblioteca nazionale australiana.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby