Apri il menu principale

Il Servizio informazioni operative e situazione (SIOS) era un'articolazione dei servizi segreti italiani, costituito all'interno di ciascuna delle forze armate italiane.

È stato sostituito dal 2001 dal II Reparto Informazioni e Sicurezza dello stato maggiore della difesa, attraverso i suoi uffici, come il Centro intelligence interforze.

Indice

StoriaModifica

Nati nel 1949, insieme al Sifar che unificava i tre precedenti servizi delle forze armate, i gruppi SIOS si occupavano essenzialmente della sicurezza all'interno delle basi militari e del personale, dell'acquisizione di informazioni inerenti ai paesi stranieri e potenzialmente ostili. Ne esisteva uno per ogni forza armata (SIOS Esercito, SIOS Marina, SIOS Aeronautica).

I tre SIOS, riformati nel 1977 e di fatto svuotati d'operatività con la riforma del 2001, sono poi stati soppressi ufficialmente il 30 settembre 2006 con Circolare ordinativa SMA117/47372/G.01.05 dell'11 luglio 2006 e unificati nel "II Reparto".

Compiti e funzioniModifica

I membri del Servizio provenivano dalla stessa forza armata di riferimento e dall'Arma dei Carabinieri. Avevano oltre che particolari compiti di informazione tecnico-militare, anche quelli di polizia militare.[1] Gli addetti militari, navali e aeronautici presso le ambasciate italiane all'estero, dipendevano funzionalmente dal relativo SIOS.

I SIOS dipendevano dal capo di stato maggiore della rispettiva forza armata, ed avevano anche funzione di collegamento prima con il SID, poi con il Servizio per le informazioni e la sicurezza militare. La Guardia di Finanza manteneva un autonomo "Servizio informativo".

OrganizzazioneModifica

Esercito ItalianoModifica

Il SIOS Esercito era chiamato a definire il potenziale militare di un determinato paese estero. Gli competeva anche il rilascio delle abilitazioni di sicurezza per i militari fino al grado di tenente colonnello, e per i civili e il personale ausiliario delle forze armate, e i dipendenti delle ditte che effettuano lavori o assicurano forniture all'Esercito.

Dipendeva dal SIOS Esercito il Centro informazioni difesa elettronica (CIDE), con sede nella caserma Santa Barbara sulla ad Anzio, che accorpava l'8' Battaglione ricerca elettronica Tonale ed il 9' Battaglione guerra elettronica Rombo.

Aeronautica MilitareModifica

Di seguito l'organizzazione del S.I.O.S. Aeronautica Militare[2][3]:

  • Servizio informazioni operative e sicurezza (S.I.O.S.) Aeronautica Militare (Roma)
    • 1º Gruppo Servizio informazioni operative e sicurezza (S.I.O.S.) - (Milano)
    • 2º Gruppo Servizio informazioni operative e sicurezza (S.I.O.S.) - (Ciampino)
    • 3º Gruppo Servizio informazioni operative e sicurezza (S.I.O.S.) - (Bari)
      • Servizio operazioni di gruppo - (Bari)
        • Sezione operazioni di gruppo - (Bari)
      • 31ª Squadriglia S.I.O.S. - (Sigonella)
      • 32ª Squadriglia S.I.O.S. - (Taranto)
      • Compagnia carabinieri S.I.O.S. - (Bari)
    • Squadriglia S.I.O.S. della Scuola di guerra aerea (S.G.A.) - Scuola Applicazione A.M. - (Firenze)
    • Centro elaborazione elettronica dati (C.E.E.D.) del S.I.O.S. - (Pratica di Mare)

Marina MilitareModifica

Il SIOS Marina era chiamato a controllare la situazione marittima complessiva, non solo militare, nell'area del Mediterraneo. All'interno del SIOS Marina erano inseriti anche nove nuclei carabinieri.

ComandantiModifica

SIOS EsercitoModifica

Marina MilitareModifica

Aeronautica MilitareModifica

ArmorialeModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica