Apri il menu principale

Sei Nazioni femminile 2019

18ª edizione del Sei Nazioni femminile e 24ª assoluta del Championship
Sei Nazioni 2019
Logo della competizione
Competizione Sei Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 24ª
Organizzatore Six Nations Rugby Ltd
Date dal 1º febbraio 2019
al 17 marzo 2019
Luogo Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Scozia e Italia
Partecipanti 6
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Inghilterra Inghilterra
(15º titolo)
Grande Slam Inghilterra Inghilterra
Whitewash Scozia Scozia
Trofeo Garibaldi Italia Italia
Statistiche
Miglior marcatore Inghilterra Katy Daley-McLean (53)
Record mete Inghilterra Jess Breach (9)
Incontri disputati 15
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Sei Nazioni 2018 Right arrow.svg

Il Sei Nazioni femminile 2019 (ingl. 2019 Women's Six Nations Championship, fr. Tournoi des Six Nations féminin 2019) fu la 18ª edizione del torneo rugbistico che vede annualmente confrontarsi le Nazionali femminili di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Italia e Scozia, nonché la 24ª in assoluto considerando anche le edizioni dell'Home Championship e del Cinque Nazioni.

Il torneo si svolse dal 1º febbraio al 17 marzo 2019 con lo stesso calendario del torneo maschile.

Il sistema di punteggio del torneo è quello dell'Emisfero Sud che prevede 4 punti a vittoria, due a pareggio, zero a sconfitta, uno per la squadra che marca almeno quattro mete e un ulteriore eventuale bonus in caso di sconfitta con sette o meno punti di distacco. In aggiunta a ciò, l'eventuale Grande Slam avrebbe ricevuto un premio di ulteriori tre punti per assicurarsi che ad esso corrispondesse anche la vittoria del torneo[1].

Galles, Irlanda e Scozia designarono una sede fissa per i loro incontri, rispettivamente il Cardiff Arms Park, Donnybrook a Dublino e lo Scotstoun Stadium di Glasgow; l'Italia scelse per la prima volta Lecce e, a seguire, due sedi storiche del rugby nazionale, Parma e Padova[2]; l'Inghilterra designò Doncaster ed Exeter e la chiusura a Twickenham mentre, infine, anche la Francia scelse sedi itineranti, Montpellier e Lilla.

La copertura televisiva fu garantita da RTÉ per gli incontri dell'Irlanda, a Sky Sports per quelli dell'Inghilterra, a Eurosport 1 per quelli dell'Italia, a S4C e BBC Wales per quelli del Galles e France Télévisions per la Francia; BBC Alba, infine, coprì gli incontri interni della Scozia[3].

Ad aggiudicarsi il torneo fu, per la quindicesima volta, l'Inghilterra che nell'occasione conseguì il suo quattordicesimo Grande Slam e interruppe il breve regno della Francia, campionessa l'anno prima[4]. Grande sorpresa del torneo fu, invece, l'Italia, mai andata oltre il terzo posto nella competizione: dopo due vittorie consecutive, in Scozia e in casa contro l'Irlanda, e un pari a Lecce contro il Galles, le Azzurre si presentarono alla quarta giornata a Exeter imbattute contro l'Inghilterra. Le professioniste inglesi vinsero 55-0[5] e quella fu l'unica partita persa nel torneo dalle italiane che, la settimana dopo a Padova nell'ultimo incontro del girone, vinsero 31-12 contro la Francia riprendendosi la seconda posizione finale[6], miglior risultato fino a quel momento della loro storia nel Sei Nazioni[6][7] e, più in generale, miglior prestazione in assoluto di una qualsiasi rappresentativa italiana in quel torneo[6]. All'Italia andò pure il trofeo Anita Garibaldi, destinato alla vincitrice dell'incontro con la Francia.

Il citato incontro di Exeter registrò, con 10 545 spettatori, il record d'affluenza in Inghilterra per incontri di rugby femminile non di Coppa del Mondo[5].

RisultatiModifica

1ª giornataModifica

Dublino
1º febbraio 2019, ore 17 UTC
Irlanda  7 – 51
referto
  InghilterraDonnybrook
Arbitro:   Aimee Barrett-Theron

Glasgow
1º febbraio 2019, ore 19:35 UTC
Scozia  7 – 28
referto
  ItaliaScotstoun Stadium
Arbitro:   Nikki O’Donnell

Montpellier
2 febbraio 2019, ore 21 UTC+1
Francia  52 – 3
referto
  GallesStadio Yves du Manoir
Arbitro:   Seán Gallagher

2ª giornataModifica

Glasgow
8 febbraio 2019, ore 19:35 UTC
Scozia  5 – 22
referto
  IrlandaScotstoun Stadium
Arbitro:   M. Beatrice Benvenuti

Lecce
9 febbraio 2019, ore 20 UTC+1
Italia  3 – 3
referto
  GallesStadio Via del Mare
Arbitro:   Aimee Barrett-Theron

Doncaster
10 febbraio 2019, ore 12:45 UTC
Inghilterra  41 – 26
referto
  FranciaCastle Park
Arbitro:   Tim Baker

3ª giornataModifica

Parma
23 febbraio 2019, ore 19:30 UTC+1
Italia  29 – 27
referto
  IrlandaStadio Lanfranchi (2 400 spett.)
Arbitro:   Laura Pettingale

Villeneuve-d'Ascq
23 febbraio 2019, ore 21 UTC+1
Francia  41 – 10
referto
  ScoziaStadium Lille Métropole
Arbitro:   Sara Cox

Cardiff
24 febbraio 2019, ore 12:30 UTC
Galles  12 – 51
referto
  InghilterraArms Park
Arbitro:   Clara Munarini

4ª giornataModifica

Glasgow
8 marzo 2019, ore 19:35 UTC
Scozia  15 – 17
referto
  GallesScotstoun Stadium
Arbitro:   Rebecca Hull-Mahoney

Exeter
9 marzo 2019, ore 12:05 UTC
Inghilterra  55 – 0
referto
  ItaliaSandy Park (10 545 spett.)
Arbitro:   Aurélie Groizeleau

Dublino
9 marzo 2019, ore 19 UTC
Irlanda  17 – 47
referto
  FranciaDonnybrook
Arbitro:   Ian Tempest

5ª giornataModifica

Londra
16 marzo 2019, ore 19:30 UTC
Inghilterra  80 – 0
referto
  ScoziaStadio di Twickenham
Arbitro:   Joy Neville

Cardiff
17 marzo 2019, ore 13:30 UTC
Galles  24 – 5
referto
  IrlandaArms Park
Arbitro:   Hollie Davidson

Padova
17 marzo 2019, ore 14:30 UTC+1
Italia  31 – 12
referto
  FranciaStadio Plebiscito (3 500 spett.)
Arbitro:   Sara Cox

ClassificaModifica

Squadra G V N P P+ P- B PT
  Inghilterra 5 5 0 0 278 45 233 8 28
  Italia 5 3 1 1 91 104 -13 3 17
  Francia 5 3 0 2 178 102 76 4 16
  Galles 5 2 1 2 59 126 -67 1 11
  Irlanda 5 1 0 4 78 156 -78 3 7
  Scozia 5 0 0 5 37 188 -151 1 1

NoteModifica

  1. ^ (EN) David Bates, Six Nations to Trial Bonus Points in 2017, su sixnationsrugby.com, Six Nations Rugby, 30 novembre 2016. URL consultato il 28 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2018).
  2. ^ Sei Nazioni U-20 e Femminile, ufficializzato il calendario 2019, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 2 novembre 2018. URL consultato il 6 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2018).
  3. ^ (EN) BBC Alba agrees deal with SRU to broadcast women's rugby, in BBC, 8 novembre 2018. URL consultato il 17 marzo 2019.
  4. ^ (EN) England 80-0 Scotland: Red Roses win Grand Slam and regain Women's Six Nations, in BBC, 16 marzo 2019. URL consultato il 17 marzo 2019.
  5. ^ a b (EN) Brent Pilnick, England beat Italy 55-0 to maintain Six Nations Grand Slam title hopes, in BBC, 9 marzo 2019. URL consultato il 17 marzo 2019.
  6. ^ a b c Andrea Buongiovanni, Rugby, l’Italdonne travolge la Francia: è seconda nel Sei Nazioni, in la Gazzetta dello Sport, 17 marzo 2019. URL consultato il 17 marzo 2019.
  7. ^ Domenico Calcagno, Sei Nazioni, l’Italia è seconda: le donne battono la Francia 31-12, in Corriere della Sera, 17 marzo 2019. URL consultato il 22 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 22 marzo 2019).

Collegamenti esterniModifica


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby