Apri il menu principale

Sei giorni della canzone

Sei giorni della canzone
PaeseItalia
Anno1958 - 1968
Generemusicale
Crediti
Rete televisivaPrimo Canale Rai

La Sei giorni della canzone è stata una manifestazione musicale italiana che si svolgeva nella città di Milano; il sottotitolo era Cento canzoni per cento cantanti.

Storia della manifestazioneModifica

Il festival Sei giorni della canzone venne organizzato su iniziativa del quotidiano milanese Corriere Lombardo ed abbinato alla competizione ciclistica Sei giorni.

Organizzata con un centinaio di cantanti che si esibivano durante sei giornate, la Sei giorni della canzone lanciò, nei suoi tre anni di esistenza, cantanti come Gino Paoli, Umberto Bindi Tony Renis e Mina, lanciando canzoni come Non arrossire, Il nostro concerto (che nel 1960 si classificò al terzo posto), Tintarella di luna, Grazie e Tenerezza.

Lo spettacolo, presentato da molti presentatori tra cui Corrado, Febo Conti e Lucio Flauto, si teneva al Teatro Smeraldo (la prima edizione) e al Teatro Lirico di Milano.

Dopo l'edizione del 1961 per alcuni anni la manifestazione non si tenne più; vi fu una quarta edizione nel 1968, in piena era beat, ma con meno riscontro da parte del pubblico e dei media (anche per via della partecipazione di molti cantanti sconosciuti o debuttanti), e rimase un episodio isolato.

VincitoriModifica

Principali partecipantiModifica

BibliografiaModifica

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, editore Armando Curcio (1990); alla voce Sei giorni della canzone, di Enzo Giannelli, pag. 1577
  • Maurizio Carpinelli, C'era una volta...il disco!, Istituti Editoriali e Poligrafici Internazionali, Pisa, (2001); alla voce Sei giorni della canzone 1960, pagg. 10-14, e Sei giorni della canzone 1961, pagg. 41-43
  • Vari numeri delle riviste Musica e dischi, Il Musichiere, TV Sorrisi e Canzoni (annate 1959 - 1961)