Senza rimorso (film)

film del 2021 diretto da Stefano Sollima
Senza rimorso
Senzarimorso.png
Michael B. Jordan in una scena del film
Titolo originaleWithout Remorse
Lingua originaleinglese, russo
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2021
Durata109 min
Rapporto2,40:1
Genereazione, thriller, spionaggio
RegiaStefano Sollima
Soggettodal romanzo di Tom Clancy
SceneggiaturaTaylor Sheridan, Will Staples
ProduttoreJosh Appelbaum, Akiva Goldsman, Michael B. Jordan, André Nemec
Produttore esecutivoBradley J. Fischer, Brian Oliver, Denis L. Stewart, David Ellison, Don Granger
Casa di produzioneAmazon Studios, Paramount Pictures, Skydance Media
Distribuzione in italianoPrime Video
FotografiaPhilippe Rousselot
MontaggioMatthew Newman
Effetti specialiGerd Nefzer
MusicheJón Þór Birgisson
ScenografiaKevin Kavanaugh
CostumiTiffany Hasbourne
TruccoJulia Böhm
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Senza rimorso (Without Remorse, o Tom Clancy's Without Remorse), noto anche come Senza rimorso di Tom Clancy, è un film del 2021 diretto da Stefano Sollima.

La pellicola, con protagonista Michael B. Jordan, è l'adattamento cinematografico del romanzo del 1993 Senza rimorso scritto da Tom Clancy.

TramaModifica

In Siria, una squadra di Navy SEAL, guidata dal capo senior John Kelly, salva un agente della CIA preso in ostaggio da sospetti membri dell'Isis. I SEAL sono scioccati nello scoprire che i rapitori non erano membri dell'ISIS ma in realtà militari russi. Tre mesi dopo, in apparente rappresaglia per il loro ruolo nella missione, i SEAL vengono uccisi di nascosto uno per uno dagli agenti russi dell'FSB. La moglie incinta di Kelly, Pam, viene uccisa quando i russi irrompono nella loro casa. Nonostante sia stato colpito più volte lui stesso, Kelly riesce a uccidere tutti gli aggressori tranne uno prima di essere portato d'urgenza in ospedale. Nel frattempo, a Washington, l'amica di Kelly ed ex membro del team SEAL, il tenente comandante Karen Greer, incontra l'ufficiale della CIA Robert Ritter e il segretario alla Difesa Thomas Clay per discutere di come l'FSB ha scoperto le identità dei SEAL e per esaminare le opzioni di risposta. Le notizie trapelate dell'attacco senza precedenti della Russia sul suolo americano hanno causato un ulteriore inasprimento del rapporto già teso tra le due nazioni, causando probabilmente una nuova guerra fredda.

Guarito dalle sue ferite, Kelly rintraccia un diplomatico russo corrotto, che ha rilasciato i passaporti agli agenti dell'FSB, e lo costringe sotto la minaccia delle armi a rivelare il nome dell'assassino sopravvissuto, prima di ucciderlo. Mandato in prigione per il crimine, Kelly contratta la via d'uscita rivelando che l'agente evaso è Victor Rykov, un ex ufficiale di Specnaz che si trova attualmente nascosto a Murmansk, in Russia. Kelly vola in Russia con Greer e un team operativo della CIA con l'intento di preformare un inserimento HALO al largo della costa russa. Il loro aereo viene intercettato da un caccia russo e abbattuto nel mare di Barents. Kelly, Greer e i membri della squadra sopravvissuti si dirigono verso Murmansk, per mezzo dello "Zodiac Futura Commando", dove incontrano Ritter. Kelly è sospettoso di Ritter e lo incolpa per le fughe di notizie di intelligence, ma Ritter giura di non essere il responsabile, quindi procedono con la missione. Localizzano Rykov in un complesso di appartamenti dove Kelly esce dalla missione per uccidere Rykov invece di prenderlo vivo come previsto. Quando Kelly affronta Rykov, scopre che indossa un giubbotto suicida e afferma di essere una risorsa della CIA sotto copertura. Rykov fa esplodere il giubbotto, uccidendosi mentre la squadra viene bloccata dal pesante fuoco dei cecchini. Il team si rende conto che la missione era una trappola e che avrebbero dovuto essere catturati sul suolo russo per iniziare una guerra.

Kelly si offre volontario per rimanere indietro e agire come una distrazione dando alla squadra la possibilità di scappare. Kelly combatte i cecchini e la squadra tattica della polizia che risponde, riuscendo a scappare rubando un'uniforme della polizia. Kelly, Greer, Ritter e i membri della squadra sopravvissuti lasciano il paese in barca. Tornato a Washington, Kelly affronta Clay in un ristorante e lo costringe a salire in macchina. Dopo che Kelly ha minacciato la famiglia di Clay, lui confessa di essere quello dietro le fughe di notizie di intelligence e di aver orchestrato tutto il conflitto tra Stati Uniti e Russia. Clay voleva iniziare una nuova guerra fredda per rilanciare l'economia e unire il popolo americano contro un nemico comune. Con la confessione di Clay, Kelly guida l'auto su un ponte e la lascia affondare sul fondo di un fiume, annegando Clay. Kelly scappa dall'auto con l'aiuto di Greer, che stava aspettando nel fiume con attrezzatura SCUBA. In una stazione ferroviaria vicina, Greer dà a Kelly una nuova identità fornita da Ritter. Con la sua nuova identità, parte per ricominciare la sua vita come John Clark. In una scena a metà dei titoli di coda, si vede Clark parlare con Ritter, nel frattempo diventato capo della CIA, della creazione di una squadra multinazionale antiterrorismo, nome in codice Rainbow.

ProduzioneModifica

Le riprese del film sono iniziate a Berlino il 25 ottobre 2019[1] e sono proseguite tra Washington e Los Angeles.

PromozioneModifica

Il primo teaser trailer del film è stato diffuso il 2 marzo 2021 dal profilo twitter di Amazon Studios,[2] insieme all'annuncio dell'arrivo del trailer esteso,[3] che viene diffuso il giorno seguente.[4]

DistribuzioneModifica

Inizialmente la pellicola era stata fissata al 18 settembre 2020 dalla Paramount Pictures,[5] ma, a causa della pandemia di COVID-19, è stata rinviata al 2 ottobre dello stesso anno[6] e successivamente al 26 febbraio 2021.[7] Nel luglio 2020 Amazon Studios ha acquistato i diritti di distribuzione del film[8] che è stato distribuito su Prime Video a partire dal 30 aprile 2021.[2][3]

AccoglienzaModifica

CriticaModifica

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 45% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 5,3 su 10 basato su 184 critiche,[9] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 41 su 100 basato su 40 critiche.[10]

NoteModifica

  1. ^ (DE) BER-Baustelle ist wieder Filmkulisse, su berlin.de. URL consultato il 3 marzo 2021.
  2. ^ a b (EN) Amazon Studios, Are you ready? Don't miss the official trailer for @WithoutRemorse tomorrow and see the film only on @PrimeVideo April 30., su Twitter, 2 marzo 2021. URL consultato il 2 marzo 2021.
  3. ^ a b Beatrice Pagan, SENZA RIMORSO: UN NUOVO TEASER DEL FILM CON MICHAEL B. JORDAN, DOMANI IL TRAILER, su Movieplayer.it, 2 marzo 2021. URL consultato il 2 marzo 2021.
  4. ^   Amazon Prime Video Italia, SENZA RIMORSO - TRAILER UFFICIALE - AMAZON PRIME VIDEO, su YouTube, 3 marzo 2021. URL consultato il 3 marzo 2021.
  5. ^ (EN) Aaron Couch, Michael B. Jordan's 'Without Remorse' Sets 2020 Release Date, su The Hollywood Reporter, 4 febbraio 2019. URL consultato il 2 marzo 2021.
  6. ^ (EN) Pamela McClintock, Michael B. Jordan's 'Without Remorse' Snaps Up New Fall 2020 Release Date, su The Hollywood Reporter, 22 aprile 2020. URL consultato il 2 marzo 2021.
  7. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Paramount Moves ‘Without Remorse’ To 2021, su Deadline Hollywood, 26 giugno 2020. URL consultato il 2 marzo 2021.
  8. ^ (EN) Brent Lang, Amazon Nears Deal for Michael B. Jordan’s ‘Without Remorse’ (EXCLUSIVE), su Variety, 23 luglio 2020. URL consultato il 2 marzo 2021.
  9. ^ (EN) Senza rimorso, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 29 giugno 2021.  
  10. ^ (EN) Senza rimorso, su Metacritic, Red Ventures. URL consultato il 29 giugno 2021.  

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema