Apri il menu principale

Serie B 2014-2015 (calcio a 5)

edizione del campionato italiano di calcio a 5
Serie B 2014-2015
Competizione Serie B
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione 25ª
Organizzatore Divisione Calcio a 5
Date dal 27 settembre 2014
al 31 maggio 2015
Luogo Italia Italia
Partecipanti 74
Formula Girone all'italiana e play-off
Risultati
Promozioni Bisceglie
Carrè Chiuppano
Imola
Nursia
Olimpus
Prato
Sammichele
Thiene Zanè
Retrocessioni Bologna 2003
CSG Putignano
Fano C5
Melito
Sangiorgese
Sporting Rosta
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2013-2014 2015-2016 Right arrow.svg

La Serie B 2014-2015 è stata la diciassettesima edizione del campionato nazionale di calcio a 5 di terzo livello e la venticinquesima assoluta della categoria.

Indice

La divisioneModifica

La stagione regolare ha preso avvio, con regolamento invariato rispetto all'edizione precedente, tra il 27 settembre (gironi a 13 squadre) e il 4 ottobre 2014 (gironi a 12 squadre) e si è conclusa il 4 aprile 2015, prolungandosi fino al 31 maggio seguente con la disputa delle partite di spareggio. Il Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a 5, preso atto delle ammissioni disposte dalla COVISOD e dalla Lega Nazionale Dilettanti, ha ratificato l'iscrizione di 68 delle società aventi diritto (scese a 64 con il ripescaggio in serie A2 di Atletico Catanzaro Stefano Gallo, Partenope, Roma Torrino e Toniolo Milano) e 10 ripescaggi, fissando in 74 società l'organico della Serie B[1]. In caso di parità di punteggio fra due o più squadre al termine della stagione regolare, la “classifica avulsa” fra le squadre interessate è compilata tenendo conto nell'ordine: a) dei punti conseguiti negli incontri diretti; b) a parità di punti, della differenza tra le reti segnate e quelle subite negli stessi incontri; c) della differenza fra reti segnate e subite negli incontri diretti fra le squadre interessate; c) della differenza fra reti segnate e subite nell'intero Campionato; d) del maggior numero di reti segnate nell'intero Campionato; e) del minor numero di reti subite nell'intero Campionato; f) del maggior numero di vittorie realizzate nell'intero Campionato; g) del minor numero di sconfitte subite nell'intero Campionato; h) del maggior numero di vittorie esterne nell'intero campionato; i) del minor numero di sconfitte interne nell'intero campionato[2].

Girone AModifica

PartecipantiModifica

Il girone A comprende sei società toscane, tre piemontesi e altrettante sarde. Asso Arredamenti (con sede a Selargius), Città di Massa e Sporting Rosta (che fa ritorno nella categoria dopo 4 stagioni di assenza) hanno vinto i rispettivi campionati regionali mentre la Sangiovannese è stata ripescata in virtù della rinuncia del Bra, ripartito dalla serie C2[3], e dell'Isolotto che non ha presentato domanda di iscrizione[1].

Classifica[4]Modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Prato 54 22 17 3 2 114 60 +54
  2.   Asso Arredamenti 49 22 16 1 5 116 58 +58
  3.   Elmas 47 22 15 2 5 99 78 +21
  4. Atiesse 38 22 12 2 8 88 73 +15
  5.   Castellamonte 33 22 10 3 9 110 111 -1
6. Poggibonsese[5] 32 22 9 5 8 73 74 -1
7. Bassotti 32 22 10 2 10 80 98 -18
8. Pistoia 24 22 7 3 12 81 93 -12
9. Sangiovannese 23 22 7 2 13 86 104 -18
10. Città di Massa 19 22 6 1 15 69 93 -24
11. CUS Pisa 17 22 5 2 15 63 102 -39
  12.   Sporting Rosta 14 22 4 2 16 75 110 -35

Verdetti[6]Modifica

  •   Prato promosso in Serie A2 2015-16.
  •   Sporting Rosta retrocesso in Serie C1 del Piemonte.
  • Asso Arredamenti, Atiesse e Bassotti non iscritte al campionato di Serie B 2015-16.

Girone BModifica

PartecipantiModifica

Il girone B comprende cinque società provenienti dall'Emilia-Romagna, quattro dalla Lombardia, una rispettivamente da Liguria, Sardegna e Trentino-Alto Adige. Dai campionati regionali sono stati promossi il Futsal Monza (nuova denominazione del San Damiano[7], espressione dell'omonima frazione in comune di Brugherio e all'esordio nelle categorie nazionali), il Tigullio (con sede a Chiavari e il San Biagio Monza (vincitore dei play-off nazionali) che mancavano entrambi dalla stagione 2011-12. Per compensare il ripescaggio del Toniolo Milano in serie A2 nonché la mancata iscrizione di San Gottardo (vincitrice della serie C1 del Trentino-Alto Adige) e Città di Bresso, sono state a loro volta ripescate Faventia (alla prima apparizione nella categoria) e Castello C5 (mancava dalla stagione 2008-09) giunte rispettivamente seconda e terza in serie C1 dell'Emilia-Romagna[1]. Il Faventia sconta in questa stagione la penalizzazione di 4 punti seguita al tentativo di un proprio dirigente di influenzare il risultato di un incontro del precedente campionato di Serie C1[8].

Classifica[4]Modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Imola 64 22 21 1 0 138 32 +106
  2. Bubi Merano 57 22 19 0 3 105 53 +52
  3. Real Cornaredo 43 22 14 1 7 126 99 +32
  4. Saints Pagnano 34 22 10 4 8 94 97 -3
  5.   Monza 31 22 9 4 9 82 77 +5
6. Fratelli Bari[5] 27 22 7 6 9 81 95 -14
7. Ossi 27 22 8 3 11 78 92 -14
8.   Tigullio 24 22 7 3 12 74 116 -42
9. Faventia[9] 22 22 8 2 12 100 104 -4
10. Castello 18 22 5 3 14 58 97 -39
11.   San Biagio 16 22 5 1 16 78 111 -33
  12.   Bologna 2003 14 22 4 2 16 70 111 -41

Verdetti[6]Modifica

  •   Imola promosso in Serie A2 2015-16.
  •   Bologna 2003 retrocesso in Serie C1 dell'Emilia-Romagna, successivamente ripescato a completamento dell'organico.

Girone CModifica

PartecipantiModifica

Il girone C comprende cinque società provenienti dalle Marche e altrettante dal Veneto, due dal Friuli-Venezia Giulia e il solo TorreSavioCesena Futsal, vincitore della serie C1 regionale, a rappresentare l'Emilia-Romagna. Le altre formazioni neopromosse sono l'Adriatica Monfalcone (la cui ultima apparizione nella categoria risaliva alla stagione 2009-10), il Blue Team Trissino che ha fatto propria l'identità dello Zanè Vicenza cambiando la propria denominazione in "Thiene Zanè Calcio a 5"[10], e i 5 Diavoli (con sede a Trebaseleghe) vincitori dei play-off nazionali di serie C1. Dalla serie A2 è retrocessa la Dolomitica mentre MIR Montecchio e Star Five Monfalcone non hanno presentato domanda di iscrizione[1]. L'organico è completato dal ripescaggio del Fano Calcio a 5 che darà vita insieme all'Alma Juventus a un'inedita stracittadina che richiama alla mente i numerosi derby giocati nella categoria da Alma Juventus e Palextra Fano[11].

Classifica[4]Modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Thiene Zanè 58 24 18 4 2 127 76 +51
  2. Carrè Chiuppano[5] 57 24 19 0 5 158 72 +86
  3. Villorba 57 24 19 0 5 123 69 +54
  4.   Diavoli 47 24 15 2 7 114 102 +12
  5. Tenax 43 24 14 1 9 132 119 +13
6.   TS Cesena 33 24 10 3 11 94 89 +5
7. Buldog Lucrezia 27 24 7 6 11 79 100 -21
8.   Adriatica Monfalcone[5] 26 24 8 2 14 79 114 -35
9. Palmanova 26 24 8 2 14 98 139 -41
10. Fano 24 24 7 3 14 89 110 -21
11. Dolomitica 22 24 6 4 14 72 86 -14
12. CUS Ancona 17 24 5 2 17 77 123 -46
  13.   Fano C5 15 24 4 3 17 78 121 -43

Verdetti[6]Modifica

  •   Thiene Zanè e, dopo i play-off, Carrè Chiuppano promosse in Serie A2 2015-16.
  •   Fano C5 retrocesso in Serie C1 delle Marche.
  • Palmanova rinuncia al campionato di Serie B, iscrivendosi in Serie C del Friuli-Venezia Giulia.

Girone DModifica

PartecipantiModifica

Il girone D comprende quattro società laziali, tre marchigiane (due delle quali con sede a Porto San Giorgio), altrettante umbre e una proveniente rispettivamente dall'Abruzzo e dalla Toscana. Dalle categorie regionali sono state promosse il Perugia (ritornato nei campionati nazionali dopo il fallimento avvenuto nel 2008), l'Aprutino (nuova denominazione del Loreto Aprutino[10], la cui ultima apparizione nella categoria risaliva alla stagione 2010-11), l'Ardenza Ciampino (vincitrice dei play-off nazionali, è l'erede del Ciampino Calcio a 5) e la rifondata Sangiorgese che ha rilevato il titolo sportivo dei campioni marchigiani della Eagles Fermo[12]. Circolo Tennis EUR (vincitore della serie C1 del Lazio), L'Acquedotto e Lodigiani non hanno presentato domanda di iscrizione, ripartendo dalle categorie regionali[13], mentre l'Olimpus Olgiata, giunta terza nella precedente serie C1 laziale, è stata ripescata a completamento dell'organico[1]. Il Prato Rinaldo sconta in questa stagione la penalizzazione di 6 punti seguita agli incidenti occorsi nella gara di andata del 1º turno play-off della scorsa edizione contro L'Acquedotto C5[14]. Il 12 febbraio 2015 l'Olimpus è stato penalizzato di 4 punti in classifica per aver schierato in diverse gare di campionato un giocatore non tesserato[15].

Classifica[4]Modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Olimpus[9] 52 22 18 2 2 130 55 +75
  2. Nursia 45 22 13 6 3 129 57 +72
  3. Aprutino 43 22 13 4 5 117 86 +31
  4. Porto San Giorgio 42 22 13 3 6 97 63 +34
  5.   Prato Rinaldo[16] 41 22 15 2 5 124 58 +66
6. Ardenza Ciampino 35 22 11 2 9 98 87 +11
7. Perugia 27 22 7 6 9 76 84 -6
8. Atlante Grosseto 26 22 7 5 10 104 113 -9
9.   Fondi 24 22 7 3 12 77 104 -27
10. Foligno 22 22 6 4 12 84 101 -17
11. Civitanova 7 22 2 1 19 63 168 -105
  12. Sangiorgese 2 22 0 2 20 52 174 -122

Verdetti[6]Modifica

  •   Olimpus Olgiata e, dopo i play-out, Nursia promosse in Serie A2 2015-16.
  •   Sangiorgese retrocessa in Serie C1 delle Marche.
  • Civitanova, Foligno, Perugia e Prato Rinaldo non iscritte al campionato di Serie B 2015-16.

Girone EModifica

PartecipantiModifica

Il girone E comprende nove società pugliesi, tre molisane e la sola Alma Salerno, neopromossa e all'esordio nella categoria, proveniente dalla Campania. Anche per la Win Adv Campobasso, vincitrice del campionato di serie C1 del Molise, è la prima esperienza nei campionati nazionali mentre l'Isernia, vincitrice dei play-off, aveva già disputato come "Vis Isernia"[17] le edizioni del 2006-07 e 2007-08. La mancata iscrizione di Sporting Sala-Marcianise e il ripescaggio della Partenope in Serie A2 hanno comportato il reintegro del retrocesso Modugno[1].

Classifica[4]Modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Bisceglie 60 24 18 6 0 127 45 +82
  2. Virtus Rutigliano 54 24 17 3 4 126 73 +53
  3. Barletta 50 24 15 5 4 113 68 +45
  4. Barletta Futsal 48 24 15 3 6 101 60 +41
  5. Venafro 47 24 14 5 5 110 94 +16
6. Isernia 39 24 12 3 9 79 65 +14
7. Manfredonia[5] 32 24 10 2 12 81 85 -4
8.   Win Adv Campobasso 32 24 10 2 12 80 104 -24
9. Giovinazzo 27 24 8 3 13 95 107 -12
10.   Alma Salerno 23 24 7 2 15 85 101 -16
11. Azzurri Conversano 20 24 6 2 16 73 110 -37
12. Modugno 14 24 4 2 18 68 119 -51
  13. CSG Putignano 3 24 1 0 23 41 148 -107

Verdetti[6]Modifica

  •   Bisceglie 1990 promosso in Serie A2 2015-16.
  •   CSG Putignano retrocesso in Serie C1 della Puglia, successivamente ripescato a completamento dell'organico.
  • Modugno e Venafro non iscritti al campionato di Serie B 2015-16.

Girone FModifica

PartecipantiModifica

Il girone F comprende le quattro rimanenti società pugliesi, altrettante calabresi, tre siciliane e una lucana. L'organico è affetto da sei defezioni[1] ovvero il Potenza retrocesso dalla serie A2[18]; le neopromosse Azzurri Palermo e Maschito; lo storico Mirto (fondato nel 1997, ripartirà dalla serie D[19]) e il Città di Villafranca, quest'ultimo giunto nella scorsa edizione fino alla finale play-off; infine l'Atletico Catanzaro Stefano Gallo che è stato ripescato in serie A2. Dai campionati regionali sono stati promossi il Cisternino e il Cataforio, mentre il Meta Calcio a 5 (nuova denominazione della M&M Futsal con sede a San Giovanni la Punta), la Nissa Futsal (sconfitto nella finale play-off dall'Isernia) e il San Rocco Ruvo sono state ripescate a completamento dell'organico, così come la Fata Morgana, retrocessa al termine dello scorso campionato[1].

Classifica[4]Modifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Sammichele[20] 55 22 18 1 3 152 76 +76
   2. Cisternino 55 22 18 1 3 129 61 +68
  3. Real Team Matera 47 22 15 2 5 113 70 +43
  4. Meta 44 22 14 2 6 103 77 +26
  5.   Ares Mola 41 22 13 2 7 109 87 +22
6.   Sant'Isidoro[5] 27 22 8 3 11 103 108 -5
7. Cataforio 27 22 8 3 11 97 99 -2
8.   Nissa 20 22 6 2 14 65 95 -30
9.   San Rocco Ruvo[20] 19 22 6 1 15 65 100 -35
10. Fata Morgana 19 22 6 1 15 80 140 -60
11. Kroton 16 22 5 1 16 81 148 -67
  12.   Melito 15 22 4 3 15 50 86 -36

Verdetti[6]Modifica

  •   Polisportiva Sammichele promossa in Serie A2 2015-16.
  •   Melito retrocesso in Serie C1 della Calabria.
  •   Cisterino e Matera ripescate in Serie A2 2015-16 a completamento dell'organico.
  • Fata Morgana (mantiene il solo settore giovanile e scolastico) e Ares Mola non iscritte al campionato di Serie B 2015-16.

Play-offModifica

Primo turno[21]Modifica

Gli incontri saranno disputati con gare di andata e di ritorno, da disputarsi il 18 e il 21 aprile 2015. L'incontro di ritorno sarà effettuato in casa della squadra meglio classificata nella “Stagione Regolare”. Al termine degli incontri saranno dichiarate vincenti le squadre che nelle due partite (di andata e di ritorno) avranno ottenuto il maggior punteggio ovvero a parità di punteggio le squadre che avranno realizzato il maggior numero di reti. Nel caso di parità gli arbitri della gara di ritorno faranno disputare due tempi supplementari di 5 minuti ciascuno. Qualora anche al termine di questi le squadre fossero in parità sarà considerata vincente la squadra in migliore posizione di classifica al termine della stagione regolare[2].

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Castellamonte   3-20   Asso Arredamenti 2-10 1-10
Atiesse 9-10   Elmas 6-3 3-7
Monza   8-9 Bubi Merano 4-3 4-6 (dts)
Saints Pagnano 5-7 Real Cornaredo 4-4 1-3 (dts)
Tenax 7-11 Carrè Chiuppano 5-3 2-8
Diavoli   6-8 Villorba 3-2 3-6
Prato Rinaldo   4-4 Nursia 2-2 2-2 (dts)
Porto San Giorgio 11-9 Aprutino 5-1 6-8 (dts)
Venafro 6-10 Virtus Rutigliano 4-4 2-6
Barletta Futsal 8-5 Barletta 4-2 4-3
Ares Mola   3-10 Cisternino 2-5 1-5
Meta 3-8 Real Team Matera 1-2 2-6

Secondo turnoModifica

Le 12 Società vincenti delle gare di play-off del 1º turno sono ammesse a quattro triangolari nei quali si affrontano reciprocamente in una gara unica. La composizione dei triangolari e la compilazione della prima giornata sono stati determinati per sorteggio[22], effettuato dalla segreteria della Divisione Calcio a Cinque[2]. Nella seconda giornata riposa la squadra che ha vinto la prima gara o, in caso di parità, quella che ha disputato la prima gara in trasferta. Nella terza giornata si svolge la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza. Accedono al turno successivo le prime due squadre di ogni triangolare.

1ª giornata[23]Modifica

25 aprile 2015

  • Real Cornaredo - Asso Arredamenti 6-0[24]
  • Villorba - Elmas 3-1
  • Nursia - Futsal Barletta 7-3
  • Virtus Rutigliano - Real Team Matera 6-5

2ª giornata[25]Modifica

2 maggio 2015

  • Asso Arredamenti - Carrè Chiuppano 3-3
  • Elmas - Bubi Merano 6-2
  • Futsal Barletta - Cisternino 2-2
  • Real Team Matera - Porto San Giorgio 5-2

3ª giornata[26]Modifica

9 maggio 2015

  • Carrè Chiuppano - Real Cornaredo 5-4
  • Bubi Merano - Villorba 7-5
  • Cisternino - Nursia 1-4
  • Porto San Giorgio - Virtus Rutigliano 10-2

Triangolare 1Modifica

Squadra P.ti V P S GF GS DR
Carrè Chiuppano 4 1 1 0 8 7 +1
Real Cornaredo 3 1 0 1 10 5 +5
  Asso Arredamenti 1 0 1 1 3 9 -6

Triangolare 3Modifica

Squadra P.ti V P S GF GS DR
Nursia 6 2 0 0 11 4 +7
Cisternino 1 0 1 1 3 6 -3
Barletta Futsal 1 0 1 1 5 9 -4

Triangolare 2Modifica

Squadra P.ti V P S GF GS DR
  Elmas 3 1 0 1 7 5 +2
Villorba 3 1 0 1 8 8 0
Bubi Merano 3 1 0 1 9 11 -2

Triangolare 4Modifica

Squadra P.ti V P S GF GS DR
Porto San Giorgio 3 1 0 1 12 7 +5
Real Team Matera 3 1 0 1 10 8 +2
Virtus Rutigliano 3 1 0 1 8 15 -7

Terzo turno[27]Modifica

Le 8 Società classificatesi al primo e secondo posto di ciascun triangolare sono ammesse a disputare una gara unica di play-off da disputarsi in casa delle prime classificate dei triangolare del 2º turno. Al termine degli incontri saranno dichiarate vincenti le squadre che avranno segnato più reti. Nel caso di parità gli arbitri della gara faranno disputare due tempi supplementari di 5 minuti ciascuno. Qualora anche al termine di questi le due squadre fossero in parità si procederà all'effettuazione dei calci di rigore[2].

Risultati Luogo e data
Carrè Chiuppano 7-4 Villorba Carrè, 16 maggio 2015
Elmas   8-7 (dts) Real Cornaredo Elmas, 16 maggio 2015
Nursia 4-0 Real Team Matera Norcia, 16 maggio 2015
Porto San Giorgio 6-8 (dts) Cisternino Porto San Giorgio, 16 maggio 2015

Quarto turnoModifica

Le 4 Società vincenti gli spareggi in gara unica del 3º turno disputano un incontro di spareggio, articolato in gara di andata e di ritorno. La squadra che dovrà disputare la prima gara in trasferta sarà determinata per sorteggio. Al termine degli incontri sono dichiarate vincenti le squadre che nelle due partite avranno ottenuto il maggior punteggio ovvero a parità di punteggio le squadre che avranno realizzato il maggior numero di reti. Nel caso di parità gli arbitri della gara di ritorno faranno disputare due tempi supplementari di 5 minuti ciascuno. Qualora anche al termine di questi le due squadre fossero in parità si procederà all'effettuazione dei calci di rigore. Le Società vincenti tali gare di 4 turno acquisiranno il diritto a richiedere l’ammissione al campionato di Serie A2 2015-2016[2].

Andata[28]Modifica

Risultati Luogo e data
Cisternino 0-1 Nursia Fasano, 23 maggio 2015
Carrè Chiuppano 6-4   Elmas Carrè, 24 maggio 2015

RitornoModifica

Risultati Luogo e data
Nursia 5-0 Cisternino Spoleto, 30 maggio 2015
Elmas   7-6 (dts) Carrè Chiuppano Elmas, 31 maggio 2015

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.24 2014/2015 Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  2. ^ a b c d e Divisione Calcio a 5, Comunicato ufficiale N.64 2014/2015 Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  3. ^ Calcio a 5: presentato il nuovo progetto-Bra. Si riparte dalla C2 con Gioana in panchina ideawebtv.it
  4. ^ a b c d e f Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.624 2014/2015 Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  5. ^ a b c d e f In virtù degli scontri diretti
  6. ^ a b c d e f Comunicato Ufficiale N.807 2015/2016 (PDF), in Divisione Calcio a 5, 30 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2015).
  7. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.30 2014/2015 Archiviato il 7 settembre 2014 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  8. ^ LND, Comitato Regionale Emilia Romagna, Comunicato Ufficiale N.27 2014/2015 Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive. fontanaaudaxasd.it
  9. ^ a b 4 punti di penalizzazione
  10. ^ a b Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.23 2014/2015 Archiviato il 23 ottobre 2014 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  11. ^ Dura prova per l'Alma Juventus Fano C/5 impegnata nel derby ilcalcioa5.it
  12. ^ A Porto San Giorgio, la prossima stagione sportiva di calcio a 5 nazionale di serie B, sarà derby! informazione.tv
  13. ^ L'Acquedotto C5: si riparte dalla serie D ilcalcioa5.it
  14. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.766 2013/2014 Archiviato il 29 aprile 2014 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  15. ^ FIGC, Comunicato Ufficiale N.144/A 2014/2015 Archiviato il 19 febbraio 2015 in Internet Archive. figc.it
  16. ^ 6 punti di penalizzazione
  17. ^ FIGC, Comunicato Ufficiale N.28 2006/2007, Allegato 1 (PDF), su figc.it. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).
  18. ^ Futsal Potenza, rinuncia definitiva alla serie B Archiviato il 12 agosto 2014 in Internet Archive. basilicatasport.it
  19. ^ Sulla mancata iscrizione del Mirto, parla il presidente Salvino sport.strill.it
  20. ^ a b In virtù della miglior differenza reti. Le due squadre si trovavano infatti nella condizione di perfetta parità negli scontri diretti (numero di vittorie e numero di reti realizzate)
  21. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.656 2014/2015 Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  22. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.655 2014/2015 Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  23. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.671 2014/2015 Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  24. ^ A tavolino poiché la società Asso Arredamenti schierava solamente 5 giocatori formati in Italia. L'incontro si era concluso sul risultato di 6-2 per i sardi
  25. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.684 2014/2015 Archiviato il 18 maggio 2015 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  26. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.718 2014/2015 Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it
  27. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.735 2014/2015 divisionecalcioa5.it
  28. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.762 2014/2015 Archiviato il 28 maggio 2015 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it

Collegamenti esterniModifica

  • Girone A, su divisionecalcioa5.it. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2014).
  • Girone B, su divisionecalcioa5.it. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2014).
  • Girone C, su divisionecalcioa5.it. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2014).
  • Girone D, su divisionecalcioa5.it. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2014).
  • Girone E, su divisionecalcioa5.it. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2014).
  • Girone F, su divisionecalcioa5.it. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2014).
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio