Serie A 2017-2018 (rugby a 15)

84º campionato italiano di rugby a 15 di seconda divisione
Serie A 2017-2018
Logo della competizione
Competizione Serie A
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 84ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Date dal 1º ottobre 2017
al 27 maggio 2018
Luogo Italia
Partecipanti 24
Formula fase a gironi + play-off
Sede finale Stadio Mirabello (Reggio Emilia)
Risultati
Vincitore Verona
Finalista Valsugana
Promozioni
Statistiche
Incontri disputati 245
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Serie A 2016-17 Serie A 2018-19 Right arrow.svg

La serie A1 2017-18 fu l'84º campionato di seconda divisione di rugby a 15 in Italia.

Si tenne dal 1º ottobre 2017 al 27 maggio 2018 tra 24 squadre ripartite in prima fase su 4 gironi geografici e in seconda fase su due poule di merito con play-off finali per la promozione.

In previsione dell'ampliamento della serie A successiva a 30 squadre, non furono previste retrocessioni[1] mentre parimenti, stante l'estensione della prima divisione a 12 squadre (con conseguente cambio di nome in TOP12)[2], da tale campionato non retrocesse nessuno, ma al contrario vi accedettero sia la squadra campione d'Italia di serie A che la finalista sconfitta[3].

A raggiungere la finale furono esordienti assolute in tale gara, i padovani del Valsugana e il Verona[4]; fu quest'ultima squadra ad aggiudicarsi il titolo di campione d'Italia battendo il Valsugana 20-14 nella finale a Reggio Emilia[5]. Per entrambe le squadre si trattò del debutto assoluto in massima divisione[5].

Squadre partecipantiModifica

Girone 1Modifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Accademia FIR Parma Stadio Lanfranchi
CUS Genova Genova Stadio Carlini
CUS Torino Grugliasco C.S. Albonico
Lyons Sitav (meccanica) Piacenza Stadio Beltrametti
Pro Recco Recco Stadio Androne
VII Rugby Torino BEFeD (ristorazione) Settimo Torinese Stadio comunale

Girone 2Modifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Brescia Brescia Stadio Invernici
Colorno Colorno Stadio Maini
Rugby Milano Milano C.S. Curioni
Parabiago Parabiago C.S. Venegoni-Marazzini
Noceto Noceto Stadio Capra
Verona Verona C.S. Gavagnin-Nocini

Girone 3Modifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Petrarca A Padova C.S. Geremia
Tarvisium Treviso Campo San Paolo
Udine Udine Stadio Gerli
Valpolicella S. Pietro in Cariano Campo sportivo comunale
Valsugana Padova C.S. Altichiero
Vicenza Vicenza Rugby Arena

Girone 4Modifica

Club Sponsor Città Impianto interno
L'Aquila Eni L'Aquila Stadio Fattori
Benevento Ottopagine (editoria) Benevento Stadio Pacevecchia
CUS Perugia Barton (telecomunicazioni) Perugia Pian di Massiano
Gran Sasso L'Aquila Centro sportivo comunale
Cavalieri Union Estra (multiservizi) Prato Stadio Chersoni
Primavera Roma C.S. Giulio Onesti

FormulaModifica

Il campionato si svolse in due fasi a gironi e una a play-off ma, rispetto alle edizioni precedenti, pur mantenendo sostanzialmente lo stesso schema, con alcune variazioni dovute al blocco delle retrocessioni nei due campionati maggiori[3]:

  • Prima fase a gironi. Le 24 squadre furono ripartite in 4 gironi da 6 squadre ciascuno secondo criteri di prossimità geografica. In tale fase le squadre si incontrarono, in ogni girone, con la formula all'italiana in partita di andata e ritorno. Come novità, anche la squadra federale dell'Accademia F.I.R. di Parma poté concorrere alla promozione in categoria superiore[3].
  • Seconda fase a gironi. Furono istituite due pool: le migliori tre classificate di ogni girone andarono a formare la pool promozione, le ultime tre la poool di seconda fase; entrambe le poule furono suddivise in due gironi da sei squadre ciascuno.
    • Pool promozione: la pool 1 fu composta dalle prime tre classificate dei gironi 1 e 4, la pool 2 dalle prime tre classificate dei gironi 2 e 3.
    • Pool seconda fase: la pool 1 fu composta dalle ultime tre classificate dei gironi 1 e 4, la pool 2 dalle ultime tre classificate dei gironi 2 e 3. Nessuna delle squadre di tale pool retrocedette
  • Fase a play-off. Le prime due classificate dei gironi A e B della poule promozione accedettero ai play-off promozione: in semifinale la prima classificata di ciascuno dei due gironi incontrò in gara doppia la seconda del girone opposto, con gara di andata in casa della squadra seconda classificata. Fatto salvo che entrambe le semifinaliste vincenti furono promosse nel TOP12 2018-19, esse disputarono comunque la finale per il titolo di campione d'Italia di serie A[3].

Prima faseModifica

Girone 1Modifica

1-10-2017 1ª/6ª giornata 5-11-2017
55-20 CUS Genova — CUS Torino 24-17
28-5 Lyons — Pro Recco 24-3
29-26 VII Torino-Accademia 25-24
 
22-10-2017 4ª/9ª giornata 17-12-2017
28-11 CUS Genova — VII Torino 26-15
10-23 CUS Torino — Pro Recco 16-38
47-10 Lyons — Accademia 20-10
8-10-2017 2ª/7ª giornata 3-12-2017
21-34 Accademia — CUS Genova 29-27
26-45 CUS Torino — Lyons 10-60
26-30 Pro Recco — VII Torino 26-11
 
29-10-2017 5ª/10ª giornata 14-1-2018
29-12 Accademia — CUS Torino 52-10
13-13 Pro Recco — CUS Genova 19-20
5-55 VII Torino — Lyons 5-43
15-10-2016 3ª/8ª giornata 10-12-2016
34-19 Lyons — CUS Genova 12-16
13-20 Pro Recco — Accademia 22-15
10-31 VII Torino — CUS Torino 12-24

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pt
  1. Lyons 10 9 0 1 368 109 259 9 45
  2. CUS Genova 10 7 1 2 262 191 71 6 36
  3. Accademia FIR 10 4 0 6 236 239 −3 8 24
  4. Pro Recco 10 4 1 5 188 187 1 5 23
  5. VII Rugby Torino 10 3 0 7 153 309 −156 1 13
  6. CUS Torino 10 2 0 8 176 348 −172 3 11

Girone 2Modifica

1-10-2017 1ª/6ª giornata 5-11-2017
44-10 Colorno — Parabiago 34-10
8-27 Milano — Noceto 13-26
47-22[6] Verona — Brescia 41-15
 
22/10/2017 4ª/9ª giornata 17/12/2017
24-46 Milano — Colorno 10-67
18-10 Noceto — Brescia 19-17
35-3 Verona — Parabiago 29-26
8-10-2017 2ª/7ª giornata 3-12-2017
14-22 Brescia — Colorno 5-38
13-29 Noceto — Verona 17-42
35-12 Parabiago — Milano 50-26
 
29-10-2017 5ª/10ª giornata 14-1-2018
49-31 Brescia — Milano 19-24
22-14 Colorno — Verona 18-20
20-32 Parabiago — Noceto 43-10
15-10-2017 1ª/6ª giornata 10-12-2017
23-33 Brescia — Parabiago 15-40
32-29 Colorno — Noceto 8-14
21-35 Milano — Verona 0-76

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pen Pt
  1. Verona 10 9 0 1 368 157 211 8 0 44
  2. Colorno 10 8 0 2 331 150 181 9 0 41
  3. Noceto 10 6 0 4 205 222 −17 4 0 28
  4. Parabiago 10 5 0 5 270 260 10 6 0 26
  5. Rugby Milano 10 1 0 9 169 430 −261 3 0 7
  6. Brescia[6] 10 1 0 9 189 313 −124 3 4 3

Girone 3Modifica

1/10/2017 1ª/6ª giornata 5/11/2017
8-14 Petrarca — Udine 36-6
25-17 Tarvisium — Valpolicella 0-18
9-50 Vicenza — Valsugana 7-25
 
22/10/2017 4ª/9ª giornata 17/12/2017
17-27 Vicenza — Petrarca 23-27
24-24 Tarvisium — Udine 33-20
54-0 Valsugana — Valpolicella 24-24
8/10/2017 2ª/7ª giornata 3/12/2017
34-21 Valpolicella — Petrarca 12-36
53-9 Valsugana — Tarvisium 36-18
11-13 Udine — Vicenza 0-20[7]
 
29/10/2017 5ª/10ª giornata 14/1/2018
22-16 Petrarca — Tarvisium 0-29
17-13 Valpolicella — Vicenza 10-31
20-46 Udine — Valsugana 12-50
15/10/2017 1ª/6ª giornata 10/12/2017
0-31 Petrarca — Valsugana 5-10
20-33 Tarvisium — Vicenza 16-18
28-38 Udine — Valpolicella 19-34

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pen Pt
  1. Valsugana 10 9 1 0 379 104 275 8 0 46
  2. Petrarca A 10 5 0 5 182 192 −10 7 0 27
  3. Valpolicella 10 5 1 4 204 251 −47 4 0 26
  4. Vicenza 10 5 0 5 184 203 −19 5 0 25
  5. Tarvisium 10 3 1 6 190 241 −51 4 0 18
  6. Udine[7] 10 1 1 8 154 302 −148 2 4 4

Girone 4Modifica

1/10/2017 1ª/6ª giornata 5/11/2017
0-20[8] L'Aquila — Prato Sesto 12-17
19-24 Benevento — Gran Sasso 38-18
27-32 Perugia — Primavera 13-12
 
22/10/2017 4ª/9ª giornata 17/12/2017
24-18 Benevento — Prato Sesto 20-56
21-22 Perugia — L'Aquila 3-23
22-5 Primavera — Gran Sasso 18-20
8/10/2017 2ª/7ª giornata 3/12/2017
20-27 Gran Sasso — L'Aquila 18-34
7-52 Primavera — Benevento 14-20
13-18 Prato Sesto — Perugia 36-10
 
29/10/2017 5ª/10ª giornata 14/1/2018
56-3 L'Aquila — Benevento 20-26
17-6 Gran Sasso — Perugia 13-24
30-18 Prato Sesto — Primavera 31-29
15/10/2017 1ª/6ª giornata 10/12/2017
15-14 L'Aquila — Primavera 15-7
21-12 Perugia — Benevento 14-53
35-22 Prato Sesto — Gran Sasso 24-12

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pen Pt
  1. Cavalieri Union 10 8 0 2 280 165 115 7 0 39
  2. L'Aquila[8] 10 7 0 3 223 149 74 8 4 32
  3. Benevento 10 6 0 4 267 248 19 7 0 31
  4. CUS Perugia 10 4 0 6 157 232 −75 2 0 18
  5. Primavera 10 2 0 8 273 228 45 8 0 16
  6. Gran Sasso 10 3 0 7 169 247 −78 1 0 13

Seconda faseModifica

Pool promozione 1Modifica

21/1/2018 1ª/6ª giornata 25/3/2018
52-0 L'Aquila — Benevento 25-21
40-5 CUS Genova — Accademia 39-19
7-31 Prato Sesto — Lyons 6-67
 
4/3/2018 4ª/9ª giornata 22/4/2018
21-17 CUS Genova — Lyons 13-40
22-10 Benevento — Accademia 20-59
25-27 L'Aquila — Prato Sesto 32-12
28/1/2018 2ª/7ª giornata 8/4/2018
14-43 Benevento — CUS Genova 8-50
21-13 Lyons — L'Aquila 34-0
17-9 Accademia — Prato Sesto 35-30
 
18/3/2018 5ª/10ª giornata 29/4/2018
14-32 Prato Sesto — CUS Genova 12-29
21-15 Accademia — L'Aquila 36-20
50-7 Lyons — Benevento 61-8
18/2/2018 1ª/6ª giornata 15/4/2018
41-5 CUS Genova — L'Aquila 47-26
10-31 Accademia — Lyons 24-33
31-7 Prato Sesto — Benevento 22-24

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pt
  1. Lyons 10 9 0 1 385 109 276 9 45
  2. CUS Genova 10 9 0 1 355 160 195 8 44
3. Accademia FIR 10 5 0 5 236 259 −23 4 24
4. L'Aquila 10 3 0 7 213 260 −47 2 14
5. Cavalieri Union 10 2 0 8 170 299 −129 3 11
6. Benevento 10 2 0 8 131 403 −272 1 9

Pool promozione 2Modifica

21/1/2018 1ª/6ª giornata 25/3/2018
0-10 Noceto — Valsugana 10-45
18-15 Verona — Colorno 35-8
41-21 Petrarca — Valpolicella 3-17
 
4/3/2018 4ª/9ª giornata 22/4/2018
10-17 Noceto — Colorno 7-33
22-0 Verona — Petrarca 45-11
36-3 Valsugana — Valpolicella 40-14
28/1/2018 2ª/7ª giornata 8/4/2018
31-15 Valpolicella — Noceto 10-38
14-20 Valsugana — Verona 21-15
32-19 Colorno — Petrarca 38-7
 
18/3/2018 5ª/10ª giornata 29/4/2018
13-22 Petrarca — Noceto 30-21
6-37 Valpolicella — Verona 31-52
13-16 Colorno — Valsugana 33-34
18/2/2018 1ª/6ª giornata 15/4/2018
26-20 Noceto — Verona 10-42
38-10 Colorno — Valpolicella 31-27
5-19 Petrarca — Valsugana 27-42

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pt
  1. Valsugana 10 9 0 1 277 140 137 6 42
  2. Verona 10 8 0 2 306 142 164 8 40
3. Colorno 10 6 0 4 258 183 75 9 33
4. Noceto 10 3 0 7 159 251 −92 3 15
5. Valpolicella 10 2 0 8 170 331 −161 4 12
6. Petrarca A 10 2 0 8 156 279 −123 3 11

Pool seconda fase 1Modifica

21/1/2018 1ª/6ª giornata 25/3/2018
24-15 Pro Recco — Primavera 24-14
33-20 VII Torino — CUS Torino 10-11
26-20 Perugia — Gran Sasso 37-15
 
4/3/2018 4ª/9ª giornata 22/4/2018
13-10 Primavera — Gran Sasso 32-17
13-15 CUS Torino — Pro Recco 8-29
24-17 VII Torino — Perugia 10-32
28/1/2018 2ª/7ª giornata 8/4/2018
10-17 Primavera — VII Torino 10-10
45-7 CUS Torino — Perugia 18-15
14-24 Gran Sasso — Pro Recco 20-52
 
18/3/2018 5ª/10ª giornata 29/4/2018
15-32 Gran Sasso — VII Torino 19-52
36-24 CUS Torino — Primavera 37-27
12-7 Perugia — Pro Recco 19-50
18/2/2018 1ª/6ª giornata 15/4/2018
13-26 Gran Sasso — CUS Torino 21-44
5-16 Perugia — Primavera 21-13
20-17 VII Torino — Pro Recco 0-45

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pt
1. Pro Recco 10 8 0 2 287 135 152 7 39
2. CUS Torino 10 7 0 3 258 194 64 7 35
3. VII Rugby Torino 10 6 1 3 208 196 12 4 30
4. CUS Perugia 10 5 0 5 191 218 −27 5 25
5. Primavera 10 3 1 6 174 201 −27 3 17
6. Gran Sasso 10 0 0 10 164 338 −174 2 2

Pool seconda fase 2Modifica

21/1/2018 1ª/6ª giornata 25/3/2018
31-39 Milano — Parabiago 18-39
15-28 Udine — Tarvisium 14-16
22-17 Brescia — Vicenza 32-30
 
4/3/2018 4ª/9ª giornata 22/4/2018
27-29 Brescia — Milano 17-16
7-13 Vicenza — Tarvisium 23-28
56-12 Udine — Parabiago 31-54
28/1/2018 2ª/7ª giornata 8/4/2018
56-12 Tarvisium — Milano 10-11
36-19 Vicenza — Udine 20-10
17-20 Parabiago — Brescia 24-27
 
18/3/2018 5ª/10ª giornata 29/4/2018
31-35 Milano — Udine 25-27
18-16 Parabiago — Vicenza 60-19
26-30 Tarvisium — Brescia 0-22
18/2/2018 1ª/6ª giornata 15/4/2018
25-32 Milano — Vicenza 12-32
20-19 Brescia — Udine 21-16
17-3 Tarvisium — Parabiago 19-27

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pt
1. Brescia 10 9 0 1 238 194 44 5 41
2. Parabiago 10 6 0 4 293 254 39 7 31
3. Tarvisium 10 6 0 4 213 164 49 5 29
4. Vicenza 10 4 0 6 232 239 −7 9 25
5. Udine 10 3 0 7 242 263 −21 7 19
6. Rugby Milano 10 2 0 8 210 314 −104 9 17

Fase a play-offModifica

                     
  Lyons 23 3  
Verona 17 13  
  Verona 20
  Valsugana 14
Valsugana 17 22
  CUS Genova 25 13  

SemifinaliModifica

Verona
6 maggio 2018, ore 15:30 UTC+2
Semifinale A andata
Verona17 – 23LyonsCampo Parona

Genova
6 maggio 2018, ore 15:30 UTC+2
Semifinale B andata
CUS Genova25 – 17ValsuganaStadio Giacomo Carlini

Piacenza
13 maggio 2018, ore 15:30 UTC+2
Semifinale A ritorno
Lyons3 – 13VeronaStadio Walter Beltrametti

Padova
13 maggio 2018, ore 15:30 UTC+2
Semifinale B ritorno
Valsugana22 – 13CUS GenovaCampo Sportivo Altichiero

FinaleModifica

Reggio Emilia
27 maggio 2018, ore 17:30 UTC+2
Valsugana14 – 20
referto
VeronaStadio Mirabello (1 400 spett.)
Arbitro:  Passacantando (L'Aquila)

VerdettiModifica

NoteModifica

  1. ^ Serie A: ufficializzato il calendario 2017-18, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 3 agosto 2017. URL consultato il 7 agosto 2017 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2017).
  2. ^ Campionato di Eccellenza, su Comunicato Federale n. 3 Stagione Sportiva 2017/2018, federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 1º agosto 2017, p. 15. URL consultato il 5 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2017).
  3. ^ a b c d Campionato di serie A maschile, su Comunicato Federale n. 3 Stagione Sportiva 2017/2018, federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 1º agosto 2017, p. 17. URL consultato il 3 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2017).
  4. ^ Valsugana e Verona promosse in Eccellenza, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 13 maggio 2018. URL consultato il 21 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 15 maggio 2018).
  5. ^ a b Il Verona Rugby si aggiudica il titolo del campionato nazionale di serie A 2017-18 battendo 20-14 il Valsugana Rugby Padova, Federazione Italiana Rugby, 27 maggio 2018. URL consultato il 5 maggio 2020.
  6. ^ a b Comunicato A/01/GS, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 4 ottobre 2017. URL consultato il 3 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2020).
    «Il Giudice Sportivo, rilevato dal referto […] che […] la società Junior Rugby Brescia ASD ha impiegato il giocatore Sig. Emanuele Bellandi che non risulta tesserato alla data della gara […] che alla data della gara […] risulta tesserato per la Società Junior Rugby Brescia ASD solo per la precedente stagione sportiva 2016-2017 e non per la attuale stagione sportiva […] dichiara la Società Junior Rugby Brescia ASD perdente con il risultato conseguito sul campo di 47 a 22 (mete 6-4) in favore della società Verona Rugby Srl SSD e la punisce inoltre con quattro punti di penalizzazione […]».
  7. ^ a b Comunicato A/07/GS, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 6 dicembre 2017. URL consultato il 4 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2020).
    «Il Giudice Sportivo, rilevato dal referto […] che in occasione della gara in oggetto la società Rugby Udine Union FVG SRL presentava la lista gara con 21 giocatori, di cui 19 giocatori di formazione italiana, con ciò violando le disposizioni di cui al punto 2.4.2.1 di pag. 29 e al punto 13 Campionato Serie A al punto 1 lett. B) di pag. 112 (Campionato Nazionale di Serie A) della Circolare Informativa 2017/2018, che stabiliscono che le società di serie A sono tenute ad inserire nella lista di ciascuna gara disputata almeno 20 su 22 o 21 su 23 giocatori di formazione Italiana […] dichiara PERDENTE la Società Rugby Udine Union FVG SRL con il risultato del campo di 20 a 0 (mete 4–0), anziché 13 a 19 (mete 1–3) risultato conseguito sul campo, in favore della società Rangers Rugby Vicenza Asd, e punisce inoltre la Società Rugby Udine Union FVG SRL con la penalizzazione di quattro punti in classifica […]».
  8. ^ a b Comunicato A/01/GS, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 4 ottobre 2017. URL consultato il 3 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2020).
    «Il Giudice Sportivo, vista la comunicazione di rinuncia alla gara in oggetto inviata dalla Società L’Aquila Rugby Club SSD ARL in data 30 settembre 2017 […] dichiara la Società L’Aquila Rugby Club SSD ARL rinunciataria e perdente con il risultato di 0 a 20 (0-4) in favore della Società Cavalieri Union R. Prato Sesto ARL, la punisce inoltre con la penalizzazione di quattro punti in classifica […]».

Altri progettiModifica

  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rugby