Shaft (film 2000)

film del 2000 diretto da John Singleton
Shaft
Sciaft.png
Una scena del film
Titolo originaleShaft
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2000
Durata99 minuti
Generepoliziesco, thriller, azione
RegiaJohn Singleton
SoggettoErnest Tidyman
SceneggiaturaJohn Singleton, Shane Salerno, Richard Price
ProduttoreJohn Singleton, Mark Roybal, Scott Rudin, Eric Steel
Produttore esecutivoJohn Singleton
Casa di produzioneScott Rudin Productions, New Deal Productions
Distribuzione in italiano01 Distribution
FotografiaDonald E. Thorin
MontaggioJohn Bloom, Antonia Van Drimmelen
MusicheDavid Arnold
ScenografiaPatrizia von Brandenstein
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Shaft è un film del 2000 diretto da John Singleton, con Samuel L. Jackson. La pellicola è il terzo sequel del film Shaft il detective del 1971.

TramaModifica

Nel 1998, il detective della polizia di New York John Shaft II, parente dell'investigatore privato John Shaft I, viene chiamato per indagare sul grave assalto di Trey Howard fuori da un ristorante. Shaft arresta Walter Wade Jr., figlio di un ricco magnate immobiliare, dopo aver notato il sangue su di lui e Wade afferma di aver agito per legittima difesa. Tuttavia, l'amica di Trey dice a Shaft che quando lei e Trey sono entrate nel ristorante, Wade ha molestato razzialmente lui. Trey umiliò Wade in risposta e lasciò il ristorante, e Wade lo seguì. Shaft nota una cameriera, Diane Palmieri, che guarda Wade e cerca di convincere una sua dichiarazione, ma afferma di non aver assistito a nulla e scompare dalla scena. Quando Wade prende in giro Trey dopo che muore sulla barella dell'ambulanza, Shaft lo prende a pugni e viene sospeso. Più tardi, Wade telefona a Shaft per schernirlo che, a causa del pugno, gli è stata concessa la cauzione per l'accusa di omicidio ed è fuggito in Svizzera .

Due anni dopo, Wade ritorna nel paese e Shaft lo arresta. Gli amici di Shaft gli organizzano in una festa in cui il vecchio Shaft fa la sua comparsa e procede ad avvertirlo che la ricchezza di Wade lo mette in vantaggio per sconfiggere il caso. Durante la sua detenzione temporanea al quartier generale della polizia, Wade fa amicizia con Peoples Hernandez, un signore della droga domenicano che Shaft aveva precedentemente arrestato. Alla sua udienza su cauzione, il giudice fa sì che Wade rinunci al suo passaporto in cambio di essere rilasciato di nuovo su cauzione; frustrato, Shaft si dimette dalla polizia, promettendo di consegnare Wade alla giustizia alle sue condizioni. Preoccupato che Shaft potesse trovare il testimone oculare mancante, Wade assume Peoples per trovarla e ucciderla per prima.

Shaft continua la sua ricerca di Diane, chiedendo aiuto ai suoi amici detective Carmen Vasquez e al tassista Rasaan. Mentre fanno visita alla madre di Diane, per la quale si rivela essere poco collaborativa, Shaft e Carmen si rendono conto di essere seguiti dagli ufficiali Jack Roselli e Jimmy Groves, ai quali Peoples ha promesso una taglia del pagamento per seguire Shaft e arrivare a Diane. Travestito, Shaft e il suo ex collega, il detective Luger, rapinano Wade del denaro che aveva raccolto per pagare Peoples vendendo alcuni gioielli esclusivi delle sue madri defunte. Lasciando i soldi nella macchina di Roselli e Groves per far pensare a Peoples che stanno facendo il doppio gioco. Tuttavia, Roselli e Groves avvistano Shaft in fuga dalla scena e si rendono conto che sono stati fregati e riprendono a pedinare Shaft.

Shaft rintraccia un numero chiamato dalla madre di Diane e trova Diane protetta dai fratelli Mike e Frank. Prima che possano parlare, gli scagnozzi della gente li attaccano. Nella sparatoria, Shaft uccide il fratello minore di Peoples e Mikey rimane ferito. Shaft, Diane, Rasaan e Frank si rifugiano nell'appartamento di Rasaan, seguito segretamente da Roselli e Groves. Mentre si trova nell'appartamento, Diane ammette di aver visto Wade assassinare Trey. Wade poi la fece tacere in cambio di una ricompensa dal padre di Wade. Nel frattempo, Peoples attacca Wade con rabbia per la morte di suo fratello.

Peoples e i suoi scagnozzi arrivano all'appartamento di Rasaan ma Shaft li coinvolge in una sparatoria e tutti fuggono attraverso la scala antincendio. Roselli e Groves provano a uccidere Shaft ma Carmen arriva dietro di loro e uccide gli ufficiali corrotti al comando di Shaft. La sparatoria si riversa nelle strade della città dove Shaft e Carmen uccidono gli scagnozzi, ma la cabina di Rasaan si schianta accanto al veicolo di Peoples. L'uomo prende in ostaggio Diane con un rompighiaccio. Shaft abbassa la pistola e convince Peoples a non fare il lavoro sporco di Wade mentre invece a combattere uno contro uno. Peoples libera Diane e lascia cadere la sua piccozza: fa in modo che sia pronto a combattere Shaft ma poi estrae la sua pistola dalla sua schiena; Shaft estrae la sua pistola di riserva e uccide per primo Peoples.

Il processo di Wade finalmente arriva. Shaft dice alla madre di Trey, Carla Howard, che il processo avrà un nuovo giudice, il procuratore generale come procuratore e un testimone oculare. Tuttavia, prima che il processo possa iniziare, Carla uccide Wade sui gradini del tribunale e viene arrestata. Nella stazione di polizia, Shaft ribadisce a Carmen che preferisce essere un investigatore privato. Arriva una donna che chiede aiuto a Shaft per presentare accuse di aggressione al suo fidanzato violento. All'inizio Shaft è riluttante, ma quando vede la sua ferita, decide di aiutarla con i suoi metodi. Shaft, insieme a John Shaft I e Rasaan, si uniscono per affrontare il fidanzato violento.

ProduzioneModifica

L'originale John Shaft, interpretato da Richard Roundtree, in questa pellicola veste i panni dello zio del protagonista, suo omonimo.

SequelModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Shaft (film 2019).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno00042841
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema