Serafino Gentili

tenore italiano

Serafino Gentili in carriera avanzata noto come Serafino Gentili-Donati (Venezia, 1775Milano, 13 maggio 1835) è stato un tenore italiano particolarmente noto per le sue interpretazioni in ruoli da tenore di grazia. Cantò in teatri lirici in tutta Italia, a Parigi e Dresda. Nel corso della sua carriera, creò il ruolo di Lindoro ne L'Italiana in Algeri di Gioachino Rossini, nonché ruoli principali in molte altre opere di compositori meno noti. Negli ultimi anni adottò il cognome Gentili-Donati per distinguersi dal tenore Pietro Gentili.

Serafino Gentili by Luigi Rados (1773 - 1840).jpg

BiografiaModifica

Nacque a Venezia e si presume che abbia studiato nella sua città natale, anche se si sa poco della sua prima infanzia. Tuttavia, nel 1795 fu elencato come "virtuoso di musica" ad Ascoli Piceno dove fece il suo debutto al Teatro Ventidio Basso nel 1796 nel ruolo di Folletto ne Lo sposo di tre e marito di nessuna di Antonio Brunetti.

Dal 1822 al 1824 cantò all'opera di corte a Dresda, principalmente in ruoli rossiniani. Al suo ritorno in Italia, le sue apparizioni divennero meno frequenti. La sua ultima esibizione conosciuta fu nell'aprile del 1825 al Teatro alla Scala dove riprese il ruolo di Lindoro ne L'italiana in Algeri. Morì a Milano dieci anni dopo.

Ruoli creatiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN59348412