Apri il menu principale

Serie A 1976 (hockey su pista)

edizione del torneo italiano
Serie A 1976
Competizione Serie A
Sport Roller hockey pictogram.svg hockey su pista
Edizione 53ª
Organizzatore FIHP
Date dal 21 febbraio
al 31 luglio 1976
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Formula Girone all'italiana
Sito web FISR
Risultati
Vincitore Laverda Breganze
(1º titolo)
Retrocessioni Atl. Forte dei Marmi
Triestina
Statistiche
Miglior marcatore Italia Francesco Frasca (47)
Incontri disputati 132
Gol segnati 1 018 (7,71 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1975 1977 Right arrow.svg

La Serie A 1976 è stata la 53ª edizione (la 26ª a girone unico), del torneo di primo livello del campionato italiano di hockey su pista. La competizione ha avuto inizio il 21 febbraio e si è conclusa il 31 luglio 1976.

Lo scudetto è stato conquistato dal Laverda Breganze per la prima volta nella sua storia.

StagioneModifica

NovitàModifica

A prendere il testimone del Marzotto Valdagno e dell'Amatori Modena retrocesse in serie B vi furono, vincendo il campionato cadetto, l'Atl. Forte dei Marmi e il Pordenone; entrambe le compagini furono all'esordio in massaima serie. Al torneo parteciparono: AFP Giovinazzo, Amatori Lodi, Goriziana, Grosseto, Laverda Breganze, Monza, Novara (campione in carica), Follonica, Triestina, Trissino e appunto l'Atletico Forte dei Marmi e il Pordenone.

FormulaModifica

La formula del campionato fu la stessa della stagione precedente; la manifestazione fu organizzata con un girone all'italiana, con gare di andata e ritorno per un totale di 22 giornate: erano assegnati 2 punti per l'incontro vinto e un punto a testa per l'incontro pareggiato, mentre non ne era attribuito alcuno per la sconfitta. Al termine del campionato la prima squadra classificata venne proclamata campione d'Italia mentre l'undicesima e la dodicesima classificate retrocedettero in serie B.

AvvenimentiModifica

Il campionato iniziò Il 21 febbraio e si concluse Il 7 agosto 1976. Fu un torneo molto equilibrato. Nel girone di andata fu il Monza a prendere la testa del torneo tallonato dal Breganze e dal solito Novara. Nel girone di ritorno fu il Breganze a prendere la testa della classifica e sembrava avviato a vincere il torneo. La prima squadra del terzetto di testa che si staccò fu il Novara campione in carica lasciando strada alle altre due compagini e perdendo il titolo dopo sette anni. Al termine della stagione i veneti e i lombardi si trovarono appaiati in testa alla classifica. Per decidere quale squadra fu campione d'Italia si dovette ricorrere per la prima volta ad uno spareggio. La gara fu disputata a Modena e vide i lanieri di Breganze vincere per 7 a 4 laureandosi per la prima volta nella loro storia campioni. A retrocedere in serie B furono l'Atletico Forte dei Marmi e la Triestina; i friulani vinsero solo due gare arrivando ultimi. Per il club alabardato fu l'inizio di una crisi che nel 1990 porterà la società a terminare l'attività sportiva. Francesco Frasca dell'AFP Giovinazzo segnando 47 reti vinse la classifica dei cannonieri.

Squadre partecipantiModifica

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Laverda Breganze 32 22 14 4 4 95 65 +30
2. Monza 32 22 14 4 4 101 70 +31
  3. Novara 25 22 12 1 9 112 82 +30
4. Goriziana 25 22 10 5 7 79 64 +15
5. Follonica 24 22 12 0 10 86 85 +1
6. AFP Giovinazzo 22 22 9 4 9 94 79 +15
7. Grosseto 22 22 10 2 10 82 67 +15
8. Pordenone 22 22 10 2 10 106 95 +11
9. Trissino 22 22 9 4 9 69 78 -9
10. Amatori Lodi 21 22 10 1 11 78 53 +25
  11. Atl. Forte dei Marmi 13 22 6 1 15 64 106 -42
  12. Triestina 4 22 2 0 20 52 174 -122

Legenda:

      Campione d'Italia e qualificato in Coppa dei Campioni 1976-1977.
   Vincitore della Coppa Italia 1976.
      Qualificato in Coppa delle Coppe 1976-1977.
      Retrocessa in Serie B.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di parità di punteggio, le posizioni erano decise per differenza reti generale.
Laverda Breganze campione d'Italia dopo aver vinto lo spareggio scudetto.

RisultatiModifica

CalendarioModifica

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (12ª)
21 feb. 3-0 Laverda-Breganze-Amatori Lodi 7-3 22 mag.
4-3 Monza-Grosseto 6-8
4-2 Novara-Goriziana 4-6
4-1 Pordenone-AFP Giovinazzo 5-6
7-4 Triestina-Atletico Forte Marmi 0-1
3-4 Trissino-Follonica 5-4
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (13ª)
21 feb. 6-3 Atletico Forte dei Marmi-Trissino 1-2 29 mag.
3-0 Follonica-AFP Giovinazzo 0-4
3-0 Goriziana-Amatori Lodi 2-4
8-0 Grosseto-Triestina 9-2
5-6 Laverda Breganze-Pordenone 3-2
3-2 Monza-Novara 2-3


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (14ª)
6 mar. 4-4 AFP Giovinazzo-Laverda Breganze 4-9 5 giu.
4-1 Amatori Lodi-Grosseto 1-5
5-2 Follonica-Atletico Forte dei Marmi 5-3
4-9 Pordenone-Monza 7-9
0-8 Triestina-Novara 3-11
1-1 Trissino-Goriziana 6-3
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (15ª)
13 mar. 3-0 Amatori Lodi-Follonica 2-4 12 giu.
6-3 Grosseto-Goriziana 0-0
3-2 Laverda Breganze-Trissino 2-4
9-3 Monza-Triestina 7-4
4-2 Novara-AFP Giovinazzo 1-3
12-4 Pordenone-Atletico Forte dei Marmi 1-4


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (16ª)
20 mar. 3-4 AFP Giovinazzo-Grosseto 1-4 19 giu.
3-2 Atletico Forte dei Marmi-Amatori Lodi 1-3
7-5 Follonica-Pordenone 2-7
3-3 Goriziana-Monza 4-5
0-2 Triestina-Laverda Breganze 4-11
2-2 Trissino-Novara 0-11
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (17ª)
27 mar. 2-4 Amatori Lodi-AFP Giovinazzo 5-2 26 giu.
3-0 Goriziana-Follonica 4-3
7-1 Grosseto-Atletico Forte dei Marmi 2-3
3-2 Laverda Breganze-Monza 2-2
10-3 Novara-Pordenone 3-7
3-5 Triestina-Trissino 2-8


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (18ª)
3 apr. 7-5 AFP Giovinazzo-Trissino 1-3 3 lug.
0-2 Atletico Forte dei Marmi-Goriziana 1-8
6-4 Follonica-Novara 3-9
1-1 Grosseto-Laverda Breganze 1-2
5-1 Monza-Amatori Lodi 2-0
4-5 Pordenone-Triestina 9-2
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (19ª)
10 apr. 1-3 Amatori Lodi-Pordenone 2-2 10 lug.
4-4 Atletico Forte dei Marmi-AFP Giovinazzo 5-11
9-1 Goriziana-Triestina 8-4
6-3 Laverda Breganze-Follonica 1-7
9-3 Novara-Grosseto 5-3
3-3 Trissino-Monza 1-6


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (20ª)
24 apr. 6-6 AFP Giovinazzo-Goriziana 0-1 17 lug.
3-4 Grosseto-Follonica 4-5
5-1 Monza-Atletico Forte dei Marmi 4-3
4-2 Novara-Laverda Breganze 6-7
3-3 Pordenone-Trissino 5-7
0-5 Triestina-Amatori Lodi 0-20
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (21ª)
1º mag. 5-3 AFP Giovinazzo-Monza 1-1 24 lug.
5-2 Amatori Lodi-Novara 9-1
1-3 Atletico Forte dei Marmi-Laverda Breganze 5-11
4-1 Follonica-Triestina 7-5
6-2 Goriziana-Pordenone 1-6
2-3 Trissino-Grosseto 1-2


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (22ª)
15 mag. 7-3 Laverda Breganze-Goriziana 1-1 31 lug.
4-3 Monza-Follonica 7-6
6-3 Novara-Atletico Forte dei Marmi 3-8
4-1 Pordenone-Grosseto 5-4
0-5 Triestina-AFP Giovinazzo 6-20
2-0 Trissino-Amatori Lodi 1-6

TabelloneModifica

Spareggio scudettoModifica

Modena
7 agosto 1976
Laverda Breganze7 – 4MonzaPalaMolza (1500 spett.)
Arbitro:  Antonio De Pietri (Reggio nell'Emilia)

VerdettiModifica

Verdetto Club
  Campione d'Italia 1976 Laverda Breganze (1º titolo)
  Qualificato in Coppa dei Campioni Laverda Breganze
  Qualificato in Coppa delle Coppe Novara
  Retrocesse in Serie B Atl. Forte dei Marmi
Triestina

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Laverda Hockey Breganze 1976.
Naz. Ruolo Sportivo
?   P Loris Basso
?   E Aronne Cerato
?   E Franco Girardelli (1958)
?   E Mariano Guerra (1955)
?   E Carlo Maculan (1957)
?   E Giovanni Pallaro [1]
?   E Fabio Rizzitelli (1957)
?   E Mario Saccardo (1948)
?   E Renato Saccardo (1951)
?   P Giambattista Stella (1951)
  • Allenatore:   Eugenio Leoni

Statistiche del torneoModifica

Capoliste solitarieModifica

————————————————————————————————————————————
MonzaMon.Mon.Laverda BreganzeBre.
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª

Classifica in divenireModifica

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª
 
AFP Giovinazzo 0 0 1 1 1 3 5 6 7 9 11 13 15 15 17 17 17 17 19 19 20 22
Amatori Lodi 0 0 2 4 4 4 4 4 6 8 8 8 10 10 10 12 14 14 15 17 19 21
Atl. Forte dei Marmi 0 2 2 2 4 4 4 5 5 5 5 7 7 7 9 9 11 11 11 11 11 13
Goriziana 0 2 3 3 4 6 8 10 11 13 13 15 15 15 16 16 18 20 22 24 24 25
Grosseto 0 2 2 4 6 8 9 9 9 11 13 13 15 17 18 20 20 20 20 20 22 22
Laverda Breganze 2 2 3 5 7 9 10 12 12 14 16 18 20 22 22 24 25 27 27 29 31 32
Monza 2 4 6 8 9 9 11 12 14 14 16 16 16 18 20 22 23 25 27 29 30 32
Novara 2 2 4 6 7 9 9 11 13 13 15 15 17 19 19 21 21 23 25 25 25 25
Follonica 2 4 6 6 8 8 10 10 12 14 14 14 14 16 18 18 18 18 20 22 24 24
Pordenone 2 4 4 6 6 6 6 8 9 9 11 11 11 11 11 13 15 17 18 18 20 22
Triestina 2 2 2 2 2 2 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4 4
Trissino 0 0 1 1 2 4 4 5 6 6 8 10 12 14 16 16 18 20 20 22 22 22

Record squadreModifica

Classifica cannonieriModifica

Gol Giocatore Squadra
47   Francesco Frasca AFP Giovinazzo

NoteModifica

  1. ^ Il PalaMarmi è stato costruito nel 1981.
  2. ^ Il PalaDante è stato inaugurato nel 1983.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica