Apri il menu principale
Sergio Marullo
Sergio Marullo Di Condojanni.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature IV, V Legislatura
Gruppo
parlamentare
Misto, PSIUP (IV) - Sin.Ind (V)
Collegio Alcamo (IV) e Caltagirone (V)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Unione Siciliana Cristiano Sociale, Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (IV), Sinistra Indipendente (V)
Titolo di studio laurea in giurisprudenza
Professione Agricoltore

Sergio Marullo di Condojanni (Milazzo, 13 dicembre 1918Messina, 24 maggio 1988) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Laureato in giurisprudenza. Possidente agricolo. Combattente nella seconda guerra mondiale. Nel dopoguerra è eletto consigliere comunale, e poi è assessore, al comune di Messina.

Deputato all'ARSModifica

Nel 1951 è eletto deputato all'Assemblea regionale siciliana nella lista del Movimento Sociale Italiano nel collegio di Messina. Nel 1955 è rieletto, ma nelle file del Partito Nazionale Monarchico, di cui è capogruppo[1]. Nel 1958, nel primo governo di Silvio Milazzo diviene assessore al Turismo e sport. Rieletto nel 1959, è ancora assessore nel secondo governo Milazzo fino al febbraio 1960, poi rompe con il PNM, si avvicina alla sinistra e fonda un suo movimento, il Partito dei contadini d'Italia[2].

SenatoreModifica

Nel febbraio 1963 si dimette dall'Ars per candidarsi al Senato nelle elezioni di aprile di quell'anno con Unione Siciliana Cristiano Sociale nei collegi di Messina e Alcamo, venendo eletto in quest'ultimo[3]. Nel 1964 aderisce al PSIUP.

Rieletto Senatore della V legislatura (1968-1972)[4] nel collegio di Caltagirone con il PCI, in cui è candidato come indipendente e infatti aderisce al gruppo della Sinistra Indipendente. In questa legislatura è firmatario di una mozione contro i Patti lateranensi.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica