Shirley Booth

attrice statunitense

Shirley Booth, all'anagrafe Thelma Ford[1] (New York, 30 agosto 1898North Chatham, 16 ottobre 1992), è stata un'attrice statunitense.

Shirley Booth in una foto del 1950
Statuetta dell'Oscar Oscar alla miglior attrice 1953

Nota soprattutto per la carriera teatrale e per la serie televisiva degli anni sessanta Hazel, è stata la prima attrice ad aver ricevuto un Oscar e un Tony Award per aver interpretato lo stesso personaggio, quello di Lola Delaney, nell'opera teatrale Come Back, Little Sheba di William Inge andata in scena a Broadway nel 1950 e nell'adattamento cinematografico diretto da Daniel Mann nel 1952.

BiografiaModifica

«Miss Booth è una delle meraviglie del palcoscenico americano, un'attrice superba, una magnifica comédienne e un'artista a tutto tondo dalla versatilità apparentemente infinita.»

(Richard Watts Jr., critico teatrale[2])

Nata a New York da Albert James Ford e Virginia M. Wright, trascorse i primi anni nel quartiere di Flatbush a Brooklyn dove frequentò la Erasmus Hall High School mostrando già un precoce interesse per la recitazione[3]. Durante gli anni dieci si trasferì con la famiglia a Filadelfia e successivamente a Hartford nel Connecticut, dove nel 1918 fece le sue prime apparizioni con la compagnia di Sylvester Zefferino Poli.

 
Con Humphrey Bogart in Hell's Bells (1925).

Usando il nome Thelma Booth, dato che suo padre le aveva proibito di usare il vero cognome, partecipò a rappresentazioni quali Daddy Long Legs, Mother Carey's Chickens e Lavender and Old Lace, nella quale recitò per la prima volta come protagonista[4][5]. Nel 1921 decise di tornare a New York e in breve tempo riuscì ad ottenere altri ingaggi con la Poli Stock Company. L'anno successivo, in occasione della rappresentazione di The Lion and the Mouse, assunse definitivamente il nome Shirley Booth[6][7].

Il 26 gennaio 1925 debuttò a Broadway in Hell's Bells, accanto a un giovane Humphrey Bogart,[8][9] e nei successivi dieci anni continuò a recitare in piccoli ruoli prima di ottenere il primo successo in Three Men on a Horse, andato in scena dal 1935 al 1937[10]. Diventò una delle attrici più apprezzate di Broadway e nei due decenni successivi partecipò a più di 40 opere teatrali tra commedie, drammi e musical, tra cui Excursion (1937), The Philadelphia Story (1939, a fianco di Katharine Hepburn), My Sister Eileen (1940), Tomorrow the World (1943, con Ralph Bellamy) e Hollywood Pinafore (1945)[9]. Ricevette il suo primo Tony Award nel 1949 per Goodbye, My Fancy e il secondo l'anno successivo per uno dei suoi ruoli più caratteristici, quello di Lola Delaney in Torna, piccola Sheba di William Inge[9]. Nel 1951 offrì una performance molto apprezzata nella versione musicale di A Tree Grows in Brooklyn e due stagioni dopo vinse il suo terzo Tony Award per The Time of the Cuckoo[9].

 
Torna, piccola Sheba (1952).

La carriera cinematografica di Shirley Booth iniziò all'età di 54 anni e si limitò a cinque lungometraggi realizzati tra il 1952 e il 1958. Per il suo debutto riprese il ruolo di Lola nell'adattamento cinematografico di Torna, piccola Sheba, per il quale vinse l'Oscar alla miglior attrice e una menzione speciale al Festival di Cannes. In realtà il produttore Hal B. Wallis avrebbe voluto Bette Davis per il ruolo principale ma l'attrice, che aveva visto lo spettacolo a Broadway, pensava che nessuno potesse interpretarlo meglio di Shirley Booth. Wallis aveva cercato invano di convincerla e in seguito la Davis dichiarò che rifiutare il film fu un grosso errore[11]. Nel 1958 interpretò il ruolo di Dolly Levi in Bella, affettuosa, illibata cercasi..., adattamento dell'opera teatrale di Thornton Wilder che rappresentò la sua ultima apparizione sul grande schermo. Nel 1961 le venne offerto il ruolo di Apple Annie nel film Angeli con la pistola di Frank Capra, remake di Signora per un giorno del 1933. L'attrice ritenne però di non essere all'altezza della performance originale di May Robson (per la quale aveva ottenuto una candidatura all'Oscar) e rifiutò la parte che alla fine fu accettata da Bette Davis[12].

 
In un espisodio della sitcom Hazel (1962).

Negli anni sessanta raggiunse l'apice della celebrità con l'interpretazione della cameriera Hazel Burke nella serie televisiva Hazel, che andò in onda su NBC e CBS dal 1961 al 1966 e grazie alla quale divenne un volto familiare negli Stati Uniti e vinse due Emmy Awards[9]. Dopo la cancellazione della serie interpretò il ruolo di Amanda Wingfield nella riduzione televisiva di Lo zoo di vetro di Tennessee Williams (The Glass Menagerie, 1966) e dopo aver partecipato nel 1973 a un'altra sitcom di breve durata, A Touch of Grace, prestò la voce al personaggio di Mrs. Claus nello speciale televisivo d'animazione The Year Without a Santa Claus (1974), ultima performance prima del suo ritiro.

Morì per cause naturali nel 1992, all'età di 94 anni, nella sua casa di Chatham in Massachusetts dove si era ritirata da molti anni[13]. È sepolta nel Mount Hebron Cemetery di Montclair nella contea di Essex in New Jersey[14].

Vita privataModifica

Shirley Booth si sposò la prima volta nel 1929 con Ed Gardner, creatore della sitcom radiofonica Duffy's Tavern in cui l'attrice interpretò il personaggio di Miss Duffy nei primi anni quaranta[14]. Dopo il divorzio, avvenuto nel 1942, l'anno successivo sposò il caporale dell'esercito William Hogg Baker Jr., deceduto nel 1951 per una malattia cardiaca[15].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Serie tv

Film tv

Doppiatrici italianeModifica

Teatro (parziale)Modifica

  • Hell's Bells – Wallack's Theatre/Daly's 63rd Street Theatre/George M. Cohan's Theatre, Broadway, New York (1925)
  • Laff That Off – Wallack's Theatre/39th Street Theatre, Broadway, New York (1925-1926)
  • Buy, Buy, Baby – Princess Theatre, Broadway, New York (1926)
  • High Gear – Wallack's Theatre, Broadway, New York (1927)
  • The War SongNational Theatre, Broadway, New York (1928)
  • Claire AdamsBiltmore Theatre, Broadway, New York (1929)
  • School for VirtueLongacre Theatre, Broadway, New York (1931)
  • The Camels Are Coming – President Theatre, Broadway, New York (1931)
  • Coastwise – Provincetown Playhouse/Belmont Theatre, New York (1931-1932)
  • The Mask and the FaceGuild Theatre, Broadway, New York (1933)
  • After Such Pleasures – Bijou Theatre, Broadway, New York (1934)
  • Three Men on a Horse – Playhouse Theatre/Fulton Theatre, Broadway, New York (1935-1937)
  • Excursion – Vanderbilt Theatre, Broadway, New York (1937)
  • Too Many HeroesHudson Theatre, Broadway, New York (1937)
  • The Philadelphia StoryShubert Theatre, Broadway, New York (1939-1940)
  • My Sister Eileen – Biltmore Theatre/Martin Beck Theatre/Ritz Theatre/Broadway Theatre, Broadway, New York (1940-1943)
  • Tomorrow the WorldEthel Barrymore Theatre, Broadway, New York (1943-1944)
  • Hollywood PinaforeAlvin Theatre, Broadway, New York (1945)
  • Land's End – Playhouse Theatre, Broadway, New York (1946)
  • The Men We MarryMansfield Theatre, Broadway, New York (1948)
  • Goodbye, My Fancy – Morosco Theatre/Fulton Theatre/Martin Beck Theatre/John Golden Theatre, Broadway, New York (1948-1949)
  • Love Me Long – 48th Street Theatre, Broadway, New York (1949)
  • Torna, piccola Sheba (Come Back, Little Sheba) – Booth Theatre, Broadway, New York (1950)
  • Torna, piccola Sheba (Come Back, Little Sheba) – Hanna Theatre, Cleveland (1950)
  • A Tree Grows in Brooklyn – Alvin Theatre, Broadway, New York (1951)
  • The Time of the Cuckoo – Empire Theatre, Broadway, New York (1952-1953)
  • By the Beautiful SeaMajestic Theatre/Imperial Theatre, Broadway, New York (1954)
  • Torna, piccola Sheba (Come Back, Little Sheba) – Cape Playhouse, Dennis (1955)
  • My Sister Eileen – Cape Playhouse, Dennis (1955)
  • La vigna (The Vinegar Tree) – Cape Playhouse, Dennis (1955)
  • The Time of the Cuckoo – Cape Playhouse, Dennis (1955)
  • The Desk SetBroadhurst Theatre, Broadway, New York (1955-1956)
  • Miss IsobelRoyale Theatre, Broadway, New York (1957-1958)
  • Hay Fever – Cape Playhouse, Dennis (1958)
  • JunoWinter Garden Theatre, Broadway, New York (1959)
  • Nina – Cape Playhouse, Dennis (1959)
  • Nina – Ogunquit Playhouse, Ogunquit (1959)
  • The Late Christopher Bean – Ogunquit Playhouse, Ogunquit (1960)
  • A Second StringEugene O'Neill Theatre, Broadway, New York (1960)
  • The Torch-Bearers – Cape Playhouse, Dennis (1967)
  • The Torch-Bearers – Ogunquit Playhouse, Ogunquit (1967)
  • The Desk Set – Cape Playhouse, Dennis (1968)
  • The Desk Set – Ogunquit Playhouse, Ogunquit (1968)
  • The Best of Friends – Ogunquit Playhouse, Ogunquit (1970)
  • Look to the LiliesLunt-Fontanne Theatre, Broadway, New York (1970)
  • Hay FeverHelen Hayes Theater, Broadway, New York (1970)
  • The Best of Friends – Cape Playhouse, Dennis (1970)
  • La vigna (The Vinegar Tree) – Paper Mill Playhouse, Millburn (1971)
  • Mourning in a Funny Hat – Ogunquit Playhouse, Ogunquit (1972)
  • Mourning in a Funny Hat – Cape Playhouse, Dennis (1972)

RiconoscimentiModifica

Nel 1960 le venne assegnata una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 6850 di Hollywood Blvd, per il suo contributo all'industria cinematografica, e nel novembre 1979 fu introdotta nella American Theater Hall of Fame[16][17].

CinemaModifica

1953 - Miglior attrice protagonista per Torna, piccola Sheba
1953 - Migliore attrice in un film drammatico per Torna, piccola Sheba
1954 - Candidatura per la migliore attrice straniera per Torna, piccola Sheba
1955 - Candidatura per la migliore attrice straniera per Addio signora Leslie
1953 - Menzione speciale per Torna, piccola Sheba
1952 - Miglior attrice per Torna, piccola Sheba
1952 - Miglior attrice protagonista per Torna, piccola Sheba
1958 - Candidatura per la miglior attrice protagonista per La tua pelle brucia e Bella, affettuosa, illibata cercasi...
1954 - Diploma di merito per la migliore attrice straniera per Torna, piccola Sheba

TelevisioneModifica

1964 - Candidatura per la migliore star televisiva femminile per Hazel
1962 - Migliore attrice protagonista in una serie tv per Hazel
1963 - Migliore attrice protagonista in una serie tv per Hazel
1964 - Candidatura per la migliore attrice protagonista in una serie tv per Hazel
1967 - Candidatura per la miglior attrice protagonista in un singolo episodio di una serie drammatica per CBS Playhouse (episodio The Glass Menagerie)

TeatroModifica

1949 - Miglior attrice non protagonista in un'opera teatrale per Goodbye, My Fancy
1950 - Miglior attrice protagonista in un'opera teatrale per Torna, piccola Sheba
1953 - Miglior attrice protagonista in un'opera teatrale per The Time of the Cuckoo

NoteModifica

  1. ^ Tucker (2015), p. 4.
  2. ^ Coughlan (1952), p. 128.
  3. ^ Tucker (2015), p. 5.
  4. ^ Tucker (2015), p. 7-8.
  5. ^ Tucker (2015), p. 10.
  6. ^ Tucker (2015), p. 11.
  7. ^ Tucker (2015), p. 13.
  8. ^ Hell's Bells, /www.playbill.com. URL consultato il 24 dicembre 2020.
  9. ^ a b c d e Shirley Booth, www.britannica.com. URL consultato il 24 dicembre 2020.
  10. ^ Coughlan (1952), p. 134.
  11. ^ Mell (2015), p. 59.
  12. ^ Mell (2015), p. 189.
  13. ^ Actress Shirley Booth, Star Of TV's "Hazel," Dies, www.archive.seattletimes.com. URL consultato il 24 dicembre 2020.
  14. ^ a b Shirley Booth, www.it.findagrave.com. URL consultato il 24 dicembre 2020.
  15. ^ Coughlan (1952), p. 136.
  16. ^ Shirley Booth, www.walkoffame.com. URL consultato il 24 dicembre 2020.
  17. ^ members, www.theaterhalloffame.org. URL consultato il 24 dicembre 2020.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN19942693 · ISNI (EN0000 0000 5886 7388 · LCCN (ENno93028497 · GND (DE135604761 · BNF (FRcb14659843f (data) · BNE (ESXX1714010 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no93028497