Apri il menu principale
Sergio Bolzonello
Sergio Bolzonello.jpg

Vicepresidente della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia
Durata mandato 25 aprile 2013 –
3 maggio 2018
Presidente Debora Serracchiani
Predecessore Luca Ciriani
Successore Riccardo Riccardi

Sindaco di Pordenone
Durata mandato 24 giugno 2001 –
29 maggio 2011
Predecessore Alfredo Pasini
Successore Claudio Pedrotti

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Diploma di ragioneria
Professione Commercialista

Sergio Bolzonello (Pordenone, 14 gennaio 1960) è un politico italiano.

È stato Vicepresidente del Friuli-Venezia Giulia dal 2013 al 2018, e Sindaco di Pordenone per due mandati, dal 2001 al 2011.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a Pordenone da una famiglia di commercianti di prodotti caseari originaria di Santi Angeli nel Montello. Primogenito di tre fratelli, dall'età di 7 anni lavora come garzone nella bottega di famiglia. Si diploma nel 1979 in ragioneria, dopo aver frequentato per cinque anni le scuole serali, conciliando così il lavoro nel negozio paterno, e successivamente quello di fattorino presso uno studio di un commercialista, con l'impegno scolastico. Sempre nel 1979 svolge il servizio di leva con i Vigili del Fuoco. Si interessa di politica dopo la lettura di La Rivoluzione liberale di Piero Gobetti. Per sette anni lavora presso lo studio di un commercialista. Nel 1986 apre il proprio studio, che nel 1989 diventa studio associato[1].

Carriera politicaModifica

A ventotto anni viene eletto in Consiglio Comunale a Pordenone nelle file del Partito Liberale Italiano e diventa Assessore al Bilancio. Al termine del mandato torna alla professione. Assieme a Giovanni Zanolin nel 2001 crea la lista civica "Il Fiume" che, in coalizione con i Democratici di Sinistra e La Margherita lo candida nelle elezioni amministrative del 2001 a Sindaco a Pordenone. Al ballottaggio vince con il 58,4% di voti[2]. Alle elezioni amministrative del 2006 viene riconfermato Sindaco al primo turno con il 64,5% di voti, e la lista civica "Il Fiume" risulta la più votata con il 34,4% di preferenze[3]. Alle elezioni regionali in Friuli-Venezia Giulia del 2013 si candida al Consiglio regionale come indipendente nella lista del Partito Democratico e viene eletto con 9424 preferenze[4]. Viene nominato dalla Presidente della Regione Debora Serracchiani Vicepresidente e assessore alle attività produttive, turismo e cooperazione.

Nel 2018, dopo la rinuncia della Serracchiani a ricandidarsi, presenta la propria candidatura per le elezioni regionali sostenuto da una coalizione di centro-sinistra (che comprende il PD, Open Sinistra FVG, Slovenska Skupnost e Cittadini per Bolzonello Presidente), venendo sconfitto dal candidato del centro-destra Massimiliano Fedriga.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica