Sergej Milinković-Savić

calciatore serbo

Sergej Milinković-Savić (in serbo Сергеј Милинковић-Савић?; Lleida, 27 febbraio 1995) è un calciatore serbo con cittadinanza spagnola, centrocampista della Lazio, e della nazionale serba.

Sergej Milinković-Savić
Milinković-Savić 2018.jpg
Milinković-Savić con la nazionale serba al campionato del mondo 2018
Nazionalità Serbia Serbia
Altezza 191 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Lazio
Carriera
Giovanili
2000-2006Grazer AK
2006-2013Vojvodina
Squadre di club1
2013-2014Vojvodina13 (3)
2014-2015Genk24 (5)
2015-Lazio249 (52)
Nazionale
2013-2014Serbia Serbia U-1914 (4)
2014-2015Serbia Serbia U-2011 (1)
2014-2017Serbia Serbia U-2112 (4)
2017-Serbia Serbia39 (7)
Palmarès
Transparent.png Mondiali di calcio Under-20
Oro Nuova Zelanda 2015
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Oro Lituania 2013
Bronzo Ungheria 2014
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 gennaio 2023

BiografiaModifica

È nato a Lleida, in Spagna, Paese del quale detiene la cittadinanza[1] oltre a quella serba proveniente dai suoi genitori, entrambi sportivi professionisti: suo padre Nikola Milinković fu calciatore e sua madre Milana Savić cestista[2]. Suo fratello minore Vanja gioca come portiere ed è cresciuto con lui nel Vojvodina[2][3].

Caratteristiche tecnicheModifica

Soprannominato «il Sergente» dai tifosi della Lazio,[4][5][6] è una mezzala di ruolo, adattabile anche a mansioni di trequartista. Il suo fisico possente gli permette di vincere numerosi duelli aerei, sia in fase difensiva che offensiva[7][8]. Gli viene riconosciuta ottima tecnica di base e propensione all'inserimento in area avversaria[7][8], abilità nel servire assist ai compagni[8] nonché capacità di tiro dalla distanza e su punizione[9][10]. È ritenuto un calciatore di personalità, capace di esaltarsi nelle gare importanti.[11].

CarrieraModifica

ClubModifica

VojvodinaModifica

Cresciuto nelle giovanili del club serbo del Vojvodina,[8] il 23 novembre 2013 ottiene il suo esordio in occasione della partita esterna, persa per 3-0, contro il Jagodina; subentra a partita in corso dando il cambio al compagno di squadra Marko Poletanović.[12] La prima partita da titolare arriva il 22 febbraio 2014 in occasione della trasferta, pareggiata per 1-1, contro il Donji Srem.[13] Il 9 marzo successivo invece arriva la sua prima rete da professionista, in occasione della partita, pareggiata per 1-1, in casa dello Spartak Subotica.[14] Il 7 maggio 2014 vince la sua prima Coppa di Serbia battendo per 2-0 il Jagodina. Conclude la sua prima stagione da professionista con un bottino di 16 presenze, 4 reti e 1 trofeo vinto.

GenkModifica

Dopo una sola stagione con il club che lo ha lanciato nel calcio professionistico, nell'estate del 2014 passa al club belga del Genk che sborsa una cifra vicina ai 400.000 euro per averlo nella sua rosa. L'esordio in terra belga arriva il 2 agosto 2014, subentrando al compagno di squadra Julien Gorius, al minuto 82, nella partita pareggiata, per 1-1, contro il Cercle Brugge.[15] La prima partita da titolare invece arriva il 13 dicembre successivo, in occasione della vittoria casalinga, per 3-0, contro il Kortrijk.[16] Il 18 gennaio 2015 mette a segno la sua prima rete con la nuova maglia; aprendo le marcature, al 2', nel pareggio esterno, per 1-1, contro il Lokeren.[17] Conclude la stagione totalizzando 24 presenze e 5 reti.[8]

LazioModifica

 
Milinković-Savić alla Lazio nel 2015

Il 6 agosto 2015 viene ufficializzato il suo acquisto da parte della Lazio, la quale ha sborsato per il centrocampista serbo una cifra vicina ai 10 milioni di euro.[18] Due giorni più tardi, seppur non scendendo in campo, perde la Supercoppa italiana 2015, per 2-0, contro i Campioni d'Italia della Juventus.[19] L'esordio arriva il 18 agosto successivo in occasione del preliminare di Champions League vinto, per 1-0, contro i tedeschi del Bayer Leverkusen; subentra, al minuto 53, al compagno di squadra Ogenyi Onazi; tale partita risulta essere anche la prima partita disputata, dal giovane centrocampista serbo, in una competizione internazionale.

Il 22 agosto 2015 gioca la sua prima partita in Serie A, in occasione della prima di campionato vinta, per 2-1, contro il Bologna. Il 17 settembre 2015 arriva il primo gol in maglia biancoceleste, in occasione della trasferta pareggiata per 1-1 contro gli ucraini del Dnipro in Europa League.[20] A partire dalla quinta giornata diventa titolare del club,[8] e il 9 gennaio 2016 arriva anche la prima marcatura in Serie A in occasione della trasferta vinta, per 1-3, contro la Fiorentina.[21] Conclude la sua prima stagione in maglia biancoceleste totalizzando 35 presenze e 3 reti tra campionato e coppe[8] senza incidere particolarmente.[8]

Il 1º marzo 2017, nella sua seconda stagione con la maglia biancoceleste, mette a segno la sua prima rete in un derby di Roma in occasione della semifinale di Coppa Italia vinta 2-0.[22] Il 17 maggio 2017 perde la finale di Coppa Italia poiché la sua squadra viene superata, per 2-0, dalla Juventus.[23] Conclude la stagione con 39 presenze e 7 reti messe a segno.

Il 13 agosto 2017 vince il suo primo titolo con la maglia della Lazio poiché i biancocelesti si impongono, per 2-3, sulla Juventus aggiudicandosi così la Supercoppa italiana 2017.[24] Il 19 ottobre successivo, in occasione della vittoria esterna, per 1-3, in Europa League contro i francesi del Nizza, mette a segno la sua prima doppietta da professionista.[25] Il 17 dicembre firma una doppietta, per la prima volta, anche in Serie A in occasione del pareggio, per 3-3, contro l'Atalanta.[26][27] Il 21 gennaio 2018 disputa la sua centesima partita con la maglia della Lazio in occasione della vittoria casalinga, per 5-1, contro il Chievo nella quale mette a segno anche una doppietta.[28] Chiude la stagione con 48 presenze e 14 reti messe a segno oltre alla vittoria della Supercoppa italiana.

Il 15 maggio 2019 firma il gol del vantaggio nella finale di Coppa Italia contro l'Atalanta, vinta 0-2 dalla Lazio, conquistando il suo secondo trofeo con il club. Termina la stagione con 41 presenze e 7 marcature, venendo insignito del Premio Lega Serie A come miglior centrocampista della stagione,[29] nonostante un rendimento altalenante.[8][30][31]

Durante la stagione 2019-2020, il 22 dicembre 2019 scende in campo da titolare nella vittoriosa sfida di Supercoppa italiana a Riad contro la Juventus (3-1),[32] che gli permette di vincere il suo terzo trofeo in biancoceleste.

L'8 settembre 2022, subentrando al 70ª a Matías Vecino nella partita di Europa League contro il Feyenoord, raggiunge le 300 presenze in tutte le competizioni con la squadra capitolina.

NazionaleModifica

 
Milinković-Savić in azione per la nazionale nel 2018

Nazionali giovaniliModifica

Nel 2013 viene selezionato per partecipare al Campionato europeo di calcio Under-19 2013 in Lituania. Disputa la sua prima partita il 20 luglio in occasione dell'apertura del girone, giocando tutti i 90 minuti della partita vinta, per 2-1, contro la Turchia U-19. Il 26 luglio successivo lui, e la Serbia U-19, superano il turno qualificandosi per le semifinali. Scende in campo, da titolare, anche in occasione della semifinale, vinta ai calci di rigore, contro il Portogallo U-19. Il 1º agosto vince la competizione poiché la Serbia batte in finale, per 1-0, la Francia U-19.

Nel 2014 viene selezionato nuovamente per partecipare al Campionato europeo di calcio Under-19 2014 in Ungheria dopo che l'anno precedente aveva vinto la stessa competizione. Il 25 luglio, seppur non scendendo mai in campo, supera la fase a gironi qualificandosi per le semifinali. Come l'anno precedente in semifinale la sua squadra si scontra con il Portogallo U-19 ma questa volta ad avere la meglio è la squadra lusitana che batte i serbi ai calci di rigore; proprio lui sbaglia il rigore decisivo che sancisce la vittoria lusitana.

Nel 2015 viene selezionato, da Veljko Paunović, per partecipare al Campionato mondiale di calcio Under-20 2015 in Nuova Zelanda. La sua avventura in tale competizione inizia in occasione della prima partita della fase a gironi persa, per 1-0, contro l'Uruguay U-20. Tre giorni dopo mette a segno il primo gol della selezione serba nel Mondiale durante la partita, vinta per 2-0, contro il Mali U-20. Il 6 giugno supera la fase a gironi piazzandosi al primo posto davanti all'Uruguay. Anche se squalificato per un turno, il 10 giugno passa l'ottavi di finale dove la sua squadra supera l'Ungheria U-20. Torna in campo in occasione dei quarti di finale contro gli USA U-20, partita che viene vinta solo dopo la serie dei calci di rigore. Scende in campo anche in occasione della semifinale superata, ai tempi supplementari, per 2-1 contro il Mali che era già stata affrontata nella fase a gironi. Il 20 giugno vince la competizione poiché la Serbia si impone sul Brasile U-20 per 2-1.[33] A fine competizione gli viene anche consegnato il Pallone di Bronzo come miglior giocatore dietro a Danilo e Adama Traoré.[34]

Nazionale maggioreModifica

Il 3 ottobre 2015 viene convocato per la prima volta da Radovan Ćurčić, Commissario tecnico della nazionale maggiore della Serbia, per le gare di qualificazione a Euro 2016 contro Albania e Portogallo; partite dove non riesce ad ottenere il suo esordio.[35] L'esordio arriva, dopo essere stato scartato a lungo dal CT Slavoljub Muslin,[2] il 10 novembre del 2017 in occasione dell'amichevole vinta, per 0-2, contro la Cina con Mladen Krstajić in panchina.[36]

Il 1º giugno 2018, pur avendo accumulato appena due presenze con la maglia della nazionale serba, viene convocato per partecipare al Campionato mondiale di calcio 2018 in Russia.[37] L'esordio in tale competizione arriva il 17 giugno successivo in occasione della prima partita della fase a gironi vinta, per 1-0, contro la Costa Rica.[38] La Serbia viene eliminata al primo turno con Milinković-Savić che ha avuto un rendimento sotto le attese.[39]

L'8 ottobre 2020, in occasione della semifinale play-off per qualificarsi a Euro 2020 contro la Norvegia, va a segno per la prima volta in Nazionale realizzando una doppietta nel successo per 2-1 dei serbi ai supplementari.[40][41] Tuttavia in finale i serbi vengono sconfitti ai rigori dalla Scozia.[42]

Nelle qualificazioni ai Mondiali 2022, contribuisce al primo posto dei serbi nel loro girone, davanti anche al più blasonato Portogallo.[39]

Nel novembre del 2022, viene incluso dal CT Dragan Stojković nella rosa serba partecipante alla rassegna intercontinentale in Qatar[43]. Il 28 novembre, nella partita della seconda giornata del Gruppo G, pareggiata dai serbi contro il Camerun per 3 a 3, mette a segno il suo primo gol nella competizione iridata, valevole per il momentaneo vantaggio per 2 a 1. La nazionale serba viene eliminata al primo turno, arrivando ultima nel proprio gruppo dietro a Brasile, Svizzera e Camerun, con un solo punto conquistato.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 24 gennaio 2023.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2013-2014   Vojvodina SL 13 3 CS 3 1 UEL 0 0 - - - 16 4
2014-2015   Genk PL 24 5 CB 0 0 - - - - - - 24 5
2015-2016   Lazio A 25 1 CI 2 0 UCL+UEL 1[44]+7 0+2 SI 0 0 35 3
2016-2017 A 34 4 CI 5 3 - - - - - - 39 7
2017-2018 A 35 12 CI 4 0 UEL 8 2 SI 1 0 48 14
2018-2019 A 31 5 CI 5 2 UEL 5 0 - - - 41 7
2019-2020 A 37 7 CI 1 0 UEL 4 1 SI 1 0 43 8
2020-2021 A 32 8 CI 2 0 UCL 7 0 - - - 41 8
2021-2022 A 37 11 CI 2 0 UEL 8 0 - - - 47 11
2022-2023 A 18 4 CI 1 0 UEL 6 2 - - - 25 6
Totale Lazio 249 52 22 5 46 7 2 0 319 64
Totale carriera 286 59 25 6 46 7 2 0 359 73

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Serbia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-11-2017 Canton Cina   0 – 2   Serbia Amichevole -
14-11-2017 Ulsan Corea del Sud   1 – 1   Serbia Amichevole -   74’
4-6-2018 Graz Serbia   0 – 1   Cile Amichevole -   46’
9-6-2018 Graz Serbia   5 – 1   Bolivia Amichevole -   63’
16-6-2018 Samara Costa Rica   0 – 1   Serbia Mondiali 2018 - 1º turno -
22-6-2018 Kaliningrad Serbia   1 – 2   Svizzera Mondiali 2018 - 1º turno -   33’
27-6-2018 Mosca Serbia   0 – 2   Brasile Mondiali 2018 - 1º turno -
10-9-2018 Belgrado Serbia   2 – 2   Romania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   64’
11-10-2018 Podgorica Montenegro   0 – 2   Serbia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   79’
14-10-2018 Bucarest Romania   0 – 0   Serbia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   63’
20-3-2019 Wolfsburg Germania   1 – 1   Serbia Amichevole -   62’
25-3-2019 Lisbona Portogallo   1 – 1   Serbia Qual. Euro 2020 -   87’
10-9-2019 Lussemburgo Lussemburgo   1 – 3   Serbia Qual. Euro 2020 -   79’
14-11-2019 Belgrado Serbia   3 – 2   Lussemburgo Qual. Euro 2020 -   62’
17-11-2019 Belgrado Serbia   2 – 2   Ucraina Qual. Euro 2020 -   81’
3-9-2020 Mosca Russia   3 – 1   Serbia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -   65’
8-10-2020 Oslo Norvegia   1 – 2 dts   Serbia Qual. Euro 2020 2   80’
14-10-2020 Istanbul Turchia   2 – 2   Serbia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 1
12-11-2020 Belgrado Serbia   1 – 1 dts
(4 – 5 dtr)
  Scozia Qual. Euro 2020 -   70’
15-11-2020 Budapest Ungheria   1 – 1   Serbia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -   79’
27-3-2021 Belgrado Serbia   2 – 2   Portogallo Qual. Mondiali 2022 -
30-3-2021 Baku Azerbaigian   1 – 2   Serbia Qual. Mondiali 2022 -
4-9-2021 Belgrado Serbia   4 – 1   Lussemburgo Qual. Mondiali 2022 -
7-9-2021 Dublino Irlanda   1 – 1   Serbia Qual. Mondiali 2022 1
9-10-2021 Lussemburgo Lussemburgo   0 – 1   Serbia Qual. Mondiali 2022 -
12-10-2021 Belgrado Serbia   3 – 1   Azerbaigian Qual. Mondiali 2022 -
11-11-2021 Belgrado Serbia   4 – 0   Qatar Amichevole 1   46’
14-11-2021 Lisbona Portogallo   1 – 2   Serbia Qual. Mondiali 2022 -
24-3-2022 Budapest Ungheria   0 – 1   Serbia Amichevole -
29-3-2022 Copenaghen Danimarca   3 – 0   Serbia Amichevole -
2-6-2022 Belgrado Serbia   0 – 1   Norvegia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
5-6-2022 Belgrado Serbia   4 – 1   Slovenia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 1   71’
9-6-2022 Solna Svezia   0 – 1   Serbia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
12-6-2022 Lubiana Slovenia   2 – 2   Serbia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -   65’   90+5’
24-9-2022 Belgrado Serbia   4 – 1   Svezia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -   67’
18-11-2022 Riffa Bahrein   1 – 5   Serbia Amichevole -   60’
24-11-2022 Lusail Brasile   2 – 0   Serbia Mondiali 2022 - 1° turno -
28-11-2022 Al Wakrah Camerun   3 – 3   Serbia Mondiali 2022 - 1° turno 1   79’
2-12-2022 Doha Serbia   2 – 3   Svizzera Mondiali 2022 - 1° turno -   47’   68’
Totale Presenze 39 Reti 7

PalmarèsModifica

ClubModifica

Vojvodina: 2013-2014
Lazio: 2017, 2019
Lazio: 2018-2019

NazionaleModifica

Lituania 2013
Nuova Zelanda 2015

IndividualeModifica

Nuova Zelanda 2015
Squadra dell'anno: 2018, 2022
Miglior centrocampista: 2018-2019

NoteModifica

  1. ^ Milinkovic, rilancio Lazio: è il regista del futuro, su corrieredellosport.it. URL consultato il 3 marzo 2020.
  2. ^ a b c (EN) Tom Williams, Sergej Milinkovic-Savic: The Making of Serbia's World Cup Poster Boy, su Bleacher Report. URL consultato il 3 marzo 2020.
  3. ^ (EN) Are Manchester United jumping the gun on transfers?, su soccer.nbcsports.com. URL consultato il 3 marzo 2020.
  4. ^ Milinkovic-Savic Sergente della Lazio: il retroscena sulla nascita del soprannome, su lazionews24.com, 6 febbraio 2021. URL consultato il 25 agosto 2021.
  5. ^ Inzaghi e il saluto del Sergente Milinkovic: “Un onore”, su corrieredellosport.it. URL consultato il 25 agosto 2021.
  6. ^ Lazio, si sceglie il capitano: c’è Immobile, Milinkovic spera, su corrieredellosport.it. URL consultato il 25 agosto 2021.
  7. ^ a b Luciano Aniello, Player Profile: Sergej Milinkovic-Savic, su mondofutbol.com, 30 giugno 2015.
  8. ^ a b c d e f g h i Quanto vale davvero Sergej Milinkovic, su ultimouomo.com, 2 marzo 2020. URL consultato il 3 marzo 2020.
  9. ^ Serie A, Spezia-Lazio 1-2: Immobile implacabile, Milinkovic-Savic "cecchino", su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  10. ^ Immobile il pilastro, Marusic il jolly: quanti assi in casa Lazio, su gazzetta.it. URL consultato il 5 settembre 2021.
  11. ^ L'Inter tra le vittime preferite di Milinkovic: ora la Lazio ha bisogno di lui, su gazzetta.it. URL consultato il 14 ottobre 2021.
  12. ^ Jagodina vs. Vojvodina, su it.soccerway.com, soccerway.com., 23 novembre 2013. URL consultato il 16 luglio 2015.
  13. ^ Donji Srem vs. Vojvodina, su it.soccerway.com, soccerway.com., 22 febbraio 2014. URL consultato il 16 luglio 2015.
  14. ^ Spartak Subotica vs. Vojvodina, su it.soccerway.com, soccerway.com., 9 marzo 2014. URL consultato il 16 luglio 2015.
  15. ^ Genk vs. Cercle Brugge, su it.soccerway.com, soccerway.com., 2 agosto 2014. URL consultato il 16 luglio 2015.
  16. ^ Genk vs. Kortrijk, su it.soccerway.com, soccerway.com., 13 dicembre 2014. URL consultato il 16 luglio 2015.
  17. ^ Lokeren vs. Genk, su it.soccerway.com, soccerway.com., 18 gennaio 2015. URL consultato il 16 luglio 2015.
  18. ^ Arrivederci Sergej!, su krcgenk.be, 3 agosto 2015. URL consultato il 6 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2015).
  19. ^ La Juventus conquista la Supercoppa TIM, su legaseriea.it, 8 agosto 2015. URL consultato il 9 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2015).
  20. ^ Europa League, Lazio-Dnipro 1-1: gol di Milinkovic-Savic e Seleznyov, su gazzetta.it. URL consultato il 3 marzo 2020.
  21. ^ Fiorentina-Lazio 1-3: Milinkovic super, segna anche Felipe Anderson, su corrieredellosport.it, 9 gennaio 2016. URL consultato il 3 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2020).
  22. ^ Giuliano De Matteis, Coppa Italia, Lazio-Roma 2-0: il primo derby lo decidono Milinković-Savić e Immobile, su Tuttosport, 1º marzo 2017. URL consultato il 1º marzo 2017.
  23. ^ Juventus Lazio 2-0, Coppa Italia ai bianconeri, 17 maggio 2017. URL consultato il 17 maggio 2017.
  24. ^ Jacopo Gerna, Juventus-Lazio 2-3: Murgia al 94' decide la Supercoppa, Gazzetta dello Sport, 13 agosto 2017. URL consultato il 13 agosto 2017.
  25. ^ Lazio da urlo, anche il Nizza si inchina, su it.uefa.com, 19 ottobre 2017. URL consultato il 19 ottobre 2017.
  26. ^ Serie A, Atalanta-Lazio 3-3: doppiette di Milinkovic e Ilicic, su tuttosport.com. URL consultato il 25 agosto 2021.
  27. ^ Atalanta-Lazio. Con i bergamaschi la prima doppietta in A di Milinkovic, su sslazio.it. URL consultato il 25 agosto 2021.
  28. ^ Lazio-Chievo 5-1, Milinkovic-Savic show, Inzaghi cala il pokerissimo, su corrieredellosport.it. URL consultato il 7 dicembre 2019 (archiviato il 7 dicembre 2019).
  29. ^ Milinkovic Savic Miglior Centrocampista della stagione, Lega Serie A, 18 Maggio 2019. URL consultato il 4 Settembre 2019.
  30. ^ Cosa succede a Milinkovic-Savic?, su L'Ultimo Uomo, 26 dicembre 2018. URL consultato il 3 marzo 2020.
  31. ^ Stefano Agresti, Lazio, il flop di Milinkovic-Savic e Luis Alberto: in campionato solo 4 gol in 2, su Corriere della Sera, 3 dicembre 2019. URL consultato il 3 marzo 2020.
  32. ^ Alla Lazio la Coca-Cola Supercup, su legaseriea.it, 22 dicembre 2019. URL consultato il 27 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2019).
  33. ^ Serbia U20 campione del Mondo: Brasile ko 2-1 all'overtime, su corrieredellosport.it. URL consultato il 3 marzo 2020.
  34. ^ Milinkovic-Savic, la Lazio lotta con il Manchester United, su corrieredellosport.it. URL consultato il 3 marzo 2020.
  35. ^ (SR) КEП: ОПРOШТAЈ OД КВAЛИФИКAЦИЈA, 4 ottobre 2015. URL consultato il 5 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2015).
  36. ^ Lazio, esordio in Nazionale per Milinkovic-Savic: "Ce l'ho fatta" - TUTTOmercatoWEB.com. URL consultato il 17 giugno 2018.
  37. ^ Serbia, quattro 'italiani' convocati per i Mondiali di Russia. URL consultato il 17 giugno 2018.
  38. ^ Mondiali 2018, esordio da urlo per Milinkovic-Savic, su foxsports.it, 17 giugno 2018. URL consultato il 3 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2020).
  39. ^ a b Milinkovic senza limiti: è lui il leader della Lazio e della Serbia “mondiale”, su gazzetta.it. URL consultato il 24 dicembre 2021.
  40. ^ Uragano Milinkovic: “Che gol ho fatto”. E in Serbia sicuri: “Vale 100 milioni”, su corrieredellosport.it. URL consultato il 9 ottobre 2020.
  41. ^ (SR) ФАНТАСТИЧНО ИЗДАЊЕ СРБИЈЕ | ВЕЛИКА ПОБЕДА У ОСЛУ ЗА ЈОШ ЈЕДАН КОРАК ДО ПРВЕНСТВА ЕВРОПЕ, ШКОТСКА РИВАЛ У БЕОГРАДУ, su fss.rs. URL consultato il 9 ottobre 2020.
  42. ^ (EN) Serbia 1-1 Scotland (4-5 on penalties): Aleksandar Mitrovic miss ends 22 years of hurt for Tartan Army, su skysports.com. URL consultato il 24 dicembre 2021.
  43. ^ (EN) HEAD-COACH DRAGAN STOJKOVIĆ ANNOUNCES THE LIST OF PLAYERS FOR THE FIFA WORLD CUP 2022 IN QATAR, su Football Association of Serbia, 11 novembre 2022. URL consultato l'11 novembre 2022.
  44. ^ Nel turno preliminare contro il Bayer Leverkusen.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica