Apri il menu principale
Sereno
ArtistaMiguel Bosé
Tipo albumStudio
Pubblicazione6 novembre 2001
Durata50:24
Dischi1
Tracce11
GenereReggaeton
Pop
EtichettaWEA
ProduttoreGreg Walsh, Peter Walsh
RegistrazioneLa Cuadra e Sintonía/Madrid
Miguel Bosé - cronologia
Album successivo
(2004)

Sereno è il quattordicesimo disco internazionale dell'artista italo-spagnolo Miguel Bosé (mai pubblicato in Italia e uscito in Spagna nel 2001) ed il primo album di inediti seguente "Labirinto" del 1996. Tra "Labirinto" (ultimo album italiano di Miguel prima del lungo silenzio durato per oltre un decennio, soltanto di recente interrorro, con l'uscita in contemporanea mondiale della raccolta di duetti "Papito") e Sereno, Bosé aveva pubblicato, nei soli paesi latini, una collezione di cover di brani in spagnolo, da lui ritenuti fondamentali per il suo sviluppo musicale. Sereno, che esce in Spagna il 6 novembre del 2001, costituisce il settimo album di studio dell'artista realizzato con la casa discografica WEA. Di questo lavoro, che nel suo complesso, come accennato, non vedrà mai la luce in Italia (neanche in un'edizione spagnola d'importazione), arriva nella sua terra d'origine e d'adozione soltanto un singolo: la versione italiana del brano Morenamía, pubblicato l'anno successivo, nel 2002, mentre Miguel è impegnato come presentatore del reality show "Operazione Trionfo" (sorta di "Amici di Maria De Filippi", allora appena diventato tale, dopo l'esordio avvenuto col primo nome di "Saranno Famosi", che nonostante fosse più in sintonia con il contenuto del programma, aveva però creato delle beghe legali riguardo l'uso del titolo, marchio registrato e protetto da copyright, che dava il titolo all'omonima serie TV andata in onda all'inizio degli anni ottanta). La sfortunata versione italiana del corrispondente spagnolo "Operación Triunfo" è ambientata in un'accademia della musica, in cui il pubblico deve decidere, tra un certo numero di aspiranti cantanti, chi è il migliore. La trasmissione, trasmessa su una delle reti private nazionali, non riscuote un grande successo (nonostante la straordinaria partecipazione dell'artista canadese Céline Dion come ospite speciale in una delle puntate) e, allo stesso modo, il frizzante singolo Morena Mia, pur italianizzato nel titolo e nel testo, oltre che accompagnato da un video allegro e colorato, passa quasi inosservato. Il brano è stato tra l'altro re-inserito nell'ultimo album di duetti, il celebre "Papito" (quasi 600.000 copie vendute in tutto il mondo), che ha visto Miguel tornare in Italia e, allo stesso tempo, in testa alle classifiche del paese, dopo quasi dieci anni anni, nel 2007. A testimonianza del forte impatto che un pezzo simile provoca all'ascolto, il che rende ancora più inspiegabile l'accoglienza praticamente nulla ad esso riservato, Morenamía (ottava traccia, la quartultima su Sereno) è strategicamente posto in apertura dell'intero disco, di cui costituisce il primo singolo estratto, re-interpretato, nella versione spagnola originale, con Julieta Venegas, forte anche di un ritornello indimenticabile. Per il resto, Sereno rappresenta un generale ritorno di Bosé a melodie più cantabili ed accessibili, dopo le cupe atmosfere di "Labirinto", altro disco che non aveva pienamente convinto né il più o meno fedele pubblico spagnolo (dato che l'artista aveva dovuto cedere alle insistenti pressioni dell'etichetta e ri-pubblicare l'album in un'edizione ampliata, con 13 tracce invece delle 10 originarie, affinché i brani commerciali salissero a 4 - l'unico tale era difatti L'autoradio, l'unico uscito come singolo anche in Italia), né tantomeno il dubbioso pubblico italiano. Non a caso, di fatto, "Labirinto" si pone come l'ultimo lavoro a lungo respiro uscito in Italia, prima della lunga decade di silenzio, mentre il nuovo disco del 2001 viene a collocarsi come nuova collection di inediti seguente non solo il tetro "Labirinto", ma anche e soprattutto il capolavoro rappresentato da "Sotto il segno di Caino", rispetto al quale Sereno appare nettamente inferiore, simile invece ad un altro disco piuttosto arioso ed aperto quale "Los chicos no lloran" del 1990 (di cui ben 4 tracce sono state riproposte nell'ultimo doppio "Papito" spagnolo, anche se soltanto 2 sulla versione singola italiana ed internazionale). D'altronde, già il titolo, Sereno, preso dall'omonimo pezzo di chiusura, la dice lunga sul clima del disco.

Stile dell'albumModifica

Quanto allo stile, l'album Sereno è pop allo stato puro, molto commerciale e cantabile. Tra le 11 tracce, risalta senza dubbio il singolo Morenamía, più orientato al reggaeton, un tipo di reggae decisamente ritmato e cadenzato, sui cui forti accenti in levare si innesta un cantato facile, veloce e musicale, che culmina in un ritornello interminabile ed indimenticabile, forse il momento migliore dell'intero disco, che non sembra per il resto brillare molto in quanto ad inventiva, nonostante la bellezza di alcuni testi, che avrebbero però potuto funzionare benissimo anche come poesie indipendenti (El hijo del Capitán Trueno, Gulliver, Mientras respire).

TracceModifica

No.

Titolo


Durata
1 Puede que 4:47
2 Gulliver 4:21
3 Mirarte 5:31
4 El hijo del Capitán Trueno 4:56
5 Te digo amor 5:12
6 Tic tac 4:24
7 Mientras respire 3:36
8 Morenamía 4:51
9 La noche me gusta 4:44
10 Millones de km. de aquí 4:15
11 Sereno 3:47

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica