Apri il menu principale

Sergej Nikiforovič Kruglov

politico e militare sovietico
Sergej Nikiforovič Kruglov

Commissario del popolo per gli affari interni dell'URSS
Durata mandato 29 dicembre 1945 –
15 marzo 1946
Capo del governo Iosif Stalin
Predecessore Lavrentij Berija
Successore carica abolita

Ministro degli affari interni dell'URSS
Durata mandato 19 marzo 1946 –
5 marzo 1953
Capo del governo Iosif Stalin
Predecessore se stesso come Commissario del popolo per gli affari interni dell'URSS
Successore Lavrentij Berija

Durata mandato 26 giugno 1953 –
31 gennaio 1956
Capo del governo Georgij Malenkov, Nikolaj Bulganin
Predecessore Lavrentij Berija
Successore Nikolaj Dudorov

Deputato del Soviet delle Nazionalità del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature II
Circoscrizione RSSA dei Mari

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature IV
Circoscrizione RSS Turkmena

Dati generali
Partito politico Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Sergej Nikiforovič Kruglov
Сергей Никифорович Круглов Яковлев
15 ottobre 1907 – 6 luglio 1977 (69 anni)
Nato aUst'e
Morto aPravdinskij
Dati militari
Paese servitoURSS Unione Sovietica
Forza armataRed Army flag.svg Armata Rossa
Emblema NKVD.svg NKVD
Кокарда Советской Милиции.JPG MVD
CorpoPolizia segreta
Anni di servizio1929-1930
1938-1956
GradoColonnello generale
GuerreSeconda guerra mondiale
CampagneGrande guerra patriottica
Comandante diEmblema NKVD.svg NKVD (1945-1946)
Кокарда Советской Милиции.JPG MVD (1946-1953)
DecorazioniOrder of Lenin ribbon bar.png Order of Red Banner ribbon bar.png Order redstar rib.png
Order suvorov1 rib.png Order kutuzov2 rib.png Order kutuzov1 rib.png
Order kutuzov2 rib.png Order kutuzov1 rib.png
Altre carichepolitico
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Sergej Nikiforovič Kruglov, vero cognome Jakovlev (in russo: Сергей Никифорович Круглов, Яковлев?; Ust'e, 15 ottobre 1907, 3 ottobre del calendario giulianoPravdinskij, 6 luglio 1977), è stato un generale e politico sovietico.

Indice

BiografiaModifica

Nato nel Governatorato di Tver', fu membro del Partito Comunista di tutta l'Unione (bolscevico) dal 1928. Tra il 1929 e il 1930 servì nell'Armata Rossa, mentre negli anni trenta studiò presso l'Istituto pedagogico industriale "Karl Liebknecht", poi presso il settore giapponese dell'Istituto di orientalistica di Mosca e infine presso l'Istituto storico dei "professori rossi".[1] Dal 1937 operò come funzionario del reparto organizzativo del Comitato centrale e dal 1938 lavorò nell'NKVD. Dal 1939 fu vicecomissario del popolo per gli affari interni dell'URSS, dal 1941 primo vicecommissario e dal 1945, quando ricevette il grado di Colonnello generale, commissario del popolo e poi ministro degli interni fino al 1956 (da marzo a giugno 1953 fu ministro Lavrentij Berija e Kruglov ne fu primo viceministro). Dal 1956 fu viceministro della costruzione di centrali elettriche e dal 1957 vicepresidente del sovnarchoz del Distretto economico-amministrativo Kirovskij, mentre nel 1958 fu mandato in pensione e nel 1960 escluso dal PCUS (del cui Comitato centrale aveva fatto parte dal 1952 al 1956) dalla Commissione per il controllo partitico per "violazione della legalità socialista".[2] Morì nel 1977 investito da un treno.[1]

OnorificenzeModifica

  Ordine di Lenin (5)
— 1943, 1945, 1952...
  Ordine della Bandiera Rossa
«per l'esecuzione degli incarichi governativi nell'ambito della tutela della sicurezza dello Stato»
— 26 aprile 1940[1]
  Ordine della Stella rossa (2)
— 1942...
  Ordine di Suvorov di I Classe
— 8 marzo 1944
  Ordine di Kutuzov di II Classe
— 20 ottobre 1944
  Ordine di Kutuzov di I Classe
— 24 febbraio 1945
  Legionario della Legion of Merit (Stati Uniti)
— luglio 1945
  Cavaliere dell'Ordine dell'Impero Britannico (Regno Unito)
— 30 luglio 1945

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (RU) Kruglov (Jakovlev) Sergej Nikiforovič, su Spravočnik po istorii Kommunističeskoj partii i Sovetskogo Sojuza 1898-1991. URL consultato il 17 luglio 2017.
  • (RU) Moshe Lewin, Sovetskij vek [Il secolo sovietico], Mosca, Evropa, 2008 [The Soviet Century, Verso, 2005].
Controllo di autoritàVIAF (EN45499501 · ISNI (EN0000 0000 5547 671X · LCCN (ENno2007073662 · GND (DE133707318