Set the Controls for the Heart of the Sun

brano musicale dei Pink Floyd del 1968

Set the Controls for the Heart of the Sun è un brano del gruppo musicale britannico Pink Floyd[1][2] pubblicato nell'album A Saucerful of Secrets del 1968, ultimo album del gruppo con Syd Barrett e primo con David Gilmour. Il brano contiene alcune parti per chitarra suonate da entrambi e questo lo rende l'unico del gruppo in cui hanno suonato tutti i cinque componenti[3][4][5][6].

Set the Controls for the Heart of the Sun
ArtistaPink Floyd
Autore/iRoger Waters
GenereSpace rock
Rock psichedelico
Pubblicazione originale
IncisioneA Saucerful of Secrets
Data1968
Durata5:27
 
Roger Waters in concerto a Tampa nel 2007 durante il The Dark Side of the Moon Live esegue il brano.

Scritta da Roger Waters,[2] è stata regolarmente suonata nei concerti del gruppo tra il 1967 e il 1973 e nei tour solisti di Waters dal 1984 in poi.

Per il testo della canzone Waters prese in prestito alcune frasi da un libro di poesie cinesi del periodo della dinastia Tang (IX-VIII secolo a.C.).[7]

La registrazione venne effettuata a Londra negli Abbey Road Studios nelle sedute del 6 e 7 agosto, del 23 ottobre 1967 e del 11 gennaio 1968.[6][2]

È stata inserita anche nella raccolta Echoes: The Best of Pink Floyd del 2001[2] e, in una versione registrata dal vivo, anche nell'album Ummagumma (1969)[6][8] e viene suonata nel film concerto Live at Pompeii (1972)[9][7]

Nel 2006 è stata coverizzata, oltre che rinominata semplicemente Set The Controls, dal progetto Ashes di Eraldo Bernocchi, Bill Laswell e Raiz all'interno dell'album Unisono.

Formazione

modifica
  1. ^ (EN) David V. Moskowitz, The 100 Greatest Bands of All Time: A Guide to the Legends Who Rocked the World [2 volumes]: A Guide to the Legends Who Rocked the World, ABC-CLIO, 10 novembre 2015, ISBN 978-1-4408-0340-6. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  2. ^ a b c d Stefano Magnani, Viaggi interstellari: Le canzoni che hanno fatto la storia dei Pink Floyd, LIT EDIZIONI, 15 maggio 2013, ISBN 978-88-6231-715-3. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  3. ^ A SAUCERFUL OF SECRETS: l’addio poetico di Syd Barrett - Stone Music, su stonemusic.it, 23 giugno 2022. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  4. ^ Pink Floyd: 53 anni fa usciva A Saucerful of Secrets | Radio Città Aperta, su radiocittaperta.it, 28 giugno 2021. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  5. ^ Redazione, I Pink Floyd compongono la loro cosmogonia in A Saucerful of Secrets, su INFINITE JEST, 27 giugno 2020. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  6. ^ a b c (EN) Andrew Wild, Pink Floyd: Song by Song, Fonthill Media, 19 agosto 2017. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  7. ^ a b Lunatics, pp. 85-86.
  8. ^ Stefano Magnani, Viaggi interstellari: Le canzoni che hanno fatto la storia dei Pink Floyd, LIT EDIZIONI, 15 maggio 2013, ISBN 978-88-6231-715-3. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  9. ^ Nino Gatti e Stefano Girolami, David Gilmour & Roger Waters: Le origini, i Pink Floyd, le carriere soliste, HOEPLI EDITORE, 17 settembre 2020, ISBN 978-88-203-9799-9. URL consultato il 3 ottobre 2022.

Bibliografia

modifica
  • The Lunatics, Il Fiume Infinito - Tutte le Canzoni dei Pink Floyd, 2014, Giunti, ISBN 978-88-09-79667-6.

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo