Apri il menu principale

Serie A 1959 (hockey su pista)

edizione del torneo italiano
Serie A 1959
Competizione Serie A
Sport Roller hockey pictogram.svg hockey su pista
Edizione 36ª
Organizzatore FIHP
Date dal 28 maggio
al 26 settembre 1959
Luogo Italia Italia
Partecipanti 10
Formula girone unico all'italiana
Sito web FISR
Risultati
Vincitore Novara
(12º titolo)
Retrocessioni DLF Trieste
CRDA Monfalcone
Statistiche
Miglior marcatore Italia Ferruccio Panagini (58)
Incontri disputati 90
Gol segnati 838 (9,31 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1958 1960 Right arrow.svg

La Serie A 1959 è stata la 36ª edizione (la 10ª a girone unico), del torneo di primo livello del campionato italiano di hockey su pista. La competizione ha avuto inizio il 28 maggio e si è conclusa il 26 settembre 1959.

Lo scudetto è stato conquistato dal Novara per la dodicesima volta nella sua storia, la seconda consecutivamente.

Indice

StagioneModifica

 
Formazione dell'Hockey Novara del secondo dopoguerra. Da sinistra Ghione, Prandi, Nanotti, Grassi, Gallarini, Monfrinotti e Panagini.

NovitàModifica

Nel 1959 la serie A vide ai nastri di partenza dieci club. Al torneo parteciparono: Amatori Modena, DLF Trieste, Lazio, Marzotto Valdagno, Monza, Novara, Pirelli, Triestina e le neopromosse Amatori Novara e CRDA Monfalcone.

FormulaModifica

La formula del campionato fu la stessa della stagione precedente; la manifestazione fu organizzata con un girone all'italiana, con gare di andata e ritorno per un totale di 18 giornate: erano assegnati 2 punti per l'incontro vinto e un punto a testa per l'incontro pareggiato, mentre non ne era attribuito alcuno per la sconfitta. Al termine del campionato la prima squadra classificata venne proclamata campione d'Italia mentre la nona e la decima classificata retrocedettero in serie B.

AvvenimentiModifica

Il campionato iniziò il 28 maggio 1959. Il Monza alla quinta giornata si portò in testa alla classifica seguito dal Novara e dalla Triestina. I brianzoli arrivarono ad avere alla dodicesima giornata ben quattro punti di vantaggio sui piemontesi e sembravano avviati a vincere il titolo. Gli azzurri però non si arresero e nelle ultima quattro giornate recuperarono lo svantaggio grazie alla flessione del Monza che incappò in due sconfitte consecutive seguite da un pareggio; il Novara si laureò così per la dodicesima volta nella sua storia campione d'Italia, la seconda consecutiva. Ferruccio Panagini del Novara segnando 58 reti vinse per la sesta ed ultima volta la classifica dei cannonieri.

Squadre partecipantiModifica

 
CRDA Monfalcone
Pirelli
Novara
Trieste
Squadre di Trieste
  DLF Trieste
  Triestina
Ubicazione delle squadre della Serie A 1959
Club Stagione Città Impianto Stagione precedente
Amatori Modena dettagli Modena Pista da ballo del Rifugio Verde 3º in Serie A
Amatori Novara dettagli Novara Pista in viale Buonarroti   1º in Serie B, promosso
CRDA Monfalcone n.d. Monfalcone (GO) ?   2º in Serie B, promosso
DLF Trieste dettagli Trieste Pista di Viale Miramare 7º in Serie A
Lazio n.d. Roma ? 6º in Serie A
Marzotto Valdagno dettagli Valdagno (VI) Pista Cavalchina 4º in Serie A
Monza dettagli Monza (MI) Pista di via Boccaccio 2º in Serie A
Novara dettagli Novara Pista in viale Buonarroti   1º in Serie A, campione d'Italia
Pirelli n.d. Milano ? 8º in Serie A
Triestina dettagli Trieste Pista di Viale Miramare 5º in Serie A

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Cannoniere
Amatori Modena
Amatori Novara
CRDA Monfalcone
DLF Trieste
Lazio
Marzotto Valdagno
Monza
Novara   Federico Colombo e   Giancarlo Gallarini   Ferruccio Panagini (58 reti)
Pirelli
Triestina   Mario Cergol

RisultatiModifica

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (10ª)
28 mag. 2-2 Triestina-CRDA Monfalcone 6-3 15 lug.
4-2 Amatori Modena-Amatori Novara 9-2
8-3 Novara-Pirelli 7-6
5-4 Monza-Marzotto Valdagno 5-2
13-3 Lazio-DLF Trieste 6-6
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (11ª)
30 mag. 2-8 DLF Trieste-Triestina 4-4 1° ago.
3-7 Amatori Novara-Novara 5-14
4-9 Pirelli-Amatori Modena 4-9
6-11 CRDA Monfalcone-Monza 2-13
6-6 Marzotto Valdagno-Lazio 2-4
Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (12ª)
6 giu. 1-3 DLF Trieste-Marzotto Valdagno 5-9 8 ago.
6-3 Amatori Novara-CRDA Monfalcone 2-2
0-5 Lazio-Novara 6-6
4-8 Amatori Modena-Triestina 2-6
11-2 Monza-Pirelli 5-3
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (13ª)
13 giu. 4-3 Monza-Amatori Modena 2-5 22 ago.
10-4 Triestina-Lazio 2-6
2-12 CRDA Monfalcone-Pirelli 6-8
6-0 Novara-DLF Trieste 4-1
3-1 Marzotto Valdagno-Amatori Novara 4-1
Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (14ª)
20 giu. 8-1 Pirelli-Marzotto Valdagno 3-5 29 ago.
5-4 Amatori Modena-Novara 2-5
11-3 Lazio-CRDA Monfalcone 2-4
4-4 DLF Trieste-Monza 0-14
4-3 Amatori Novara-Triestina 2-4
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (15ª)
27 giu. 4-6 DLF Trieste-Amatori Modena 3-9 5 set.
4-2 Lazio-Amatori Novara 2-5
3-3 Novara-Monza 5-3
4-3 Marzotto Valdagno-CRDA Monfalcone 3-1
3-4 Pirelli-Triestina 2-3
Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (16ª)
4 lug. 5-7 Triestina-Novara 1-6 12 set.
4-2 Amatori Modena-Marzotto 4-5
4-3 CRDA Monfalcone-DLF Trieste 4-6
11-1 Monza-Lazio 3-5
4-7 Amatori Novara-Pirelli 5-9
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (17ª)
11 lug. 3-2 DLF Trieste-Pirelli 2-6 19 set.
5-4 Lazio-Amatori Modena 5-10
13-2 Novara-CRDA Monfalcone 5-0 rin.
2-3 Marzotto Valdagno-Triestina 4-4
15-4 Monza-Amatori Novara 4-4
Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (18ª)
18 lug. 10-5 Amatori Novara-DLF Trieste 7-3 26 set.
5-5 Pirelli-Lazio 7-8
2-7 CRDA Monfalcone-Amatori Modena 2-7
4-3 Marzotto Valdagno-Novara 0-6
1-4 Triestina-Monza 2-5

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Novara 30 18 14 2 2 114 49 +65
2. Monza 27 18 12 3 3 122 56 +66
3. Amatori Modena 24 18 12 0 6 103 69 +34
4. Triestina 21 18 9 3 6 76 66 +10
5. Lazio 20 18 8 4 6 93 94 -1
6. Marzotto Valdagno 20 18 9 2 7 63 67 -4
7. Pirelli 13 18 6 1 11 92 97 -5
8. Amatori Novara 12 18 5 2 11 69 102 -33
  9. DLF Trieste 7 18 2 3 13 55 119 -64
  10. CRDA Monfalcone[1] 5 18 2 2 14 51 119 -68

Legenda:

      Campione d'Italia.
      Retrocessa in Serie B.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

VerdettiModifica

Verdetto Club
  Campione d'Italia 1959 Novara (12º titolo)
  Retrocesse in Serie B DLF Trieste
CRDA Monfalcone

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Hockey Novara 1959.
Naz. Ruolo Sportivo
?   E Gianpietro Aina
?   E Franco Cerrina
?   E Giancarlo Gallarini
?   E Walter Monfrinotti
?   E Sergio Nanotti
?   E Ferruccio Panagini
?   E Renzo Zaffinetti
?   P Valentino Sacchi

Statistiche del torneoModifica

Capoliste solitarieModifica

————————————————————————————————————
MonzaNovara
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª

Classifica in divenireModifica

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª
 
Amatori Modena 2 4 4 4 6 8 10 10 12 14 16 16 18 18 20 20 22 24
Amatori Novara 0 0 2 2 4 4 4 4 6 6 6 7 7 7 9 9 10 12
CRDA Monfalcone 1 1 1 1 1 1 3 3 3 3 3 4 4 6 6 6 5 5
DLF Trieste 0 0 0 0 1 1 1 3 3 4 5 5 5 5 5 7 7 7
Lazio 2 3 3 3 5 7 7 9 10 11 13 14 16 16 16 18 18 20
Marzotto Valdagno 0 1 3 5 5 7 7 7 9 9 9 11 13 15 17 19 20 20
Monza 2 4 6 8 9 10 12 14 16 18 20 22 22 24 24 24 25 27
Novara 2 4 6 8 8 9 11 13 13 15 17 18 20 22 24 26 28 30
Pirelli 0 0 0 2 4 4 6 6 7 7 7 7 9 9 9 11 13 13
Triestina 1 3 5 7 7 9 9 11 11 13 14 16 16 18 20 20 21 21

Record squadreModifica

  • Maggior numero di vittorie: Novara (14)
  • Minor numero di vittorie: DLF Trieste e CRDA Monfalcone (2)
  • Maggior numero di pareggi: Lazio (4)
  • Minor numero di pareggi: Amatori Modena (0)
  • Maggior numero di sconfitte: CRDA Monfalcone (12)
  • Minor numero di sconfitte: Novara (2)
  • Miglior attacco: Monza (122 reti realizzate)
  • Peggior attacco: CRDA Monfalcone (51 reti realizzate)
  • Miglior difesa: Novara (49 reti subiti)
  • Peggior difesa: DLF Trieste e CRDA Monfalcone (119 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Monza (+66)
  • Peggior differenza reti: CRDA Monfalcone (-68)

Classifica cannonieriModifica

Gol Giocatore Squadra
58   Ferruccio Panagini Novara

NoteModifica


BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  1. ^ CRDA Monfalcone penalizzato di 1 punto per rinuncia (5-0 a tavolino).