Apri il menu principale

Senza via d'uscita (film 1970)

film del 1970 diretto da Piero Sciumè
Senza via d'uscita
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia, Francia, Spagna
Anno1970
Durata85 min
Generethriller
RegiaPiero Sciumè
SoggettoRicardo Ferrer
SceneggiaturaTiziano Cortini, Julio Salvador, Piero Sciumè
ProduttorePier Luigi Torri
Produttore esecutivoGeorge Ferrer
FotografiaCecilio Paniagua
MontaggioRenato Cinquini
MusichePiero Piccioni
TruccoPierantonio Mecacci, Vicenta Salvadó
Interpreti e personaggi

Senza via d'uscita è un film del 1970 diretto da Piero Sciumè.

Primo e ultimo film di Piero Sciumè[1]

TramaModifica

Gilbert Mardeau è alle dipendenze di un istituto bancario. La moglie Michéle, lo chiama in ufficio al telefono, comunicandogli la notizia del rapimento del loro bambino André. Gilbert, una volta contattato dal rapitore, gli viene chiesta la somma per il riscatto di quattromila dollari. Gilbert, che non possiede tutto quel denaro finge una rapina mentre trasporta del denaro per conto della banca. In seguito il rapitore viene ritrovato morto, ma solo con una piccola parte del riscatto. Michéle, riceve a casa un manichino insanguinato con le sembianze del bambino e per questo si suicida. Gilbert, che è l'autore di tutto, finalmente libero dalla moglie ed in possesso di gran parte dei sodi, fugge con l'amante Britt.

NoteModifica

  1. ^ Senza via d'uscita, su filmtv.it.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema