Shenzhen

città-prefettura cinese
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Shenzhen (disambigua).
Shenzhen
città sub-provinciale
(ZH) 深圳
Shenzhen – Veduta
Localizzazione
StatoCina Cina
ProvinciaGuangdong
Amministrazione
PrefettoChen Rugui
Segretario PCCWang Weizhong
Territorio
Coordinate22°32′37.32″N 114°03′31.68″E / 22.5437°N 114.0588°E22.5437; 114.0588 (Shenzhen)Coordinate: 22°32′37.32″N 114°03′31.68″E / 22.5437°N 114.0588°E22.5437; 114.0588 (Shenzhen)
Altitudine25 m s.l.m.
Superficie1 997,27 km²
Abitanti12 989 000 (2018)
Densità6 503,38 ab./km²
Contee6
Altre informazioni
Linguemandarino, cantonese, hakka, min nan
Cod. postale518xxx
Prefisso+86 (0)755
Fuso orarioUTC+8
Codice UNS44 03
Targa粤B
Cartografia
Mappa di localizzazione: Cina
Shenzhen
Shenzhen
Shenzhen – Mappa
Sito istituzionale

Shenzhen (IPA [ʂə́n.ʈʂə̂n], 深圳S, ShēnzhènP) è una città sub-provinciale della Cina appartenente alla provincia di Guangdong, nella Cina continentale meridionale. Trovandosi immediatamente a nord della regione amministrativa speciale di Hong Kong, detiene lo stato amministrativo sub-provinciale, che le attribuisce poteri leggermente diversi e limitati rispetto alla provincia di appartenenza, ma superiori a quelli di una normale città. Nel 2018, con 13 milioni di abitanti, è la terza economia della Cina e la quarta città più popolosa.

Considerata una delle città più evolute della Cina continentale, si è sviluppata a partire dagli anni '80 del XX secolo quale snodo cruciale dei trasporti tra Hong Kong e la Cina e risulta il centro più importante per l'elettronica in Cina, tanto da essere soprannominata "la Silicon Valley cinese". Dal 1991 è sede della borsa di Shenzhen, seconda piazza finanziaria della Repubblica Popolare Cinese.

StoriaModifica

Shenzhen era semplicemente una città-mercato composta da 30.000 persone lungo la rotta ferroviaria di Kowloon-Canton. Per sfuggire alle persecuzioni da parte del Partito Comunista Cinese, circa 560.000 rifugiati cinesi sono fuggiti da qui nel periodo tra il 1950 e il 1970.

Nel 1979 fu ufficialmente nominata città e successivamente, nel Maggio 1980, Deng Xiaoping decise di lanciare uno dei più audaci esperimenti economici mai tentati prima.

Con Shenzhen, si dà inizio al piano sperimentale per trasformare il modello economico Cinese tradizionale in un modello più liberale e aperto a investimenti provenienti da compagnie estere e permettere a quest'ultime di potersi insediare e operare all'interno della prima "zona economica speciale" in Cina (SEZ). La posizione speciale di Shenzhen rappresenta quasi un'espansione di Hong Kong. Gli investimenti e la tecnologia esteri da Hong Kong hanno fatto crescere Shenzhen rapidamente.

Shenzhen è diventata la quarta città più grande della Cina e ha superato Hong Kong in termini di economia e popolazione nel 2017.

AmministrazioneModifica

La municipalità di Shenzhen è costituita da sei distretti: Luohu (羅湖), Futian (福田), Nanshan (南山), Yantian (鹽田), Bao'an (寶安), e Longgang (龍崗). Gli ultimi due distretti non fanno parte della Zona Economica Speciale.

 
Municipilità di Futian

Situata al centro della Zona Economica Speciale e adiacente ad Hong Kong, Luohu/Lowu è il centro finanziario e commerciale della città. Occupa una superficie di 78,89 km². Futian è la sede del Governo Municipale ed è il cuore della Zona Economica Speciale. Occupa un'area pari a 78,04 km². Nanshan è la località prescelta dalle industrie di alta tecnologia ed è situata nella parte occidentale della Zona Economica Speciale. Yantian (75,68 km²) ospita il porto omonimo. Bao'an (712,92 km²) e Longgang (844,07 km²) sono rispettivamente a nord-ovest e a nord-est di Shenzhen.

GemellaggiModifica

Shenzhen è gemellata con:

Ha accordi di collaborazione con:

Geografia e climaModifica

L'estremità di Shenzhen è posta sul delta del Fiume delle Perle. Occupa una superficie di 2.050 km² e ha una popolazione di 10.628.900 abitanti (censimento 2013). Applicando un tasso di crescita simile a quello storico, si stima che nel 2020 Shenzhen possa aver superato i 15.000.000 di abitanti [1]

Shenzhen è una regione costiera subtropicale. La temperatura media è di 22,4 °C.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Grazie alla creazione della Zona Economica Speciale e alle nuove opportunità economiche, la popolazione è cresciuta esponenzialmente a partire dal 1978, tanto che si tratta dell'area urbana che ha registrato la crescita più veloce al mondo nella seconda metà del XX secolo. Shenzhen è passata da circa 20 000 a 13,5 milioni di abitanti in trent'anni[2]. Il minor costo del lavoro di Shenzhen rispetto alla vicina Hong Kong ha contribuito al sostenuto sviluppo economico.

Molti sono i pendolari che ogni giorno attraversano la frontiera tra Hong Kong e Shenzhen: sebbene facciano entrambe parte della Repubblica Popolare Cinese, l'accesso alla regione amministrativa speciale di Hong Kong è sottoposto a limitazioni. I cittadini di Hong Kong generalmente entrano nella Zona Economica Speciale di Shenzhen per avvantaggiarsi dei minori prezzi dei prodotti commercializzati. Le autorità governative a partire dal luglio 2003 hanno eliminato molte restrizioni imposte ai cittadini di Shenzhen, Canton, Pechino, Shanghai e alcune altre città cinesi che di fatto limitavano le possibilità di visitare Hong Kong. L'immigrazione dalle altre province cinesi alla municipalità di Shenzhen è rigidamente regolata dal sistema hukou. Molti sono i contadini che lasciano le regioni rurali del paese alla ricerca di un lavoro nel settore manifatturiero e immobiliare. Le restrizioni all'immigrazione hanno determinato il rapido sorgere di diverse città appena fuori Shenzhen abitate principalmente da immigrati dalle province più povere.

ReligioneModifica

Religioni a Shenzhen[3]
religione tradizionale cinese
  
37%
Buddhismo
  
26%
Taoismo
  
18%
non religiosi e atei
  
15%
Cristianesimo
  
2%
Islam
  
2%
 
Tempio della Regina del Cielo (Tianhou, o in lingua locale Tinhau), Mazu, a Chiwan.

Secondo rilevamenti statistici, effettuati nel 2010 dall'Università della Carolina del Sud, il 37% della popolazione di Shenzhen pratica religioni tradizionali e culti popolari cinesi, il 26% è costituito da buddisti, il 18% taoisti, il 2% cristiani e un altro 2% è costituito da musulmani. Il restante 15% della popolazione non aderisce ad alcuna religione o è costituito da atei.

EconomiaModifica

 
La Borsa di Shenzhen

Shenzhen è vicino a Hong Kong ed è la finestra principale per l'ingresso di capitale straniero e tecnologia in Cina. Nel 2001, la popolazione occupata di Shenzhen ha raggiunto i 3,3 milioni. Sebbene il settore industriale contribuisca maggiormente all'occupazione della città (1,85 milioni nel 2001), il settore terziario cresce velocemente (1,44 milioni nel 2001). Nel 2018, la popolazione occupata di Shenzhen ha superato 13 milioni. L'area metropolitana di Shenzhen-Hong Kong è diventata la più grande area metropolitana della Cina. Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao ha una popolazione di 70 milioni.

Nel dicembre del 1990 è stata inaugurata la borsa di Shenzhen, il mercato finanziario regolamentato della città. Anche Shanghai è sede di una borsa valori.

 
Tencent, La più grande azienda Internet della Cina

Particolarmente dinamica è la crescita dell'attività portuale che sottrae quote di mercato ai porti di Hong Kong e Shanghai grazie ai minori costi del lavoro e alle attività manifatturiere della provincia del Guangdong alla ricerca di comodi servizi logistici. I maggiori terminal portuali di Shenzhen sono: "Yantian International Container Terminals", "Chiwan Container Terminals", "Shekou Container Terminals" e "China Merchants Port and Shenzhen Haixing (Mawan port)". Nel 2017, il porto di Shenzhen è stato il terzo porto per container più grande del mondo.

Shenzhen è il principale centro industriale tecnologico della Cina. Inoltre a Longhua (Shenzhen) è stanziata la fabbrica più grande al mondo della Foxconn, con stime approssimative che indicano dai 250000 al mezzo milione di lavoratori impiegati. Qui c'è la Tencent, proprietaria di Clash Royale. A Shenzhen hanno sede Oukitel, Doogee, TP-LINK, Globalegrow e OnePlus, brand costruttrici di dispositivi di telefonia mobile e di comunicazioni. Ma soprattutto a Shenzhen ha sede la casa madre dell'azienda Huawei, colosso mondiale della telefonia mobile e degli apparati di networking.

CulturaModifica

UniversitàModifica

  • Università di Shenzhen
  • Università Meridionale di Scienza and Tecnologia
  • Università cinese di Hong Kong, Shenzhen
  • Università MSU-BIT Shenzhen
  • Università Tecnica di Shenzhen
  • Politecnico di Shenzhen

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Ping An Finance Centre, un grattacielo di 115 piani

Shenzhen è dotata di buone strutture ricettive e attira visitatori da Hong Kong alla ricerca di specialità culinarie cantonesi e servizi di prostituzione a buon mercato. Allo stesso tempo però il tasso di criminalità relativamente elevato intimidisce molti visitatori di Hong Kong.

I turisti di solito preferiscono visite brevi alla città per via della mancanza di siti culturali di particolare interesse e a causa del forte inquinamento. In genere vengono attirati dall'opportunità di vedere la "vera Cina", anche se Shenzhen non la rispecchia affatto e, nata com'è per scelta politica, può essere definita il prototipo della Cina del XXI secolo.

Infrastrutture e trasportiModifica

L'aeroporto di Shenzhen dista 35 km dal centro della città ed è collegato con diversi aeroporti della Cina e varie destinazioni internazionali. Esistono collegamenti con autobus tra l'aeroporto e le città di Shenzhen e Hong Kong.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Aeroporto di Shenzhen-Bao'an.

La stazione ferroviaria di Shenzhen consente collegamenti con varie città della Cina, e Hong Kong via Lowu/Luohu.

Dal febbraio 2003 è possibile attraversare con auto privata o autobus il confine stradale con Hong Kong 24 ore su 24.

Nel dicembre 2004 sono state inaugurate due linee di metropolitana che sono diventate 5 nel 2012.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Metropolitana di Shenzhen.

Esistono tre tipologie di taxi che si distinguono tramite il colore: i taxi rosso possono viaggiare ovunque; i taxi verdi possono viaggiare all'esterno della Zona Economica Speciale; i taxi gialli possono viaggiare all'interno della Zona Economica Speciale.


SportModifica

 
XXVI Universiade

Dal 12 al 23 agosto 2011 Shenzen è stata sede della XXVI Universiade.

NoteModifica

  1. ^ http://popolazione.population.city/cina/shenzhen/
  2. ^ De Blij Harm J., Murphy Alexander B., Geografia umana. Cultura, società, spazio, Zanichelli, Bologna 2002 (seconda edizione italiana).
  3. ^ "6 under 60" research project by University of Southern California.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN150132113 · GND (DE4107686-2 · WorldCat Identities (ENlccn-n83040249
  Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Cina