Serie B 2003-2004 (rugby a 15)

campionato italiano di rugby a 15 di terza divisione stagione 2003-2004
Serie B 2003-2004
Logo della competizione
Competizione Serie B
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Date dal 19 ottobre 2003
al 30 maggio 2004
Luogo Italia
Partecipanti 40
Formula fase a gironi + play-off
Risultati
Promozioni
Retrocessioni
Statistiche
Incontri disputati 368
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Serie B 2002-03 Serie B 2004-05 Right arrow.svg

La serie B 2003-04 fu il campionato di terza divisione di rugby a 15 in Italia della stagione 2003-04.

Si tenne dal 19 ottobre 2003 al 30 maggio 2004 tra 40 squadre ripartite in 4 gironi geografici e promosse 6 squadre in serie A retrocedendone altre 4 in serie C.

Alla promozione diretta accedettero le vincitrici di ciascuno dei quattro gironi, rispettivamente Bassa Bresciana (che, preliminarmente all'avvio della stagione successiva, cedette al Brescia il proprio titolo sportivo di serie A[1]), Colorno, Udine e Partenope[2], mentre dopo i play-off le altre due squadre a salire di categoria furono Fiamme Oro e Conegliano[3][4].

A retrocedere in serie C furono altresì Fiorenzuola, Cecina, Monselice e CUS Catania.

FormulaModifica

Le 40 squadre furono ripartite su 4 gruppi da 10 squadre ciascuno, in ciascuno dei quali esse si incontrarono con la formula del girone all'italiana. Alla fine del torneo la prima classificate di ogni girone accedettero alla serie A 2004-05 e l'ultima classificata di ogni girone retrocedette in serie C 2004-05[2]. Ai fini della compilazione della graduatoria si calcolò la classifica avulsa tra le squadre non cadette, le quali non partecipavano alla promozione e alla retrocessione[2].

Dopo la fase a gironi si tennero i play-off tra le quattro seconde classificate per promuovere ulteriori due squadre in serie A: quella del girone A incontrò quella del girone B, e lo stesso avvenne per i gironi B e D[2]; fu il sorteggio a decidere l'ordine dei campi[2]. Le due squadre vincenti i play-off accedettero in serie A.

Squadre partecipantiModifica

Girone AModifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Asti Asti
Bassa Bresciana Leno Stadio comunale
Calvisano A Calvisano Stadio San Michele
CUS Milano Milano Stadio Giuriati
CUS Genova Genova Stadio Carlini
Fiorenzuola Fiorenzuola d'Arda
Lumezzane Lumezzane
Milano Milano Stadio Giuriati
Ospitaletto Ospitaletto ASO Stadium
Rho Atofina Rho C.S. Molinello

Girone CModifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Alpago Alpago
Bassano Bassano del Grappa
Casale Casale sul Sile Stadio Eugenio
Conegliano Conegliano
CUS Padova Padova C.S. Piovego
CUS Verona Verona C.S. Gavagnin-Nocini
Feltre Feltre
Monselice Monselice
Tarvisium Treviso Campo San Paolo
Udine Udine Stadio Gerli

Girone BModifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Vasari Arezzo Castel San Pietro Terme
Bologna Bologna Stadio Arcoveggio
Cecina[5] Cecina
Colorno Colorno Stadio Maini
Formigine Formigine
Frascati[6] Frascati Stadio di Cocciano
Jesi '70 Jesi
Livorno Livorno Stadio Montano
Rieti[7] Rieti Stadio Iacoboni
Viterbo Viterbo

Girone DModifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Avezzano Avezzano
CUS Catania Catania Stadio Goretti
CUS Messina Messina
CUS Roma Roma Stadio Tor di Quinto
Colleferro Colleferro Stadio Natali
Fiamme Oro Roma C.S. P.S. Ponte Galeria
Partenope Napoli Stadio Collana
Ragusa Ragusa
Sannio San Giorgio del Sannio
Segni Segni

Classifiche fase a gironiModifica

Girone AModifica

Girone CModifica

Girone BModifica

Squadra G V N P PF PS B Pen Pt
  1. Colorno 18 16 0 2 659 211 448 8 0 72
  2. Bologna 18 14 0 4 540 236 304 12 0 68
3. Livorno 18 11 0 7 354 358 −4 10 0 54
4. Viterbo 18 9 0 9 405 426 −21 8 0 44
5. Jesi '70[8] 18 9 1 8 361 387 −26 5 4 39
6. Vasari Arezzo 18 6 0 12 437 658 −221 10 0 34
7. Frascati 18 6 1 11 309 387 −78 8 4 30
8. Formigine 18 7 0 11 333 439 −106 7 8 27
9. Rieti 18 7 0 11 239 412 −173 5 12 21
  10. Cecina 18 4 0 14 287 487 −200 5 4 17

Girone DModifica

Play-offModifica

  Play-out Squadre promosse
             
  Conegliano 39 24  
  Lumezzane 10 12  
    Conegliano
    Fiamme Oro
  Bologna 20 3
  Fiamme Oro 13 24

VerdettiModifica

NoteModifica

  1. ^ Campionato serie A 2004/2005, su Comunicato federale n. 1 Stagione Sportiva 2004-2005, federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 8 agosto 2004, p. 10. URL consultato il 26 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2020).
  2. ^ a b c d e Serie B. i risultati della 18ª giornata, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 16 maggio 2004. URL consultato il 25 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2004).
  3. ^ Serie B, domenica ritorno dei play-off promozione, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 26 maggio 2004. URL consultato il 26 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2005).
  4. ^ Conegliano e Fiamme Oro Roma promosse in serie A, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 30 maggio 2004. URL consultato il 26 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2005).
  5. ^ Cecina 4 punti di penalizzazione.
  6. ^ Frascati 4 punti di penalizzazione.
  7. ^ Rieti 12 punti di penalizzazione.
  8. ^ Le sanzioni del giudice sportivo, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 20 maggio 2004. URL consultato il 25 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2004).
    «Il GS ha penalizzato con quattro punti in classifica la società AS Rugby Jesi per l’utilizzo irregolare di uno dei suoi giocatori nel match di domenica scorsa contro il Colorno.».
  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby