Apri il menu principale

Serie B 1997-1998

edizione del torneo calcistico
Serie B 1997-1998
Competizione Serie B
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 89ª (66ª di Serie B)
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 31 agosto 1997
al 14 giugno 1998
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Salernitana
(2º titolo)
Altre promozioni Venezia
Cagliari
Perugia
Retrocessioni Foggia
Ancona
Padova
Castel di Sangro
Statistiche
Miglior marcatore Italia Marco Di Vaio (21)
Incontri disputati 380
Gol segnati 897 (2,36 per incontro)
Salernitana Sport 1997-98.jpg
La Salernitana vincitrice del campionato e di ritorno in massima serie dopo 50 anni
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1996-1997 1998-1999 Right arrow.svg

La Serie B 1997-1998 fu la 96ª edizione del secondo livello del campionato italiano di calcio, la 89ª dall'istituzione del livello (il 66º a girone unico).

Indice

StagioneModifica

Il campionato venne vinto agevolmente dalla Salernitana che mise in bacheca il secondo torneo di Serie B della sua storia, ritornando in massima serie a mezzo secolo di distanza dal suo fin lì unico precedente. Dopo aver inizialmente rincorso da vicino il Venezia, la netta vittoria nello scontro diretto del 14 dicembre 1997 al Penzo (3-0) diede ai campani la testa della classifica; la squadra di Delio Rossi mantenne ininterrottamente il primo posto fino al termine del campionato, stabilendo una striscia stagionale di 17 risultati utili e conquistando la promozione con ben 5 turni di anticipo, giunta matematica il 10 maggio 1998 proprio nella sfida di ritorno contro i veneti all'Arechi.[1] Per l'ippocampo ci fu anche la soddisfazione di portare il suo attaccante Marco Di Vaio, con un bottino di 21 gol, in cima alla classifica marcatori del torneo.

 
Marco Di Vaio completò il trionfo salernitano issandosi a capocannoniere del torneo con 21 gol.

In zona-promozione, dei restanti tre pass due furono appannaggio del succitato Venezia, allenato da un Walter Novellino alla prima di quattro promozioni in massima categoria che otterrà nel lustro seguente,[2] e del Cagliari; mentre i lagunari, similmente alla Salernitana, posero fine a un lungo digiuno che li vedeva assenti dalla massima categoria da trentuno anni,[3] i sardi di Gian Piero Ventura si riaffacciarono in Serie A dopo una sola annata tra i cadetti. Le due compagini giovarono della prolificità sottoporta dei loro attaccanti, l'arancioneroverde Schwoch e il rossoblù Muzzi, che toccarono entrambi quota 17 centri.

Per il quarto e ultimo posto utile alla promozione, Perugia e Torino chiusero il torneo a pari punti, distanziando abbastanza nettamente le più dirette inseguitrici. I granata di Edy Reja furono a lungo visti come i maggiori candidati al ritorno in A, tuttavia nelle giornate conclusive occorsero in un deciso rallentamento[4][5] di cui giovarono gli umbri, che nonostante ben quattro avvicendamenti tecnici nell'arco della stagione,[6] con un ottimo ruolino finale riuscirono non senza sorpresa ad agganciare i piemontesi.[4][5] Il campionato ebbe così un'appendice nello spareggio-promozione del 21 giugno 1998 a Reggio Emilia — la cui disputa rimase peraltro in forse per qualche giorno, dato che sul 2-1 biancorosso nello scontro diretto del precedente 7 giugno pendeva un sub judice per un ricorso (poi non accolto) del Torino[7] —, che vide il Perugia di Ilario Castagner prevalere ai rigori e far così ritorno in massima serie dopo soli dodici mesi di assenza.[8][9] I grifoni centrarono il salto di categoria nonostante la mancanza di un bomber nel reparto avanzato; non bastarono invece ai granata le 18 reti di Ferrante.

La lotta per non retrocedere vide l'epilogo della favola del piccolo Castel di Sangro, fanalino di coda della classifica e di ritorno in Serie C1 dopo un biennio[10] in cui si era guadagnato la simpatia trasversale del calcio nazionale. A far compagnia agli abruzzesi anche l'Ancona, appena un anno dopo aver ritrovato la cadetteria, mentre ben più rumorose furono le cadute di un Foggia ormai lontano dai fasti zemaniani dei primi anni 1990,[3] e di un Padova costretto alla C1 dopo oltre un decennio.[11]

Squadre partecipantiModifica

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Ancona dettagli Ancona Stadio del Conero 2º posto in Serie C1/B (promosso dopo i play-off)
Cagliari dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 15º posto in Serie A
Castel di Sangro dettagli Castel di Sangro (AQ) Stadio Teofilo Patini 15º posto in Serie B
Chievo dettagli Chievo (Verona) Stadio Marcantonio Bentegodi 6º posto in Serie B
Fidelis Andria dettagli Andria Stadio Degli Ulivi 1º posto in Serie C1/B
Foggia dettagli Foggia Stadio Pino Zaccheria 11º posto in Serie B
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 5º posto in Serie B
Lucchese dettagli Lucca Stadio Porta Elisa 14º posto in Serie B
Monza dettagli Monza Stadio Brianteo 5º posto in Serie C1/A (promosso dopo i play-off)
Padova dettagli Padova Stadio Euganeo 11º posto in Serie B
Perugia dettagli Perugia Stadio Renato Curi 16º posto in Serie A
Pescara dettagli Pescara Stadio Adriatico 6º posto in Serie B
Ravenna dettagli Ravenna Stadio Bruno Benelli 8º posto in Serie B
Reggiana dettagli Reggio Emilia Stadio Giglio 18º posto in Serie A
Reggina dettagli Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo 10º posto in Serie B
Salernitana dettagli Salerno Stadio Arechi 15º posto in Serie B
Torino dettagli Torino Stadio Delle Alpi 9º posto in Serie B
Treviso dettagli Treviso Stadio comunale di Monigo[12] 1º posto in Serie C1/A
Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo 13º posto in Serie B
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 17º posto in Serie A

AllenatoriModifica

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Ancona[13][14]   Francesco Giorgini (1ª-27ª)
  Franco Scoglio (28ª-31ª)
  Francesco Giorgini (32ª-38ª)
  Alessandro Cesaretti,
  Francesco Nocera,
  Davide Tentoni (32)
  Francesco Flachi (10)
Cagliari   Gian Piero Ventura   Roberto Muzzi,
  Gaetano Vasari (36)
  Roberto Muzzi (17)
Castel di Sangro[15]   Osvaldo Jaconi (1ª-27ª)
  Franco Selvaggi (28ª-38ª)
  Cristian Baglieri,
  Gionatha Spinesi (32)
  Damiano Longhi (9)
Chievo   Silvio Baldini   Maurizio D'Angelo,
  Lorenzo D'Anna (35)
  Raffaele Cerbone (12)
Fidelis Andria   Giuseppe Papadopulo   Oberdan Biagioni (36)   Oberdan Biagioni (15)
Foggia[16][17]   Domenico Caso (1ª-22ª)
  Beniamino Cancian e   Giovanni Galli (23ª-29ª)
  Domenico Caso (30ª-38ª)
  Flavio Roma (36)   Vincenzo Chianese (16)
Genoa[18][19]   Gaetano Salvemini (1ª-5ª)
  Claudio Maselli (6ª-15ª)
  Tarcisio Burgnich (16ª-38ª)
  Silvio Vittorio Giampietro (34)   Federico Giampaolo,
  Mohamed Kallon (10)
Lucchese   Luigi De Canio   Roberto Colacone,
  Moreno Longo,
  Roberto Paci,
  Ighli Vannucchi (35)
  Roberto Paci (16)
Monza[20][21]   Luigi Radice (1ª-5ª)
  Bruno Bolchi (6ª-24ª)
  Pierluigi Frosio (25ª-38ª)
  Marcello Campolonghi (34)   Cosimo Francioso (14)
Padova[22]   Giuseppe Pillon (1ª-18ª)
  Mario Colautti (19ª-38ª)
  Andrea Turato (33)   Vincenzo Mazzeo (7)
Perugia[23][24][25]   Attilio Perotti (1ª-8ª)
  Alberto Bigon (9ª-16ª)
  Attilio Perotti (17ª-27ª)
  Ilario Castagner (28ª-38ª e spareggio)
  Stefano Guidoni (35)   Antonino Bernardini (11)
Pescara[26]   Maurizio Viscidi (1ª-22ª)
  Adriano Buffoni (23ª-38ª)
  Ottavio Palladini (37)   Giovanni Pisano (7)
Ravenna[27]   Mauro Sandreani (1ª-24ª)
  Sergio Santarini (25ª-38ª)
    Hugo Rubini (37)   Enrico Buonocore (9)
Reggiana[28]   Francesco Oddo (1ª-8ª)
  Franco Varrella (9ª-38ª)
  Roberto Cevoli (34)   Giacomo Banchelli (10)
Reggina   Franco Colomba   Davide Micillo (36)   Giacomo Lorenzini (9)
Salernitana   Delio Rossi   Roberto Breda (37)   Marco Di Vaio (21)
Torino[29]   Giancarlo Camolese e   Graeme Souness (D.T.) (1ª-6ª)
  Edoardo Reja (7ª-38ª e spareggio)
  Marco Ferrante (37)   Marco Ferrante (18)
Treviso   Gianfranco Bellotto   Diego Bonavina,
  Alessandro De Poli (37)
  Flavio Fiorio (9)
Venezia   Walter Novellino   Francesco Pedone (37)   Stefan Schwoch (17)
Verona[30]   Luigi Cagni (1ª-27ª)
  Sergio Maddè (28ª-38ª)
  Eugenio Corini (35)   Antonio De Vitis (12)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
  1. Salernitana 72 38 19 15 4 65 32
  2. Venezia 64 38 17 13 8 51 31
  3. Cagliari 63 38 15 18 5 53 36
  4. Perugia[31] 62 38 16 14 8 46 37
5. Torino 62 38 17 11 10 50 40
6. Reggina 53 38 13 14 11 37 41
7. Verona 53 38 15 8 15 51 38
8. Treviso 52 38 12 16 10 43 42
9. Genoa 51 38 14 9 15 50 53
10. Chievo 50 38 12 14 12 43 46
11. Reggiana 50 38 13 11 14 36 35
12. Fidelis Andria 48 38 11 15 12 42 43
13. Pescara 47 38 12 11 15 41 48
14. Ravenna 45 38 11 12 15 41 43
15. Lucchese 44 38 11 11 16 35 47
16. Monza 44 38 9 17 12 48 56
  17. Foggia 41 38 9 14 15 48 55
  18. Ancona 40 38 8 16 14 49 61
  19. Padova 36 38 8 12 18 30 49
  20. Castel di Sangro 30 38 5 15 18 38 64

Legenda:

      Promosso in Serie A 1998-1999.
      Retrocesso in Serie C1 1998-1999.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Salernitana Sport 1997-1998.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
  Daniele Balli (33)
  Francesco Galeoto (34)
  Ciro Ferrara (27)
  Mirko Cudini (22)
  Vittorio Tosto (36)
  Giovanni Tedesco (35)
  Roberto Breda (37)
  Giacomo Tedesco (35)
  Carlo Ricchetti (27)
  Edoardo Artistico (30)
  Marco Di Vaio (36)
Altri giocatori: Paolo Rachini (30), Ciro De Cesare (28), Ivan Franceschini (23), Renato Greco (20), Alessandro Del Grosso (19), Václav Koloušek (18), Luca Fusco (11), Michele Fini (9), Marco Napolioni (8), Andrea Ivan (5), Fabio Moro (3), Alfredo Cariello (1), Alessio Pirri (1).

RisultatiModifica

TabelloneModifica

Anc Cag CdS Chi FAn Fog Gen Luc Mon Pad Per Pes Rav Reg Reg Sal Tor Tre Ven Ver
Ancona –––– 4-1 1-1 3-2 2-0 3-2 4-3 0-1 0-1 0-0 2-2 0-0 0-2 1-1 2-3 3-3 1-0 4-4 0-1 0-0
Cagliari 3-0 –––– 1-1 2-2 3-0 1-1 1-1 3-1 2-2 1-0 0-0 2-0 2-1 0-0 2-0 1-1 2-2 2-0 1-1 2-1
Castel di Sangro 1-1 0-3 –––– 0-4 3-3 0-1 3-3 0-2 1-1 1-1 1-1 1-1 2-1 2-2 1-1 3-5 2-1 0-0 1-3 0-2
Chievo 0-1 2-1 1-1 –––– 1-1 1-1 0-1 3-1 1-1 1-1 1-1 2-2 2-0 1-0 1-0 1-1 0-2 1-0 1-1 2-0
Fidelis Andria 1-1 1-1 1-0 1-0 –––– 2-0 2-0 3-0 1-3 2-0 1-1 3-0 0-0 1-1 0-2 2-2 0-2 0-0 1-1 1-0
Foggia 2-2 1-1 2-0 0-1 2-1 –––– 3-1 2-2 5-1 2-0 1-1 1-0 2-2 0-2 3-2 2-0 0-3 0-0 1-2 0-0
Genoa 2-1 1-3 2-1 0-1 2-1 3-2 –––– 1-1 5-1 1-0 2-0 4-0 1-0 2-2 0-0 1-1 2-2 0-1 3-1 1-0
Lucchese 1-1 1-2 1-0 1-2 1-0 2-0 2-3 –––– 0-0 2-0 0-0 0-3 2-1 2-1 0-1 1-1 3-1 0-0 2-0 1-0
Monza 3-3 0-0 2-2 1-0 1-1 1-1 0-0 3-1 –––– 2-0 0-2 1-1 1-2 0-0 0-1 1-1 1-1 1-1 1-0 5-1
Padova 0-1 1-2 0-1 3-2 0-0 3-0 1-1 1-1 1-2 –––– 3-1 1-0 0-0 0-0 3-1 0-0 2-1 0-0 0-0 0-0
Perugia 1-1 1-1 1-0 3-0 4-1 2-2 1-0 1-0 3-2 1-3 –––– 1-1 2-1 2-0 0-1 1-1 2-1 2-1 2-0 2-1
Pescara 3-2 0-1 1-2 3-1 0-2 1-0 1-0 2-1 2-2 4-0 1-2 –––– 1-1 2-0 1-1 0-0 3-0 1-0 2-1 1-1
Ravenna 2-0 0-0 1-3 2-0 0-1 3-1 3-0 2-1 1-1 1-0 0-0 2-1 –––– 2-3 2-2 0-0 1-1 2-0 1-0 1-1
Reggiana 1-0 0-0 1-0 2-2 1-0 1-0 0-1 3-0 0-2 0-2 2-0 1-0 1-1 –––– 1-1 0-1 0-1 1-0 2-0 0-1
Reggina 2-1 2-2 2-1 0-0 2-3 0-0 2-0 0-0 1-0 3-0 0-1 0-0 1-0 1-0 –––– 1-0 2-2 0-0 1-1 0-3
Salernitana 3-2 1-0 1-0 2-3 1-1 3-2 2-1 1-1 4-1 2-0 2-0 5-1 1-0 4-0 2-0 –––– 2-1 4-0 0-0 2-0
Torino 1-1 3-0 4-1 1-1 2-1 1-1 2-1 1-0 1-0 2-1 0-0 0-1 1-0 1-0 2-0 1-0 –––– 4-0 0-4 2-1
Treviso 5-0 0-1 3-2 0-0 1-1 3-3 2-1 3-0 3-0 3-2 2-1 2-1 3-0 0-5 2-0 1-1 0-0 –––– 1-1 1-0
Venezia 1-1 2-2 3-0 2-0 1-1 1-0 2-0 0-0 4-2 3-0 2-0 3-0 2-1 2-1 4-0 0-3 0-0 0-0 –––– 1-0
Verona 2-0 2-1 0-0 4-0 2-1 3-2 4-0 2-0 3-2 5-1 0-1 2-0 4-2 0-1 1-1 0-2 4-0 1-1 0-1 ––––

CalendarioModifica

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
31 ago. 1-0 Ancona-Torino 1-1 1º feb.
2-0 Cagliari-Treviso 1-0
1-0 Chievo-Reggina 0-0
2-1 Lucchese-Ravenna 1-2 31 gen.
1-1 Monza-Pescara 2-2 1º feb.
0-1 Padova-Castel di Sangro 1-1
4-1 Perugia-Fidelis Andria 1-1
1-0 Reggiana-Foggia 2-0
30 ago. 2-0 Salernitana-Verona 2-0
31 ago. 2-0 Venezia-Genoa 1-3
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
7 set. 1-1 Castel di Sangro-Ancona 1-1 8 feb.
1-0 Fidelis Andria-Chievo 1-1
1-2 Foggia-Venezia 0-1
1-1 Genoa-Lucchese 3-2
6 set. 0-1 Pescara-Cagliari 0-2
7 set. 0-0 Ravenna-Perugia 1-2
1-0 Reggina-Reggiana 1-1
2-1 Torino-Padova 1-2 7 feb.
1-1 Treviso-Salernitana 0-4 8 feb.
3-2 Verona-Monza 1-5


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
14 set. 4-3 Ancona-Genoa 1-2 15 feb.
1-1 Cagliari-Castel di Sangro 3-0
1-1 Chievo-Salernitana 3-2
3-0 Fidelis Andria-Pescara 2-0
1-0 Monza-Venezia 2-4
0-0 Padova-Verona 1-5
1-0 Perugia-Lucchese 0-0
13 set. 1-1 Reggiana-Ravenna 3-2 14 feb.
14 set. 0-0 Reggina-Treviso 0-2 15 feb.
1-1 Torino-Foggia 3-0
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
21 set. 3-3 Castel di Sangro-Fidelis Andria 0-1 22 feb.
3-2 Foggia-Reggina 0-0
0-1 Genoa-Chievo 1-0
2-0 Lucchese-Padova 1-1
3-0 Pescara-Torino 1-0
2-0 Ravenna-Ancona 2-0
4-0 Salernitana-Reggiana 1-0
3-0 Treviso-Monza 1-1 21 feb.
20 set. 2-0 Venezia-Perugia 0-2 22 feb.
21 set. 2-1 Verona-Cagliari 1-2


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
28 set. 0-1 Ancona-Venezia 1-1 1º mar.
1-1 Cagliari-Foggia 1-1
2-1 Castel di Sangro-Ravenna 3-1
1-0 Chievo-Reggiana 2-2
3-0 Fidelis Andria-Lucchese 0-1
0-0 Padova-Salernitana 0-2
2-1 Perugia-Treviso 1-2
1-1 Pescara-Verona 0-2
1-0 Reggina-Monza 1-0
27 set. 2-1 Torino-Genoa 2-2 28 feb.
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
5 ott. 2-3 Ancona-Reggina 1-2 8 mar.
1-0 Foggia-Pescara 0-1
4 ott. 1-3 Genoa-Cagliari 1-1
5 ott. 1-0 Lucchese-Castel di Sangro 2-0
1-1 Monza-Fidelis Andria 3-1
2-0 Ravenna-Chievo 0-2
1-0 Reggiana-Treviso 5-0
2-0 Salernitana-Perugia 1-1
3-0 Venezia-Padova 0-0 7 mar.
4-0 Verona-Torino 1-2 8 mar.


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
12 ott. 2-2 Cagliari-Monza 0-0 15 mar.
3-5 Castel di Sangro-Salernitana 0-1
1-1 Fidelis Andria-Ancona 0-2
3-2 Genoa-Foggia 1-3
0-0 Padova-Reggiana 2-0
2-1 Pescara-Lucchese 3-0
0-1 Reggina-Perugia 1-0
0-4 Torino-Venezia 0-0
3-0 Treviso-Ravenna 0-2
11 ott. 4-0 Verona-Chievo 0-2 14 mar.
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
19 ott. 4-4 Ancona-Treviso 0-5 22 mar.
1-1 Chievo-Castel di Sangro 4-0
2-1 Foggia-Fidelis Andria 0-2
0-1 Lucchese-Reggina 0-0
1-1 Monza-Torino 0-1
18 ott. 1-3 Perugia-Padova 1-3
19 ott. 0-0 Ravenna-Cagliari 1-2
0-1 Reggiana-Genoa 2-2
5-1 Salernitana-Pescara 0-0
1-0 Venezia-Verona 1-0 21 mar.


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
26 ott. 1-1 Cagliari-Salernitana 0-1 4 apr.
0-2 Fidelis Andria-Torino 1-2 5 apr.
2-1 Lucchese-Reggiana 0-3
2-2 Monza-Castel di Sangro 1-1
3-2 Padova-Chievo 1-1
1-1 Perugia-Ancona 2-2
25 ott. 1-0 Pescara-Genoa 0-4
26 ott. 1-0 Reggina-Ravenna 2-2
1-1 Treviso-Venezia 0-0
3-2 Verona-Foggia 0-0
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
9 nov. 0-0 Ancona-Verona 0-2 11 apr.
1-1 Castel di Sangro-Reggina 1-2
1-1 Chievo-Monza 0-1
0-0 Foggia-Treviso 3-3
2-1 Genoa-Fidelis Andria 0-2
1-0 Ravenna-Padova 0-0
2-0 Reggiana-Perugia 0-2
1-1 Salernitana-Lucchese 1-1
8 nov. 3-0 Torino-Cagliari 2-2
9 nov. 3-0 Venezia-Pescara 1-2


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
16 nov. 3-0 Cagliari-Fidelis Andria 1-1 19 apr.
15 nov. 1-2 Lucchese-Chievo 1-3
16 nov. 1-1 Monza-Foggia 1-5
0-1 Padova-Ancona 0-0
1-0 Perugia-Castel di Sangro 1-1
2-0 Reggiana-Venezia 1-2
2-2 Reggina-Torino 0-2
1-0 Salernitana-Ravenna 0-0
2-1 Treviso-Pescara 0-1
4-0 Verona-Genoa 0-1 18 apr.
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
30 nov. 3-3 Ancona-Salernitana 2-3 26 apr.
2-0 Cagliari-Reggina 2-2 25 apr.
2-2 Castel di Sangro-Reggiana 0-1 26 apr.
1-1 Chievo-Perugia 0-3
1-0 Fidelis Andria-Verona 1-2
29 nov. 2-2 Foggia-Lucchese 0-2
30 nov. 5-1 Genoa-Monza 0-0
4-0 Pescara-Padova 0-1
4-0 Torino-Treviso 0-0
2-1 Venezia-Ravenna 0-1


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
7 dic. 1-1 Castel di Sangro-Pescara 2-1 3 mag.
1-1 Chievo-Venezia 0-2
0-0 Lucchese-Monza 1-3
3-0 Padova-Foggia 0-2
1-1 Perugia-Cagliari 0-0
1-1 Ravenna-Torino 0-1
1-0 Reggiana-Ancona 1-1 2 mag.
6 dic. 2-3 Reggina-Fidelis Andria 2-0 3 mag.
7 dic. 2-1 Salernitana-Genoa 1-1
1-0 Treviso-Verona 1-1
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
14 dic. 0-1 Ancona-Lucchese 1-1 10 mag.
0-0 Cagliari-Reggiana 0-0
0-0 Fidelis Andria-Treviso 1-1
0-1 Foggia-Chievo 1-1
0-0 Genoa-Reggina 0-2
2-0 Monza-Padova 2-1
13 dic. 1-1 Pescara-Ravenna 1-2
14 dic. 4-1 Torino-Castel di Sangro 1-2
0-3 Venezia-Salernitana 0-0
0-1 Verona-Perugia 1-2


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
21 dic. 1-3 Castel di Sangro-Venezia 0-3 17 mag.
0-1 Chievo-Ancona 2-3
1-2 Lucchese-Cagliari 1-3
0-0 Padova-Fidelis Andria 0-2
20 dic. 2-2 Perugia-Foggia 1-1
21 dic. 1-1 Ravenna-Monza 2-1
0-1 Reggiana-Verona 1-0
0-0 Reggina-Pescara 1-1
2-1 Salernitana-Torino 0-1
2-1 Treviso-Genoa 1-0
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
4 gen. 1-0 Cagliari-Padova 2-1 24 mag.
0-0 Fidelis Andria-Ravenna 1-0
3 gen. 2-0 Foggia-Castel di Sangro 1-0
4 gen. 2-0 Genoa-Perugia 0-1
1-1 Monza-Salernitana 1-4
3-2 Pescara-Ancona 0-0
1-0 Torino-Reggiana 1-0
0-0 Treviso-Chievo 0-1
0-0 Venezia-Lucchese 0-2
1-1 Verona-Reggina 3-0


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
11 gen. 0-1 Ancona-Monza 3-3 31 mag.
3-3 Castel di Sangro-Genoa 1-2
0-2 Chievo-Torino 1-1
1-0 Lucchese-Verona 0-2
0-0 Padova-Treviso 2-3
1-1 Perugia-Pescara 2-1
3-1 Ravenna-Foggia 2-2
1-0 Reggiana-Fidelis Andria 1-1
10 gen. 2-0 Salernitana-Reggina 0-1
11 gen. 2-2 Venezia-Cagliari 1-1
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
18 gen. 3-0 Cagliari-Ancona 1-4 7 giu.
1-1 Fidelis Andria-Venezia 1-1
2-0 Foggia-Salernitana 2-3
1-0 Genoa-Ravenna 0-3
0-0 Monza-Reggiana 2-0
3-1 Pescara-Chievo 2-2
3-0 Reggina-Padova 1-3
17 gen. 0-0 Torino-Perugia 1-2
18 gen. 3-0 Treviso-Lucchese 0-0
0-0 Verona-Castel di Sangro 2-0


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
25 gen. 3-2 Ancona-Foggia 2-2 14 giu.
0-0 Castel di Sangro-Treviso 2-3
2-1 Chievo-Cagliari 2-2
3-1 Lucchese-Torino 0-1
1-1 Padova-Genoa 0-1
3-2 Perugia-Monza 2-0
1-1 Ravenna-Verona 2-4
24 gen. 1-0 Reggiana-Pescara 0-2
25 gen. 1-1 Salernitana-Fidelis Andria 2-2
4-0 Venezia-Reggina 1-1

SpareggiModifica

Spareggio promozioneModifica

Lo spareggio promozione si è reso necessario per l'arrivo a pari punti di Perugia e Torino. Lo spareggio si disputò, in gara unica, a Reggio nell'Emilia il 21 giugno 1998.

Risultati Luogo e data
Perugia 1-1 (5-4 dcr) Torino Reggio nell'Emilia, 21 giugno 1998

StatisticheModifica

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Gol Giocatore Squadra
21   Marco Di Vaio Salernitana
18   Oberdan Biagioni Fidelis Andria
18   Marco Ferrante Torino
18   Cosimo Francioso Ravenna (4)
Monza (14)
17   Vincenzo Chianese Foggia
17   Roberto Muzzi Cagliari
17   Stefan Schwoch Venezia
16   Roberto Paci Lucchese
15   Giovanni Pisano Genoa
13   Darío Silva Cagliari
12   Edoardo Artistico Salernitana
12   Raffaele Cerbone Chievo
12   Antonio De Vitis Verona
11   Antonino Bernardini Perugia

NoteModifica

  1. ^ Salernitana in A, su www2.raisport.rai.it, 10 maggio 1998.
  2. ^ Mattia Chiusano, Tanto di cappello Mr. Novellino, sei promozioni tutte da ricordare, in la Repubblica, 13 maggio 2003.
  3. ^ a b Venezia in A, su www2.raisport.rai.it, 7 giugno 1998.
  4. ^ a b Emanuele Gamba, Perugia-Torino, è spareggio, in la Repubblica, 15 giugno 1998, p. 48.
  5. ^ a b Mario Gherarducci, Perugia-Torino tra veleni, miliardi e follie, in Corriere della Sera, 21 giugno 1998, p. 40 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2012).
  6. ^ Carlo Giulietti, Perotti-Bigon-Perotti-Castagner: è Serie A! (JPG), in Vecchia Guardia Grifo News, 10 aprile 2011, p. 8 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2013).
  7. ^ Respinto il ricorso granata, su www2.raisport.rai.it, 16 giugno 1998.
  8. ^ Perugia in A, su www2.raisport.rai.it, 21 giugno 1998. URL consultato il 17 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2015).
  9. ^ Mario Gherarducci, Decidono i rigori, Perugia in serie A, in Corriere della Sera, 22 giugno 1998, p. 39 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2012).
  10. ^ La quart'ultima di serie B, su www2.raisport.rai.it, 24 maggio 1998.
  11. ^ Festa rinviata, su www2.raisport.rai.it, 31 maggio 1998.
  12. ^ Causa ristrutturazione straordinaria del Tenni
  13. ^ Scoglio torna in pista per salvare l'Ancona, gazzetta.it, 24 marzo 1998.
  14. ^ L'Ancona ci ripensa: ecco Giorgini, gazzetta.it, 30 aprile 1998.
  15. ^ Selvaggi. “Castel di Sangro, via la rassegnazione”, gazzetta.it, 27 marzo 1998.
  16. ^ Ribaltone a Foggia: via Caso, squadra a Galli, gazzetta.it, 17 febbraio 1998.
  17. ^ Il Foggia si pente: riecco Caso, gazzetta.it, 15 aprile 1998.
  18. ^ Genoa, scatta l'ora di Maselli, gazzetta.it, 30 settembre 1997.
  19. ^ Il Genoa si aggrappa alla “roccia”, gazzetta.it, 23 dicembre 1997.
  20. ^ Il Monza resta all'antica, gazzetta.it, 1º ottobre 1997.
  21. ^ Il Monza divorzia da Bolchi e s'affida a Frosio, gazzetta.it, 3 marzo 1998.
  22. ^ Pillon se ne va, il Padova si affida a Colautti, gazzetta.it, 20 gennaio 1998.
  23. ^ Il Perugia si aggrappa a Bigon, gazzetta.it, 23 ottobre 1997.
  24. ^ Il Perugia ci riprova con Perotti, gazzetta.it, 7 gennaio 1998.
  25. ^ Perugia atto terzo: c'è Castagner, gazzetta.it, 24 marzo 1998.
  26. ^ Pescara si affida a Buffoni, gazzetta.it, 18 febbraio 1998.
  27. ^ Ravenna, la ricetta di Santarini: “Serve entusiasmo”, gazzetta.it, 6 marzo 1998.
  28. ^ Varrella cambia la Reggiana, gazzetta.it, 23 ottobre 1997.
  29. ^ Torino, bye bye Souness, gazzetta.it, 7 ottobre 1997.
  30. ^ Il Verona ha scelto: Maddè al posto di Cagni, gazzetta.it, 23 marzo 1998.
  31. ^ Promosso dopo aver vinto lo spareggio promozione.

Collegamenti esterniModifica