Apri il menu principale

Shaolin Sándor Liu

pattinatore di short track ungherese
Shaolin Sándor Liu
Liu Shaolin Sándor rövidpályás gyorskorcsolyázó.jpg
Shaolin Sándor Liu nel 2014
Nazionalità Ungheria Ungheria
Altezza 182 cm
Peso 78 kg
Short track Short track speed skating pictogram.svg
Specialità 500 m; 1000 m; 1500 m
Palmarès
Giochi olimpici invernali 1 0 0
Campionati mondiali 2 3 3
Campionati europei 3 8 2
World Junior Championships 1 1 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 ottobre 2019

Shaolin Sándor Liu (cinese: 劉少林; Budapest, 20 novembre 1995) è un pattinatore di short track ungherese.

BiografiaModifica

 
Shaolin Sándor Liu ai campionati mondiali di Mosca 2015

Nato a Budapest, suo padre è di origine cinese, mentre la madre è ungherese. Anche suo fratello minore Shaoang Liu, è pattinatore di short track a livello internazionale. Dall'ottobre 2015 fidanzato con la pattinatrice britannica Elise Christie.[1][2]

All'età di diciotto anni ha rappresentato l'Ungheria ai Giochi olimpici di Soči 2014.

Quattro anni più tardi ha gareggiato per l'Ungheria ai Giochi olimpici di Pyeongchang 2018 dove, il 22 febbraio, ha conquistato la medaglia d'oro nella staffetta 5.000 metri, con i compagni di nazionale Shaoang Liu, Viktor Knoch e Csaba Burján. Grazie a questo risultato la nazionale ungherese ha vinto la prima medaglia d'oro della sua storia ai Giochi olimpici invernali.[1]

PalmarèsModifica

Pyeongchang 2018: oro nella staffetta 5.000 m;
Mosca 2015: argento nei 500 m; argento nella staffetta 5.000 m;
Seul 2016: oro nei 500 m; bronzo in classifica generale;
Rotterdam 2017: bronzo nella staffetta 5.000 m;
Montrèal 2018: oro nei 3000 m; argento in classifica generale;
Sofia 2019: bronzo nella staffetta 5000 m;
Malmo 2013: bronzo nella staffetta 5.000;
Dordrecht 2015: argento nella staffetta 5.000;
Sochi 2016: argento nella staffetta 5.000; argento nei 1.000 m; argento nei 1.500 m;
Torino 2017: oro nei 1.000 m; argento nei 3000 m; argento in classifica generale;
Dresda 2018: bronzo nella staffetta 5.000 m;
Dordrecht 2019: oro nei 1500 m; oro nella staffetta 5000 m; argento nei 500 m; argento in classifica generale;

NoteModifica

  1. ^ a b Lorenzo Berardi, L’oro dei fratelli Liu: quando il multiculturalismo piace anche a Orbàn, The Submarine, 26 febbraio 2018.
  2. ^ Liu Shaolin, 93 days since Together, Twitter, 28 gennaio 2016. URL consultato il 5 febbraio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica