Servire il popolo

slogan politico, motto del Partito Comunista Cinese
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il partito politico italiano fondato nel 1968 e dissolto nel 1978, vedi Partito Comunista (Marxista-Leninista) Italiano.

Servire il popolo o servendo il popolo (为人民服务S, wèi rénmín fúwùP) è un celebre slogan politico, diventato popolare nella Cina continentale, dopo l'instaurazione della Repubblica Popolare Cinese, ed è de facto il motto del Partito Comunista Cinese (PCC)[1].

L'ingresso ufficiale dello Zhongnanhai (Xinhuamen, o la «Porta della Nuova Cina»), la sede ufficiale del Partito Comunista Cinese, riporta il motto del Partito, con la calligrafia di Mao Zedong[senza fonte]

OrigineModifica

 
Statua di Zhang Side, nel Parco del Popolo, a Shangai

Secondo quanto riportato dalle fonti governative cinesi, l'origine di questo motto risiederebbe in un discorso tenuto da Mao Zedong l'8 settembre 1944, in occasione della morte di Zhang Side (張思德T, 张思德S, Zhāng SīdéP), un giovane comunista cinese di umili origini contadine –nato nel 1915 nel Sichuan e già membro della Nuova Quarta Armata dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale,[N 1] partecipò alla lunga marcia –, il quale perì durante la seconda guerra sino-giapponese[N 2][1].

Durante il discorso, Mao citò prima uno degli aforismi più celebri di Sima Qian[2], un antico storico cinese, ufficiale di corte presso la dinastia Han:

(ZH)

«人固有一死,或轻于鸿毛,或重于泰山»

(IT)

«Tutti gli uomini muoiono, ma alcune morti sono più leggere di una piuma, altre sono più pesanti del Monte Tai»

(Sima Qian, Lettera a Ren An[3])

e poi continuò:

«Morire per il popolo è più pesante del Monte Tai, ma morire per i fascisti[N 3] e lavorare per gli sfruttatori e gli oppressori è più leggero di una piuma. Il compagno Zhang Side è morto servendo il popolo e perciò la sua morte è più pesante del Monte Tai.»

([2])

Al di fuori della CinaModifica

Nel 2007, l'attrice statunitense Cameron Diaz fu oggetto di controversia per aver indossato durante un viaggio in Perù una borsa su cui erano disegnati i caratteri cinesi che compongono lo slogan, associato nel paese sudamericano al Sendero Luminoso, un'organizzazione guerrigliera d'ispirazione maoista, protagonista di un sanguinoso conflitto armato contro lo Stato peruviano verso la fine del XX secolo[4].

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

Note al testo
  1. ^ La Nuova Quarta Armata, a differenza della maggior parte delle divisioni dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale della Repubblica di Cina, era controllata dal Partito Comunista e non dal Partito Nazionalista.
  2. ^ Nel 1944 la seconda guerra sino-giapponese era ormai parte integrante della teatro asiatico della seconda guerra mondiale.
  3. ^ In riferimento ai nazionalisti cinesi e ai fascisti giapponesi, nel contesto della guerra civile cinese e la guerra contro gli invasori giapponesi.
Fonti
  1. ^ a b (EN) Xinhua Headlines: Serving the people -- unswerving mission of CPC, in Agenzia Nuova Cina, 11 agosto 2019 (archiviato il 22 dicembre 2019).
  2. ^ a b Mao 1944. (EN) «All men must die, but death can vary in its significance. The ancient Chinese writer Szuma Chien said, "Though death befalls all men alike, it may be weightier than Mount Tai or lighter than a feather." To die for the people is weightier than Mount Tai, but to work for the fascists and die for the exploiters and oppressors is lighter than a feather. Comrade Chang Szu-teh died for the people, and his death is indeed weightier than Mount Tai.»
  3. ^ (EN) The Letter to Ren An and Sima Qian’s Legacy, Seattle-Londra, University of Washington Press, 2016, p. 26, ISBN 9780295995441, OCLC 1010505162.
    «Surely, a man has but one death. That death may be as heavy as Mount Tai or as light as a goose feather. It is how he uses that death that makes all the difference!».
  4. ^ (EN) Cameron Diaz Apologizes for Handbag Faux Pas, in People, 25 giugno 2007 (archiviato dall'originale il 27 giugno 2007).
    «Diaz, 34, had visited Peru's Machu Picchu on Friday carrying a green bag with a red star and the words "Serve the People" in Chinese.
    The phrase, a slogan of the late Chinese Communist leader Mao Zedong, touched a nerve among Peruvians still recovering from the Maoist Shining Path insurgency of the 1980s and early 1990s that left nearly 70,000 dead.
    »
    .

Collegamenti esterniModifica