Shackleton (miniserie televisiva)

miniserie televisiva britannica del 2002
Shackleton
Titolo originaleShackleton
PaeseRegno Unito, Australia
Anno2002
Formatominiserie TV
Generebiografico, drammatico, storico
Puntate2
Durata103 min (puntata)
Lingua originaleinglese, norvegese, tedesco
Rapporto1.85:1
Crediti
RegiaCharles Sturridge
SceneggiaturaCharles Sturridge
Interpreti e personaggi
FotografiaHenry Braham
MontaggioPeter Coulson
MusicheAdrian Johnston
ScenografiaMichael Howells
CostumiShirley Russell
TruccoJeremy Woodhead, Carol Hemming, Rossana Parker, Janine Schneider, Julia Wilson, Jeffrey Haines
Effetti specialiMark Holt, James Davis III, Martin Neill
ProduttoreEmilio Nunez, Selwyn Roberts
Produttore esecutivoFrancesca Barra, Delia Fine
Casa di produzioneA&E Networks, Australian Broadcasting Corporation, Channel Four Television Corporation, Firstsight Films
Prima visione
Dal2 gennaio 2002
Rete televisivaChannel 4

Shackleton è una miniserie televisiva in due puntate del 2002 scritta e diretta da Charles Sturridge e con protagonista Kenneth Branagh. La miniserie racconta la storia vera della spedizione Endurance capitanata da Sir Ernest Henry Shackleton, che nel 1914 tentò di trovare un percorso adeguato per poter effettuare la prima traversata terrestre del continente antartico, fallendo.

La miniserie è stata trasmessa in prima visone assoluta sul canale televisivo britannico Channel 4 il 2 gennaio 2002,[1][2] mentre in Italia alcune scene sono state usate durante una puntata di Speciale Superquark dedicata all'esploratore andata in onda il 30 dicembre 2010.[3]

TramaModifica

Nel 1914 Ernest Shackleton pianifica una spedizione in Antartide, con l'obbiettivo di guidare alcune squadre di cani da slitta da un lato all'altro del continente, spedizione che renderebbe la Gran Bretagna la prima nazione a portare a termine questo genere di traversata. Dopo essere riuscito a trovare un finanziatore nella persona di James Key Caird e aver riunito l'equipaggio, parte a bordo della nave Endurance, ma ben presto iniziano a sorgere i primi problemi, a causa del mare ghiacciato e delle basse temperature. L'Endurance rimane intrappolata nel pack e successivamente affonda, lasciando tutto l'equipaggio in balia del freddo polare. Il capitano però non vuole arrendersi alla cattiva sorte, e, lasciando la maggior parte degli uomini in un campo provvisorio creato sul ghiaccio, intraprende con cinque compagni un viaggio verso l'isoletta della Georgia del Sud, affrontando il mare in burrasca su una piccola scialuppa. Raggiunta l'isola riesce, dopo aver scalato montagne e ghiacciai, a raggiungere la base di una baleniera, da dove riuscirà a far partire i soccorsi, che porteranno al salvataggio di tutti gli uomini dell'equipaggio due anni e dieci mesi dopo la partenza di Shackleton dal campo base.

RiconoscimentiModifica

La miniserie ha ricevuto numerosi premi e nomination tra il 2002 e il 2003, vincendo tra gli altri due Premi Emmy e due British Academy Television Awards.[4]

NoteModifica

  1. ^ Shackleton su channel4.com, su channel4.com. URL consultato il 27 novembre 2018.
  2. ^ Date di uscita per Shackleton, su imdb.com. URL consultato il 27 novembre 2018.
  3. ^ Simone Rossi, Tre nuovi speciali tematici di Superquark con Piero Angela su Rai Uno, in digital-news.it, 23 dicembre 2010. URL consultato il 27 novembre 2018.
  4. ^ (EN) Awards for Shackleton, su imdb.com. URL consultato il 27 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica