Serie A 1985-1986 (rugby a 15)

56º campionato italiano di rugby a 15 di prima divisione
Serie A 1985-1986
Competizione Serie A
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 56ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Date dal 15 settembre 1985
al 27 aprile 1986
Luogo Italia
Partecipanti 16
Formula doppia fase a gironi
Risultati
Vincitore Petrarca
(10º titolo)
Secondo L’Aquila
Retrocessioni
Statistiche
Miglior marcatore Italia Stefano Bettarello (310)
Record mete Italia Massimo Mascioletti (26)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Serie A 1984-85 Serie A1 1986-87 Right arrow.svg

La serie A 1985-86 fu il 56º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Si tenne dal 15 settembre 1985 al 27 aprile 1986 tra 16 squadre e fu l'ultimo campionato nazionale a chiamarsi serie A; dalla stagione successiva, e fino a tutto il 2000-01, si chiamò serie A1, e il campionato di seconda divisione prese la denominazione di serie A2[1].

In ragione della riduzione a 12 squadre prevista per il campionato di serie A1 successivo[2], furono decise 6 riassegnazioni alla futura serie A2 e due salite dalla serie B, dalla stagione successiva declassata a campionato di terza serie nazionale.

A vincere il campionato fu il Petrarca, che si aggiudicò il terzo titolo consecutivo e il decimo assoluto, che diede ai padovani il diritto di vestire la Stella sulle maglie e ne fece il club più titolato d'Italia dopo l'Amatori Milano (14 scudetti all'epoca).

Per decidere due delle sei squadre da retrocedere si dovette procedere a uno spareggio a tre tra le quintultime classificate a pari merito nella poule salvezza: a salvarsi fu il Calvisano, mentre a scendere nella nuova A2, insieme alle due perdenti lo spareggio Benevento e Lyons, furono San Donà, Rugby Roma, Milano e Noceto[1].

Squadre partecipanti e sponsorModifica

FormulaModifica

Per la quarta e ultima edizione di campionato, le 16 squadre furono ripartite in due gironi paritetici da 8 squadre ciascuno che si affrontarono a girone all'italiana[2]; le prime quattro squadre di ogni girone accedettero alla poule scudetto della seconda fase, mentre le ultime quattro alla poule salvezza, anch'esse a girone all'italiana. La vincitrice della poule scudetto fu campione d'Italia, le ultime quattro della poule salvezza scesero in serie B[2].

Prima faseModifica

Girone AModifica

  1ª/8ª giornata  
47-9 Petrarca - Noceto 23-9
44-6 Parma - Benevento 35-6
24-27 Brescia - Rovigo 6-38
11-12 Lyons - Amatori Milano 3-43
 
  4ª/11ª giornata  
40-6 Brescia - Parma 3-7
6-15 Lyons - Petrarca 12-29
9-13 Amatori Milano - Rovigo 22-21
16-28 Noceto - Benevento 13-19
 
  7ª/14ª giornata  
10-8 Parma - Rovigo 16-42
15-15 Brescia - Petrarca 12-25
6-9 Noceto - Lyons 3-39
22-44 Benevento - Amatori Milano 0-27
  2ª/9ª giornata  
11-15 Rovigo - Lyons 46-25
12-14 Amatori Milano - Parma 15-10
12-22 Noceto - Brescia 4-17
13-14 Benevento - Petrarca 0-52
 
  5ª/12ª giornata  
7-10 Petrarca - Rovigo 7-0
35-4 Parma - Noceto 25-9
9-16 Brescia - Amatori Milano 3-34
12-28 Benevento - Lyons 13-31
  3ª/10ª giornata  
16-3 Petrarca - Amatori Milano 13-11
14-18 Parma - Lyons 10-3
43-16 Rovigo - Noceto 26-15
13-21 Benevento - Brescia 0-33
 
  6ª/13ª giornata  
7-6 Petrarca - Parma 3-10
32-9 Rovigo - Benevento 63-14
15-21 Lyons - Brescia 15-9
48-3 Amatori Milano - Noceto 16-6

Classifica girone AModifica

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Petrarca 14 11 1 2 273 116 23
2. Rovigo 14 10 0 4 380 175 20
3. Amatori Milano 14 10 0 4 312 144 20
4. Parma 14 9 0 5 242 176 18
5. Lyons 14 7 0 7 230 244 14
6. Brescia 14 6 1 7 235 227 13
7. Benevento 14 2 0 12 155 453 4
8. Noceto 14 0 0 14 125 397 0

Girone BModifica

  1ª/8ª giornata  
40-3 L'Aquila - San Donà 28-15
18-24 Rugby Roma - Calvisano 15-19
9-36 Milano - Benetton Treviso 9-46
13-7 Casale - Amatori Catania 7-33
 
  4ª/11ª giornata  
28-13 Benetton Treviso - San Donà 35-12
18-18 Rugby Roma - Milano 11-13
6-43 Casale - L'Aquila 6-50
6-0 Calvisano - Amatori Catania 4-13
 
  7ª/14ª giornata  
3-15 Benetton Treviso - L'Aquila 18-17
24-15 Rugby Roma - Casale 12-10
27-12 Milano - Calvisano 6-25
21-3 San Donà - Amatori Catania 6-16
  2ª/9ª giornata  
34-12 Benetton Treviso - Casale 62-4
15-10 Amatori Catania - Milano 9-6
26-18 San Donà - Rugby Roma 9-9
6-7 Calvisano - L'Aquila 6-12
 
  5ª/12ª giornata  
25-3 L'Aquila - Amatori Catania 9-9
19-21 Rugby Roma - Benetton Treviso [3]
30-16 Milano - Casale 18-19
21-16 San Donà - Calvisano 9-9
  3ª/10ª giornata  
50-6 L'Aquila - Rugby Roma 19-10
12-13 Amatori Catania - Benetton Treviso 6-25
18-18 Milano - San Donà 11-13
13-3 Casale - Calvisano 12-12
 
  6ª/13ª giornata  
36-9 L'Aquila - Milano 43-7
16-10 Amatori Catania - Rugby Roma 25-8
19-15 Casale - San Donà 18-10
14-18 Calvisano - Benetton Treviso 9-60
 

Classifica girone BModifica

Squadra G V N P PF PS Pt
1. L’Aquila 14 12 1 1 394 107 25
2. Benetton Treviso[4] 14 12 0 2 399 157 23
3. Amatori Catania 14 7 1 6 167 163 15
4. Casale 14 5 1 8 170 353 11
5. San Donà 14 4 3 8 191 268 11
6. Calvisano 14 4 2 8 165 231 10
7. Milano 14 3 2 9 190 312 8
8. Rugby Roma[4] 14 2 2 10 173 270 5

Seconda faseModifica

Poule salvezzaModifica

  1ª/8ª giornata  
6-12 Noceto - Milano 16-31
33-17 Lyons - Benevento 22-11
33-3 Brescia - Rugby Roma 21-6
24-15 San Donà - Calvisano 3-13
 
  4ª/11ª giornata  
10-0 Benevento - Milano 22-12
55-12 Brescia - Noceto 30-6
24-12 Rugby Roma - Calvisano 0-10
13-6 Lyons - San Donà 15-26
 
  7ª/14ª giornata  
27-13 Benevento - Noceto 31-6
18-0 Lyons - Milano 31-0
19-4 Brescia - Calvisano 11-10
10-10 Rugby Roma - San Donà 16-25
  2ª/9ª giornata  
17-16 Benevento - Brescia 10-6
6-6 Rugby Roma - Lyons 3-21
24-3 Calvisano - Noceto 32-6
3-20 Milano - San Donà 3-25
 
  5ª/12ª giornata  
24-21 Noceto - San Donà 0-6[5]
20-16 Benevento - Rugby Roma 21-7
9-6 Lyons - Brescia 3-22
19-9 Milano - Calvisano 0-29
  3ª/10ª giornata  
16-9 Noceto - Rugby Roma 9-27
12-9 Calvisano - Lyons 14-12
40-10 Brescia - Milano 22-13
12-22 San Donà - Benevento 24-7
 
  6ª/13ª giornata  
10-10 Noceto - Lyons 3-40
6-0[6] San Donà - Brescia 10-16
23-6 Calvisano - Benevento 27-26
21-15 Milano - Rugby Roma 7-36

Spareggi 2º posto poule salvezzaModifica

Benevento Benevento12 – 9Lyons

Calvisano Calvisano3 – 3Benevento

Piacenza Lyons6 – 14Calvisano

Classifica poule salvezzaModifica

Squadra G V N P PF PS Pt
1. Brescia[7] 14 10 0 4 297 119 19
2. Calvisano 14 9 0 5 234 162 18
  3. Benevento 14 9 0 5 247 217 18
  4. Lyons 14 8 2 4 242 136 18
  5. San Donà 14 8 1 5 218 157 17
  6. Rugby Roma 14 3 2 9 178 232 8
  7. Milano 14 4 0 10 131 299 8
  8. Noceto 14 2 1 11 130 355 4

Poule scudettoModifica

  1ª/8ª giornata  
9-18 Rovigo - Parma 9-13
3-14 Amatori Milano - Petrarca 11-22
54-9 L'Aquila - Casale 29-4
3-18 Amatori Catania - Benetton Treviso 9-22
 
  4ª/11ª giornata  
7-10 Rovigo - Amatori Catania 16-10
13-25 Amatori Milano - L'Aquila 11-38
18-19 Parma - Benetton Treviso 16-21
6-10 Casale - Petrarca 18-20
 
  7ª/14ª giornata  
7-16 Rovigo - Petrarca 12-26
17-27 Amatori Milano - Parma 16-29
19-3 L'Aquila - Amatori Catania 12-6
7-34 Casale - Benetton Treviso 21-29
  2ª/9ª giornata  
19-6 Petrarca - Amatori Catania 15-3
3-3 Parma - L'Aquila 3-34
28-7 Benetton Treviso - Amatori Milano 40-8
6-7 Casale - Rovigo 9-23
 
  5ª/12ª giornata  
36-18 Petrarca - Parma 16-0
9-3 Rovigo - Amatori Milano 20-12
17-10 L'Aquila - Benetton Treviso 19-18
13-3 Casale - Amatori Catania 10-16
  3ª/10ª giornata  
17-6 Amatori Milano - Casale 14-17
27-7 L'Aquila - Rovigo 9-12
9-13 Benetton Treviso - Petrarca 9-13
13-6 Amatori Catania - Parma 12-19
 
  6ª/13ª giornata  
12-0 Petrarca - L'Aquila 3-21
61-3 Parma - Casale 19-23
39-12 Benetton Treviso - Rovigo 19-21
22-15 Amatori Catania - Amatori Milano 3-20

Classifica poule scudettoModifica

Squadra G V N P PF PS Pt
  1. Petrarca 14 13 0 1 235 123 26
2. L’Aquila 14 11 1 2 307 114 23
3. Benetton Treviso 14 9 0 5 315 190 18
4. Rovigo 14 7 0 7 171 217 14
5. Parma 14 6 1 7 250 231 13
6. Amatori Catania 14 4 0 10 119 211 8
7. Casale 14 3 0 11 158 336 6
8. Amatori Milano 14 2 0 12 167 300 4

VerdettiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Volpe, pag. 67.
  2. ^ a b c Rugby, campionato al via: il Treviso parte avanti, in la Repubblica, 15 settembre 1985. URL consultato il 18 marzo 2020.
  3. ^ Data persa a entrambe per 0-6 per decisione del Giudice Sportivo a seguito di rissa in campo a 10' dal termine
  4. ^ a b Un punto di penalizzazione per rissa in campo
  5. ^ Per decisione del Giudice Sportivo a seguito della rinuncia del Noceto
  6. ^ Per decisione del Giudice Sportivo
  7. ^ Un punto di penalizzazione per rinuncia

BibliografiaModifica

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby