Apri il menu principale

Shark - Il primo squalo

film del 2018 diretto da Jon Turteltaub
Shark - Il primo squalo
Shark - Il primo squalo.png
Una scena del film
Titolo originaleThe Meg
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Cina
Anno2018
Durata113 minuti
Rapporto2,39 : 1
Generethriller, fantascienza, azione, orrore
RegiaJon Turteltaub
Soggettodal romanzo di Steve Alten
SceneggiaturaDean Georgaris, Erich Hoeber, Jon Hoeber
ProduttoreBelle Avery, Lorenzo di Bonaventura, Colin Wilson
Produttore esecutivoRandy Greenberg, Ben Erwei Ji, Wayne Wei Jiang, erald R. Molen, Barrie M. Osborne
Casa di produzioneApelles Entertainment, Di Bonaventura Pictures, Flagship Entertainment Group, Gravity Pictures, Maeday Productions
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaTom Stern
MontaggioSteven Kemper
Effetti specialiDoug Falconer, Trevor Kiely, Gavin Legge
MusicheHarry Gregson-Williams
ScenografiaGrant Major
CostumiAmanda Neale
TruccoKendal Ferguson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Shark - Il primo squalo (The Meg) è un film del 2018 diretto da Jon Turteltaub con protagonista Jason Statham.

La pellicola è l'adattamento cinematografico del romanzo horror fantascientifico MEG pubblicato nel 1997 da Steve Alten.

Indice

TramaModifica

Jonas Taylor, un sub ed esploratore marino che lavora per conto della Marina degli Stati Uniti, tenta di salvare un gruppo di scienziati intrappolati all'interno di un sottomarino nucleare nella Fossa delle Filippine. Mentre Taylor sta salvando l'ultimo sopravvissuto, vede lo scafo del sottomarino essere speronato da una creatura sconosciuta. Quando torna alla nave di soccorso, due membri del suo equipaggio sono rimasti bloccati nel sottomarino danneggiato. Taylor decide di andarsene, rendendosi conto che finire il salvataggio comporterebbe la morte di tutti. Poco dopo l'uscita, il sottomarino danneggiato viene distrutto in un'esplosione. Il racconto di Taylor, che affermava che una gigantesca creatura del mare era la causa del disastro, viene respinto dal Dr. Frank Heller che crede che Taylor sia affetto da psicosi indotta dalla pressione.

Cinque anni dopo, il miliardario Jack Morris incontra il Dr. Minway Zhang presso l'impianto di ricerca subacquea "Mana One", finanziato da Morris. Alla Mana One lavorano Suyin, un'oceanografa figlia di Zhang; D.J. e Jaxx Herd, che si occupano della supervisione dei sottomarini in spedizioni; Frank Heller, che lavora come medico; e James "Mac" Mackreides, amico di vecchia data di Taylor. Zhang e Suyin stanno supervisionando una missione per esplorare quella che potrebbe essere una sezione ancora più profonda della Fossa delle Marianne nascosta da una nuvola di acido solfidrico, che forma un termoclino. La missione è condotta da Lori (ex moglie di Taylor), Toshi e "The Wall" in un sottomarino. I tre riescono a trivellare il termoclinico, situato in fondo all'Abisso Challenger, e arrivano in un ecosistema completamente sconosciuto prima d'ora. La missione sembra andare bene fino a quando una creatura molto grande colpisce il sommergibile e fa perdere il contatto con Mana One.

Mac suggerisce di mandare giù Taylor per tentare un salvataggio, citando la somiglianza con la sua storia. Nonostante le obiezioni di Heller, Zhang e Mac decidono di recarsi in Thailandia per reclutare Taylor. Suyin tenta di salvare i compagni da sola in un sommergibile, ma dopo essere passata dal termoclino viene attaccata da un calamaro gigante. Prima che il calamaro possa schiacciare il sommergibile, un enorme squalo lo uccide, liberando Suyin. Accettando di aiutare, Taylor raggiunge il sommergibile intrappolato e salva Lori e "The Wall". Tuttavia, quando lo squalo gigante ritorna all'attacco, Toshi si sacrifica chiudendo la botola e staccando il sottomarino dalla nave di soccorso, permettendo a Taylor, Lori e "The Wall" di fuggire in sicurezza mentre devia l'attenzione dello squalo verso il suo sottomarino con la sua luce. A causa dell'impatto che lo squalo fa contro il sottomarino, avviene la penetrazione di uno sfiato termico.

Di ritorno a Mana One, l'equipaggio scopre che lo squalo è in realtà un megalodonte, il più grande squalo conosciuto dall'umanità, che si ritiene estinto da due milioni di anni. L'equipaggio si rende anche conto che lo squalo è fuggito dalle profondità della Fossa delle Marianne nuotando attraverso un buco nel termoclino creato dall'esplosione proveniente dalla presa termica, che ha alzato brevemente la temperatura abbastanza per permettere allo squalo di passare in sicurezza. Heller si scusa con Taylor per aver ignorato e smentito il suo discorso cinque anni prima. Mentre discutono su come regolarsi, Meiying, la figlia di Suyin ha un incontro faccia a faccia con il Megalodon (che nel frattempo ha ucciso due balene ammaestrate), salvandosi per via della vetrata resistente. Il gruppo decide di rintracciare e avvelenare il Megalodon con l'etorfina. Suyin dovra' mettersi in una gabbia sottomarina per attirare il Megalodon. Durante l'iniezione con l'etorfina del Megalodon, la maschera di ossigeno di Suyin viene compromessa ma viene salvata da Taylor che le fa la respirazione bocca a bocca. Il Megalodon muore avvelenato.

Nonostante il successo dell'equipaggio, Taylor commenta che i denti non corrispondono agli attacchi precedenti dello squalo. Poco dopo, un secondo Megalodon molto più grande emerge dall'acqua e divora vivo "The Wall". Jaxx e Heller finiscono in acqua e Heller da il tempo a Jaxx di fuggire, poi Heller si fa mangiare dal Megalodon attirandolo con il movimento; Zhang subisce una grave ferita, che causerà poco dopo la sua morte. Il Megalodon capovolge la barca e divorando il più piccolo Megalodon, rivelando che i Megalodon fuggiti sono due. L'equipaggio sopravvissuto torna da Mana One in due gommoni salvavita. Morris annuncia che ha informato i governi locali e le forze navali, e che la situazione non li riguarda più.

Al calar della notte, Morris tenta di distruggere il Megalodon da sè ordinando all'equipaggio di un elicottero di far cadere delle cariche di profondità modificate, apparentemente colpendo lo squalo. Si avvicina alla carcassa del presunto Megalodon su una barca ma scopre che è una balena. Quando il Megalodon si avvicina, la barca accelera, causando la caduta di Morris e la sua conseguente morte nelle fauci dello squalo. Taylor e la rimanente squadra di Mana One scoprono che Morris non ha avvisato i governi locali, ma ha detto di averlo fatto solo per escludersi dalla faccenda e non rischiando la vita. L'equipaggio decide di rintracciare e uccidere lo squalo, rendendosi conto che il Megalodon si sta dirigendo verso una spiaggia affollata sulla baia di Sanya. Tentano di dare un preavviso, ma non vengono creduti.

Il Megalodon raggiunge la baia ma poco prima che inizi a divorare tutti, l'equipaggio di Mana One fa risuonare l'audio di una chiamata di balene per deviare l'attenzione dello squalo lontano dalla folla e verso di loro. Taylor e Suyin tentano di distruggere il Megalodon con siluri truccati, senza risultato, e nello scontro, il sommergibile di Taylor è gravemente danneggiato. Taylor riesce a tagliare la pancia del Megalodon con l'aletta del suo sub danneggiato, e ad infizarlo negli occhi con una lancia velenosa, immobilizzandolo. A causa della presenza di sangue, una moltitudine di squali nella zona sono attratti dal sangue e attaccano il Megalodon, uccidendolo definitivamente. Durante il combattimento, Suyin è stata in grado di evacuare il resto dell'equipaggio su una barca dove una coppia cinese si sposa. Taylor salirà tranquillamente sulla barca dopo aver ucciso il Megalodon, e sia lui che Suyin stanno prendendo in considerazione una vacanza.

ProduzioneModifica

SviluppoModifica

La Disney era interessata alla trasposizione cinematografica già nel 1996, quando opzionò i diritti cinematografici del romanzo.[1] Le sceneggiature realizzate per la Disney delusero Alten, commentando che "il film avrebbe dovuto seguire la scienza e non il ridicolo"; così i diritti opzionati caddero.[2] Successivamente varie case di produzione si interessarono al progetto, tra le quali Hollywood Pictures e New Line Cinema.

Il 3 giugno 2015 la Warner Bros. acquista i diritti cinematografici del romanzo.[1] Il 16 giugno dello stesso anno viene scelto come regista Eli Roth,[3] il quale abbandona il progetto per divergenze creative con la produzione. Il 3 marzo 2016 Roth viene sostituito da Jon Turteltaub.[4]

Il 14 aprile 2016 viene annunciato che Jason Statham sarà il protagonista del film,[5] accanto a Li Bingbing, Ruby Rose e Jessica McNamee.[6]

BudgetModifica

Il budget del film è stato di 150 milioni di dollari.[7]

RipreseModifica

Le riprese del film sono iniziate il 13 ottobre 2016 a West Auckland, in Nuova Zelanda,[8][9][10][11] e sono terminate nel gennaio 2017.

PromozioneModifica

Il primo trailer del film viene diffuso il 9 aprile 2018.[12]

DistribuzioneModifica

La pellicola, inizialmente programmata per il 2 marzo 2018, è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi, anche in 3-D e IMAX, a partire dal 10 agosto 2018,[13] ed in quelle italiane dal 9 agosto dello stesso anno.[12]

DivietiModifica

Negli Stati Uniti il film è stato vietato ai minori di 13 anni non accompagnati da adulti per la presenza di "pericolo, immagini sanguinolente e linguaggio non adatto".[14]

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Nel week-end d'esordio negli Stati Uniti il film si posiziona al primo posto del botteghino incassando 44,3 milioni di dollari.[15]

Il film ha incassato 527,8 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui 143 negli Stati Uniti.[16]

CriticaModifica

Nel luglio 2018 arrivano online le prime recensioni che elogiano l'intrattenimento ed il divertimento tipico di un blockbuster estivo, sottolineando la "stupidità e gli eccessi" del film.[17]

Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes la pellicola riceve il 45% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 5,4 su 10, basato su 249 critiche,[18] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 46 su 100, basato su 46 critiche.[19]

RiconoscimentiModifica

SequelModifica

Nel marzo 2019 il produttore Lorenzo di Bonaventura dichiara che la sceneggiatura del sequel è in fase di scrittura.[21]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) LONG-AWAITED GIANT SHARK THRILLER “MEG” SWIMS TO WARNER BROS., racking-board.com, 3 giugno 2015. URL consultato il 10 aprile 2018.
  2. ^ (EN) Interview With Author/Screenwriter Steve Alten, screenrant.com. URL consultato il 10 aprile 2018.
  3. ^ (EN) Justin Kroll, Eli Roth to Direct Giant Shark Thriller ‘Meg’ for Warner Bros., Variety, 16 giugno 2015. URL consultato il 10 aprile 2018.
  4. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Jon Turteltaub Circling ‘Meg,’ Giant Shark Pic From Warner Bros And China-Based Gravity, deadline.com, 3 marzo 2016. URL consultato il 10 aprile 2018.
  5. ^ (EN) Anita Busch, Jason Statham Takes On Prehistoric Shark In 'Meg', su deadline.com. URL consultato il 14 aprile 2016.
  6. ^ Meg: Li Bingbing affiancherà Jason Statham nel cast, su badtaste.it. URL consultato l'11 settembre 2016.
  7. ^ (EN) Warner’s ‘Meg’ Helps Launch New Zealand’s Kumeu Film Studio (EXCLUSIVE), su variety.com. URL consultato il 17 aprile 2018.
  8. ^ Iniziate le riprese di Meg: lo shark thriller con Jason Statham, su cinematographe.it. URL consultato il 14 ottobre 2016.
  9. ^ Meg – Prima foto di Jason Statham e Li Bingbing nel thriller con gli squali, su blog.screenweek.it. URL consultato il 14 ottobre 2016.
  10. ^ (EN) First Meg Photo Has Jason Statham Ready to Fight Sharks, su movieweb.com. URL consultato il 14 ottobre 2016.
  11. ^ (EN) Adam Chitwood, ‘Meg’: Filming Begins on Warner Bros.’ Giant Monster Shark Movie Starring Jason Statham, collider.com, 13 ottobre 2016. URL consultato il 10 aprile 2018.
  12. ^ a b   Warner Bros., SHARK – IL PRIMO SQUALO - Trailer ufficiale, su YouTube, 9 aprile 2018. URL consultato il 10 aprile 2018.
  13. ^ (EN) Dave McNary, Jason Statham’s Shark Thriller ‘Meg’ Swims Back Five Months, Variety, 2 marzo 2017. URL consultato il 10 aprile 2018.
  14. ^ (EN) Parents Guide, Internet Movie Database. URL consultato il 10 aprile 2018.
  15. ^ Andrea Francesco Berni, Box-Office USA: Shark – il Primo Squalo vince il weekend con 44.3 milioni di dollari, 141 in tutto il mondo, badtaste.it, 13 agosto 2018. URL consultato il 25 agosto 2018.
  16. ^ (EN) Shark - Il primo squalo, su Box Office Mojo. URL consultato il 4 novembre 2018.  
  17. ^ Mirko D'Alessio, Shark – Il Primo Squalo: ecco i primi commenti a caldo della critica, badtaste.it, 30 luglio 2018. URL consultato il 30 luglio 2018.
  18. ^ (EN) Shark - Il primo squalo, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. URL consultato il 9 agosto 2018.  
  19. ^ (EN) Shark - Il primo squalo, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 9 agosto 2018.  
  20. ^ Pierre Hombrebueno, People’s Choice Awards 2018: i Marvel Studios guidano le nomination, Best Movie, 6 settembre 2018. URL consultato il 6 settembre 2018.
  21. ^ Matteo Tosini, Shark – Il Primo Squalo: la sceneggiatura del sequel è in fase di scrittura, su badtaste.it, 22 marzo 2019. URL consultato il 22 marzo 2019.

Collegamenti esterniModifica