Apri il menu principale

Sei Nazioni femminile 2013

12ª edizione del Sei Nazioni femminile e 18ª assoluta del Championship


Sei Nazioni 2013
Competizione Sei Nazioni femminile
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 18ª
Organizzatore Six Nations Rugby Ltd
Date dal 2 febbraio 2013
al 17 marzo 2013
Luogo Francia Francia
Irlanda Irlanda
Italia Italia
Regno Unito Regno Unito
Partecipanti 6
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Irlanda Irlanda
(1º titolo)
Grande Slam Irlanda Irlanda
Whitewash Scozia Scozia
Statistiche
Miglior marcatore Irlanda Niamh Briggs (43)
Record mete Irlanda Alison Miller (5)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2012 2014 Right arrow.svg

Il Sei Nazioni femminile 2013 (in inglese 2013 Women’s Six Nations Championship; in francese Tournoi des Six Nations féminin 2013) fu la 12ª edizione del torneo rugbistico che vede annualmente confrontarsi le Nazionali femminili di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Italia e Scozia, nonché la 18ª in assoluto, considerando anche le edizioni dell’Home Championship e del Cinque Nazioni.

In programma dal 2 febbraio al 17 marzo 2013, tale torneo, insieme a quello precedente del 2012, era anche parte delle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2014; infatti, le migliori due squadre della classifica combinata delle citate edizioni del torneo tra Galles, Irlanda, Italia e Scozia (essendo le altre due squadre già ammesse alla competizione) accedettero direttamente alla Coppa del Mondo, mentre invece le ultime due di tale classifica avrebbero dovuto disputarsi la qualificazione in un torneo organizzato dalla FIRA — AER nella primavera del 2013 che raccoglieva le migliori classificate di prima e seconda divisione del campionato europeo 2012[1].

Ad aggiudicarsi la vittoria finale fu, per la prima volta nella storia del torneo, l’Irlanda, che nell’occasione realizzò anche il Grande Slam[2], vincendo nell’ultima giornata del torneo a Parabiago 6-3 contro l’Italia, unica squadra contro cui le irlandesi non riuscirono a marcare mete. A chiudere in coda al torneo fu la Scozia, al suo terzo whitewash consecutivo.

L’Inghilterra, proveniente da 7 tornei vinti consecutivamente, cadde nella seconda giornata ad Ashbourne contro l’Irlanda per 0-25: era dal 2004 che le inglesi non terminavano una partita senza marcare punti[3], e in precedenza non avevano mai perso contro le irlandesi[3]. Tra i fattori che portarono alla sconfitta delle Roses figura l’aver presentato una squadra rimaneggiata i cui migliori elementi erano stati dirottati nella selezione a 7[3]. Alla fine del torneo l’Inghilterra registrò la quarta peggior difesa di quell’edizione, con 71 punti subìti; l’Italia, la più giovane partecipante al torneo, ne subì 68, 3 di meno delle inglesi.

Riguardo altresì le qualificazioni mondiali, scontata l’ammissione dell’Irlanda come prima assoluta dopo il suo Slam, fu il Galles la successiva squadra a staccare il biglietto per Parigi, mentre Italia e Scozia dovettero affrontare un ulteriore torneo di qualificazione, che si tenne il successivo aprile a Madrid[4].

RisultatiModifica

1ª giornataModifica

Rovato
2 febbraio 2013, ore 14:30 UTC+1
Italia  13 – 12
referto
  FranciaStadio Pagani (2 000 spett.)
Arbitro:   Claire Hodnett

Hersham
2 febbraio 2013, ore 14 UTC
Inghilterra  76 – 0
referto
  ScoziaMolesey Road (760 spett.)
Arbitro:   Christine Bigaran

Port Talbot
3 febbraio 2013, ore 13:30 UTC
Galles  10 – 12
referto
  IrlandaTalbot Athletic Ground
Arbitro:   Claire Daniels

2ª giornataModifica

Laon
8 febbraio 2013, ore 18:30 UTC+1
Francia  32 – 0
referto
  GallesStadio Marcel Levindrey
Arbitro:   Federica Guerzoni

Ashbourne
9 febbraio 2013, ore 14 UTC
Irlanda  25 – 0
referto
  InghilterraMilltown
Arbitro:   Andrea Spadoni

Dundee
10 febbraio 2013, ore 14 UTC
Scozia  0 – 8
referto
  ItaliaMayfield
Arbitro:   Sherry Trumbull

3ª giornataModifica

Lasswade
23 febbraio 2013, ore 14 UTC
Scozia  3 – 30
referto
  IrlandaHawthornden
Arbitro:   Simon Rees

Londra
23 febbraio 2013, ore 19:20 UTC
Inghilterra  20 – 30
referto
  FranciaTwickenham
Arbitro:   Cammy Rudkin

Benevento
24 febbraio 2013, ore 14:30 UTC+1
Italia  15 – 16
referto
  GallesStadio Pacevecchia
Arbitro:   Sylvie Bros

4ª giornataModifica

Ashbourne
8 marzo 2013, ore 19:30 UTC
Irlanda  15 – 10
referto
  FranciaMilltown (3 500 spett.)
Arbitro:   Nicky Inwood

Hersham
9 marzo 2013, ore 13:00 UTC
Inghilterra  34 – 0
referto
  ItaliaMolesey Road
Arbitro:   Helen O’Reilly

Glasgow
10 marzo 2013, ore 14 UTC
Scozia  0 – 13
referto
  GallesScotstoun Stadium
Arbitro:   Claire Hodnett

5ª giornataModifica

Digione
15 marzo 2013, ore 18 UTC+1
Francia  76 – 0
referto
  ScoziaStadio Bourillot (3 500 spett.)
Arbitro:   Helen O’Reilly

Parabiago
17 marzo 2013, ore 13:30 UTC+1
Italia  3 – 6
referto
  IrlandaStadio Rino Venegoni (1 200 spett.)
Arbitro:   Clare Daniels

Port Talbot
17 marzo 2013, ore 14:30 UTC
Galles  16 – 20
referto
  InghilterraTalbot Athletic Ground
Arbitro:   Nicky Inwood

ClassificaModifica

Squadra G V N P P+ P- PT
  Irlanda 5 5 0 0 88 26 62 10
  Francia 5 3 0 2 160 48 112 6
  Inghilterra 5 3 0 2 150 71 79 6
  Galles 5 2 0 3 55 79 -24 4
  Italia 5 2 0 3 39 68 -29 4
  Scozia 5 0 0 5 3 203 -200 0

NoteModifica

  1. ^ (EN) Road to Women’s RWC 2014 set for kick off, su rwcwomens.com, World Rugby, 24 gennaio 2012. URL consultato il 21 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2013).
  2. ^ (EN) Ireland’s women beat Italy to claim first Six Nations rugby grand slam, in The Guardian, 17 marzo 2013. URL consultato il 29 settembre 2018.
  3. ^ a b c (EN) Miller hat-trick hands Ireland historic win over England, su sixnationsrugby.com, Six Nations Rugby, 9 febbraio 2013. URL consultato il 29 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2018).
  4. ^ (EN) 2013 Women’s Rugby World Cup 2014 Qualifier (PDF), su rugbyeurope.eu, Rugby Europe. URL consultato il 3 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2016).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby