Serie A 2020-2021

119ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (l'89º a girone unico)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando gli altri tornei sportivi con lo stesso nome, vedi Serie A 2020-2021 (disambigua).
Serie A 2020-2021
Serie A TIM 2020-2021
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 119ª (89ª di Serie A)
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 19 settembre 2020
al 23 maggio 2021
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Inter
(19º titolo)
Retrocessioni Benevento
Crotone
Parma
Statistiche
Miglior giocatore Belgio Romelu Lukaku[1]
Miglior marcatore Portogallo Cristiano Ronaldo (29)
Miglior portiere Italia Gianluigi Donnarumma[1]
Incontri disputati 380
Gol segnati 1 163 (3,06 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2019-2020 2021-2022 Right arrow.svg

La Serie A 2020-2021 è stata la 119ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (l'89º a girone unico), disputato tra il 19 settembre 2020 e il 23 maggio 2021 e concluso con la vittoria dell'Inter, al suo diciannovesimo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Cristiano Ronaldo (Juventus) con 29 reti.

StagioneModifica

Ubicazione delle squadre della Serie A 2020-2021

NovitàModifica

A sostituire Lecce, Brescia e SPAL, retrocesse in Serie B nella stagione precedente, ci sono Benevento, vincitore della Serie B 2019-2020 e tornato nella massima serie dopo due stagioni d'assenza, Crotone, tornato anch'esso dopo due stagioni d'assenza, e Spezia, che ottiene la sua prima storica promozione in massima serie da vincente dei play-off.

Le regioni più rappresentate sono l'Emilia-Romagna (Bologna, Parma e Sassuolo), la Lombardia (Atalanta, Inter e Milan) e la Liguria (Genoa, Sampdoria e Spezia) con tre squadre ciascuna. Con due club a testa ci sono Lazio (Lazio e Roma), Campania (Benevento e Napoli) e Piemonte (Juventus e Torino). Infine vantano una formazione cadauna Calabria (Crotone), Friuli-Venezia Giulia (Udinese), Sardegna (Cagliari), Toscana (Fiorentina) e Veneto (Verona); in particolare, la Liguria per la prima volta nella sua storia vede tre squadre presenti in Serie A.[2]

Sono confermate un massimo di cinque sostituzioni, da effettuare utilizzando un massimo di tre interruzioni di gioco, durante la disputa degli incontri, come accaduto con la ripresa della stagione precedente, sospesa in precedenza a causa della pandemia di COVID-19.

Calendario e orari di giocoModifica

Il campionato ha avuto inizio sabato 19 settembre 2020 con i primi anticipi della prima giornata, a cui poi sono seguite le restanti domenica 20. L'ultima giornata si è giocata domenica 23 maggio 2021. Sono stati giocati sei turni infrasettimanali, in programma per il 16 e 23 dicembre 2020, 6 gennaio, 3 marzo, 21 aprile e 12 maggio 2021, e tre soste per gli impegni della Nazionale italiana, nelle partite di UEFA Nations League 2020-2021 in programma per l'11 ottobre e il 15 novembre, e di qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2022 in programma per il 28 marzo.[3]

Dopo le modifiche adottate nella parte finale dello scorso campionato a causa della pandemia di COVID-19, gli orari di gioco tornano ad assumere la forma classica pre-pandemia:[4]

  • Sabato: 3 partite
    • 1 anticipo alle 15:00
    • 1 anticipo alle 18:00
    • 1 anticipo alle 20:45
  • Domenica: 6 partite
    • 1 anticipo alle 12:30
    • 3 partite alle 15:00
    • 1 posticipo alle 18:00
    • 1 posticipo alle 20:45
  • Lunedì: 1 partita
    • 1 posticipo alle 20:45

Nelle giornate che precedono le soste per le nazionali (3ª, 7ª e 28ª) e in quelle che precedono i turni infrasettimanali (11ª, 13ª, 15ª, 24ª, 31ª e 35ª), il posticipo del lunedì alle 20:45 può essere sostituito da un anticipo il venerdì alle 20:45. I turni infrasettimanali si disputano con un anticipo martedì alle 20:45, un anticipo mercoledì alle 18:30, sei gare mercoledì alle 20:45, un posticipo giovedì alle 20:45 e, in alternativa fra loro, un anticipo martedì alle 18:30 o un posticipo giovedì alle 18:30. Nella 14ª giornata il posticipo del giovedì alle 20:45 è sostituito da un anticipo il martedì alle 20:45. La 15ª giornata si disputa domenica 3 gennaio con un anticipo alle 12:30, sette partite alle 15:00, un posticipo alle 18:00 e uno alle 20:45. Stesso programma per la 16ª giornata, mercoledì 6 gennaio, e la 29ª giornata, sabato 3 aprile. L'ultima giornata si è giocata sabato 22 maggio, con tre partite alle 20:45, e domenica 23 maggio, con una partita alle 15:00 e sei alle 20:45.[4][5]

CalciomercatoModifica

Sessione estivaModifica

 
Lo spagnolo Álvaro Morata, di ritorno in Italia a quattro anni di distanza dall'ultima esperienza, è il nuovo centravanti scelto dalla Juventus:[6] la sua sarà una stagione in chiaroscuro.[7]

La Juventus, nonostante la vittoria del nono campionato consecutivo, cambia ancora guida tecnica: dopo un solo anno a Torino, Sarri viene esonerato a causa soprattutto dello scarso feeling instaurato con l'ambiente juventino[8] e sostituito dall'esordiente Pirlo, inizialmente scelto per la guida della seconda squadra bianconera.[9] Per quanto riguarda il mercato dei giocatori, i bianconeri perfezionano con il Barcellona lo scambio di centrocampisti tra il bosniaco Pjanić, che si trasferisce agli spagnoli, e il brasiliano Arthur, che compie il percorso inverso.[10] A centrocampo si segnalano anche gli arrivi di Kulusevski, acquistato dall'Atalanta nella sessione di mercato precedente, ma lasciato in prestito al Parma,[11] McKennie dallo Schalke 04[12] e Chiesa dalla Fiorentina.[13] In attacco il rinforzo scelto dai torinesi è Morata, di ritorno dall'Atlético Madrid dopo 4 anni.[14] A salutare sono invece Matuidi[15] e Higuaín[16] che, dopo aver risolto con la Juventus, si trasferiscono all'Inter Miami. Lasciano anche Rugani, De Sciglio e Douglas Costa, che vengono ceduti in prestito rispettivamente a Rennes, Olympique Lione e Bayern Monaco.[13]

L'Inter, accreditata alla vigilia come la principale rivale dei bianconeri dopo il secondo posto dell'anno precedente,[17] riparte con Conte in panchina[18] e si rinforza sulle fasce con gli arrivi di Hakimi, di proprietà del Real Madrid, ma in prestito al Borussia Dortmund nelle ultime due stagioni,[19] di Kolarov dalla Roma e di Darmian dal Parma;[20] in mezzo al campo viene acquistato dal Barcellona Vidal, che torna in Serie A a cinque anni di distanza dall'ultima esperienza con la Juventus,[21] e in attacco ritorna Pinamonti dal Genoa. La rosa interista vede anche la conferma di Sánchez[22] e i ritorni dai prestiti di Nainggolan e Perišić, rispettivamente da Cagliari e Bayern Monaco.[23] Sul fronte partenze, vengono ceduti Godín a titolo definitivo al Cagliari[24] e Candreva in prestito con obbligo di riscatto alla Sampdoria.[25] Salutano anche Borja Valero, che non rinnova il contratto, Asamoah, che lo risolve, Biraghi e Moses, rientrati a Fiorentina e Chelsea per fine prestito, mentre l'ex capitano Icardi è ceduto a titolo definitivo al Paris Saint-Germain.[26]

 
Il marocchino Achraf Hakimi è l'acquisto stagionale più oneroso dell'Inter: dopo un iniziale periodo di ambientamento, l'esterno si rivela un fattore decisivo per il tricolore dei nerazzurri.[27]

L'Atalanta e la Lazio, le altre due squadre impegnate nella massima competizione continentale assieme a Juventus e Inter, si limitano a puntellare la rosa. I nerazzurri di Gasperini acquistano il difensore Romero dalla Juventus[28] e il trequartista Mirančuk dalla Lokomotiv Mosca.[29] Altri arrivi sono Piccini dal Valencia, Lammers dal PSV e Pessina di ritorno dal prestito al Verona. Sul fronte partenze, i bergamaschi cedono Castagne al Leicester City. I biancocelesti di Simone Inzaghi ingaggiano l'esperto portiere Reina[30] e l'attaccante kosovaro Muriqi dal Fenerbahçe;[31] altri rinforzi per i laziali sono il ritorno di Hoedt dal Southampton, Fares dalla SPAL e Pereira dal Manchester Utd. Salutano Jony e Badelj, ceduti rispettivamente all'Osasuna e al Genoa.

La Roma di Fonseca si assicura l'esperto Pedro dal Chelsea, il giovane Kumbulla dal Verona[32] e Borja Mayoral dal Real Madrid, oltre a confermare Mxit'aryan[33] e Smalling; i giallorossi salutano Kolarov, e sfoltiscono il reparto avanzato: Ünder va al Leicester City,[34] Perotti al Fenerbahçe e Kluivert al RB Lipsia. Il Milan, dopo aver dato fiducia a Pioli,[35] trattiene Ibrahimović e Kjær e scommette sui giovani Tonali,[36] Brahim Díaz e Dalot, rispettivamente da Brescia, Real Madrid e Manchester Utd; i rossoneri cedono Paquetá all'Olympique Lione e non rinnovano il contratto a Bonaventura. Il Napoli di Gattuso, oltre agli arrivi già perfezionati nella sessione di mercato precedente di Rrahmani dal Verona e di Petagna dalla SPAL, investe sull'attaccante nigeriano Osimhen, acquistato dal Lilla per una cifra record nella storia del club, e prende Bakayoko dal Chelsea;[37] sul fronte cessioni, si registrano le partenze di due colonne degli ultimi anni come Allan e Callejón.[38]

La Fiorentina di Iachini accoglie Amrabat dal Verona (già acquistato nella sessione invernale precedente) e Martínez Quarta dal River Plate e fa fronte alla partenza di Chiesa con Callejon, arrivato a parametro zero come Bonaventura[39] e Borja Valero.[40] Il Torino sceglie Marco Giampaolo per ripartire[41] e rinforza la rosa con Rodríguez, Linetty e Bonazzoli, rispettivamente da Milan e Sampdoria (gli ultimi due).[42] Il Genoa, affidato a Maran, prende Zappacosta, Pellegrini e Pjaca, rispettivamente da Chelsea e Juventus (gli ultimi due),[43] mentre la Sampdoria accoglie il già citato Candreva, Keita Baldé (dal Monaco) e Adrien Silva. Il Cagliari, oltre al prestigioso acquisto di Godín, prende Marin dall'Ajax, mentre l'Udinese riporta in Italia Deulofeu, Pereyra e Pussetto dal Watford. Tra le neopromosse, molto attivo il Benevento di Filippo Inzaghi che acquista Glik dal Monaco, Caprari dalla Sampdoria e Lapadula dal Genoa.[44]

Sessione invernaleModifica

In un mercato invernale con pochi movimenti di rilievo, si segnala il Milan, che allunga la rosa con lo svincolato Mandžukić,[45] e i prestiti di Meïté e Tomori, rispettivamente dal Torino e dal Chelsea. La Roma prende il giovane Reynolds e riporta in Italia lo svincolato El Shaarawy.[46] L'Atalanta cede il capitano Gómez, entrato in rotta di collisione con la società,[47] al Siviglia[48] e prende Mæhle dal Genk e Kovalenko dallo Šachtar. La Juventus, l'Inter e il Napoli si limitano a sfoltire la rosa, facendo partire giocatori ai margini del progetto: i bianconeri salutano Khedira, che va all'Hertha Berlino, i nerazzurri prestano Nainggolan al Cagliari, mentre gli azzurri cedono Milik all'Olympique Marsiglia e Llorente all'Udinese; dagli stessi friulani, il Verona preleva il capitano Lasagna.

Tra le altre, il Genoa riporta nel campionato italiano Strootman, in prestito dall'Olympique Marsiglia, mentre il Benevento prende sempre in prestito Gaich dal CSKA Mosca. Nel tentativo di risollevarsi in classifica dopo una prima parte di stagione deludente, il Parma acquista i giovani Zirkzee e Man e mette sotto contratto lo svincolato Pellé, il Torino prende Mandragora dalla Juventus e Sanabria dal Betis, mentre il Cagliari accoglie, oltre al già citato Nainggolan, Rugani in prestito dalla Juventus e lo svincolato Asamoah.

AvvenimentiModifica

Girone di andataModifica

 
Il portiere Gianluigi Donnarumma è uno dei punti fermi del Milan, che chiude il girone d'andata in vetta[49] e a fine anno fa ritorno in Champions League dopo 7 anni.

L'avvio di campionato fa registrare conferme e qualche sorpresa: dopo quattro giornate, a prendersi la vetta solitaria della classifica è il Milan, che fa percorso netto contando anche su un ottimo rendimento difensivo.[50] I rossoneri allungano la loro striscia di risultati utili fino alla 10ª giornata, creando un buon margine di vantaggio sulle più immediate inseguitrici, ossia i rivali cittadini dell'Inter e la coppia formata da Juventus e Napoli. I nerazzurri, dopo un inizio contrassegnato da risultati altalenanti,[51] al ritorno dalla sosta di novembre infilano un filotto di tre vittorie che li proiettano al secondo posto solitario. La Juventus — pur restando imbattuta nelle prime dieci giornate — colleziona diversi pareggi,[52] che le fanno perdere contatto dalla vetta e la tengono appaiata al Napoli, battuto tra le polemiche nello scontro diretto della 3ª giornata:[53] la vittoria dei torinesi, infatti, è determinata solo dalla giustizia sportiva, che punisce gli azzurri con la sconfitta a tavolino e un punto di penalizzazione per la mancata partecipazione all'incontro.[54] La lotta per gli altri piazzamenti europei vede coinvolti il sorprendente Sassuolo, che mette in mostra un attacco molto prolifico,[55] e i due club capitolini, la Roma e la Lazio. Tra le sorprese si segnala ancora una volta il Verona, mentre delude l'Atalanta, che resta attardata rispetto alle posizioni di vertice. Nella parte bassa della classifica, è preoccupante la situazione di squadre blasonate come la Fiorentina — protagonista del primo avvicendamento in panchina della stagione tra Iachini e Prandelli[56] —, il Torino e il Genoa.[57] Il neopromosso Crotone conferma le difficoltà del salto di categoria e resta staccato sul fondo della graduatoria.

 
Gian Piero Gasperini, al quinto anno alla guida dell'Atalanta, centra la terza qualificazione consecutiva in Champions League con i bergamaschi.

L'anno solare si chiude con l'Inter che allunga la sua striscia vincente a sette partite e si porta ad un punto dal Milan capolista, prefigurando una lotta scudetto ristretta alle due milanesi.[58] La Juventus, che si vede privata di tre punti dopo che l'ultimo grado della giustizia sportiva dispone l'annullamento della vittoria a tavolino contro il Napoli — oltre al punto di penalizzazione inflitto ai partenopei — e la disputa della partita,[59] subisce una pesante sconfitta dalla Fiorentina alla 14ª giornata e scivola al sesto posto,[60] scavalcata dalla Roma, dal Sassuolo e dallo stesso Napoli. I bianconeri vengono avvicinati da Atalanta e Lazio, che recuperano terreno rispetto ai piazzamenti europei. In zona retrocessione il Torino precipita all'ultimo posto, superato da Crotone e Genoa; il club ligure vede il ritorno di Ballardini in panchina, in sostituzione di Maran.[61] La striscia di imbattibilità del Milan si interrompe alla 16ª giornata per opera della Juventus, che scala posizioni e si riporta in zona Champions.[62] Grazie a due successi nelle ultime tre gare — e ai contemporanei passi falsi dell'Inter (che pure batte la Juventus nella 18ª giornata) — i rossoneri riescono a chiudere il girone d'andata con due punti in più dei rivali cittadini e si laureano campioni d'inverno.[63] Alle spalle delle due squadre meneghine, si conferma il buon rendimento della Roma (nonostante qualche tensione a livello ambientale),[64] mentre appaiata alla Juventus al quarto posto c'è la ritrovata Atalanta.[65] La lotta per i posti che valgono la qualificazione alle coppe europee è completata da Napoli e Lazio. Nella parte bassa della classifica, il Genoa beneficia del cambio di guida tecnica e si risolleva, al contrario Cagliari e Parma precipitano in un'evidente crisi di risultati e chiudono il girone d'andata in zona retrocessione.[66]

Girone di ritornoModifica

 
Antonio Conte, al secondo anno sulla panchina interista, riporta lo scudetto ai meneghini dopo undici anni: per lui si tratta del quarto titolo personale dopo i tre vinti con la Juventus.[67]

Dopo due giornate, in cui la distanza in vetta tra le due squadre meneghine si mantiene inalterata e la Juventus sale al terzo posto sconfiggendo la Roma nello scontro diretto,[68] alla 22ª giornata si assiste al sorpasso dell'Inter sul Milan: approfittando della sconfitta dei rossoneri sul campo del debuttante Spezia, i nerazzurri battono la Lazio e si portano in testa alla classifica con un punto di vantaggio.[69] Nella stessa giornata, la Juventus esce sconfitta dallo scontro diretto con il Napoli e viene riscavalcata dalla Roma.[70] Nel turno successivo, i nerazzurri di Conte allungano ancora sui rivali rossoneri, sconfiggendoli nettamente nella stracittadina di ritorno e portandosi a quattro punti di vantaggio.[71] Ad insidiare il Milan secondo in classifica[72] ci sono la Juventus (ritornata in terza piazza),[73] la Roma, la Lazio e l'Atalanta. Oltre la lotta per i piazzamenti europei, si registrano il buon rendimento di Sassuolo e Verona e la risalita delle due squadre genovesi. Il Torino sembra beneficiare del lavoro del nuovo allenatore Nicola e si stacca dalla zona retrocessione, cogliendo un importante successo nello scontro diretto con il Cagliari, che è il quinto club a cambiare guida tecnica dopo Fiorentina, Genoa, Parma e appunto i granata.[74] Nelle quattro giornate successive l'Inter coglie altrettante vittorie, allungando la striscia di successi consecutivi a otto e portando il margine sulla più diretta inseguitrice a nove punti.[75] Per i piazzamenti europei la lotta si fa sempre più serrata, con cinque squadre racchiuse in sette punti: se la Juventus si porta ad un solo punto dal Milan, è da segnalare la risalita del Napoli, che alla 27ª giornata coglie un importante successo proprio in casa dei rossoneri.[76] Nella parte bassa della classifica, rallentano visibilmente le neopromosse Spezia e Benevento, finendo per essere coinvolte nella lotta salvezza. A seguito del rinvio di Inter-Sassuolo alla 28ª giornata,[77] il Milan riduce le distanze dalla vetta superando la Fiorentina — che dopo la sconfitta fa fronte alle dimissioni di Prandelli[78] con il ritorno di Iachini —, mentre non ne approfitta la Juventus, che perde in casa con il Benevento e viene agganciata dall'Atalanta.[79]

 
Il portoghese Cristiano Ronaldo vince la classifica marcatori con 29 reti e contribuisce al quarto posto della Juventus, che vale la qualificazione in Champions League.

Al ritorno dalla sosta di marzo, l'Inter ottiene tre successi in altrettante gare (compreso il recupero con il Sassuolo), arrivando alla striscia record di undici successi consecutivi dall'inizio del girone di ritorno e distaccando il Milan addirittura di undici lunghezze.[80][81] I rossoneri vedono assottigliarsi il vantaggio sulla Juventus, che batte il Napoli nel recupero della 3ª giornata, e sull'Atalanta, in una lotta per i posti europei che vede coinvolti anche gli stessi partenopei e le due squadre capitoline.[82] Con l'Inter ormai lanciata verso la conquista del tricolore nelle giornate successive,[83] in seconda posizione emerge l'Atalanta, mentre il Milan — complice un evidente calo di risultati nel girone di ritorno — viene agganciato da un Napoli in ascesa e da un'altalenante Juventus, ritrovandosi virtualmente fuori dalla zona Champions dopo la netta sconfitta con la Lazio alla 33ª giornata.[84] In coda si registra un'accesa lotta salvezza: se la situazione di Crotone e Parma, nonostante i rispettivi cambi di guida tecnica, pare ormai compromessa, per l'ultimo posto la lotta coinvolge almeno sei squadre.[85] Alla 34ª giornata arrivano i primi verdetti: con la vittoria contro il Crotone e il pareggio dell'Atalanta con il Sassuolo, l'Inter conquista il 19º campionato della sua storia con quattro turni d'anticipo.[86] I calabresi e il Parma sono anche le prime due squadre a retrocedere in Serie B. Nel turno successivo si giocano due importanti scontri diretti: se per la Champions League il Milan batte la Juventus e la supera in classifica,[87] per la salvezza il Cagliari supera il Benevento, complicando ancora di più la situazione dei campani,[88] che retrocedono alla vigilia dell'ultimo turno in virtù del pareggio nel recupero della 25ª giornata tra Lazio e Torino.[89]

I verdetti relativi alle squadre qualificate alle competizioni europee vengono emessi all'ultima giornata:[90] con Inter e Atalanta già certe di partecipare alla massima competizione continentale, ad aggiudicarsi gli ultimi due posti disponibili sono il Milan e la Juventus. I rossoneri battono proprio i bergamaschi e li superano in classifica, chiudendo al secondo posto e tornando in Champions League a 7 anni di distanza dall'ultima partecipazione;[91] i bianconeri superano il Bologna e, approfittando dell'inatteso passo falso del Napoli contro il Verona,[92] strappano la qualificazione, terminando a pari punti con l'Atalanta ma al quarto posto in virtù dei risultati negli scontri diretti.[93] In Europa League si qualificano il Napoli e la Lazio, mentre ad aggiudicarsi il posto nella neonata Conference League è la Roma, che si conferma davanti alla rivelazione Sassuolo grazie alla migliore differenza reti.[94] L'Inter chiude il campionato con 91 punti, facendo registrare il suo miglior risultato in termini di punteggio dalla stagione 2006-2007, quando aveva totalizzato 97 punti.[95] A vincere la classifica marcatori è Cristiano Ronaldo, che al terzo anno in Italia riesce a primeggiare grazie alle 29 realizzazioni.[96]

Squadre partecipantiModifica

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettagli Bergamo Gewiss Stadium 3º posto in Serie A
Benevento dettagli Benevento Stadio Ciro Vigorito 1º posto in Serie B, promosso
Bologna dettagli Bologna Stadio Renato Dall'Ara 12º posto in Serie A
Cagliari dettagli Cagliari Sardegna Arena 14º posto in Serie A
Crotone dettagli Crotone Stadio Ezio Scida 2º posto in Serie B, promosso
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 10º posto in Serie A
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 17º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 2º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Allianz Stadium 1º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 4º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 6º posto in Serie A
Napoli dettagli Napoli Stadio Diego Armando Maradona[97] 7º posto in Serie A
Parma dettagli Parma Stadio Ennio Tardini 11º posto in Serie A
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 5º posto in Serie A
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 15º posto in Serie A
Sassuolo dettagli Sassuolo (MO) Mapei Stadium - Città del Tricolore (Reggio Emilia) 8º posto in Serie A
Spezia dettagli La Spezia Orogel Stadium-Dino Manuzzi (Cesena) (2ª, 4ª, 6ª, 8ª e 10ª giornata)
Stadio Alberto Picco[98]
3º posto in Serie B, promosso dopo i play-off
Torino dettagli Torino Stadio Olimpico Grande Torino 16º posto in Serie A
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli - Dacia Arena 13º posto in Serie A
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 9º posto in Serie A

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Giocatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Capocannoniere
(tra parentesi il numero dei gol segnati)
Atalanta   Gian Piero Gasperini   Duván Zapata (37)   Luis Muriel (22)
Benevento   Filippo Inzaghi   Gianluca Lapadula,
  Lorenzo Montipò (37)
  Gianluca Lapadula (8)
Bologna   Siniša Mihajlović   Musa Barrow (38)   Roberto Soriano (9)
Cagliari[99][100]   Eusebio Di Francesco (1ª-23ª)
  Leonardo Semplici (24ª-38ª)
  João Pedro,
  Răzvan Marin (37)
  João Pedro (16)
Crotone[101][102]   Giovanni Stroppa (1ª-24ª)
  Serse Cosmi (25ª-38ª)
  Simy (38)   Simy (20)
Fiorentina[103][104][105]   Giuseppe Iachini (1ª-7ª)
  Cesare Prandelli (8ª-28ª)
  Giuseppe Iachini (29ª-38ª)
  Dušan Vlahović (37)   Dušan Vlahović (21)
Genoa[106][107]   Rolando Maran (1ª-13ª)
  Davide Ballardini (14ª-38ª)
  Marko Pjaca (35)   Mattia Destro (11)
Inter   Antonio Conte   Lautaro Martínez (38)   Romelu Lukaku (24)
Juventus   Andrea Pirlo   Dejan Kulusevski (35)   Cristiano Ronaldo (29)
Lazio   Simone Inzaghi   Adam Marušić (36)   Ciro Immobile (20)
Milan   Stefano Pioli   Gianluigi Donnarumma,
  Franck Kessié (37)
  Zlatan Ibrahimović (15)
Napoli   Gennaro Gattuso   Matteo Politano (37)   Lorenzo Insigne (19)
Parma[108][109]   Fabio Liverani (1ª-16ª)
  Roberto D'Aversa (17ª-38ª)
  Luigi Sepe (36)   Hernani,
  Juraj Kucka (7)
Roma   Paulo Fonseca   Bryan Cristante,
  Lorenzo Pellegrini (34)
  Henrix Mxit'aryan (13)
Sampdoria   Claudio Ranieri   Emil Audero,
  Tommaso Augello (37)
  Fabio Quagliarella (13)
Sassuolo   Roberto De Zerbi   Andrea Consigli (37)   Domenico Berardi (17)
Spezia   Vincenzo Italiano   Emmanuel Gyasi (37)   M'Bala Nzola (11)
Torino[110][111]   Marco Giampaolo (1ª-18ª)
  Davide Nicola (19ª-38ª)
  Tomás Rincón (36)   Andrea Belotti (13)
Udinese   Luca Gotti   Rodrigo de Paul (36)   Rodrigo de Paul (9)
Verona   Ivan Jurić   Mattia Zaccagni (36)   Antonín Barák (7)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Inter 91 38 28 7 3 89 35 +54
2. Milan 79 38 24 7 7 74 41 +33
3. Atalanta 78 38 23 9 6 90 47 +43
4. Juventus 78 38 23 9 6 77 38 +39
5. Napoli 77 38 24 5 9 86 41 +45
6. Lazio 68 38 21 5 12 61 55 +6
[112] 7. Roma 62 38 18 8 12 68 58 +10
8. Sassuolo 62 38 17 11 10 64 56 +8
9. Sampdoria 52 38 15 7 16 52 54 -2
10. Verona 45 38 11 12 15 46 48 -2
11. Genoa 42 38 10 12 16 47 58 -11
12. Bologna 41 38 10 11 17 51 65 -14
13. Fiorentina 40 38 9 13 16 47 59 -12
14. Udinese 40 38 10 10 18 42 58 -16
15. Spezia 39 38 9 12 17 52 72 -20
16. Cagliari 37 38 9 10 19 43 59 -16
17. Torino 37 38 7 16 15 50 69 -19
  18. Benevento 33 38 7 12 19 40 75 -35
  19. Crotone 23 38 6 5 27 45 92 -47
  20. Parma 20 38 3 11 24 39 83 -44

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2021-2022.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Champions League 2021-2022.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Europa League 2021-2022.
      Ammessa agli spareggi della UEFA Europa Conference League 2021-2022.
      Retrocesse in Serie B 2021-2022.

Regolamento:

Tre punti per la vittoria, uno per il pareggio, zero per la sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria finale verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2020-2021.
Formazione tipo (3-5-2) Giocatori (presenze)
  Samir Handanovič (37)
  Milan Škriniar (32)
  Stefan de Vrij (32)
  Alessandro Bastoni (33)
  Achraf Hakimi (37)
  Nicolò Barella (36)
  Marcelo Brozović (33)
  Christian Eriksen (26)
  Ivan Perišić (32)
  Romelu Lukaku (36)
  Lautaro Martínez (38)
Allenatore:   Antonio Conte
Altri giocatori: Alexis Sánchez (30), Roberto Gagliardini (28), Matteo Darmian (26), Ashley Young (26), Arturo Vidal (23), Danilo D'Ambrosio (19), Stefano Sensi (18), Andrea Pinamonti (8), Andrea Ranocchia (8), Matías Vecino (8), Aleksandar Kolarov (7), Radja Nainggolan (4), Ionuț Radu (2), Daniele Padelli (1).

RisultatiModifica

TabelloneModifica

Ogni riga indica i risultati casalinghi della squadra segnata a inizio della riga, contro le squadre segnate colonna per colonna (che invece avranno giocato l'incontro in trasferta). Al contrario, leggendo la colonna di una squadra si avranno i risultati ottenuti dalla stessa in trasferta, contro le squadre segnate in ogni riga, che invece avranno giocato l'incontro in casa.

ATA BEN BOL CAG CRO FIO GEN INT JUV LAZ MIL NAP PAR ROM SAM SAS SPE TOR UDI VER
Atalanta –––– 2-0 5-0 5-2 5-1 3-0 0-0 1-1 1-0 1-3 0-2 4-2 3-0 4-1 1-3 5-1 3-1 3-3 3-2 0-2
Benevento 1-4 –––– 1-0 1-3 1-1 1-4 2-0 2-5 1-1 1-1 0-2 1-2 2-2 0-0 1-1 0-1 0-3 2-2 2-4 0-3
Bologna 2-2 1-1 –––– 3-2 1-0 3-3 0-2 0-1 1-4 2-0 1-2 0-1 4-1 1-5 3-1 3-4 4-1 1-1 2-2 1-0
Cagliari 0-1 1-2 1-0 –––– 4-2 0-0 0-1 1-3 1-3 0-2 0-2 1-4 4-3 3-2 2-0 1-1 2-2 0-1 1-1 0-2
Crotone 1-2 4-1 2-3 0-2 –––– 0-0 0-3 0-2 1-1 0-2 0-2 0-4 2-1 1-3 0-1 1-2 4-1 4-2 1-2 2-1
Fiorentina 2-3 0-1 0-0 1-0 2-1 –––– 1-1 0-2 1-1 2-0 2-3 0-2 3-3 1-2 1-2 1-1 3-0 1-0 3-2 1-1
Genoa 3-4 2-2 2-0 1-0 4-1 1-1 –––– 0-2 1-3 1-1 2-2 2-1 1-2 1-3 1-1 1-2 2-0 1-2 1-1 2-2
Inter 1-0 4-0 3-1 1-0 6-2 4-3 3-0 –––– 2-0 3-1 1-2 1-0 2-2 3-1 5-1 2-1 2-1 4-2 5-1 1-0
Juventus 1-1 0-1 2-0 2-0 3-0 0-3 3-1 3-2 –––– 3-1 0-3 2-1 3-1 2-0 3-0 3-1 3-0 2-1 4-1 1-1
Lazio 1-4 5-3 2-1 1-0 3-2 2-1 4-3 1-1 1-1 –––– 3-0 2-0 1-0 3-0 1-0 2-1 2-1 0-0 1-3 1-2
Milan 0-3 2-0 2-0 0-0 4-0 2-0 2-1 0-3 1-3 3-2 –––– 0-1 2-2 3-3 1-1 1-2 3-0 2-0 1-1 2-2
Napoli 4-1 2-0 3-1 1-1 4-3 6-0 6-0 1-1 1-0 5-2 1-3 –––– 2-0 4-0 2-1 0-2 1-2 1-1 5-1 1-1
Parma 2-5 0-0 0-3 0-0 3-4 0-0 1-2 1-2 0-4 0-2 1-3 0-2 –––– 2-0 0-2 1-3 2-2 0-3 2-2 1-0
Roma 1-1 5-2 1-0 3-2 5-0 2-0 1-0 2-2 2-2 2-0 1-2 0-2 3-0 –––– 1-0 0-0 4-3 3-1 3-0 3-1
Sampdoria 0-2 2-3 1-2 2-2 3-1 2-1 1-1 2-1 0-2 3-0 1-2 0-2 3-0 2-0 –––– 2-3 2-2 1-0 2-1 3-1
Sassuolo 1-1 1-0 1-1 1-1 4-1 3-1 2-1 0-3 1-3 2-0 1-2 3-3 1-1 2-2 1-0 –––– 1-2 3-3 0-0 3-2
Spezia 0-0 1-1 2-2 2-1 3-2 2-2 1-2 1-1 1-4 1-2 2-0 1-4 2-2 2-2 2-1 1-4 –––– 4-1 0-1 0-1
Torino 2-4 1-1 1-1 2-3 0-0 1-1 0-0 1-2 2-2 3-4 0-7 0-2 1-0 3-1 2-2 3-2 0-0 –––– 2-3 1-1
Udinese 1-1 0-2 1-1 0-1 0-0 1-0 1-0 0-0 1-2 0-1 1-2 1-2 3-2 0-1 0-1 2-0 0-2 0-1 –––– 2-0
Verona 0-2 3-1 2-2 1-1 2-1 1-2 0-0 1-2 1-1 0-1 0-2 3-1 2-1 3-0 1-2 0-2 1-1 1-1 1-0 ––––

CalendarioModifica

Il calendario è stato sorteggiato il 2 settembre 2020 a Milano nella sede della Lega Serie A.[113]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
30 set. 2-5 [114]Benevento-Inter 0-4 30 gen.
19 set. 1-0 Fiorentina-Torino 1-1 29 gen.
20 set. 4-1 Genoa-Crotone 3-0 31 gen.
3-0 Juventus-Sampdoria 2-0 30 gen.
30 set. 1-4 [115]Lazio-Atalanta 3-1 31 gen.
21 set. 2-0 Milan-Bologna 2-1 30 gen.
20 set. 0-2 Parma-Napoli 0-2 31 gen.
1-1 Sassuolo-Cagliari 1-1
30 set. 0-2 [116]Udinese-Spezia 1-0
19 set. 3-0 [117]Verona-Roma 1-3
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
28 set. 4-1 Bologna-Parma 3-0 7 feb.
26 set. 0-2 Cagliari-Lazio 0-1
27 set. 0-2 Crotone-Milan 0-4
26 set. 4-3 Inter-Fiorentina 2-0 5 feb.
27 set. 6-0 Napoli-Genoa 1-2 6 feb.
2-2 Roma-Juventus 0-2
26 set. 2-3 Sampdoria-Benevento 1-1 7 feb.
27 set. 1-4 Spezia-Sassuolo 2-1 6 feb.
26 set. 2-4 Torino-Atalanta 3-3
27 set. 1-0 Verona-Udinese 0-2 7 feb.


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
4 ott. 5-2 Atalanta-Cagliari 1-0 14 feb.
1-0 Benevento-Bologna 1-1 12 feb.
2 ott. 1-2 Fiorentina-Sampdoria 1-2 14 feb.
4 nov. 1-2 [118]Genoa-Torino 0-0 13 feb.
7 apr. 2-1 [119]Juventus-Napoli 0-1
4 ott. 1-1 Lazio-Inter 1-3 14 feb.
3-0 Milan-Spezia 0-2 13 feb.
1-0 Parma-Verona 1-2 15 feb.
3 ott. 4-1 Sassuolo-Crotone 2-1 14 feb.
0-1 Udinese-Roma 0-3
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
18 ott. 3-4 Bologna-Sassuolo 1-1 20 feb.
17 ott. 1-1 Crotone-Juventus 0-3 22 feb.
1-2 Inter-Milan 3-0 21 feb.
4-1 Napoli-Atalanta 2-4
18 ott. 5-2 Roma-Benevento 0-0
17 ott. 3-0 Sampdoria-Lazio 0-1 20 feb.
18 ott. 2-2 Spezia-Fiorentina 0-3 19 feb.
2-3 Torino-Cagliari 1-0
3-2 Udinese-Parma 2-2 21 feb.
19 ott. 0-0 Verona-Genoa 2-2 20 feb.


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
24 ott. 1-3 Atalanta-Sampdoria 2-0 28 feb.
25 ott. 1-2 Benevento-Napoli 0-2
4-2 Cagliari-Crotone 2-0
3-2 Fiorentina-Udinese 0-1
24 ott. 0-2 Genoa-Inter 0-3
25 ott. 1-1 Juventus-Verona 1-1 27 feb.
24 ott. 2-1 Lazio-Bologna 0-2
26 ott. 3-3 Milan-Roma 2-1 28 feb.
25 ott. 2-2 Parma-Spezia 2-2 27 feb.
23 ott. 3-3 Sassuolo-Torino[120] 2-3 17 mar.
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
31 ott. 3-2 Bologna-Cagliari 0-1 3 mar.
1-2 Crotone-Atalanta 1-5
2-2 Inter-Parma 2-1 4 mar.
1º nov. 0-2 Napoli-Sassuolo 3-3 3 mar.
2-0 Roma-Fiorentina 2-1
1-1 Sampdoria-Genoa 1-1
1-4 Spezia-Juventus 0-3 2 mar.
3-4 Torino-Lazio[121] 0-0 18 mag.
1-2 Udinese-Milan 1-1 3 mar.
2 nov. 3-1 Verona-Benevento 3-0


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
8 nov. 1-1 Atalanta-Inter 0-1 8 mar.
7 nov. 0-3 Benevento-Spezia 1-1 6 mar.
8 nov. 0-1 Bologna-Napoli 1-3 7 mar.
7 nov. 2-0 Cagliari-Sampdoria 2-2
8 nov. 1-3 Genoa-Roma 0-1
1-1 Lazio-Juventus 1-3 6 mar.
2-2 Milan-Verona 2-0 7 mar.
7 nov. 0-0 Parma-Fiorentina 3-3
6 nov. 0-0 Sassuolo-Udinese 0-2 6 mar.
8 nov. 0-0 Torino-Crotone 2-4 7 mar.
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
21 nov. 0-2 Crotone-Lazio 2-3 12 mar.
22 nov. 0-1 Fiorentina-Benevento 4-1 13 mar.
4-2 Inter-Torino 2-1 14 mar.
21 nov. 2-0 Juventus-Cagliari 3-1
22 nov. 1-3 Napoli-Milan 1-0
3-0 Roma-Parma 0-2
1-2 Sampdoria-Bologna 1-3
21 nov. 0-0 Spezia-Atalanta 1-3 12 mar.
22 nov. 1-0 Udinese-Genoa 1-1 13 mar.
0-2 Verona-Sassuolo 2-3


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
28 nov. 0-2 Atalanta-Verona 2-0 21 mar.
1-1 Benevento-Juventus 1-0
29 nov. 1-0 Bologna-Crotone 3-2 20 mar.
2-2 Cagliari-Spezia 1-2
30 nov. 1-2 Genoa-Parma 2-1 19 mar.
29 nov. 1-3 Lazio-Udinese 1-0 21 mar.
2-0 Milan-Fiorentina 3-2
4-0 Napoli-Roma 2-0
28 nov. 0-3 Sassuolo-Inter[122] 1-2 7 apr.
30 nov. 2-2 Torino-Sampdoria 0-1 21 mar.
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
6 dic. 0-4 Crotone-Napoli 3-4 3 apr.
7 dic. 1-1 Fiorentina-Genoa 1-1
5 dic. 3-1 Inter-Bologna 1-0
2-1 Juventus-Torino 2-2
6 dic. 0-0 Parma-Benevento 2-2
0-0 Roma-Sassuolo 2-2
1-2 Sampdoria-Milan 1-1
5 dic. 1-2 Spezia-Lazio 1-2
20 gen. 1-1 [123]Udinese-Atalanta 2-3
6 dic. 1-1 Verona-Cagliari 2-0


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
13 dic. 3-0 Atalanta-Fiorentina 3-2 11 apr.
1-5 Bologna-Roma 0-1
1-3 Cagliari-Inter 0-1
12 dic. 4-1 Crotone-Spezia 2-3 10 apr.
13 dic. 1-3 Genoa-Juventus 1-3 11 apr.
12 dic. 1-2 Lazio-Verona 1-0
13 dic. 2-2 Milan-Parma 3-1 10 apr.
2-1 Napoli-Sampdoria 2-0 11 apr.
11 dic. 1-0 Sassuolo-Benevento 1-0 12 apr.
12 dic. 2-3 Torino-Udinese 1-0 10 apr.
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
15 dic. 1-1 Benevento-Lazio 3-5 18 apr.
16 dic. 1-1 Fiorentina-Sassuolo 1-3 17 apr.
2-2 Genoa-Milan 1-2 18 apr.
1-0 Inter-Napoli 1-1
1-1 Juventus-Atalanta 0-1
0-0 Parma-Cagliari 3-4 17 apr.
17 dic. 3-1 Roma-Torino 1-3 18 apr.
16 dic. 2-2 Spezia-Bologna 1-4
15 dic. 0-0 Udinese-Crotone 2-1 17 apr.
16 dic. 1-2 Verona-Sampdoria 1-3


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
20 dic. 4-1 Atalanta-Roma 1-1 22 apr.
2-0 Benevento-Genoa 2-2 21 apr.
1-1 Cagliari-Udinese 1-0
19 dic. 1-1 Fiorentina-Verona 2-1 20 apr.
20 dic. 2-1 Inter-Spezia 1-1 21 apr.
2-0 Lazio-Napoli 2-5 22 apr.
19 dic. 0-4 Parma-Juventus 1-3 21 apr.
3-1 Sampdoria-Crotone 1-0
20 dic. 1-2 Sassuolo-Milan 2-1
1-1 Torino-Bologna 1-1
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
23 dic. 2-2 Bologna-Atalanta 0-5 25 apr.
22 dic. 2-1 Crotone-Parma 4-3 24 apr.
0-3 Juventus-Fiorentina 1-1 25 apr.
23 dic. 3-2 Milan-Lazio 0-3 26 apr.
1-1 Napoli-Torino 2-0
3-2 Roma-Cagliari 2-3 25 apr.
2-3 Sampdoria-Sassuolo 0-1 24 apr.
1-2 Spezia-Genoa 0-2
0-2 Udinese-Benevento 4-2 25 apr.
1-2 Verona-Inter 0-1


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
3 gen. 5-1 Atalanta-Sassuolo 1-1 2 mag.
0-2 Benevento-Milan 0-2 1º mag.
1-4 Cagliari-Napoli 1-1 2 mag.
0-0 Fiorentina-Bologna 3-3
1-1 Genoa-Lazio 3-4
6-2 Inter-Crotone 2-0 1º mag.
4-1 Juventus-Udinese 2-1 2 mag.
0-3 Parma-Torino 0-1 3 mag.
1-0 Roma-Sampdoria 0-2 2 mag.
0-1 Spezia-Verona 1-1 1º mag.
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
6 gen. 3-0 Atalanta-Parma 5-2 9 mag.
2-2 Bologna-Udinese 1-1 8 mag.
1-2 Cagliari-Benevento 3-1 9 mag.
1-3 Crotone-Roma 0-5
2-1 Lazio-Fiorentina 0-2 8 mag.
1-3 Milan-Juventus 3-0 9 mag.
1-2 Napoli-Spezia 4-1 8 mag.
2-1 Sampdoria-Inter 1-5
2-1 Sassuolo-Genoa 2-1 9 mag.
1-1 Torino-Verona 1-1


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
9 gen. 1-4 Benevento-Atalanta 0-2 12 mag.
10 gen. 1-0 Fiorentina-Cagliari 0-0
9 gen. 2-0 Genoa-Bologna 2-0
10 gen. 3-1 Juventus-Sassuolo 3-1
9 gen. 2-0 Milan-Torino 7-0
10 gen. 0-2 Parma-Lazio 0-1
2-2 Roma-Inter 1-3
11 gen. 2-1 Spezia-Sampdoria 2-2
10 gen. 1-2 Udinese-Napoli 1-5 11 mag.
2-1 Verona-Crotone 1-2 13 mag.
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
17 gen. 0-0 Atalanta-Genoa 4-3 15 mag.
16 gen. 1-0 Bologna-Verona 2-2 17 mag.
18 gen. 0-2 Cagliari-Milan 0-0 16 mag.
17 gen. 4-1 Crotone-Benevento 1-1
2-0 Inter-Juventus 2-3 15 mag.
15 gen. 3-0 Lazio-Roma 0-2
17 gen. 6-0 Napoli-Fiorentina 2-0 16 mag.
16 gen. 2-1 Sampdoria-Udinese 1-0
17 gen. 1-1 Sassuolo-Parma 3-1
16 gen. 0-0 Torino-Spezia 1-4 15 mag.


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
22 gen. 2-2 Benevento-Torino 1-1 23 mag.
23 gen. 2-1 Fiorentina-Crotone 0-0 22 mag.
24 gen. 1-0 Genoa-Cagliari 1-0
2-0 Juventus-Bologna 4-1 23 mag.
2-1 Lazio-Sassuolo 0-2
23 gen. 0-3 Milan-Atalanta 2-0
24 gen. 0-2 Parma-Sampdoria 0-3 22 mag.
23 gen. 4-3 Roma-Spezia 2-2 23 mag.
0-0 Udinese-Inter 1-5
24 gen. 3-1 Verona-Napoli 1-1

StatisticheModifica

SquadreModifica

Capoliste solitarieModifica

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
MilanInter
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Classifica in divenireModifica

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Atalanta 0* 3 9* 9 9 12 13 14 14 14* 17 18 21 22 25 28 31 32 36* 36 37 40 43 46 49 49 52 55 58 61 64 65 68 69 72 75 78 78
Benevento 0 3 6 6 6 6 6 9 10 11 11 12 15 18 18 21 21 21 22 22 23 24 25 25 25 26 26 29 30 30 30 31 31 31 31 31 32 33
Bologna 0 3 3 3 3 6 6 9 12 12 12 13 14 15 16 17 17 20 20 20 23 24 25 28 28 28 31 34 34 34 37 38 38 39 40 40 41 41
Cagliari 1 1 1 4 7 7 10 10 11 12 12 13 14 14 14 14 14 14 14 15 15 15 15 18 21 22 22 22 22 22 25 28 31 32 35 36 37 37
Crotone 0 0 0 1 1 1 2 2 2 2 5 6 6 9 9 9 9 12 12 12 12 12 12 12 12 15 15 15 15 15 15 15 18 18 18 21 22 23
Fiorentina 3 3 3 4 7 7 8 8 8 9 9 10 11 14 15 15 18 18 21 22 22 22 25 25 25 26 29 29 30 30 30 33 34 35 38 39 39 40
Genoa 3 3 3 4 4 5 5 5 5 6 6 7 7 10 11 11 14 15 18 21 24 25 26 26 27 27 28 31 32 32 32 33 36 36 36 39 39 42
Inter 0* 3 7* 7 10 11 12 15 18 21 24 27 30 33 36 36 37 40 41 44 47 50 53 56 59 62 65 65* 68 74* 75 76 79 82 85 88 88 91
Juventus 3 4 4* 5 6 9 10 13 14 17 20 21 24 24 27 30 33 33 36 39 42 42 45 46 49 52 55 55 56 62* 62 65 66 69 69 72 75 78
Lazio 0 3 4 4 7 10 11 14 14 17 17 18 21 21 22 25 28 31 34 37 40 40 43 43 43* 43 46 49 52 55 58 58 61 64 64 67 67 68*
Milan 3 6 9 12 13 16 17 20 23 26 27 28 31 34 37 37 40 43 43 46 49 49 49 52 53 56 56 59 60 63 66 66 66 69 72 75 76 79
Napoli 3 6 6 9 12 12 15 15 18 21 24 24 24 25 28 28 31 34 34 37 37 40 40 43 44 47 50 53 56 59 60 63 66 67 70 73 76 77
Parma 0 0 3 3 4 5 6 6 9 10 11 12 12 12 12 12 12 13 13 13 13 13 14 15 15 16 19 19 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20
Roma 0 1 4 7 8 11 14 17 17 18 21 24 24 27 30 33 34 34 37 40 40 43 44 44 47 50 50 50 51 54 54 55 55 55 58 58 61 62
Sampdoria 0 0 3 6 9 10 10 10 11 11 11 14 17 17 17 20 20 23 26 26 27 30 30 30 31 32 32 35 36 36 39 42 42 45 45 46 49 52
Sassuolo 1 4 7 10 11 14 15 18 18 19 22 23 23 26 26 29 29 30 30 31 31 34 35 35 36 36 39 39 40 43 46 49 52 53 56 56 59 62
Spezia 0* 0 3* 4 5 5 8 9 10 10 10 11 11 11 11 14 17 18 18 18 21 24 24 25 25 26 26 29 29 32 32 33 33 34 34 35 38 39
Torino 0 0 0* 0 1 1 5* 5 6 6 6 6 7 8 11 12 12 13 14 15 16 17 20 20* 20* 20 20 23* 24 27 30 31 31 34 35 35 35 37*
Udinese 0 0 0 3 3 3 4 7 10 10* 13 14 15 15 15 16 16 16 18* 21 24 24 25 28 29 32 33 33 33 33 36 36 39 39 40 40 40 40
Verona 3 6 6 7 8 11 12 12 15 16 19 19 20 20 23 24 27 27 30 30 30 33 34 35 38 38 38 38 41 41 41 41 41 42 43 43 44 45

NOTA: l'asterisco indica che l'incontro è stato rinviato o sospeso ed è presente sia in corrispondenza del turno rinviato sia in corrispondenza del turno immediatamente successivo al recupero: esso serve a segnalare che, nella stessa giornata successiva al recupero, la formazione vincente dispone di un punteggio maggiore. L'asterisco non compare con la squadra che esce sconfitta dal recupero (né in corrispondenza del rinvio, né per il recupero stesso), invece è da usare con entrambe le squadre se il recupero termina con un pareggio: in caso di pareggio o vittoria nella partita del recupero, può comportare un incremento potenziale "anomalo" (cioè di 2 punti o superiore ai 3 punti) nella giornata seguente dove il punteggio terrà conto di entrambe le partite (quella recuperata nel turno precedente e quella regolarmente giocata nel turno successivo: pareggio-pareggio = 2 punti; pareggio-vittoria o vittoria-pareggio = 4 punti; vittoria-vittoria = 6 punti). Si prenda l'esempio della terza giornata dell'Atalanta, che ha recuperato la 1ª giornata tra la 2ª e la 3ª e poi giocato regolarmente la 3ª giornata vincendole entrambe, perciò il suo punteggio è salito da 3 a 9 punti "in un solo turno".

Classifiche di rendimentoModifica

Rendimento andata-ritornoModifica
Andata Ritorno
Milan 43 Inter 50
Inter 41 Napoli 43
Juventus 39 Atalanta 42
Roma 37 Juventus 39
Atalanta 36 Milan 36
Lazio 34 Lazio 34
Napoli 34 Sassuolo 32
Sassuolo 30 Sampdoria 26
Verona 30 Roma 25
Sampdoria 26 Genoa 24
Benevento 22 Torino 23
Fiorentina 21 Cagliari 23
Bologna 20 Udinese 22
Spezia 18 Bologna 21
Genoa 18 Spezia 21
Udinese 18 Fiorentina 19
Cagliari 14 Verona 15
Torino 14 Benevento 11
Parma 13 Crotone 11
Crotone 12 Parma 7
Rendimento casa-trasfertaModifica
Casa Trasferta
Inter 52 Milan 49
Juventus 44 Inter 39
Roma 43 Atalanta 39
Lazio 42 Napoli 37
Napoli 40 Juventus 34
Atalanta 39 Sassuolo 33
Milan 30 Lazio 26
Sampdoria 30 Sampdoria 22
Sassuolo 29 Udinese 21
Bologna 26 Verona 21
Fiorentina 24 Benevento 20
Verona 24 Genoa 20
Genoa 22 Torino 19
Spezia 22 Roma 19
Cagliari 19 Cagliari 18
Udinese 19 Spezia 17
Torino 18 Fiorentina 16
Crotone 17 Bologna 15
Benevento 13 Parma 9
Parma 11 Crotone 6

Primati stagionaliModifica

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Inter (28)
  • Maggior numero di pareggi: Torino (16)
  • Maggior numero di sconfitte: Crotone (27)
  • Minor numero di vittorie: Parma (3)
  • Minor numero di pareggi: Crotone, Lazio e Napoli (5)
  • Minor numero di sconfitte: Inter (3)
  • Miglior attacco: Atalanta (90 gol fatti)
  • Peggior attacco: Parma (39 gol fatti)
  • Miglior difesa: Inter (35 gol subiti)
  • Peggior difesa: Crotone (92 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Inter (+54)
  • Peggior differenza reti: Crotone (-47)
  • Miglior serie positiva: Inter (20, 17ª-36ª giornata)
  • Peggior serie negativa: Parma (9, 30ª-38ª giornata)
  • Maggior numero di vittorie consecutive: Inter (11, 20ª-30ª giornata)

Partite

  • Partita con più gol: Inter-Crotone 6-2 (8, 15ª giornata) e Lazio-Benevento 5-3 (8, 31ª giornata)
  • Maggior scarto di gol: Torino-Milan 0-7 (7, 36ª giornata)
  • Maggior numero di reti in una giornata: 43 (2ª giornata)
  • Maggior numero di espulsioni in una giornata: 4 (12ª e 29ª giornata)

Record

  • In occasione dell'incontro della 13ª giornata tra Sassuolo e Milan, il calciatore rossonero Rafael Leão ha realizzato la rete più veloce della storia della Serie A, in 6,76 secondi.[124]
  • In occasione dell'incontro della 38ª giornata tra Atalanta e Milan, grazie ai due rigori assegnati, i rossoneri hanno fatto segnare il record di rigori ottenuti a favore in un campionato di Serie A (20). Il precedente record era stato fissato dalla Lazio la stagione precedente (18).[125]
  • In occasione dell’incontro della 38ª giornata tra Atalanta e Milan, vinto 2-0 dai rossoneri, questi ultimi hanno stabilito il record nei top 5 campionati europei di 16 vittorie in trasferta eguagliando il Real Madrid (2011-2012) e il Manchester City (2017-2018).

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Gol Rigori Giocatore Squadra
29 6   Cristiano Ronaldo Juventus
24 6   Romelu Lukaku Inter
22 2   Luis Muriel Atalanta
21 6   Dušan Vlahović Fiorentina
20 4   Ciro Immobile Lazio
20 8   Simy Crotone
19 7   Lorenzo Insigne Napoli
17 7   Domenico Berardi Sassuolo
17 2   Lautaro Martínez Inter
16 4   João Pedro Cagliari
15 3   Zlatan Ibrahimović Milan
15 1   Duván Zapata Atalanta
13 2   Fabio Quagliarella Sampdoria
13 1   Henrix Mxit'aryan Roma
13 4   Andrea Belotti Torino
13 11   Franck Kessié Milan

MVP del meseModifica

Di seguito i vincitori.[126]

Mese Giocatore Squadra
Settembre   Alejandro Gómez Atalanta
Ottobre   Zlatan Ibrahimović Milan
Novembre   Cristiano Ronaldo Juventus
Dicembre   Hakan Çalhanoğlu Milan
Gennaio   Sergej Milinković-Savić Lazio
Febbraio   Romelu Lukaku Inter
Marzo   Lorenzo Insigne Napoli
Aprile   Luis Muriel Atalanta
Maggio   Ruslan Malinovs'kyj Atalanta

Premi individuali della Lega Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Premi Lega Serie A.

Di seguito i vincitori.[1]

Premio Giocatore Squadra
Miglior giovane   Dušan Vlahović Fiorentina
Miglior portiere   Gianluigi Donnarumma Milan
Miglior difensore   Cristian Romero Atalanta
Miglior centrocampista   Nicolò Barella Inter
Miglior attaccante   Cristiano Ronaldo Juventus
Miglior giocatore   Romelu Lukaku Inter

NoteModifica

  1. ^ a b c Gli MVP della stagione 2020-2021, su legaseriea.it.
  2. ^ Calcio, Tre Liguri In A: Non Accadeva Da Ben 74 Anni!, su 104news.it, 19 settembre 2020. URL consultato il 9 aprile 2021.
  3. ^ Quando inizia la Serie A 2020/2021? Date, calendario e squadre, su goal.com, 17 settembre 2020.
  4. ^ a b Serie A 2020-2021, il programma standard di date e orari delle partite, su spaziocalcio.it, 4 settembre 2020.
  5. ^ Comunicato ufficiale n. 297 (PDF), su legaseriea.it, 17 maggio 2021.
  6. ^ Perché la Juventus ha scelto Morata, su ultimouomo.com, 22 settembre 2020.
  7. ^ Calciomercato Juve, Morata: futuro in bilico, obiettivo Kean, su tuttosport.com, 26 aprile 2021.
  8. ^ La Juventus esonera Sarri e pensa subito a Pirlo, su repubblica.it, 8 agosto 2020.
  9. ^ Juventus, è Andrea Pirlo il nuovo allenatore, su repubblica.it, 8 agosto 2020.
  10. ^ Ufficiale: Arthur alla Juve per 72 milioni, con Pjanic plusvalenza netta di 42, su gazzetta.it, 29 giugno 2020.
  11. ^ Kulusevski alla Juve, contratto fino al 2024: resta in prestito al Parma fino a giugno, su sport.sky.it, 2 gennaio 2020.
  12. ^ Juve, ufficiale McKennie: tutte le cifre dell'operazione, su gazzetta.it, 29 agosto 2020.
  13. ^ a b Juve, Kulusevski-Chiesa: i botti al via e l'ultimo giorno. Ma quante difficoltà in uscita, su gazzetta.it, 6 ottobre 2020.
  14. ^ "Bentornato Alvaro". Ora è ufficiale: Morata è un giocatore della Juve, su gazzetta.it, 21 settembre 2020.
  15. ^ Si chiude l’avventura di Matuidi alla Juventus: ufficiale la risoluzione consensuale, su goal.com, 12 agosto 2020.
  16. ^ Juve, risolto il contratto con Higuain. E la perdita sale a 90 milioni, su gazzetta.it, 17 settembre 2020.
  17. ^ Guida alla lotta per lo Scudetto 2020/21, su ultimouomo.com, 15 settembre 2020.
  18. ^ Conte e Inter, un anno vissuto intensamente: dagli sfoghi alla pace di Villa Bellini, su gazzetta.it, 26 agosto 2020.
  19. ^ Inter, Hakimi è ufficiale. Il Real: “Grazie per la tua professionalità”, su gazzetta.it, 2 luglio 2020.
  20. ^ Kolarov all'Inter, ufficiale. L'agente: "Conte ha pesato nella scelta", su gazzetta.it, 8 settembre 2020.
  21. ^ Ufficiale: Vidal è un nuovo giocatore dell'Inter. Ora si sta già allenando, su gazzetta.it, 21 settembre 2020.
  22. ^ Ufficiale, Sanchez all'Inter per altri tre anni: "Sono felice, resto in famiglia", su gazzetta.it, 6 agosto 2020.
  23. ^ Inter, Nainggolan e Perisic si allenano ad Appiano. In attesa del calciomercato, su sport.sky.it, 10 settembre 2020.
  24. ^ Godin al Cagliari, è ufficiale: addio Inter, su goal.com, 24 settembre 2020.
  25. ^ Ufficiale, Candreva lascia l'Inter: ha firmato con la Sampdoria, su goal.com, 25 settembre 2020.
  26. ^ Ufficiale: "Icardi è un giocatore del Psg". All'Inter 50 milioni più 8 di bonus. E c'è la clausola anti Juve, su gazzetta.it, 31 maggio 2020.
  27. ^ Il miglior acquisto: Achraf Hakimi, su ultimouomo.com, 20 maggio 2021.
  28. ^ Romero all'Atalanta, è ufficiale: prestito biennale dalla Juve, su goal.com, 5 settembre 2020.
  29. ^ Miranchuk all'Atalanta, arriva la conferma: c'è il comunicato nerazzurro, su goal.com, 4 settembre 2020.
  30. ^ Comunicato ufficiale acquisto Reina, su sslazio.it, 27 agosto 2020.
  31. ^ Comunicato ufficiale acquisto Muriqi, su sslazio.it, 15 settembre 2020.
  32. ^ Ufficiale, Kumbulla alla Roma, su corrieredellosport.it, 17 settembre 2020.
  33. ^ Adesso è ufficiale: Pedro è un nuovo giocatore della Roma, su goal.com, 25 agosto 2020.
  34. ^ Roma, è ufficiale: Ünder passa al Leicester, su corrieredellosport.it, 20 settembre 2020.
  35. ^ Milan, Pioli confermato. Serietà oltre ai meriti sul campo, su corriere.it, 23 luglio 2020.
  36. ^ Tonali, firma e annuncio: al Milan per 5 anni. Maldini: "Con lui futuro di grandi soddisfazioni", su gazzetta.it, 9 settembre 2020.
  37. ^ Ora è ufficiale: il nigeriano Osimhen è del Napoli, al Lilla 70 milioni in 5 anni più bonus, su gazzetta.it, 31 luglio 2020.
  38. ^ Napoli: addio a Callejon e Allan, Under e Veretout i candidati per sostituirli, su gazzetta.it, 13 agosto 2020.
  39. ^ Bonaventura alla Fiorentina: ora è ufficiale, su corrieredellosport.it, 10 settembre 2020.
  40. ^ Borja Valero, Firenze riabbraccia “il sindaco”. E già sabato Iachini ci punta, su gazzetta.it, 16 settembre 2020.
  41. ^ Giampaolo è ufficialmente l’allenatore del Torino: Cairo lancia il nuovo corso granata, su gazzetta.it, 7 agosto 2020.
  42. ^ Il Torino annuncia Linetty: ufficiale l'acquisto del polacco, su goal.com, 26 settembre 2020.
  43. ^ Pjaca e Zappacosta, doppio colpo Genoa!, su corrieredellosport.it, 19 settembre 2020.
  44. ^ Benevento, è fatta per Lapadula dal Genoa: contratto fino al 2023, su sport.sky.it, 30 agosto 2020.
  45. ^ Ufficiale, Mandzukic al Milan: ha firmato fino a fine stagione, su goal.com, 19 gennaio 2021.
  46. ^ El Shaarawy: "Roma, mi eri rimasta nel cuore. Ripagherò sul campo la fiducia", su gazzetta.it, 30 gennaio 2021.
  47. ^ Il nodo Argentina e il dissidio tattico: così Gomez ha rotto con Gasp, su gazzetta.it, 15 dicembre 2020.
  48. ^ Papu Gomez al Siviglia, ora è ufficiale: contratto fino al 2024, su goal.com, 26 gennaio 2021.
  49. ^ Batman Handa, il rapper Gollini e soci: la Serie A è tornata in buone mani, su gazzetta.it, 17 dicembre 2020.
  50. ^ Questo Milan è un bunker: in Europa nessuno meglio in difesa, su gazzetta.it, 19 ottobre 2020.
  51. ^ Inter e Juve sgonfiate. Lazio in tilt, su corrieredellosport.it, 18 ottobre 2020.
  52. ^ La Juve scopre la pareggite, ma Pirlo è sereno: “Siamo sulla strada giusta”, su lastampa.it, 26 ottobre 2020.
  53. ^ Allo stadio la partita fantasma. Juve-Napoli dichiarata non disputata. Spadafora: "Far prevalere interesse salute", su repubblica.it, 4 ottobre 2020.
  54. ^ Juve-Napoli 3-0 a tavolino e 1 punto di penalizzazione agli azzurri. ADL fa ricorso, su gazzetta.it, 14 ottobre 2020.
  55. ^ Tre cose sulla quarta giornata di Serie A, su rivistaundici.com, 19 ottobre 2020.
  56. ^ Fiorentina, esonerato Iachini, arriva Prandelli, su corrieredellosport.it, 9 novembre 2020.
  57. ^ Giampaolo: "Mi aspettavo un inizio difficile. Però speravo di fare punti", su tuttosport.com, 18 ottobre 2020.
  58. ^ Theo-Hakimi, è partita la corsa scudetto fra Milan e Inter, su sport.sky.it, 24 dicembre 2020.
  59. ^ Accolto il ricorso, Juventus-Napoli si rigioca, su repubblica.it, 22 dicembre 2020.
  60. ^ La Juve di Pirlo non va: ecco tutti i motivi, su corrieredellosport.it, 25 dicembre 2020.
  61. ^ Genoa, ufficiale l'esonero di Maran. Arriva Ballardini, su gazzetta.it, 21 dicembre 2020.
  62. ^ Milan, è il primo k.o. dopo 27 risultati utili consecutivi in A: non perdeva da 10 mesi, su gazzetta.it, 6 gennaio 2021.
  63. ^ Milan sconfitto e campione d'inverno: negli 8 precedenti in Serie A è stato scudetto, su sport.sky.it, 24 gennaio 2021.
  64. ^ Caos Roma, Fonseca nel mirino. Tre big sul taccuino, su gazzetta.it, 20 gennaio 2021.
  65. ^ Atalanta da scudetto? Merito anche della super difesa, su tuttosport.com, 25 gennaio 2021.
  66. ^ Serie A, la classifica del girone d'andata rispetto al 2019-2020. Il confronto, su sport.sky.it, 25 gennaio 2021.
  67. ^ Scudetto all'Inter, Conte mette fine al dominio Juve, su tuttosport.com, 2 maggio 2021.
  68. ^ Juventus-Roma 2-0, Ronaldo trascina i bianconeri al terzo posto, su repubblica.it, 6 febbraio 2021.
  69. ^ Lukaku abbatte la Lazio: l'Inter sorpassa il Milan ed è sola in vetta, su gazzetta.it, 14 febbraio 2021.
  70. ^ Festa Insigne: 100° gol col Napoli e Juve battuta su rigore, su gazzetta.it, 13 febbraio 2021.
  71. ^ Lu-La da favola: l’Inter strapazza il Milan e va in fuga, su gazzetta.it, 23 febbraio 2021.
  72. ^ Milan-Inter, Lautaro ora vale più di Dybala. Perisic è un’altra scommessa vinta da Conte. I limiti di Ibra, su corriere.it, 22 febbraio 2021.
  73. ^ Juventus-Crotone 3-0, Ronaldo e McKennie trascinano i bianconeri al terzo posto, su repubblica.it, 22 febbraio 2021.
  74. ^ Cagliari: ufficiale l'esonero di Di Francesco, su raisport.rai.it, 22 febbraio 2021.
  75. ^ Milan a -9 dall'Inter, la Juve sogna l'impresa: il calendario della corsa scudetto, su sport.sky.it, 15 marzo 2021.
  76. ^ Impresa Napoli: Milan a -9 dall'Inter. Si infiamma la corsa Champions, su gazzetta.it, 14 marzo 2021.
  77. ^ Ufficiale, Inter-Sassuolo rinviata a data da destinarsi, su corrieredellosport.it, 18 marzo 2021.
  78. ^ Prandelli, le dimissioni dalla Fiorentina e la lettera: ecco le vere ragioni dell’addio, su corriere.it, 24 marzo 2021.
  79. ^ Juventus-Benevento 0-1: Gaich affonda i bianconeri, su repubblica.it, 21 marzo 2021.
  80. ^ Inter da record: 11 vittorie nelle prime 11 del ritorno, superato il Milan di Sacchi, su tuttomercatoweb.com, 11 aprile 2021.
  81. ^ Inter, Sconcerti: nerazzurri senza rivali, Milan non pronto. Inseguire il quarto posto non fa crescere la A, su corriere.it, 12 aprile 2021.
  82. ^ Serie A, è volata per qualificarsi alla Champions: il calendario delle 6 squadre in corsa, su sport.sky.it, 12 aprile 2021.
  83. ^ Inter, Conte: "Una vittoria che vale 9 punti, scudetto al 95%", su repubblica.it, 25 aprile 2021.
  84. ^ Serie A, è volata per qualificarsi alla Champions: il calendario delle 5 squadre in corsa, su sport.sky.it, 26 aprile 2021.
  85. ^ Serie A, volata per la salvezza: il calendario delle sei squadre in corsa, su sport.sky.it, 25 aprile 2021.
  86. ^ L’Inter vince lo scudetto: è campione d’Italia per la diciannovesima volta, su corriere.it, 2 maggio 2021.
  87. ^ Milan da urlo allo Stadium: Juve schiantata, Champions più vicina, su gazzetta.it, 9 maggio 2021.
  88. ^ Benevento-Cagliari 1-3, i sardi fanno il colpo e vedono la salvezza, su repubblica.it, 9 maggio 2021.
  89. ^ Benevento retrocesso in serie B: finale amaro davanti alla tv, su corrieredellosport.it, 18 maggio 2021.
  90. ^ Milan, Atalanta e Juve in Champions. Ed ecco chi va in Europa League e Conference, su gazzetta.it, 23 maggio 2021.
  91. ^ Diavolo in paradiso: il Milan sbanca Bergamo e ritrova la Champions, su gazzetta.it, 23 maggio 2021.
  92. ^ Napoli, sogno infranto: 1-1 con il Verona, è Europa League, su gazzetta.it, 23 maggio 2021.
  93. ^ La Juve passeggia a Bologna e ringrazia il Verona: è Champions!, su gazzetta.it, 23 maggio 2021.
  94. ^ Roma in Europa con l'ultimo treno Mkhitaryan: con lo Spezia finisce 2-2, su gazzetta.it, 23 maggio 2021.
  95. ^ L'Inter chiude in bellezza: manita all'Udinese e quota 91 punti, su gazzetta.it, 23 maggio 2021.
  96. ^ Cristiano Ronaldo capocannoniere in Serie A dopo Liga e Premier League, su sport.sky.it, 24 maggio 2021.
  97. ^ Fino alla 9ª giornata Stadio San Paolo, cfr. Napoli, intitolato lo stadio a Maradona, su video.repubblica.it, 4 dicembre 2020.
  98. ^ In seguito all'approvazione da parte della Commissione Criteri Infrastrutturali della FIGC, la squadra è autorizzata a giocare le partite casalinghe allo Stadio Alberto Picco di La Spezia a partire dalla 12ª giornata, cfr. Comunicato ufficiale n. 116 (PDF), su legaseriea.it, 11 dicembre 2020.
  99. ^ Comunicato della Società, su cagliaricalcio.com, 22 febbraio 2021.
  100. ^ Semplici nuovo allenatore del Cagliari, su cagliaricalcio.com, 22 febbraio 2021.
  101. ^ Giovanni Stroppa sollevato dall’incarico, su fccrotone.it, 1º marzo 2021.
  102. ^ Serse Cosmi è il nuovo allenatore del Crotone, su fccrotone.it, 1º marzo 2021.
  103. ^ Cesare Prandelli è il nuovo allenatore della Fiorentina, su acffiorentina.com, 9 novembre 2020.
  104. ^ Nota Fiorentina: dimissioni Cesare Prandelli, su acffiorentina.com, 23 marzo 2021.
  105. ^ Beppe Iachini torna alla guida della Fiorentina, su acffiorentina.com, 24 marzo 2021.
  106. ^ Comunicato stampa – Genoa CFC, su genoacfc.it, 21 dicembre 2020.
  107. ^ Davide Ballardini è l'allenatore del Genoa, su genoacfc.it, 21 dicembre 2020.
  108. ^ Fabio Liverani sollevato dall'incarico, su parmacalcio1913.com, 7 gennaio 2021.
  109. ^ Bentornato Roberto D'Aversa, su parmacalcio1913.com, 7 gennaio 2021.
  110. ^ Giampaolo esonerato, su torinofc.it, 18 gennaio 2021.
  111. ^ Davide Nicola allenatore del Toro, su torinofc.it, 19 gennaio 2021.
  112. ^ Il diritto a partecipare alla UEFA Europa Conference League 2021-2022 passa alla settima classificata in quanto la Juventus, vincitrice della Coppa Italia, è già qualificata alle coppe europee tramite il piazzamento in campionato.
  113. ^ Comunicato ufficiale n. 4 (PDF), su legaseriea.it, 2 settembre 2020.
  114. ^ Partita posticipata a tale data a causa degli impegni dell'Inter nella fase a eliminazione diretta della UEFA Europa League 2019-2020 in parte giocata nel mese di agosto, cfr. Comunicato ufficiale n. 18 (PDF), su legaseriea.it, 11 settembre 2020.
  115. ^ Partita posticipata a tale data a causa degli impegni dell'Atalanta nella fase a eliminazione diretta della UEFA Champions League 2019-2020 in parte giocata nel mese di agosto, cfr. Comunicato ufficiale n. 18 (PDF), su legaseriea.it, 11 settembre 2020.
  116. ^ Partita posticipata a tale data a causa degli impegni dello Spezia nei play-off della Serie B 2019-2020 giocati nel mese di agosto, cfr. Comunicato ufficiale n. 18 (PDF), su legaseriea.it, 11 settembre 2020.
  117. ^ Partita inizialmente conclusasi con il risultato di 0-0, ma successivamente assegnata, dal giudice sportivo, per 3-0 a tavolino a favore del Verona a causa dello schieramento del giocatore Amadou Diawara, fuori lista, da parte della Roma, cfr. Comunicato ufficiale n. 32 (PDF), su legaseriea.it, 22 settembre 2020.
  118. ^ La partita, inizialmente prevista il 3 ottobre, è stata posticipata a tale data a causa della positività al SARS-CoV-2 di diversi giocatori del Genoa, cfr. Comunicato ufficiale n. 56 (PDF), su legaseriea.it, 7 ottobre 2020.
  119. ^ La partita, inizialmente prevista il 4 ottobre, non è stata disputata a causa dell'assenza sul terreno di gioco del Napoli, non presentatosi a Torino adducendo un divieto imposto dall'ASL Napoli 1 relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. Juve-Napoli: ecco documento Asl, non contempla protocollo gare, su ansa.it, 3 ottobre 2020. Non contemplando nella posizione dell'ASL la violazione del Protocollo FIGC approvato dal Comitato Tecnico Scientifico del Ministero della salute circa l'attività degli atleti professionisti, il 14 ottobre 2020 il giudice sportivo aveva assegnato il 3-0 a tavolino a favore della Juventus, cfr. Comunicato ufficiale n. 65 (PDF), su legaseriea.it, 14 ottobre 2020. Il 22 dicembre 2020 il Collegio di Garanzia del CONI, ribaltando le precedenti decisioni della giustizia federale, accoglie il ricorso presentato da parte del Napoli contro la sconfitta a tavolino e il punto di penalizzazione in classifica, stabilendo che la partita debba disputarsi, cfr. Accolto il ricorso del Napoli annullata la sconfitta a tavolino e il punto di penalizzazione, su coni.it, 22 dicembre 2020. A seguito della decisione, il giorno successivo la Lega Serie A rinvia la gara a data da destinarsi, cfr. Comunicato ufficiale n. 126 (PDF), su legaseriea.it, 23 dicembre 2020. Il 3 marzo 2021 la partita è stata riprogrammata al 17 marzo, cfr. Comunicato ufficiale n. 205 (PDF), su legaseriea.it, 3 marzo 2021. Il 12 marzo 2021 la partita, su richiesta di entrambe le società, è stata spostata a tale data, cfr. Comunicato ufficiale n. 219 (PDF), su legaseriea.it, 12 marzo 2021.
  120. ^ La partita, inizialmente prevista il 26 febbraio, è stata posticipata a tale data a causa della positività al SARS-CoV-2 di diversi giocatori del Torino, cfr. Comunicato ufficiale n. 196 (PDF), su legaseriea.it, 25 febbraio 2021.
  121. ^ La partita, inizialmente prevista il 2 marzo, non è stata disputata a causa dell'assenza sul terreno di gioco del Torino, non presentatosi a Roma adducendo un divieto imposto dall'ASL Torino 1 relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. Toro rispetta quarantena Asl, non parte per Roma, su ansa.it, 2 marzo 2021. Il 12 marzo 2021 il giudice sportivo ha stabilito che la partita debba disputarsi, cfr. Comunicato ufficiale n. 218 (PDF), su legaseriea.it, 12 marzo 2021. Il 26 aprile 2021 la partita è stata riprogrammata a tale data, cfr. Comunicato ufficiale n. 269 (PDF), su legaseriea.it, 26 aprile 2021.
  122. ^ La partita, inizialmente prevista il 20 marzo, è stata posticipata a tale data a causa della positività al SARS-CoV-2 di diversi giocatori dell'Inter, cfr. Comunicato ufficiale n. 234 (PDF), su legaseriea.it, 24 marzo 2021.
  123. ^ La partita, inizialmente prevista il 6 dicembre, è stata posticipata a tale data a causa di avverse condizioni meteorologiche, cfr. Comunicato ufficiale n. 120 (PDF), su legaseriea.it, 18 dicembre 2020.
  124. ^ Sassuolo-Milan, Leao segna dopo 6 secondi: è record in Serie A, su goal.com, 20 dicembre 2020.
  125. ^ Milan, 20 rigori in Serie A: nuovo record per un singolo campionato, su goal.com, 23 maggio 2021.
  126. ^ Most Valuable Players Serie A TIM – Stagione 2020/2021, su legaseriea.it.

Altri progettiModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio