Apri il menu principale

Sigismund III von Schrattenbach

arcivescovo cattolico austriaco
Sigismund III Christoph von Schrattenbach
arcivescovo della Chiesa cattolica
Sigismund von Schrattenbach prince archbishop of Salzburg.jpg
Sigismund III von Schrattenbach (1698-1771)
COA archbishop AT Schrattenbach Sigismund Christoph.png
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Salisburgo
 
Nato28 febbraio 1698, Graz
Ordinato diacono27 dicembe 1722
Ordinato presbitero10 gennaio 1723
Nominato arcivescovo26 settembre 1753
Consacrato arcivescovo21 dicembre 1753
Deceduto16 dicembre 1771, Salisburgo
 

Sigismund III Christoph von Schrattenbach (Graz, 28 febbraio 1698Salisburgo, 16 dicembre 1771) fu principe-arcivescovo di Salisburgo dal 1753 al 1771.

FamigliaModifica

 
Sigismund III von Schrattenbach, 1763

Sigismund proveniva da un'antica famiglia nobile che nel XV secolo era migrata dalla Franconia nella marca di Stiria, ed era figlio del conte Otto Heinrich von Schrattenbach e della contessa Maria Theresia von Wildenstein.

BiografiaModifica

Dopo aver iniziato gli studi a Salisburgo, Schrattenbach si trasferì a Roma per laurearsi in teologia. Venne ordinato sacerdote a 25 anni, il 10 gennaio 1723. Nel 1733 entrò a far parte del capitolo della cattedrale di Salisburgo. Alla morte dell'arcivescovo Jakob Ernst von Liechtenstein-Kastelkorn Schrattenbach, nel 1747, divenne governatore della fortezza di Hohenwerfen.

Il suo operato venne ricordato come serio, determinato e gestito molto abilmente anche sotto l'aspetto diplomatico.

Alla morte dell'arcivescovo Andreas Jakob von Dietrichstein nel 1753 il capitolo della cattedrale lo elesse a suo successore sulla cattedra arcivescovile. All'elezione, i contrari furono 13 contro i 50 favorevoli alla sua elezione. Durante il suo operato si valse della collaborazione di elementi di rilievo per l'epoca quali il conte Joseph Maria von Thun und Hohenstein, vescovo di Gurk.

Tra il 1764 ed il 1767 fece costruire la Sigmundstor, una delle porte della città vecchia, ampia 131 metri. Mecenate delle arti, ebbe al proprio servizio a corte Leopold Mozart prima e suo figlio Wolfgang Amadeus successivamente come direttori della cappella del duomo della città. Tra i suoi maestri di cappella si ricorda anche Johann Michael Haydn, il quale compose un requiem e lo dedicò all'arcivescovo, morto nel dicembre del 1771.

Genealogia episcopaleModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (DE) Monete di Salisburgo, su salzburgcoins.at. URL consultato l'11 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 21 marzo 2008).
Controllo di autoritàVIAF (EN47529545 · GND (DE117033391 · CERL cnp00586628 · WorldCat Identities (EN47529545