Servizio sanitario dell'Emilia-Romagna

servizio sanitario della regione Emilia Romagna
1leftarrow blue.svg Voce principale: Emilia-Romagna.

Il servizio sanitario dell'Emilia-Romagna è il servizio sanitario regionale della Regione Emilia-Romagna. Al 31 dicembre 2014 il numero dei dipendenti del Servizio sanitario regionale dell'Emilia-Romagna ammontava a 61.220 persone, suddivise nei compiti di assistenza, tecnici e amministrativi.[1]

Logo del Servizio sanitario regionale dell'Emilia-Romagna

Comprende otto Aziende - Unità Sanitarie Locali suddivise in distretti, quattro Aziende ospedaliero-universitarie e cinque Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS).

StoriaModifica

Dal medioevo al XX secoloModifica

 
Santuario di Santa Maria della Vita a Bologna, sede di un ospedale in età moderna

Nel Medioevo si crearono all'interno dei monasteri strutture per il ricovero dei pellegrini e dei malati, dette xenodochia. Tra questi si ricorda quello dell'abbazia di San Colombano a Bobbio. L'ospedale di Parma venne fondato nel 1201 da un cavaliere teutonico.

Progressivamente si fondano anche strutture, dedicate esclusivamente alla cura dei malati e di origine laica: a Bologna la Confraternita laicale dei Battuti istituì l'Hospitale devotorum, più tardi ospedale di Santa Maria della Vita. La via Emilia, percorsa dai pellegrini, era veicolo di epidemie e in particolare la diffusione della lebbra portò alla creazione al di fuori delle città di lazzaretti (di cui spesso resta testimonianza nel toponimo "San Lazzaro" di alcuni paesi).

Con l'avvento dei comuni i governi cittadini stabiliscono contratti ("condotte") con dei medici al servizio dei cittadini. I medici condotti a Bologna si occupano già dalla metà del XIII secolo di perizie legali.

Dopo la grande epidemia di peste nera del 1348-1349 bandi ed editti, come quello del 1374 emesso da Barnabò Visconti per la città di Reggio Emilia, impongono la denunzia degli ammalati. Una vera e propria magistratura per la salute pubblica ("assunteria di sanità") venne istituita a Bologna nella seconda metà del XVI secolo.

Il governo pontificio suddivise la costa della Romagna in nove zone (Cattolica, Rimini, Cesenatico, Cervia, Porto Corsini, Primaro, Magnavacca di Porto Garibaldi, Volano e Goro), in ciascuna delle quali un "commissario" si occupava del controllo e dell'applicazione delle leggi sanitarie.

Sotto il Regno d'Italia napoleonico nel 1806 furono istituite commissioni sanitarie nei dipartimenti, sottoposte alla direzione medica di Bologna. La riforma organizzativa venne recepita dopo la Restaurazione. Nel 1860 il sistema sanitario della regione venne riformato: in ogni città un'unica amministrazione doveva gestire i vari ospedali e doveva essere assicurata assistenza anche agli indigenti.

La prima normativa sanitaria nazionale del Regno d'Italia venne emanata nel 1865 e con essa le amministrazioni sanitarie furono sottoposte all'autorità del prefetto. Nel 1874 furono istituite in ciascun comune le "commissioni municipali di sanità" e si richiese ai comuni stessi la redazione di un regolamento di igiene. Furono create le figure dei medici provinciali e dei ufficiali sanitari municipali.

Il Servizio Sanitario RegionaleModifica

 
L'ospedale di Rimini (AUSL Romagna)

Con l'istituzione delle regioni a statuto ordinario nel 1970, la legge del 1972[quale?] trasferì le competenze in materia di tutela della salute dallo Stato alle neocostituite regioni. Venne così a delinearsi l'attuale Servizio sanitario regionale dell'Emilia-Romagna, ad oggi considerato tra i migliori in Italia ed Europa,[2] grazie anche ad una buona governance generale,[3] e al notevole contributo dato dall'Università di Bologna.

Con l'istituzione nel 1978 del Servizio sanitario nazionale venne previsto di organizzare la sanità pubblica tramite un'articolazione territoriale in Unità sanitarie locali (USL), determinate dalle singole regioni. L'Emilia-Romagna recepì la riforma con la legge regionale n. 28 del 1979.[4]

Nel 1994, con la legge regionale n. 19 vennero istituite le Aziende - Unità sanitarie locali, seguendo il riordino del sistema sanitario previsto dal decreto legislativo n. 502 del 1992. Le vecchie USL vennero accorpate per provincia, ad eccezione di quella di Bologna, dove vennero previste tre nuove AUSL (Bologna città, Bologna sud e Bologna nord) più quella di Imola, e quella di Forlì-Cesena che rimase divisa nelle due AUSL di Forlì e Cesena.[5]

Il 1º gennaio 2014, a seguito della legge regionale n. 22 del 2013, venne istituita un'unica Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna, riunendo tutte le strutture e i servizi delle ex Aziende USL di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini. Subentra inoltre in toto alle funzioni dell'Area Vasta Romagna.[6][7]

Dal 1º luglio 2017 l'AUSL di Reggio Emilia ha incorporato l’Azienda ospedaliera “Arcispedale Santa Maria Nuova” (già a sua volta comprendente l'IRCCS "Istituto in oncologia per tecnologie avanzate e modelli assistenziali") del capoluogo, dotando così la provincia reggiana di una nuova azienda sanitaria unica.[8]

Unità Sanitarie Locali create con la L.R. 28 del 1979
 
N. Unità sanitaria locale
(USL)
Comuni N. Unità sanitaria locale
(USL)
Comuni e/o quartieri
1 Castel San Giovanni Castel San Giovanni, Pecorara, Pianello Val Tidone, Caminata, Nibbiano, Ziano Piacentino, Borgonovo Val Tidone, Gragnano Trebbiense, Rottofreno, Calendasco, Sarmato, Gazzola, Agazzano e Piozzano 22 San Lazzaro di Savena San Lazzaro di Savena, Ozzano nell'Emilia, Pianoro, Monterenzio, Loiano e Monghidoro
2 Piacenza Piacenza, Gossolengo, Podenzano, San Giorgio Piacentino, Vigolzone, Rivergaro, Travo, Bettola, Ponte dell'Olio, Bobbio, Coli, Farini d'Olmo, Corte Brugnatella, Ferriere, Cerignale, Zerba e Ottone. 23 Imola Imola, Mordano, Castel Guelfo di Bologna, Dozza, Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Fontanelice, Castel del Rio e Castel San Pietro Terme
3 Fiorenzuola d'Arda Fiorenzuola d'Arda, Monticelli d'Ongina, Castelvetro Piacentino, Villanova sull'Arda, San Pietro in Cerro, Caorso, Cortemaggiore, Besenzone, Alseno, Cadeo, Pontenure, Carpaneto Piacentino, Castell'Arquato, Vernasca, Lugagnano Val d'Arda, Gropparello e Morfasso 24 Budrio Budrio, Castenaso, Medicina e Molinella
4 Parma
(o Bassa Est)
Parma, Colorno, Collecchio, Felino, Mezzani, Montechiarugolo, Sala Baganza, Sissa, Sorbolo, Traversetolo, Torrile e Trecasali 25 San Giorgio di Piano San Giorgio di Piano, Bentivoglio, Minerbio, Baricella, Malalbergo, Galliera, San Pietro in Casale, Argelato e Castello d'Argile
5 San Secondo Parmense
(o Bassa Ovest)
San Secondo Parmense, Fidenza, Busseto, Fontanellato, Fontevivo, Medesano, Noceto, Polesine Parmense, Roccabianca, Salsomaggiore Terme, Soragna e Zibello 26 San Giovanni in Persiceto San Giovanni in Persiceto, Sala Bolognese, Sant'Agata Bolognese e Crevalcore
6 Borgo Val di Taro
(o Val Taro - Val Ceno)
Borgo Val di Taro, Fornovo di Taro, Bardi, Berceto, Albareto, Bedonia, Compiano, Bore, Solignano, Terenzo, Tornolo, Varano de' Melegari, Valmozzola, Varsi e Pellegrino Parmense 27 Bologna ovest Quartieri Saffi, Santa Viola, Borgo Panigale, Marconi, Barca, Costa-Saragozza, Malpighi; comuni di Anzola dell'Emilia e Calderara di Reno
7 Langhirano
(o Val Parma)
Langhirano, Lesignano de Bagni, Neviano degli Arduini, Tizzano Val Parma, Palanzano, Monchio delle Corti, Corniglio e Calestano 28 Bologna nord Quartieri Lame, Corticella, Bolognina, San Donato, San Vitale, Irnerio; comuni di Castel Maggiore e Granarolo dell'Emilia
8 Montecchio Emilia Montecchio Emilia, Gattatico, Campegine, Sant'Ilario d'Enza, Cavriago, Bibbiano, San Polo d'Enza e Ciano d'Enza 29 Bologna est Quartieri Murri, Mazzini, San Ruffillo, Galvani e Colli
9 Reggio Emilia Reggio Emilia, Albinea, Vezzano sul Crostolo, Quattro Castella, Castelnuovo di Sotto, Cadelbosco di Sopra e Bagnolo in Piano 30 Cento Cento, Pieve di Cento, Sant'Agostino e Mirabello
10 Guastalla Guastalla, Brescello, Boretto, Poviglio, Gualtieri, Novellara, Reggiolo e Luzzara 31 Ferrara Ferrara, Poggio Renatico, Bondeno e Vigarano Mainarda
11 Correggio Correggio, Rolo, Fabbrico, Campagnola Emilia, Rio Saliceto e San Martino in Rio 32 Portomaggiore Portomaggiore, Argenta, Ostellato, Voghiera e Masi Torello
12 Scandiano Scandiano, Rubiera, Casalgrande, Castellarano, Viano e Baiso 33 Codigoro Codigoro, Comacchio, Lagosanto, Massafiscaglia, Migliarino, Migliaro, Goro e Mesola
13 Castelnovo ne' Monti Castelnovo ne' Monti, Casina, Carpineti, Toano, Vetto, Villa Minozzo, Ramiseto, Busana, Ligonchio e Collagna 34 Copparo Copparo, Tresigallo, Formignana, Jolanda di Savoia, Ro e Berra
14 Carpi Carpi e Novi di Modena 35 Ravenna Ravenna, Russi e Cervia
15 Mirandola Mirandola, Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Camposanto, San Prospero, Medolla, Cavezzo, San Possidonio e Concordia sulla Secchia 36 Lugo Lugo, Alfonsine, Fusignano, Bagnacavallo, Cotignola, Bagnara di Romagna, Sant'Agata sul Santerno, Massa Lombarda e Conselice
16 Modena Modena, Campogalliano, Soliera, Bomporto, Bastiglia, Ravarino, Nonantola, Castelfranco Emilia, San Cesario sul Panaro, Spilamberto e Castelnuovo Rangone 37 Faenza Faenza, Solarolo, Castel Bolognese, Riolo Terme, Brisighella, Modigliana, Tredozio e Casola Valsenio
17 Sassuolo Sassuolo, Formigine, Fiorano Modenese, Maranello, Prignano sulla Secchia, Montefiorino, Palagano e Frassinoro 38 Forlì Forlì, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Predappio, Dovadola, Rocca San Casciano, Portico e San Benedetto, Premilcuore, Civitella di Romagna, Forlimpopoli, Bertinoro, Meldola, Galeata e Santa Sofia
18 Pavullo nel Frignano Pavullo nel Frignano, Serramazzoni, Polinago, Lama Mocogno, Montecreto, Sestola, Fanano, Riolunato, Fiumalbo e Pievepelago 39 Cesena Cesena, Mercato Saraceno, Sarsina, Bagno di Romagna, Verghereto, Montiano, Cesenatico, Savignano sul Rubicone, San Mauro Pascoli, Gatteo, Gambettola, Longiano, Roncofreddo, Borghi e Sogliano al Rubicone
19 Vignola Vignola, Savignano sul Panaro, Castelvetro di Modena, Marano sul Panaro, Guiglia, Zocca e Montese 40 Rimini
(o Rimini nord)
Rimini, Bellaria-Igea Marina, Santarcangelo di Romagna, Poggio Berni, Torriana e Verrucchio
20 Casalecchio di Reno Casalecchio di Reno, Zola Predosa, Sasso Marconi, Monte San Pietro, Crespellano, Bazzano, Monteveglio, Castello di Serravalle e Savigno 41 Riccione
(o Rimini sud)
Riccione, Cattolica, Misano Adriatico, San Giovanni in Marignano, Saludecio, Montegridolfo, Mondaino, Montefiore Conca, Morciano di Romagna, Gemmano, Montescudo, Montecolombo, San Clemente e Coriano
21 Porretta Terme Porretta Terme, Vergato, Marzabotto, Grizzana, Castel d'Aiano, Gaggio Montano, Lizzano in Belvedere, Granaglione, Castel di Casio, Camugnano, Castiglione dei Pepoli, Monzuno e San Benedetto Val di Sambro Fonte: Legge regionale 29 agosto 1979, n. 28 - Ambiti territoriali delle unità sanitarie locali della regione Emilia-Romagna, su Demetra, 31 agosto 1979. URL consultato il 29 ottobre 2022.

StrutturaModifica

Il servizio sanitario regionale è composto da Aziende USL, Aziende ospedaliere e IRCCS, riunite in due Aree vaste. Le aree vaste sono un sistema di relazioni tra gli enti del servizio sanitario regionale con funzione di coordinamento e confronto, volto ad ottimizzare e razionalizzare le attività amministrative, tecniche e sanitarie in un ambito di bacino sovraziendale. Il territorio dell'Emilia è ripartito nelle due aree vaste Emilia Nord ed Emilia Centrale. La Romagna fa riferimento ad un'unica AUSL che corrisponde alla precedente Area vasta Romagna.[9]

La sanità territoriale è assicurata dalle Case della salute, in numero di 128 sparse per l'intera regione. Col PNRR è prevista la loro trasformazione in Case della comunità.[10] Il sistema di emergenza e pronto soccorso è coordinato da tre centrali operative: Emilia Ovest, con centro a Parma e competenza sulle province di Piacenza, Parma e Reggio; Emilia Centro, con sede a Bologna e gestione sui territori di Modena, Bologna, Imola e Ferrara; Romagna, con sede a Ravenna e competenza sulle province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.[11]

Elisoccorso regionaleModifica

Il servizio di elisoccorso regionale è invece assicurato da 4 basi distribuite in maniera omogenea ed afferenti a 3 ospedali hub ed un aeroporto civile:

Aziende USLModifica

 
Denominazione Area vasta Mappa Territorio Distretti Fonti
Denominazione Sede
Azienda USL di Piacenza Area Vasta Emilia Nord     Provincia di Piacenza Città di Piacenza Piacenza [12]
[13]
Levante Fiorenzuola d'Arda
Ponente Borgonovo Val Tidone
Azienda USL di Parma     Provincia di Parma Parma Parma [14]
[15]
Fidenza Fidenza
Sud-est Langhirano
Valli Taro e Ceno Borgo Val di Taro
Azienda USL di Reggio Emilia     Provincia di Reggio Emilia Castelnovo ne' Monti Castelnovo ne' Monti [16]
[17]
Guastalla Guastalla
Reggio Emilia Reggio Emilia
Correggio Correggio
Montecchio Emilia Montecchio Emilia
Scandiano Scandiano
Azienda USL di Modena     Provincia di Modena Carpi Carpi [18]
[19]
Castelfranco Emilia Castelfranco Emilia
Mirandola Mirandola
Modena Modena
Pavullo nel Frignano Pavullo nel Frignano
Sassuolo Sassuolo
Vignola Vignola
Azienda USL di Ferrara Area Vasta Emilia Centrale     Provincia di Ferrara Ovest Cento [20]
[21]
Sud-est Codigoro
Centro-nord Ferrara
Azienda USL di Bologna     Città metropolitana di Bologna
(eccetto i comuni del Nuovo Circondario Imolese)
Appennino bolognese Porretta Terme [22]
[23]
Città di Bologna Bologna
Pianura Est San Pietro in Casale
Pianura Ovest San Giovanni in Persiceto
Reno, Lavino e Samoggia Casalecchio di Reno
Savena Idice San Lazzaro di Savena
Azienda USL di Imola Nuovo Circondario Imolese Imola Imola [24]
[25]
Azienda USL della Romagna   Province di

  Ravenna
  Forlì-Cesena
  Rimini

Faenza Faenza [26]
[27]
[28]
Lugo Lugo
Ravenna Ravenna
Forlì Forlì
Cesena e valle del Savio Cesena
Rubicone
Riccione Riccione
Rimini Rimini

Aziende ospedaliero-universitarieModifica

Denominazione Area vasta Università Sede Ospedali Fonti
Azienda ospedaliero-universitaria di Parma Area Vasta Emilia Nord Università degli Studi di Parma Parma Ospedale Maggiore di Parma [29]
Azienda ospedaliero-universitaria di Modena Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Modena Policlinico di Modena [30]
Azienda ospedaliero-universitaria di Bologna Area Vasta Emilia Centrale Università di Bologna Bologna Policlinico Sant'Orsola-Malpighi [31]
Azienda ospedaliero-universitaria di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Ferrara Arcispedale Sant'Anna di Ferrara [32]

Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS)Modifica

Denominazione Area vasta Tipologia Campo di attività Struttura Sede Fonti
IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli Area Vasta Emilia Centrale Pubblico Ortopedia e Traumatologia Istituto Ortopedico Rizzoli Bologna [33]
IRCCS Istituto delle scienze neurologiche Pubblico Scienze neurologiche AUSL Bologna Bologna
IRCCS Azienda ospedaliero-universitaria di Bologna Pubblico Assistenza e ricerca nei trapianti e nel paziente critico
Gestione medica e chirurgica integrata delle patologie oncologiche
Policlinico Sant'Orsola-Malpighi Bologna
IRCCS Istituto in tecnologie avanzate e modelli assistenziali in oncologia Area Vasta Emilia Nord Pubblico Oncologia per tecnologie avanzate e modelli assistenziali AUSL Reggio Emilia Reggio Emilia
IRCCS Istituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei tumori AUSL Romagna Privato Terapie avanzate nell’ambito dell’oncologia medica Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori Meldola

OspedaliModifica

Provincia Posti letto per 1000 ab. Azienda erogatrice Posti letto Ospedali Sede Fonti
Dati aggiornati a dicembre 2021
  Provincia di Piacenza 3,69 AUSL di Piacenza 1 055 Ospedale Guglielmo da Saliceto Piacenza [34][35][36]
Ospedale unico della Val d'Arda Fiorenzuola d'Arda
Stabilimento Giuseppe Verdi Villanova sull'Arda
Ospedale unico della Val Tidone Castel San Giovanni
Ospedale di Bobbio Bobbio
  Provincia di Parma 4,65 AOSPU di Parma 1 067 Ospedale Maggiore di Parma Parma
AUSL di Parma 1 039 Ospedale di Fidenza Fidenza
Ospedale Santa Maria Borgo Val di Taro
  Provincia di Reggio Emilia 3,38 AUSL di Reggio Emilia 1 785 Ospedale Sant'Anna Castelnovo ne' Monti
Ospedale Civile Guastalla
Arcispedale Santa Maria Nuova Reggio Emilia
Ospedale San Sebastiano Correggio
Ospedale Franchini Montecchio Emilia
Ospedale Cesare Magati Scandiano
  Provincia di Modena 3,61 AOSPU di Modena 1 156 Policlinico di Modena Modena
AUSL di Modena 1 392 Ospedale Sant'Agostino-Estense
Ospedale Bernardino Ramazzini Carpi
Ospedale Santa Maria Bianca Mirandola
Ospedale di Pavullo nel Frignano Pavullo nel Frignano
Nuovo ospedale civile Sassuolo
Ospedale civile Vignola
  Provincia di Ferrara 4,08 AOSPU di Ferrara 720 Arcispedale Sant'Anna Ferrara
AUSL di Ferrara 675 Ospedale Santissima Annunziata Cento
Ospedale Mazzolani-Vandini Argenta
Ospedale del Delta Lagosanto
  Città metropolitana di Bologna 4,99 AOSPU - IRCCS Sant'Orsola 1 498 Policlinico Sant'Orsola-Malpighi Bologna
IRCCS Rizzoli 314 Istituto Ortopedico Rizzoli
AUSL di Bologna 2 770 Ospedale Maggiore
Ospedale Bellaria
Ospedale Costa Porretta Terme
Ospedale di Vergato Vergato
Ospedale di Budrio Budrio
Ospedale di Bentivoglio Bentivoglio
Ospedale Santissimo Salvatore San Giovanni in Persiceto
Ospedale Don Giuseppe Dossetti Bazzano
Ospedale Giovan Battista Simiani Loiano
AUSL di Imola 509 Ospedale Santa Maria della Scaletta Imola
Istituto di Riabilitazione di Montecatone
Ospedale di Castel San Pietro Terme Castel San Pietro Terme
  Ravenna 4,22 AUSL della Romagna 4 535 Ospedale Santa Maria delle Croci Ravenna
Struttura sanitaria San Giorgio Cervia
Ospedale degli Infermi Faenza
Ospedale Umberto I° Lugo
  Forlì-Cesena 3,99 Ospedale Morgagni-Pierantoni Forlì
Ospedale Porzia Nefetti Santa Sofia
Ospedale Maurizio Bufalini Cesena
Ospedale P. Angioloni Bagno di Romagna
Ospedale G. Marconi Cesenatico
Ospedale di comunità S. Colomba Savignano sul Rubicone
  Rimini 3,88 Ospedale Infermi Rimini
Ospedale Franchini Santarcangelo di Romagna
Ospedale Sacra Famiglia Novafeltria
Ospedale Ceccarini Riccione
Ospedale Cervesi Cattolica

NoteModifica

  1. ^ Il numero dei dipendenti, siti di interesse, approfondimenti, su Salute - Emilia-Romagna. URL consultato il 29 dicembre 2018 (archiviato il 22 luglio 2017).
  2. ^ Rapporto Sanità CREA, su creasanita.it. URL consultato il 29 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2018).
  3. ^ Emilia-Romagna prima in Italia per efficienza sanitaria, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 29 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2018).
  4. ^ Legge regionale 29 agosto 1979, n. 28 - Ambiti territoriali delle unità sanitarie locali della regione Emilia-Romagna, su Demetra, 31 agosto 1979. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  5. ^ Legge regionale 12 maggio 1994, n. 19 - Norme per il riordino del servizio sanitario regionale ai sensi del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, modificato dal decreto legislativo 7 dicembre 1993, n. 517, su Demetra, 16 maggio 1994. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  6. ^ legge regionale 21 novembre 2013, n. 22 - Misure di adeguamento degli assetti istituzionali in materia sanitaria. Istituzione dell'azienda unità sanitaria locale della Romagna. Partecipazione della regione Emilia-Romagna all'Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico "Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori" s.r.l., su demetra.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  7. ^ Nasce l'Azienda unità sanitaria locale della Romagna, su saluter.it. URL consultato il 18 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2014).
  8. ^ Nasce l'Azienda Usl di Reggio Emilia. Via libera alla legge per la fusione di Ausl e Azienda ospedaliera "Arcispedale Santa Maria Nuova", su ausl.re.it. URL consultato il 29 dicembre 2018 (archiviato il 7 agosto 2018).
  9. ^ Aziende sanitarie, Irccs, Asp: erogazione dell'assistenza, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato l'8 novembre 2022.
  10. ^ Da Casa della Salute a Casa della Comunità, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato l'8 novembre 2022.
  11. ^ Emergenza e 118, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato l'8 novembre 2022.
  12. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Piacenza, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  13. ^ Distretti sanitari, su ausl.pc.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  14. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Parma, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  15. ^ Distretti, su ausl.pr.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  16. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Reggio Emilia, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  17. ^ Distretti, su ausl.re.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  18. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Modena, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  19. ^ Distretti, su ausl.mo.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  20. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Ferrara, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  21. ^ La rete territoriale, su ausl.fe.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  22. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Bologna, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  23. ^ Servizi sul territorio, su ambo.ausl.bologna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  24. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Imola, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  25. ^ Territorio, su ausl.imola.bo.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  26. ^ I Distretti delle Aziende Usl - Romagna, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  27. ^ Distretti, su auslromagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  28. ^ Ospedali, su auslromagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  29. ^ Azienda Ospedaliero - Universitaria di Parma, su ao.pr.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  30. ^ Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena, su aou.mo.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  31. ^ Policlinico di Sant'Orsola, su aosp.bo.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  32. ^ Arcispedale Sant'Anna, su ospfe.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  33. ^ Gli IRCCS in Emilia-Romagna, su salute.regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 30 ottobre 2022.
  34. ^ Ospedali, su guidaservizi.fascicolo-sanitario.it. URL consultato l'8 novembre 2022.
  35. ^ Report posti letto mensili - per azienda di erogazione e mese, su applicazioni.regione.emilia-romagna.it. URL consultato l'8 novembre 2022.
  36. ^ Report posti letto per 1000 abitanti - per provincia di riferimento territoriale, su applicazioni.regione.emilia-romagna.it. URL consultato l'8 novembre 2022.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN122961686 · ISNI (EN0000 0000 8515 5634 · GND (DE10081347-1 · WorldCat Identities (ENviaf-122961686