Apri il menu principale

Sicorace (astronomia)

satellite naturale di Urano
Sicorace
(Urano XVII)
Sycorax.jpg
Scoperta di Sicorace, evidenziato dal circolo, in tre immagini riprese ad un'ora di distanza ciascuna.
Satellite diUrano
Scoperta6 settembre 1997
ScopritoriPhilip Nicholson
Parametri orbitali
(all'epoca J2000)
Semiasse maggiore12 179 000 km
Periodo orbitale1288,28 giorni
-3,5272 anni
Inclinazione
sull'eclittica
152,51°
Inclinazione rispetto
all'equat. di Urano
146,84°
Inclinazione rispetto
al piano di Laplace
159,403°
Eccentricità0,5224
Dati fisici
Diametro medio190 km
Superficie1,13 × 1011
Volume3,6 × 1015
Massa
5,4 × 1018 kg
Densità media1,5 × 103 kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie0,040 m/s²
Velocità di fuga87 m/s
Periodo di rotazioneignoto
Temperatura
superficiale
64 K (min)
89 K (max)
Pressione atm.nulla
Albedo0,07?

Sicorace è un satellite naturale di Urano; la sua scoperta risale al 2003, ad opera di un team di astronomi guidato da Philip Nicholson e composto da Brett Gladman, Joseph Burns e John Kavelaars. Gli stessi astronomi, utilizzando il telescopio Hale da 200 pollici, scoprirono allo stesso tempo Calibano, un altro satellite uraniano.

Al satellite fu inizialmente attribuita la designazione provvisoria S/1997 U 2; successivamente l'Unione Astronomica Internazionale lo battezzò come Sicorace, la madre di Calibano ne La tempesta, nota commedia di William Shakespeare.

Parametri orbitaliModifica

L'orbita di Sicorace è retrograda e fortemente inclinata rispetto al locale piano di Laplace.

SuperficieModifica

La superficie di Sicorace appare composta, con tutta probabilità, principalmente di roccia e ghiaccio. Il suo colore rossastro, particolarmente inusuale, suggerisce che potrebbe probabilmente trattarsi di un corpo proveniente dalla fascia di Kuiper, catturato in un secondo momento dall'attrazione gravitazionale uraniana.

 
Rappresentazione artistica di Sicorace.

Altri progettiModifica

  Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare