Apri il menu principale

Serie A 2018-2019

l'87ª disputata a girone unico e la 117ª edizione del massimo campionato italiano di calcio
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando gli altri tornei sportivi con lo stesso nome, vedi Serie A 2018-2019 (disambigua).
Serie A 2018-2019
Serie A TIM 2018-2019
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 117ª (87ª di Serie A)
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 18 agosto 2018
al 26 maggio 2019
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Juventus
(35º titolo)
Retrocessioni Empoli
Frosinone
Chievo
Statistiche
Miglior giocatore Portogallo Cristiano Ronaldo[1]
Miglior marcatore Italia Fabio Quagliarella (26)
Miglior portiere Slovenia Samir Handanovič[2]
Incontri disputati 380
Gol segnati 1 019 (2,68 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2017-2018

La Serie A 2018-2019 è stata la 117ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (l'87ª a girone unico), disputata tra il 18 agosto 2018 e il 26 maggio 2019. Il campionato è stato vinto dalla Juventus, al suo trentacinquesimo titolo, nonché l'ottavo consecutivo.

Capocannoniere del torneto è stato Fabio Quagliarella (Sampdoria) con 26 reti.

Indice

StagioneModifica

NovitàModifica

A sostituire Benevento, Verona e Crotone, retrocesse in Serie B nella stagione precedente, ci sono Empoli, tornato dopo una stagione d'assenza, Parma, che completa la sua scalata dalla Serie D alla Serie A dopo il fallimento nell'estate 2015, e Frosinone che ritorna nella massima serie da vincente dei play-off, dopo due stagioni d'assenza.

La regione più rappresentata è l'Emilia-Romagna con quattro squadre (Bologna, Parma, Sassuolo e SPAL). Con tre squadre ci sono Lombardia (Atalanta, Inter e Milan) e Lazio (Frosinone, Lazio e Roma); con due squadre a testa ci sono Liguria (Genoa e Sampdoria), Piemonte (Juventus e Torino) e Toscana (Empoli e Fiorentina); con una squadra ci sono Campania (Napoli), Friuli-Venezia Giulia (Udinese), Sardegna (Cagliari) e Veneto (Chievo).

Calendario e orari di giocoModifica

La prima giornata del torneo si è giocata dal 18 al 20 agosto 2018,[3] con 8 partite in luogo delle previste 10: in seguito alla tragedia che ha colpito Genova, con il crollo parziale del viadotto Polcevera, la Lega A ha infatti disposto - di comune accordo con le società liguri - il rinvio delle partite Milan-Genoa e Sampdoria-Fiorentina.[4] Entrambi i recuperi sono stati programmati di mercoledì: Sampdoria-Fiorentina si è giocata il 19 settembre, Milan-Genoa il 31 ottobre.[5] Si sono giocati 3 turni infrasettimanali, alle date del 26 settembre, 26 dicembre e 3 aprile 2019.[3] Il campionato ha osservato un totale di 4 soste (9 settembre, 14 ottobre, 18 novembre 2018 e 24 marzo 2019) per gli impegni della Nazionale azzurra nella nuova Nations League e nell'inizio delle qualificazioni all'Europeo 2020;[3] è rimasto inoltre fermo nelle prime due settimane del 2019, periodo occupato dagli ottavi di finale della Coppa Italia.[3] L'ultima giornata si è giocata domenica 26 maggio 2019.[3]

Per quanto riguarda gli orari di gioco, la Lega ha disposto il seguente formato:[6]

  • Sabato: 3 partite
    • 1 anticipo alle 15:00
    • 1 anticipo alle 18:00
    • 1 anticipo alle 20:30
  • Domenica: 6 partite
    • 1 anticipo alle 12:30
    • 3 partite alle 15:00
    • 1 partita alle 18:00
    • 1 posticipo alle 20:30
  • Lunedì-venerdì: 1 anticipo o posticipo alle 20:30

Fa eccezione il mese di agosto, nel quale non è presente l'anticipo del sabato alle 15:00.[6] L'anticipo del venerdì, inoltre, sostituisce la gara del lunedì nei turni infrasettimanali. Gli ultimi tre turni del girone d'andata in programma sabato 22 dicembre, mercoledì 26 dicembre e sabato 29 dicembre 2018 si sono giocati in un solo giorno con una partita alle 12:30, 7 partite alle 15:00, una partita alle 18:00 e una partita alle 20:30.[6]

CalciomercatoModifica

Sessione estivaModifica

 
Cristiano Ronaldo, approdato alla Juventus per 100 milioni di euro, diventa l'acquisto più oneroso nella storia della Serie A: con 21 gol, il fuoriclasse portoghese trascina i bianconeri al loro 8º scudetto consecutivo.

L'estate 2018 vede la Juventus campione d'Italia in carica mettere a segno uno degli acquisti più importanti nella storia del campionato italiano: i bianconeri si assicurano le prestazioni del portoghese Cristiano Ronaldo, tra i maggiori fuoriclasse della sua generazione, versando nelle casse del Real Madrid la cifra di 100 milioni di euro.[7] La squadra piemontese, che chiude un'epoca presentandosi al via senza le bandiere Buffon e Marchisio, si rinforza inoltre con gli arrivi del portiere Perin, dei terzini João Cancelo e Spinazzola, e del mediano Emre Can;[8] desta inoltre sorpresa il ritorno di Bonucci, di nuovo a Torino dopo la rumorosa separazione dell'anno prima, nell'ambito di uno scambio con il Milan che coinvolge il giovane difensore Caldara.[9]

Una tra le maggiori antagoniste della Juventus in questo decennio, il Napoli, chude il rapporto con Sarri e accoglie in panchina Ancelotti, tornato in Serie A a quasi un decennio di distanza dall'ultima sua esperienza milanista;[10] dal mercato arriva il portiere Ospina a rimpiazzare Reina, il mediano Ruiz chiamato a sostituire il partente Jorginho, più il terzino Malcuit dal Lilla e l'esterno Verdi dal Bologna.[11] Molto attiva la Roma:[12] i giallorossi acquistano, tra gli altri, il portiere Olsen, il mediano Nzonzi, le mezzali Cristante e Pastore, e l'esterno Justin Kluivert, ma devono fare i conti con le partenze del portiere Alisson[13] e dei centrocampisti Strootman e Nainggolan;[14] quest'ultimo è il rinforzo più importante di un'Inter che, salutati Cancelo e Rafinha, ridisegna la propria rosa con lo stopper de Vrij, i terzini Asamoah e Vrsaljko, gli esterni Politano e Keita Baldé e il centravanti Lautaro Martínez.[15]

La Lazio rimpiazza i partenti de Vrij e Felipe Anderson con Acerbi e Correa, e integra il mediano Badelj. Il Milan, al secondo avvicendamento societario nel giro di un anno dopo il passaggio al fondo Elliott,[16] oltre al già citato Caldara ottiene dalla Juventus anche il prestito del centravanti Higuaín,[9] a sostituire i deludenti Kalinić e André Silva; rimpolpa inoltre le seconde linee con il portiere Reina, il mediano Bakayoko e gli esterni Laxalt e Castillejo. L'Atalanta fa fronte alle partenze di Cornelius, Cristante e Petagna con gli arrivi di Pašalić e Duván Zapata.

Tra gli altri arrivi, da segnalare quelli del promettente Piątek al Genoa, oltreché di Gervinho al Parma, Defrel alla Sampdoria e Boateng al Sassuolo, club quest'ultimo che sceglie per la panchina l'emergente De Zerbi. Cambio di guida tecnica anche per Bologna, Cagliari, e Udinese, che ripartono rispettivamente da Filippo Inzaghi, Maran e Velázquez.

Sessione invernaleModifica

La squadra più attiva nella sessione invernale è il Milan, che accoglie dal Flamengo il centrocampista Lucas Paquetá, ma soprattutto opera un cambio in attacco: dopo appena un semestre si chiude la tormentata e deludente esperienza milanese di Higuaín,[17] il quale torna anticipatamente alla Juventus (e dirottato nella stessa sessione, sempre in prestito, al Chelsea);[18] i rossoneri lo rimpiazzano acquistando l'ex genoano Piątek, rivelazione della prima parte di campionato.[19] Movimenti marginali per la Juventus, che cede Benatia all'Al-Duhail rimpiazzandolo in rosa con il cavallo di ritorno Cáceres, e per l'Inter che preleva dal Southampton il terzino Cédric.

Per quanto riguarda gli altri club, Fiorentina e Sampdoria riportano in Italia Muriel e Gabbiadini, rispettivamente dal Siviglia e dal Southampton. Il Genoa rimpiazza il succitato Piątek con Sanabria, mentre il Bologna si rinforza con Sansone e Soriano. Sassuolo ed Empoli lasciano partire Boateng e Zajc in direzione, rispettivamente, Barcellona e Fenerbahçe. Infine a febbraio, il Napoli saluta il suo capitano nonché bandiera Hamšík, che dopo 12 anni con il club partenopeo si trasferisce ai cinesi del Dalian Yifang.[20]

AvvenimentiModifica

Girone d'andataModifica

 
Il redivivo centravanti della Sampdoria, Fabio Quagliarella (qui in maglia Torino), capace di andare a segno per 11 partite consecutive tra la 10ª e la 21ª giornata:[21] all'età di 36 anni, sarà lui il capocannoniere stagionale con 26 gol.

Alla vigilia della 1ª giornata di campionato, la Lega A decide di rinviare le gare delle due squadre genovesi (Sampdoria-Fiorentina e Milan-Genoa) per il crollo parziale del viadotto Polcevera nel capoluogo ligure.[4] Appena alla fine della terza giornata paiono trovare conferma i pronostici estivi relativi lo scudetto, con la sola Juventus in grado di fare bottino pieno;[22] in scia ai campioni uscenti si mantiene il Napoli, mentre appaiono in ritardo Inter e Roma.[22] Tra le rivelazioni d'inizio stagione si distinguono due provinciali, il Sassuolo e la SPAL, quest'ultima a punteggio pieno dopo le prime due giornate.[23]

Al ritorno dalla sosta di settembre, la Juventus allunga la sua serie di vittorie consecutive a otto,[24] facendo suo anche lo scontro diretto di Torino col Napoli alla 7ª giornata. I partenopei, pur se debitamente distanziati, restano di fatto gli unici accreditati inseguitori dei bianconeri,[25] mentre in questa fase del campionato si segnalano le inattese difficoltà dell'Atalanta, oltre a un Chievo già relegato a fanalino di coda.

Dopo la sosta di ottobre, il campionato fa registrare il primo passo falso della Juventus, bloccata sul pari allo Stadium dal Genoa; tuttavia, vincendo le successive tre gare, i bianconeri rimettono a distanza di sicurezza la squadra di Ancelotti.[26] Con l'Inter che, superate le incertezze iniziali, si stabilizza a terza forza del campionato,[27] a centro classifica il Sassuolo conferma l'ottimo avvio di stagione, mentre risale la china anche l'Atalanta. Intanto a fondo classifica si assiste a numerosi cambi di guida tecnica che toccano il Chievo, l'Empoli, il Frosinone e l'Udinese, oltreché un Genoa pericolante[28] nonostante la verve sottorete del suo giovane centravanti-rivelazione Piątek.

Il girone di andata si chiude con la Juventus che si laurea campione d'inverno facendo registrare il nuovo record di punti al giro di boa, grazie a 17 vittorie e 2 pareggi;[29] alle spalle dei bianconeri, consolidano le loro posizioni Napoli e Inter, con i nerazzurri capaci di battere i partenopei in una gara purtroppo segnalatasi per i gravi scontri avvenuti tra le due tifoserie al di fuori di San Siro, culminati nella morte di un ultrà.[30]

Girone di ritornoModifica

Il primo bimestre del 2019 conferma lo scenario delineatosi nel girone di andata, con la Juventus che alla 24ª giornata allunga a +13 sul Napoli; un distacco in vetta che, a fine febbraio, non si registrava dalla stagione 2006-2007.[31] I bianconeri rimarcano la loro superiorità stagionale alla 26ª giornata, battendo gli azzurri nel big match del San Paolo e portandosi a +16,[32] ipotecando di fatto l'ennesimo tricolore, prima di incassare alla 28ª giornata l'inaspettata prima sconfitta stagionale a Marassi contro il Genoa. Dietro al duo di testa, frattanto, attraversano settimane turbolente l'Inter, scossa da nervosismi interni che vedono contrapposti società e spogliatoio al bomber Icardi, anche destituito dei gradi di capitano,[33] e la Roma che, al contrario insoddisfatta del suo percorso stagionale, richiama in panchina Claudio Ranieri al posto dell'esonerato Di Francesco.[34]

 
Con 23 reti, il colombiano Duván Zapata (qui in maglia Napoli) è il mattatore dell'outsider Atalanta che chiude il campionato al 3º posto, migliore piazzamento di sempre dei bergamaschi, che vale una storica qualificazione alla UEFA Champions League.

Al rientro dalla sosta di marzo, la Juventus continua la sua marcia di avvicinamento verso uno scudetto ormai considerato una formalità, con il vantaggio sul Napoli che a sette turni dal termine tocca un massimo stagionale di +20.[35] I torinesi chiudono matematicamente i giochi per il tricolore il 20 aprile, quando il successo interno per 2-1 sulla Fiorentina permette loro di festeggiare con cinque giornate di anticipo il 35º titolo assoluto nonché 8º consecutivo nel vittorioso ciclo degli anni 2010;[36] l'allenatore Allegri, al passo d'addio dai colori bianconeri, diventa inoltre il primo nella storia del campionato italiano a vincere 5 scudetti di fila, battendo dopo 85 anni il record di un altro tecnico juventino, Carlo Carcano.[37]

A dare vivacità alle ultime giornate, la lotta per i piazzamenti in zona Champions che, eccezion fatta per le già sicure Juventus e Napoli, causa cammini altalenanti coinvolge ben sei squadre racchiuse in pochi punti, per due soli posti disponibili: oltre alle due milanesi e alle due romane, s'inseriscono nella corsa anche le outsider Atalanta e Torino[38] entrambe artefici di stagioni al di sopra delle aspettative. Se i granata mollano la presa nelle giornate conclusive, sono i bergamaschi a emergere più di tutti, issandosi al terzo posto che, oltre a passare agli annali quale loro migliore piazzamento nella storia del campionato italiano, vale l'altrettanto storico debutto in Champions League.[39] Il quarto e ultimo posto utile all'Europa più prestigiosa è appannaggio dell'Inter,[39] che relega così i concittadini del Milan, quinti, e la Roma, sesta, all'Europa League, coi capitolini ulteriormente costretti ai turni qualificatori.[39] Rimasta fuori dalla zona Europa, la Lazio accede comunque alla competizione grazie alla contemporanea vittoria della Coppa Italia.[39]

A fondo classifica un deludente Chievo, che mai ha palesato concrete possibilità di salvezza nell'arco del campionato, retrocede con sei turni di anticipo lasciando la massima serie dopo undici anni;[40] tre giornate più tardi si accoda il Frosinone, di nuovo tra i cadetti dopo una sola stagione.[41] Nella seconda parte di campionato, la bagarre dei bassifondi vede segnalarsi in positivo il Bologna e l'Udinese, club fin lì in crisi ma che grazie a dei provvidenziali avvicendamenti in panchina, rispettivamente con Siniša Mihajlović[42] e Igor Tudor,[43] invertono repentinamente la rotta raggiungendo persino in anticipo la salvezza;[44][45] al contrario, deludono un Genoa depotenziato dalla sopravvenuta cessione di Piątek, e una Fiorentina in caduta libera, che insieme all'Empoli si giocano all'ultima giornata la permanenza in categoria:[46] sono gli azzurri di Andreazzoli, nonostante una proposta di gioco tra le più interessanti e apprezzate della stagione,[47] a tornare in Serie B dopo appena un anno, condannati dalla sconfitta di Milano contro l'Inter[48] e dal contemporaneo esito dello scontro di Firenze tra le dirette rivali rossoblù e viola.

Squadre partecipantiModifica

Ubicazione delle squadre della Serie A 2018-2019
Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettagli Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia
Mapei Stadium - Città del Tricolore (Reggio nell'Emilia) (36ª e 38ª giornata)
7º posto in Serie A
Bologna dettagli Bologna Stadio Renato Dall'Ara 15º posto in Serie A
Cagliari dettagli Cagliari Sardegna Arena 16º posto in Serie A
Chievo dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 13º posto in Serie A
Empoli dettagli Empoli (FI) Stadio Carlo Castellani 1º posto in Serie B
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 8º posto in Serie A
Frosinone dettagli Frosinone Stadio Olimpico Grande Torino (2ª giornata)
Stadio Benito Stirpe
3º posto in Serie B[49]
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 12º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 4º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Allianz Stadium 1º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 5º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 6º posto in Serie A
Napoli dettagli Napoli Stadio San Paolo 2º posto in Serie A
Parma dettagli Parma Stadio Ennio Tardini 2º posto in Serie B
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 3º posto in Serie A
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 10º posto in Serie A
Sassuolo dettagli Sassuolo (MO) Mapei Stadium - Città del Tricolore (Reggio nell'Emilia) 11º posto in Serie A
SPAL dettagli Ferrara Stadio Renato Dall'Ara (2ª giornata)
Stadio Paolo Mazza
17º posto in Serie A
Torino dettagli Torino Stadio Olimpico Grande Torino 9º posto in Serie A
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli-Dacia Arena 14º posto in Serie A

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Giocatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Capocannoniere
(tra parentesi il numero dei gol segnati)
Atalanta   Gian Piero Gasperini   Duván Zapata (37)   Duván Zapata (23)
Bologna[50]   Filippo Inzaghi (1ª-21ª)
  Siniša Mihajlović (22ª-38ª)
  Łukasz Skorupski (38)   Riccardo Orsolini,
  Federico Santander (8)
Cagliari   Rolando Maran   Alessio Cragno (38)   Leonardo Pavoletti (16)
Chievo[51][52][53][54]   Lorenzo D'Anna (1ª-8ª)
  Gian Piero Ventura (9ª-12ª)
  Domenico Di Carlo (13ª-38ª)
  Mariusz Stępiński (35)   Mariusz Stępiński (6)
Empoli[55][56][57][58]   Aurelio Andreazzoli (1ª-11ª)
  Giuseppe Iachini (12ª-27ª)
  Aurelio Andreazzoli (28ª-38ª)
  Francesco Caputo (38)   Francesco Caputo (16)
Fiorentina[59][60]   Stefano Pioli (1ª-31ª)
  Vincenzo Montella (32ª-38ª)
  Federico Chiesa (37)   Marco Benassi (7)
Frosinone[61][62]   Moreno Longo (1ª-16ª)
  Marco Baroni (17ª-38ª)
  Marco Sportiello (35)   Camillo Ciano (7)
Genoa[63][64]   Davide Ballardini (1ª-8ª)
  Ivan Jurić (9ª-14ª)
  Cesare Prandelli (15ª-38ª)
  Christian Kouamé (38)   Krzysztof Piątek (13)
Inter   Luciano Spalletti   Samir Handanovič (38)   Mauro Icardi (11)
Juventus   Massimiliano Allegri   Alex Sandro,
  Rodrigo Bentancur,
  Blaise Matuidi,
  Miralem Pjanić,
  Cristiano Ronaldo (31)
  Cristiano Ronaldo (21)
Lazio   Simone Inzaghi   Francesco Acerbi (36)   Ciro Immobile (15)
Milan   Gennaro Gattuso   Hakan Çalhanoğlu,
  Gianluigi Donnarumma (36)
  Krzysztof Piątek (9)
Napoli   Carlo Ancelotti   Piotr Zieliński (36)   Arkadiusz Milik (17)
Parma   Roberto D'Aversa   Simone Iacoponi (38)   Gervinho (11)
Roma[65][66]   Eusebio Di Francesco (1ª-26ª)
  Claudio Ranieri (27ª-38ª)
  Bryan Cristante (35)   Stephan El Shaarawy (10)
Sampdoria   Marco Giampaolo   Fabio Quagliarella (37)   Fabio Quagliarella (26)
Sassuolo   Roberto De Zerbi   Andrea Consigli (36)   Khouma El Babacar (7)
SPAL   Leonardo Semplici   Andrea Petagna (36)   Andrea Petagna (16)
Torino   Walter Mazzarri   Andrea Belotti (37)   Andrea Belotti (15)
Udinese[67][68][69][70]   Julio Velázquez (1ª-12ª)
  Davide Nicola (13ª-28ª)
  Igor Tudor (29ª-38ª)
  Rodrigo de Paul,
  Jens Stryger Larsen,
  Kevin Lasagna (36)
  Rodrigo de Paul (9)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Juventus 90 38 28 6 4 70 30 +40
2. Napoli 79 38 24 7 7 74 36 +38
3. Atalanta 69 38 20 9 9 77 46 +31
4. Inter 69 38 20 9 9 57 33 +24
5. Milan 68 38 19 11 8 55 36 +19
6. Roma 66 38 18 12 8 66 48 +18
7. Torino 63 38 16 15 7 52 37 +15
[71] 8. Lazio 59 38 17 8 13 56 46 +10
9. Sampdoria 53 38 15 8 15 60 51 +9
10. Bologna 44 38 11 11 16 48 56 –8
11. Sassuolo 43 38 9 16 13 53 60 −7
12. Udinese 43 38 11 10 17 39 53 −14
13. SPAL 42 38 11 9 18 44 56 −12
14. Parma 41 38 10 11 17 41 61 −20
15. Cagliari 41 38 10 11 17 36 54 −18
16. Fiorentina 41 38 8 17 13 47 45 +2
17. Genoa 38 38 8 14 16 39 57 −18
  18. Empoli 38 38 10 8 20 51 70 −19
  19. Frosinone 25 38 5 10 23 29 69 −40
  20. Chievo (-3) 17 38 2 14 22 25 75 −50

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2019-2020.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Champions League 2019-2020.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Europa League 2019-2020.
      Ammessa al secondo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2019-2020.
      Retrocesse in Serie B 2019-2020.

Sanzioni:

Il Chievo ha scontato 3 punti di penalizzazione.[72]

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria finale verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio
A campionato in corso fra due o più squadre con eguale numero di punti sono vigenti i piazzamenti a pari merito. In tali casi la Lega Serie A riporta le squadre in classifica secondo un ordinamento grafico convenzionale. Tale ordinamento prevede, quando non sussiste la parità di incontri disputati, che le squadre con un minor numero di partite giocate precedano nell'elencazione quelle con un maggior numero di partite giocate. A parità di incontri disputati, invece, l'ordinamento rispecchia i parametri seguiti per stilare le classifiche avulse finali. Se, dopo avere preso in considerazione i risultati di entrambi gli scontri diretti, la differenza reti generale e le reti realizzate in generale, nell'ordinamento grafico permane una situazione di ex aequo, è altresì utilizzato l'ordine alfabetico come ulteriore criterio convenzionale.

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Juventus Football Club 2018-2019.
Formazione tipo (4-3-3) Giocatori (presenze)
  Wojciech Szczęsny (28)
  João Cancelo (25)
  Leonardo Bonucci (29)
  Giorgio Chiellini (25)
  Alex Sandro (31)
  Rodrigo Bentancur (31)
  Miralem Pjanić (31)
  Blaise Matuidi (31)
  Paulo Dybala (30)
  Mario Mandžukić (25)
  Cristiano Ronaldo (31)
Allenatore:   Massimiliano Allegri
Altri giocatori: Emre Can (29), Federico Bernardeschi (28), Mattia De Sciglio (22), Juan Cuadrado (18), Douglas Costa (17), Daniele Rugani (15), Moise Kean (13), Sami Khedira (10), Leonardo Spinazzola (10), Martín Cáceres (9), Mattia Perin (9), Andrea Barzagli (7), Medhi Benatia (5), Hans Nicolussi Caviglia (3), Matheus Pereira (3), Grīgorīs Kastanos (1), Paolo Iweru Gozzi (1), Stephy Mavididi (1), Carlo Pinsoglio (1), Manolo Portanova (1).

RisultatiModifica

TabelloneModifica

Ogni riga indica i risultati casalinghi della squadra segnata a inizio della riga, contro le squadre segnate colonna per colonna (che invece avranno giocato l'incontro in trasferta). Al contrario, leggendo la colonna di una squadra si avranno i risultati ottenuti dalla stessa in trasferta, contro le squadre segnate in ogni riga, che invece avranno giocato l'incontro in casa.

ATA BOL CAG CHI EMP FIO FRO GEN INT JUV LAZ MIL NAP PAR ROM SAM SAS SPA TOR UDI
Atalanta –––– 4-1 0-1 1-1 0-0 3-1 4-0 2-1 4-1 2-2 1-0 1-3 1-2 3-0 3-3 0-1 3-1 2-1 0-0 2-0
Bologna 1-2 –––– 2-0 3-0 3-1 0-0 0-4 1-1 0-3 0-1 0-2 0-0 3-2 4-1 2-0 3-0 2-1 0-1 2-2 2-1
Cagliari 0-1 2-0 –––– 2-1 2-2 2-1 1-0 1-0 2-1 0-2 1-2 1-1 0-1 2-1 2-2 0-0 2-2 2-1 0-0 1-2
Chievo 1-5 2-2 0-3 –––– 0-0 3-4 1-0 0-0 1-1 2-3 1-1 1-2 1-3 1-1 0-3 0-0 0-2 0-4 0-1 0-2
Empoli 3-2 2-1 2-0 2-2 –––– 1-0 2-1 1-3 0-1 1-2 0-1 1-1 2-1 3-3 0-2 2-4 3-0 2-4 4-1 2-1
Fiorentina 2-0 0-0 1-1 6-1 3-1 –––– 0-1 0-0 3-3 0-3 1-1 0-1 0-0 0-1 1-1 3-3 0-1 3-0 1-1 1-0
Frosinone 0-5 0-0 1-1 0-0 3-3 1-1 –––– 1-2 1-3 0-2 0-1 0-0 0-2 3-2 2-3 0-5 0-2 0-1 1-2 1-3
Genoa 3-1 1-0 1-1 2-0 2-1 0-0 0-0 –––– 0-4 2-0 2-1 0-2 1-2 1-3 1-1 1-1 1-1 1-1 0-1 2-2
Inter 0-0 0-1 2-0 2-0 2-1 2-1 3-0 5-0 –––– 1-1 0-1 1-0 1-0 0-1 1-1 2-1 0-0 2-0 2-2 1-0
Juventus 1-1 2-0 3-1 3-0 1-0 2-1 3-0 1-1 1-0 –––– 2-0 2-1 3-1 3-3 1-0 2-1 2-1 2-0 1-1 4-1
Lazio 1-3 3-3 3-1 1-2 1-0 1-0 1-0 4-1 0-3 1-2 –––– 1-1 1-2 4-1 3-0 2-2 2-2 4-1 1-1 2-0
Milan 2-2 2-1 3-0 3-1 3-0 0-1 2-0 2-1 2-3 0-2 1-0 –––– 0-0 2-1 2-1 3-2 1-0 2-1 0-0 1-1
Napoli 1-2 3-2 2-1 0-0 5-1 1-0 4-0 1-1 4-1 1-2 2-1 3-2 –––– 3-0 1-1 3-0 2-0 1-0 0-0 4-2
Parma 1-3 0-0 2-0 1-1 1-0 1-0 0-0 1-0 0-1 1-2 0-2 1-1 0-4 –––– 0-2 3-3 2-1 2-3 0-0 2-2
Roma 3-3 2-1 3-0 2-2 2-1 2-2 4-0 3-2 2-2 2-0 3-1 1-1 1-4 2-1 –––– 4-1 3-1 0-2 3-2 1-0
Sampdoria 1-2 4-1 1-0 2-0 1-2 1-1 0-1 2-0 0-1 2-0 1-2 1-0 3-0 2-0 0-1 –––– 0-0 2-1 1-4 4-0
Sassuolo 2-6 2-2 3-0 4-0 3-1 3-3 2-2 5-3 1-0 0-3 1-1 1-4 1-1 0-0 0-0 3-5 –––– 1-1 1-1 0-0
SPAL 2-0 1-1 2-2 0-0 2-2 1-4 0-3 1-1 1-2 2-1 1-0 2-3 1-2 1-0 2-1 1-2 0-2 –––– 0-0 0-0
Torino 2-0 2-3 1-1 3-0 3-0 1-1 3-2 2-1 1-0 0-1 3-1 2-0 1-3 1-2 0-1 2-1 3-2 1-0 –––– 1-0
Udinese 1-3 2-1 2-0 1-0 3-2 1-1 1-1 2-0 0-0 0-2 1-2 0-1 0-3 1-2 1-0 1-0 1-1 3-2 1-1 ––––

CalendarioModifica

Il calendario è stato sorteggiato il 26 luglio 2018 a Milano.[73][74]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
20 ago. 4-0 Atalanta-Frosinone 5-0 20 gen.
19 ago. 0-1 Bologna-SPAL 1-1
18 ago. 2-3 Chievo-Juventus 0-3 21 gen.
19 ago. 2-0 Empoli-Cagliari 2-2 20 gen.
18 ago. 1-2 Lazio-Napoli 1-2
31 ott.[75] 2-1 Milan-Genoa 2-0 21 gen.
19 ago. 2-2 Parma-Udinese 2-1 19 gen.
19 set.[75] 1-1 Sampdoria-Fiorentina 3-3 20 gen.
19 ago. 1-0 Sassuolo-Inter 0-0 19 gen.
0-1 Torino-Roma 2-3
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
26 ago. 2-2 Cagliari-Sassuolo 0-3 26 gen.
6-1 Fiorentina-Chievo 4-3 27 gen.
0-0 Frosinone-Bologna 4-0
2-1 Genoa-Empoli 3-1 28 gen.
2-2 Inter-Torino 0-1 27 gen.
25 ago. 2-0 Juventus-Lazio 2-1
3-2 Napoli-Milan 0-0 26 gen.
27 ago. 3-3 Roma-Atalanta 3-3 27 gen.
26 ago. 1-0 SPAL-Parma 3-2
1-0 Udinese-Sampdoria 0-4 26 gen.


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
2 set. 0-1 Atalanta-Cagliari 1-0 4 feb.
1º set. 0-3 Bologna-Inter 1-0 3 feb.
2 set. 0-0 Chievo-Empoli 2-2 2 feb.
1-0 Fiorentina-Udinese 1-1 3 feb.
1-0 Lazio-Frosinone 1-0 4 feb.
31 ago. 2-1 Milan-Roma 1-1 3 feb.
1º set. 1-2 Parma-Juventus 3-3 2 feb.
2 set. 3-0 Sampdoria-Napoli 0-3
5-3 Sassuolo-Genoa 1-1 3 feb.
1-0 Torino-SPAL 0-0
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
16 set. 1-1 Cagliari-Milan 0-3 10 feb.
0-1 Empoli-Lazio 0-1 7 feb.
15 set. 0-5 Frosinone-Sampdoria 1-0 10 feb.
16 set. 1-0 Genoa-Bologna 1-1
15 set. 0-1 Inter-Parma 1-0 9 feb.
16 set. 2-1 Juventus-Sassuolo 3-0 10 feb.
15 set. 1-0 Napoli-Fiorentina 0-0 9 feb.
16 set. 2-2 Roma-Chievo 3-0 8 feb.
17 set. 2-0 SPAL-Atalanta 1-2 10 feb.
16 set. 1-1 Udinese-Torino 0-1


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
23 set. 2-0 Bologna-Roma 1-2 18 feb.
0-2 Chievo-Udinese 0-1 17 feb.
22 set. 3-0 Fiorentina-SPAL 4-1
23 set. 0-2 Frosinone-Juventus 0-3 15 feb.
4-1 Lazio-Genoa 1-2 17 feb.
2-2 Milan-Atalanta 3-1 16 feb.
22 set. 2-0 Parma-Cagliari 1-2
0-1 Sampdoria-Inter 1-2 17 feb.
21 set. 3-1 Sassuolo-Empoli 0-3
23 set. 1-3 Torino-Napoli 0-0
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
26 set. 0-0 Atalanta-Torino 0-2 23 feb.
0-0 Cagliari-Sampdoria 0-1 24 feb.
27 set. 1-1 Empoli-Milan 0-3 22 feb.
26 set. 2-0 Genoa-Chievo 0-0 24 feb.
25 set. 2-1 Inter-Fiorentina 3-3
26 set. 2-0 Juventus-Bologna 1-0
3-0 Napoli-Parma 4-0
4-0 Roma-Frosinone 3-2 23 feb.
27 set. 0-2 SPAL-Sassuolo 1-1 24 feb.
26 set. 1-2 Udinese-Lazio 0-2 17 apr.


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
30 set. 2-1 Bologna-Udinese 1-2 3 mar.
0-1 Chievo-Torino 0-3
2-0 Fiorentina-Atalanta 1-3
1-2 Frosinone-Genoa 0-0
29 set. 2-0 Inter-Cagliari 1-2 1º mar.
3-1 Juventus-Napoli 2-1 3 mar.
3-1 Roma-Lazio 0-3 2 mar.
30 set. 1-4 Sassuolo-Milan 0-1
1-0 Parma-Empoli 3-3
1º ott. 2-1 Sampdoria-SPAL 2-1 3 mar.
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
7 ott. 0-1 Atalanta-Sampdoria 2-1 10 mar.
6 ott. 2-0 Cagliari-Bologna 0-2
0-2 Empoli-Roma 1-2 11 mar.
7 ott. 1-3 Genoa-Parma 0-1 9 mar.
1-0 Lazio-Fiorentina 1-1 10 mar.
3-1 Milan-Chievo 2-1 9 mar.
2-0 Napoli-Sassuolo 1-1 10 mar.
1-2 SPAL-Inter 0-2
5 ott. 3-2 Torino-Frosinone 2-1
6 ott. 0-2 Udinese-Juventus 1-4 8 mar.


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
21 ott. 2-2 Bologna-Torino 3-2 16 mar.
1-5 Chievo-Atalanta 1-1 17 mar.
1-1 Fiorentina-Cagliari 1-2 15 mar.
3-3 Frosinone-Empoli 1-2 17 mar.
1-0 Inter-Milan 3-2
20 ott. 1-1 Juventus-Genoa 0-2
21 ott. 0-2 Parma-Lazio 1-4
20 ott. 0-2 Roma-SPAL 1-2 16 mar.
22 ott. 0-0 Sampdoria-Sassuolo 5-3
20 ott. 0-3 Udinese-Napoli 2-4 17 mar.
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
27 ott. 3-0 Atalanta-Parma 3-1 31 mar.
28 ott. 2-1 Cagliari-Chievo 3-0 29 mar.
27 ott. 1-2 Empoli-Juventus 0-1 30 mar.
28 ott. 2-2 Genoa-Udinese 0-2
29 ott. 0-3 Lazio-Inter 1-0 31 mar.
28 ott. 3-2 Milan-Sampdoria 0-1 30 mar.
1-1 Napoli-Roma 4-1 31 mar.
2-2 Sassuolo-Bologna 1-2
0-3 SPAL-Frosinone 1-0
27 ott. 1-1 Torino-Fiorentina 1-1


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
4 nov. 1-2 Bologna-Atalanta 1-4 4 apr.
0-2 Chievo-Sassuolo 0-4
3 nov. 1-1 Fiorentina-Roma 2-2 3 apr.
5-0 Inter-Genoa 4-0
3-1 Juventus-Cagliari 2-0 2 apr.
4 nov. 4-1 Lazio-SPAL 0-1 3 apr.
2 nov. 5-1 Napoli-Empoli 1-2
4 nov. 0-0 Parma-Frosinone 2-3
1-4 Sampdoria-Torino 1-2
0-1 Udinese-Milan 1-1 2 apr.
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
11 nov. 4-1 Atalanta-Inter 0-0 7 apr.
2-2 Chievo-Bologna 0-3 8 apr.
2-1 Empoli-Udinese 2-3 7 apr.
9 nov. 1-1 Frosinone-Fiorentina 1-0
10 nov. 1-2 Genoa-Napoli 1-1
11 nov. 0-2 Milan-Juventus 1-2 6 apr.
4-1 Roma-Sampdoria 1-0
1-1 Sassuolo-Lazio 2-2 7 apr.
10 nov. 2-2 SPAL-Cagliari 1-2
1-2 Torino-Parma 0-0 6 apr.


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
25 nov. 0-0 Bologna-Fiorentina 0-0 14 apr.
26 nov. 0-0 Cagliari-Torino 1-1
25 nov. 3-2 Empoli-Atalanta 0-0 15 apr.
1-1 Genoa-Sampdoria 0-2 14 apr.
24 nov. 3-0 Inter-Frosinone 3-1
2-0 Juventus-SPAL 1-2 13 apr.
25 nov. 1-1 Lazio-Milan 0-1
0-0 Napoli-Chievo 3-1 14 apr.
2-1 Parma-Sassuolo 0-0
24 nov. 1-0 Udinese-Roma 0-1 13 apr.
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
3 dic. 1-2 Atalanta-Napoli 2-1 22 apr.
2 dic. 1-1 Chievo-Lazio 2-1 20 apr.
1º dic. 0-3 Fiorentina-Juventus 1-2
2 dic. 1-1 Frosinone-Cagliari 0-1
2-1 Milan-Parma 1-1
2-2 Roma-Inter 1-1
1º dic. 4-1 Sampdoria-Bologna 0-3
2 dic. 0-0 Sassuolo-Udinese 1-1
1º dic. 2-2 SPAL-Empoli 4-2
2 dic. 2-1 Torino-Genoa 1-0


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
8 dic. 2-2 Cagliari-Roma 0-3 27 apr.
9 dic. 2-1 Empoli-Bologna 1-3
1-1 Genoa-SPAL 1-1 28 apr.
7 dic. 1-0 Juventus-Inter 1-1 27 apr.
8 dic. 2-2 Lazio-Sampdoria 2-1 28 apr.
9 dic. 0-0 Milan-Torino 0-2
8 dic. 4-0 Napoli-Frosinone 2-0
9 dic. 1-1 Parma-Chievo 1-1
3-3 Sassuolo-Fiorentina 1-0 29 apr.
1-3 Udinese-Atalanta 0-2
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
17 dic. 1-0 Atalanta-Lazio 3-1 5 mag.
18 dic. 0-0 Bologna-Milan 1-2 6 mag.
16 dic. 0-1 Cagliari-Napoli 1-2 5 mag.
3-1 Fiorentina-Empoli 0-1
0-2 Frosinone-Sassuolo 2-2
15 dic. 1-0 Inter-Udinese 0-0 4 mag.
16 dic. 3-2 Roma-Genoa 1-1 5 mag.
2-0 Sampdoria-Parma 3-3
0-0 SPAL-Chievo 4-0 4 mag.
15 dic. 0-1 Torino-Juventus 1-1 3 mag.


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
22 dic. 1-1 Chievo-Inter 0-2 13 mag.
2-4 Empoli-Sampdoria 2-1 12 mag.
3-1 Genoa-Atalanta 1-2 11 mag.
1-0 Juventus-Roma 0-2 12 mag.
3-1 Lazio-Cagliari 2-1 11 mag.
0-1 Milan-Fiorentina 1-0
1-0 Napoli-SPAL 2-1 12 mag.
0-0 Parma-Bologna 1-4 13 mag.
1-1 Sassuolo-Torino 2-3 12 mag.
1-1 Udinese-Frosinone 3-1
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
26 dic. 2-2 Atalanta-Juventus 1-1 19 mag.
0-2 Bologna-Lazio 3-3 20 mag.
1-0 Cagliari-Genoa 1-1 18 mag.
0-1 Fiorentina-Parma 0-1 19 mag.
0-0 Frosinone-Milan 0-2
1-0 Inter-Napoli 1-4
3-1 Roma-Sassuolo 0-0 18 mag.
2-0 Sampdoria-Chievo 0-0 19 mag.
0-0 SPAL-Udinese 2-3 18 mag.
3-0 Torino-Empoli 1-4 19 mag.


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
29 dic. 1-0 Chievo-Frosinone 0-0 25 mag.
0-1 Empoli-Inter 1-2 26 mag.
0-0 Genoa-Fiorentina 0-0
2-1 Juventus-Sampdoria 0-2
1-1 Lazio-Torino 1-3
2-1 Milan-SPAL 3-2
3-2 Napoli-Bologna 2-3 25 mag.
0-2 Parma-Roma 1-2 26 mag.
2-6 Sassuolo-Atalanta 1-3
2-0 Udinese-Cagliari 2-1

StatisticheModifica

SquadreModifica

Capoliste solitarieModifica

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Juventus
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Classifica in divenireModifica

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Atalanta 3 4 4 4 5 6 6 6 9 12 15 18 18 18 21 24 24 25 28 31 32 35 38 38 38 41 44 45 48 51 52 53 56 59 62 65 66 69
Bologna 0 1 1 1 4 4 7 7 8 9 9 10 11 11 11 12 13 13 13 14 14 17 18 18 18 18 21 24 27 27 30 31 34 37 37 40 41 44
Cagliari 0 1 4 5 5 6 6 9 10 13 13 14 15 16 17 17 17 20 20 21 21 21 21 24 24 27 27 30 33 33 36 37 40 40 40 40 41 41
Chievo -3 -3 -2 -1 -1 -1 -1 -1 -1 -1 -1 0 1 2 3 4 5 5 8 8 8 9 9 9 10 10 10 11 11 11 11 11 14 15 15 15 16 17
Empoli 3 3 4 4 4 5 5 5 6 6 6 9 12 13 16 16 16 16 16 17 17 18 18 21 21 22 22 25 25 28 28 29 29 29 32 35 38 38
Fiorentina 1 4 7 7 10 10 13 13 14 15 16 17 18 18 19 22 25 25 26 27 30 31 32 35 36 36 37 37 38 39 39 40 40 40 40 40 40 41
Frosinone 0 1 1 1 1 1 1 1 2 5 6 7 7 8 8 8 9 10 10 10 13 13 16 16 16 17 17 17 17 20 23 23 23 23 24 24 24 25
Genoa 0 3 3 6 6 9 12 12 13 14 14 14 15 15 16 16 19 19 20 20 23 24 25 28 29 30 30 33 33 33 34 34 34 35 36 36 37 38
Inter 0 1 4 4 7 10 13 16 19 22 25 25 28 29 29 32 33 36 39 40 40 40 43 46 47 47 50 53 53 56 57 60 61 62 63 66 66 69
Juventus 3 6 9 12 15 18 21 24 25 28 31 34 37 40 43 46 49 50 53 56 59 60 63 66 69 72 75 75 78 81 84 84 87 88 89 89 90 90
Lazio 0 0 3 6 9 12 12 15 18 18 21 22 23 24 25 25 28 31 32 32 32 35 38 38 41 44 45 48 51 51 52 52 52 55 55 58 59 59
Milan 3 3 6 7 8 9 12 15 15 18 21 21 22 25 26 27 27 28 31 34 35 36 39 42 45 48 51 51 51 52 52 55 56 56 59 62 65 68
Napoli 3 6 6 9 12 15 15 18 21 22 25 28 29 32 35 38 41 41 44 47 48 51 52 53 56 56 57 60 63 63 64 67 67 70 73 76 79 79
Parma 1 1 1 4 7 7 10 13 13 13 14 17 20 20 21 21 22 25 25 28 28 29 29 29 29 30 33 33 33 33 34 35 36 37 38 38 41 41
Roma 3 4 4 5 5 8 11 14 14 15 16 19 19 20 21 24 24 27 30 33 34 35 38 41 44 44 47 47 47 48 51 54 55 58 59 62 63 66
Sampdoria 1 1 4 7 7 8 11 14 15 15 15 15 16 19 20 23 26 29 29 30 33 33 33 33 36 39 39 42 45 45 45 48 48 48 49 49 50 53
Sassuolo 3 4 7 7 10 13 13 13 14 15 18 19 19 20 21 24 25 25 25 26 29 30 30 30 31 31 32 32 32 35 36 37 38 41 42 42 43 43
SPAL 3 6 6 9 9 9 9 9 12 12 12 13 13 14 15 16 16 17 17 18 21 22 22 22 23 23 23 26 29 32 32 35 38 39 42 42 42 42
Torino 0 1 4 5 5 6 9 12 13 14 17 17 18 21 22 22 23 26 27 27 30 31 34 35 38 41 44 44 45 48 49 50 53 56 57 60 60 63
Udinese 1 4 4 5 8 8 8 8 8 9 9 9 12 13 13 13 14 15 18 18 18 19 19 22 22 25 25 25 28 29 32 32 33 33 34 37 40 43

Classifiche di rendimentoModifica

Rendimento andata-ritornoModifica
Andata Ritorno
Juventus 53 Atalanta 41
Napoli 44 Juventus 37
Inter 39 Milan 37
Lazio 32 Torino 36
Milan 31 Roma 36
Roma 30 Napoli 35
Sampdoria 29 Bologna 31
Atalanta 28 Inter 30
Torino 27 Lazio 27
Fiorentina 26 SPAL 25
Sassuolo 25 Udinese 25
Parma 25 Sampdoria 24
Cagliari 20 Empoli 22
Genoa 20 Cagliari 21
Udinese 18 Sassuolo 18
SPAL 17 Genoa 18
Empoli 16 Parma 16
Bologna 13 Frosinone 15
Frosinone 10 Fiorentina 15
Chievo 8 (-3) Chievo 9
Rendimento casa-trasfertaModifica
Casa Trasferta
Juventus 49 Juventus 41
Napoli 43 Napoli 36
Roma 41 Atalanta 34
Milan 40 Inter 31
Torino 38 Milan 28
Inter 38 Lazio 27
Atalanta 35 Torino 25
Lazio 32 Roma 25
Sampdoria 32 Sampdoria 21
Bologna 31 SPAL 20
Cagliari 30 Parma 19
Empoli 30 Sassuolo 18
Udinese 29 Fiorentina 17
Genoa 26 Frosinone 16
Sassuolo 25 Udinese 14
Fiorentina 24 Bologna 13
SPAL 22 Genoa 12
Parma 22 Cagliari 11
Chievo 10 Chievo 10
Frosinone 9 Empoli 8

Primati stagionaliModifica

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Juventus (28)
  • Maggior numero di pareggi: Fiorentina (17)
  • Maggior numero di sconfitte: Frosinone (23)
  • Minor numero di vittorie: Chievo (2)
  • Minor numero di pareggi: Juventus (6)
  • Minor numero di sconfitte: Juventus (4)
  • Miglior attacco: Atalanta (77 gol fatti)
  • Peggior attacco: Chievo (25 gol fatti)
  • Miglior difesa: Juventus (30 gol subiti)
  • Peggior difesa: Chievo (75 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Juventus (+40)
  • Peggior differenza reti: Chievo (−50)
  • Miglior serie positiva: Juventus (27, 1ª-27ª)
  • Peggior serie negativa: Chievo (7, 5ª-11ª)
  • Maggior numero di vittorie consecutive: Juventus (8, 1ª-8ª; 10ª-17ª)

Partite

  • Più gol (8):
Sassuolo-Genoa 5-3;
Sassuolo-Atalanta 2-6;
Sassuolo-Sampdoria 3-5 (8)
  • Maggior scarto di gol: Fiorentina-Chievo 6-1, Frosinone-Sampdoria 0-5, Inter-Genoa 5-0 e Frosinone-Atalanta 0-5 (5)
  • Maggior numero di reti in una giornata: 42 (28ª giornata)
  • Minor numero di reti in una giornata: 17 (16ª e 32ª giornata)
  • Maggior numero di espulsioni in una giornata: 7 (15ª e 35ª giornata)

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Gol Rigori Giocatore Squadra
26 9   Fabio Quagliarella Sampdoria
23 1   Duván Zapata Atalanta
22 2   Krzysztof Piątek Genoa (13), Milan (9)
21 5   Cristiano Ronaldo Juventus
17     Arkadiusz Milik Napoli
16     Leonardo Pavoletti Cagliari
16 1   Dries Mertens Napoli
16 3   Francesco Caputo Empoli
16 6   Andrea Petagna SPAL
15 4   Ciro Immobile Lazio
15 5   Andrea Belotti Torino
12     Josip Iličić Atalanta
11     Gervinho Parma
11     Stephan El Shaarawy Roma
11 5   Mauro Icardi Inter

NoteModifica

  1. ^ Ronaldo MVP della stagione 2018/2019, su legaseriea.it, 18 maggio 2019.
  2. ^ Handanovic miglior portiere della stagione, su legaseriea.it, 18 maggio 2019.
  3. ^ a b c d e Serie A 2018-19: via il 19 agosto. Novità Boxing Day: in campo il 22, 26 e 29 dicembre, su gazzetta.it, 5 marzo 2018.
  4. ^ a b Marco Iaria, Serie A, la Lega rinvia Samp-Fiorentina e Milan-Genoa dopo i fatti di Genova. Confermate le altre 8 gare, su gazzetta.it, 16 agosto 2018.
  5. ^ Recuperi Serie A: Sampdoria-Fiorentina il 19 settembre, Milan-Genoa a fine ottobre, su repubblica.it, 17 agosto 2018.
  6. ^ a b c Serie A, il calendario 2018/19 verrà sorteggiato il 26 luglio, su gazzetta.it, 13 luglio 2018.
  7. ^ Cristiano Ronaldo alla Juve per 100 milioni: è l’affare del secolo, su corriere.it, 10 luglio 2018.
  8. ^ Calciomercato, Juventus: Emre Can ha firmato, il tedesco arriva a parametro zero dal Liverpool, su corriere.it, 21 giugno 2018.
  9. ^ a b Accordo fatto: Bonucci torna alla Juve, Higuain e Caldara al Milan. L'attaccante argentino: "Qui per arrivare lontano", su repubblica.it, 1º agosto 2018.
  10. ^ Napoli-Ancelotti: ufficiale. Firmato un triennale. De Laurentiis fa il colpaccio, su gazzetta.it, 23 maggio 2018.
  11. ^ Calciomercato 2018 - Gli acquisti e le cessioni del Napoli, su tpi.it, 16 settembre 2018.
  12. ^ Roma, Monchi spiega il mercato del club: «Necessaria una piccola rivoluzione», su sport.ilmessaggero.it, 20 luglio 2018.
  13. ^ Alisson-Liverpool, è ufficiale. La Roma: «Grazie di tutto», su corrieredellosport.it, 19 luglio 2018.
  14. ^ Inter, ufficiale Nainggolan: Scelta semplice, carico per la nuova avventura, su repubblica.it, 26 giugno 2018.
  15. ^ Inter: ecco Asamoah e Lautaro Martinez dopo De Vrij, nerazzurri già nel futuro, su gazzetta.it, 11 maggio 2018.
  16. ^ Milan, Elliott annuncia il controllo del club: "Obbiettivi ambiziosi", su repubblica.it, 10 luglio 2018.
  17. ^ Higuain, addio Milan: tutti i numeri del flop, su panorama.it, 17 gennaio 2019.
  18. ^ Higuain al Chelsea, ora è ufficiale!, su corrieredellosport.it, 23 gennaio 2019.
  19. ^ Milan, ufficiale Piatek: al Genoa 35 milioni, su corrieredellosport.it, 23 gennaio 2019.
  20. ^ De Laurentiis: «Marek Hamsik è un giocatore del Dalian». Ufficiale, dopo 12 anni lascia il Napoli, su corriere.it, 14 febbraio 2019.
  21. ^ Quagliarella, record come Batistuta: in gol per 11 partite di fila, su corrieredellosport.it, 26 gennaio 2019.
  22. ^ a b Serie A, il calcio d'agosto non conta nulla. Tranne che per la Juventus, su ilfattoquotidiano.it, 3 settembre 2018.
  23. ^ Spal, c'è già chi scommette sul sogno europeo, su ilrestodelcarlino.it, 29 agosto 2018.
  24. ^ Udinese-Juventus 0-2: Bentancur-Ronaldo, otto vittorie su otto, su corrieredellosport.it, 6 ottobre 2018.
  25. ^ Napoli-Sassuolo 2-0: Ounas e Insigne piegano De Zerbi, su corrieredellosport.it, 7 ottobre 2018.
  26. ^ Juventus da record: è il miglior inizio di sempre in Serie A, su sport.sky.it, 12 novembre 2018.
  27. ^ Inter-Genoa 5-0: show nerazzurro con Gagliardini, Politano, Joao Mario e Nainggolan, su repubblica.it, 3 novembre 2018.
  28. ^ Serie A, 12 giornate per 5 panchine saltate: l'ultima a Udine. Tutti i cambi allenatore, su superscudetto.sky.it, 14 novembre 2018.
  29. ^ Juve, un 2018 da record: mai nessuno come i bianconeri nel girone d'andata, su corriere.it, 30 dicembre 2018.
  30. ^ Scontri Inter-Napoli: morto il tifoso interista investito da un suv scuro, su gazzetta.it, 27 dicembre 2018.
  31. ^ Juventus a +13 sul Napoli: meglio solo l'Inter post Calciopoli, su goal.com, 17 febbraio 2019.
  32. ^ Napoli-Juventus 1-2: bianconeri a +16 sugli azzurri, su corrieredellosport.it, 3 marzo 2019.
  33. ^ Dov'è finito Mauro Icardi, su ilpost.it, 5 marzo 2019.
  34. ^ Il ritorno del testaccino Ranieri e il karma della sua gente, su repubblica.it, 7 marzo 2019.
  35. ^ La Juventus oggi vince lo Scudetto se, su ilpost.it, 12 aprile 2019.
  36. ^ Serie A, Juve-Fiorentina 2-1: festa bianconera, ottavo scudetto di fila, su gazzetta.it, 20 aprile 2019.
  37. ^ Stefano Fiori, Juventus, lo scudetto di Allegri: il quinto, triste capolavoro, su foxsports.it, 20 aprile 2019.
  38. ^ Torino-Milan 2-0: Belotti su rigore e Berenguer. Mazzarri-Romagnoli espulsi, su gazzetta.it, 29 aprile 2019.
  39. ^ a b c d Atalanta e Inter vanno in Champions League, su ilpost.it, 26 maggio 2019.
  40. ^ Primo verdetto in Serie A: Chievo aritmeticamente retrocesso, su goal.com, 14 aprile 2019.
  41. ^ Flavio Sirna, Sassuolo-Frosinone 2-2: Solo pari al 'Mapei', il Frosinone è retrocesso, su goal.com, 5 maggio 2019.
  42. ^ Serie A Bologna, esonerato Inzaghi: ufficiale Mihajlovic, su corrieredellosport.it, 28 gennaio 2019.
  43. ^ Igor Tudor alla guida dell'Udinese, su udinese.it, 20 marzo 2019.
  44. ^ L'Udinese si salva, il Genoa rischia. L'Empoli sogna contro Torino e Inter, su gazzetta.it, 18 maggio 2019.
  45. ^ Pioggia di gol all'Olimpico: Bologna-Lazio è 3-3, Mihajlovic salvo, su gazzetta.it, 20 maggio 2019.
  46. ^ Genoa, Empoli, Fiorentina: chi sarà l'ultima retrocessa in Serie A? Tutte le combinazioni, su it.eurosport.com, 24 maggio 2019.
  47. ^ Claudio Savelli, Andreazzoli, troppo bello per la serie A, su esquire.com, 7 novembre 2018.
  48. ^ Empoli, Andreazzoli: "Abbiamo tenuto vivo il campionato fino all'ultimo", su repubblica.it, 26 maggio 2019.
  49. ^ Promosso dopo i play-off.
  50. ^ Sinisa Mihajlovic è il nuovo allenatore del Bologna, su bolognafc.it, 28 gennaio 2019.
  51. ^ COMUNICATO UFFICIALE: ESONERATO LORENZO D'ANNA, su chievoverona.it, 9 ottobre 2018.
  52. ^ COMUNICATO UFFICIALE: GIAN PIERO VENTURA È IL NUOVO ALLENATORE DELLA PRIMA SQUADRA, su chievoverona.it, 10 ottobre 2018.
  53. ^ UFFICIALE: RISOLUZIONE DEL CONTRATTO PER GIAN PIERO VENTURA, su chievoverona.it, 13 novembre 2018.
  54. ^ UFFICIALE: DOMENICO DI CARLO E' IL NUOVO ALLENATORE GIALLOBLU', su chievoverona.it, 13 novembre 2018.
  55. ^ Comunicato ufficiale, su empolicalcio.net, 5 novembre 2018. URL consultato il 5 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2018).
  56. ^ Giuseppe Iachini è il nuovo allenatore dell'Empoli, su empolicalcio.net, 6 novembre 2018. URL consultato il 6 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2018).
  57. ^ Comunicato ufficiale [collegamento interrotto], su empolicalcio.net, 13 marzo 2019.
  58. ^ Aurelio Andreazzoli ritorna alla guida dell'Empoli FC [collegamento interrotto], su empolicalcio.net, 13 marzo 2019.
  59. ^ ACF FIORENTINA HA RICEVUTO LE DIMISSIONI DEL MISTER STEFANO PIOLI, ALLENAMENTO SVOLTO DAL TECNICO IN SECONDA MURELLI, su it.violachannel.tv, 9 aprile 2019.
  60. ^ MONTELLA È IL NUOVO ALLENATORE DELLA FIORENTINA, su it.violachannel.tv, 10 aprile 2019.
  61. ^ MORENO LONGO SOLLEVATO DALL’INCARICO DI ALLENATORE, su frosinonecalcio.com, 19 dicembre 2018.
  62. ^ BARONI VA AL SODO: “NON C’E’ TEMPO DA PERDERE. PORTO CONVINZIONE, ENTUSIASMO, VIGORE”, su frosinonecalcio.com, 19 dicembre 2018.
  63. ^ CAMBIO IN PANCHINA: TORNA MISTER JURIC, su genoacfc.it, 9 ottobre 2018.
  64. ^ Cesare Prandelli è il nuovo tecnico, su genoacfc.it, 7 dicembre 2018.
  65. ^ EUSEBIO DI FRANCESCO NON È PIÙ IL RESPONSABILE TECNICO DELL'AS ROMA, su asroma.com, 7 marzo 2019.
  66. ^ CLAUDIO RANIERI È IL NUOVO RESPONSABILE TECNICO DELLA ROMA, su asroma.com, 8 marzo 2019.
  67. ^ Julio Velazquez esonerato dalla guida della prima squadra, su udinese.it, 13 novembre 2018.
  68. ^ Davide Nicola è il nuovo allenatore dell'Udinese, su udinese.it, 13 novembre 2018.
  69. ^ Nota ufficiale sulla guida tecnica, su udinese.it, 20 marzo 2019.
  70. ^ Igor Tudor alla guida dell'Udinese, su udinese.it, 20 marzo 2019.
  71. ^ Ammessa alla fase a gironi della UEFA Europa League 2019-2020 in qualità di vincitrice della Coppa Italia 2018-2019.
  72. ^ TFN: 3 PUNTI DI PENALIZZAZIONE AL CHIEVO VERONA, su figc.it. URL consultato il 13 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2018).
  73. ^ Serie A 2018-2019, il 26 luglio negli studi Sky il sorteggio del calendario, su sport.sky.it, 13 luglio 2018.
  74. ^ Il calendario di Serie A 2018-2019, su sport.sky.it, 26 luglio 2018.
  75. ^ a b Gara inizialmente in programma il 19 agosto ma rinviata a seguito del crollo del Ponte Morandi.