Apri il menu principale

Sei Nazioni femminile 2016

15ª edizione del Sei Nazioni femminile e 21ª assoluta del Championship


Sei Nazioni 2016
Competizione Sei Nazioni femminile
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 21ª
Organizzatore Six Nations Rugby Ltd
Date dal 5 febbraio 2016
al 20 marzo 2016
Luogo Francia Francia
Irlanda Irlanda
Italia Italia
Regno Unito Regno Unito
Partecipanti 6
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Francia Francia
(5º titolo)
Triple Crown Inghilterra Inghilterra
Whitewash Scozia Scozia
Statistiche
Miglior marcatore Irlanda Niamh Briggs (43)
Record mete Francia Gaëlle Mignot (4)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2015 2017 Right arrow.svg

Il Sei Nazioni femminile 2016 (ingl. 2016 Women's Six Nations Championship, fr. Tournoi des Six Nations féminin 2016) fu la 15ª edizione del torneo rugbistico che vede annualmente confrontarsi le Nazionali femminili di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Italia e Scozia, nonché la 21ª in assoluto considerando anche le edizioni dell'Home Championship e del Cinque Nazioni.

In programma dal 5 febbraio al 20 marzo 2016, esso fu anche parte delle qualificazioni alla Coppa del Mondo femminile 2017: infatti, le migliori due classificate della classifica avulsa aggregata delle due edizioni del torneo 2015 e 2016 tra Galles, Italia e Scozia (essendo le altre tre squadre già ammesse alla competizione) accedettero direttamente alla Coppa del Mondo, mentre invece la terza di tale classifica dovette spareggiare contro la squadra vincitrice del campionato europeo femminile 2016[1].

Avendo l'Italia bisogno solo di una vittoria contro una delle altre due Nazionali già battute nel torneo precedente, era la più seria candidata alla qualificazione diretta: essa, in effetti, giunse nell'incontro di Bologna contro la Scozia, vinto 22-7, che mandò le britanniche allo spareggio di ripescaggio e qualificò la nazionale di Andrea Di Giandomenico direttamente alla Coppa del Mondo dopo 15 anni dalla più recente apparizione[2].

RisultatiModifica

1ª giornataModifica

Cumbernauld
5 febbraio 2015, ore 18 UTC
Scozia  0 – 32
referto
  InghilterraBroadwood Stadium (500 spett.)
Arbitro:   Jess Beard

Dublino
6 febbraio 2015, ore 13 UTC
Irlanda  21 – 3
referto
  GallesDonnybrook (3 252 spett.)
Arbitro:   Leah Berard

Bourg-en-Bresse
6 febbraio 2015, ore 21 UTC+1
Francia  39 – 0
referto
  ItaliaStadio Marcel Verchère (1 731 spett.)
Arbitro:   Sara Cox

2ª giornataModifica

Ivrea
12 febbraio 2015, ore 15 UTC+1
Italia  24 – 33
referto
  InghilterraStadio Gino Pistoni (2 800 spett.)
Arbitro:   Leah Berard

Perpignano
13 febbraio 2015, ore 21 UTC+1
Francia  18 – 6
referto
  IrlandaStadio Aimé Giral (11 170 spett.)
Arbitro:   Jess Beard

Neath
14 febbraio 2015, ore 14 UTC
Galles  23 – 10
referto
  ScoziaThe Gnoll
Arbitro:   Claire Hodnett

3ª giornataModifica

Londra
27 febbraio 2016, ore 19:15 UTC
Inghilterra  13 – 9
referto
  IrlandaTwickenham
Arbitro:   Alhambra Nievas

Neath
28 febbraio 2016, ore 14 UTC
Galles  10 – 8
referto
  FranciaThe Gnoll
Arbitro:   Rosemin LaBréche

Bologna
28 febbraio 2016, ore 14:30 UTC+1
Italia  22 – 7
referto
  ScoziaStadio Arcoveggio (2 500 spett.)
Arbitro:   Marie Lematte

4ª giornataModifica

Cumbernauld
11 marzo 2015, ore 18 UTC
Scozia  0 – 24
referto
  FranciaBroadwood Stadium (2 000 spett.)
Arbitro:   Helen O’Reilly

Londra
12 marzo 2015, ore 18:05 UTC
Inghilterra  20 – 13
referto
  GallesThe Stoop
Arbitro:   Sherry Trumbull

Dublino
13 marzo 2015, ore 13 UTC
Irlanda  14 – 3
referto
  ItaliaDonnybrook (6 000 spett.)
Arbitro:   Amy Perrett

5ª giornataModifica

Vannes
18 marzo 2016, ore 21 UTC+1
Francia  17 – 12
referto
  InghilterraStade de la Rabine
Arbitro:   Amy Perrett

Dublino
20 marzo 2016, ore 13 UTC
Irlanda  45 – 12
referto
  ScoziaDonnybrook
Arbitro:   Sherry Trumbull

Port Talbot
20 marzo 2016, ore 14 UTC
Galles  12 – 16
referto
  ItaliaTalbot Athletic Ground (2 000 spett.)
Arbitro:   Joy Neville

ClassificaModifica

Squadra G V N P P+ P- PT
  Francia 5 4 0 1 106 28 78 8
  Inghilterra 5 4 0 1 110 63 47 8
  Irlanda 5 3 0 2 95 49 46 6
  Galles 5 2 0 3 61 75 -14 4
  Italia 5 2 0 3 65 105 -40 4
  Scozia 5 0 0 5 29 146 -117 0

NoteModifica

  1. ^ (EN) Qualification process confirmed for Women's Rugby World Cup 2017, World Rugby, 21 dicembre 2014. URL consultato il 22 marzo 2015 (archiviato il 22 marzo 2015).
  2. ^ Rugby, Sei Nazioni donne, l'Italia batte la Scozia e va al Mondiale, in la Gazzetta dello Sport, 28 febbraio 2016. URL consultato il 16 febbraio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby