Apri il menu principale

Sentino

affluente del fiume Esino che nasce a 750 m s.l.m. sopra i monti di Gubbio
Sentino
SentinoGolaCorno.jpg
Il torrente presso la gola del Corno del Catria
StatoItalia Italia
RegioniUmbria Umbria Marche Marche
Lunghezza42 km
Altitudine sorgente750 m s.l.m.
NasceSulle pendici appenniniche fra il colle di Gubbio e quello di Scheggia e Pascelupo, Umbria
AffluentiRio Freddo, Sanguerone, Marena
SfociaEsino

Il Sentino, è un affluente del fiume Esino che nasce a 750 m s.l.m. sopra i monti di Gubbio.[1]

La sorgente sgorga dal versante nord-est della Madonna della Cima e inizialmente scorre tra le colline del preappennino eugubino raccogliendo l'afflusso di tanti piccoli torrenti.

Raggiunto il paese di Scheggia taglia la catena degli appennini creando la Gola del Corno del Catria, localizzata nel settore nord del Parco del Monte Cucco.

Passati gli Appennini il Sentino entra nella regione Marche attraverso una valle costellata di eremi e monasteri tra cui Sant’Emiliano in Congiuntoli, fino ad incontrare la città di Sassoferrato: antica città romana di Sentinum dalla quale prende il nome.

Proseguendo il suo corso, il fiume incontra il preappennino Fabrianese generando l’imponente gola di Frasassi, famosa per l’omonima grotta, la quale il Sentino in passato ha contribuito alla sua genesi.[2]

Superata la Gola di Frasassi, nei pressi si San Vittore Terme, il Sentino conclude il suo viaggio di 42km incontrando il Fiume Esino del quale diventa il suo principale affluente.[3]

La portata media del Sentino è di circa 3 m³/s.

NoteModifica

  1. ^ Torrente Sentino, su www.fiumi.com. URL consultato il 27 agosto 2019.
  2. ^ Grotte di Frasassi, su www.frasassi.com. URL consultato il 27 agosto 2019.
  3. ^ Il torrente Sentino, su robertobarbaresi.it - Pesca alla trota in torrente - Ambienti Trote Tecniche Itinerari Info. URL consultato il 27 agosto 2019.