Serie A1 1977-1978 (pallavolo femminile)

La Serie A1 italiana di pallavolo femminile 1977-78 fu la 34ª edizione del principale torneo pallavolistico italiano femminile organizzato dalla FIPAV.

Il numero delle squadre fu portato a dodici e fu creata la Serie A2. Il titolo fu conquistato dalla Burro Giglio Reggio Emilia; la Junior Milano scontò due punti di penalizzazione per le rinunce alle gare di Bergamo contro la Salora e di Catania contro la Torre Tabita.

ClassificaEdit

Pos. Squadra Pt G V P SV SP
1. Burro Giglio Reggio Emilia 32 22 16 6 57 37
2. Pallavolo Cecina 30 22 15 7 52 31
3. Savoia Alzano Lombardo 30 22 15 7 53 34
4. Torre Tabita Catania 28 22 14 8 54 32
5. Nelsen Reggio Emilia 26 22 13 9 48 36
6. Isa Fano 24 22 12 10 47 38
7. CUS Padova 24 22 12 10 45 46
8. Monoceram Ravenna 22 22 11 11 44 40
9. Coma Modena 22 22 11 11 40 42
10. Brogliaccio Ancona 20 22 10 12 44 44
11. Salora Bergamo 6 22 3 19 18 57
12. Junior Milano -2 22 0 22 2 66
Campione d'Italia Retrocesse in Serie A2

RisultatiEdit

TabelloneEdit

  Alzano Ancona Bergamo Catania Cecina Fano Milano Modena Padova Ravenna Reggio Emilia Arbor Reggio Emilia La Torre
Alzano XXX 3-0 3-1 3-2 1-3 3-1 3-0 3-1 3-2 3-1 2-3 1-3
Ancona 1-3 XXX 3-0 3-2 3-1 3-0 3-0 3-0 2-3 3-2 2-3 1-3
Bergamo 1-3 1-3 XXX 3-0 1-3 1-3 3-0 0-3 1-3 1-3 2-3 0-3
Catania 3-1 3-2 3-0 XXX 3-1 3-0 3-0 3-1 3-0 3-0 2-3 3-1
Cecina 3-0 3-1 3-0 3-1 XXX 1-3 3-0 3-0 3-0 3-0 3-2 3-2
Fano 2-3 3-1 3-0 0-3 3-0 XXX 3-0 3-2 3-1 3-1 3-0 3-1
Milano 0-3 0-3 0-3 0-3 0-3 0-3 XXX 0-3 1-3 0-3 0-3 0-3
Modena 0-3 3-1 3-0 3-2 1-3 3-2 3-0 XXX 3-1 3-0 3-2 3-1
Padova 1-3 3-1 3-0 1-3 3-2 3-2 3-1 3-1 XXX 3-2 2-3 3-2
Ravenna 3-1 2-3 3-0 3-1 1-3 3-0 3-0 3-1 2-3 XXX 3-2 3-1
Reggio Emilia Arbor 3-2 3-1 3-0 3-2 3-2 3-2 3-0 3-0 3-0 3-0 XXX 2-3
Reggio Emilia La Torre 0-3 3-1 3-0 1-3 3-0 3-2 3-0 3-0 3-1 0-3 3-1 XXX

FontiEdit

  • Filippo Grassia e Claudio Palmigiano (a cura di). Almanacco illustrato del volley 1987. Modena, Panini, 1986.
  • LegaVolleyFemminile.it. URL consultato il 17 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2015).