Apri il menu principale

Sigle automobilistiche internazionali

Le sigle automobilistiche internazionali sono in genere riportate su adesivi ovali, con caratteri maiuscoli neri su sfondo bianco, incollati sul retro di autoveicoli e motoveicoli. Le sigle, volte a identificare la provenienza dei veicoli circolanti all'estero, furono introdotte da un accordo stipulato nel 1910 tra dodici Stati europei, compresa l'Italia. Via via adottate da tutti gli altri Paesi, le sigle sono attualmente regolate dalle Nazioni Unite, che le ha incluse nella Convenzione di Vienna sul traffico stradale[1] del 1968, il cui articolo 37 stabilisce che ogni autoveicolo in circolazione internazionale deve recare nella parte posteriore, oltre al proprio numero di immatricolazione, un segno distintivo dello Stato in cui è immatricolato.

Ai sensi del Regolamento CE n. 2411/98 del 3 novembre 1998[2] del Consiglio europeo, relativo al riconoscimento intracomunitario del segno distintivo dello Stato membro di immatricolazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, gli Stati membri dell'Unione europea, dal 1999 «riconoscono il segno distintivo dello Stato membro di immatricolazione esposto all'estremità sinistra della Targa d'immatricolazione» conforme alle direttive europee come «equivalente a qualsiasi altro segno distintivo da essi riconosciuto al fine dell'identificazione dello Stato di immatricolazione del veicolo». Tale norma si applica esclusivamente ai veicoli immatricolati negli Stati membri e circolanti nell'UE.

Elenco delle sigle in uso[3]Modifica

Sigla Stato
A   Austria
AFG   Afghanistan
AG*   Antigua e Barbuda
AL   Albania
AM   Armenia
AND   Andorra
ANG   Angola
ARU*   Aruba
AUS   Australia
AX*   Isole Åland (ufficialmente FIN)
AXA*   Anguilla
AZ   Azerbaigian
B   Belgio
BD   Bangladesh
BDS   Barbados
BF   Burkina Faso
BG   Bulgaria
BH[4]   Belize
BHT*   Bhutan
BIH   Bosnia ed Erzegovina
BOL   Bolivia
BR   Brasile
BRN   Bahrein
BRU   Brunei
BS   Bahamas
BVI   Isole Vergini britanniche
BW   Botswana
BY   Bielorussia
C   Cuba
CAM   Camerun
CDN[5]   Canada
CGO   RD del Congo
CH   Svizzera (Confoederatio Helvetica)
CHN*   Cina
CI   Costa d'Avorio (Côte d'Ivoire)
CL   Sri Lanka (ex Ceylon)
CO   Colombia
COM*   Comore
CR   Costa Rica
CV*   Capo Verde
CW   Curaçao
CY   Cipro
CZ   Rep. Ceca
D   Germania (Deutschland)
DJI*   Gibuti (Djibouti)
DK   Danimarca
DOM   Rep. Dominicana
DY[6]   Benin
DZ   Algeria (Al Djazair)
E   Spagna
EAK[7]   Kenya
EAT   Tanzania
EAU   Uganda
EAZ   Zanzibar
EC   Ecuador
ER   Eritrea
ES   El Salvador
EST   Estonia
ET   Egitto
ETH   Etiopia
F   Francia
FIN   Finlandia
FJI   Figi
FL   Liechtenstein (Fürstentum Liechtenstein)
FO   Fær Øer
FSM*   Micronesia
G   Gabon
GB   Regno Unito (Gran Bretagna e Irlanda del Nord)
GBA   Alderney (Gran Bretagna e Irlanda del Nord - Alderney)
GBG   Guernsey (Gran Bretagna e Irlanda del Nord - Guernsey)
GBJ   Jersey (Gran Bretagna e Irlanda del Nord - Jersey)
GBM   Isola di Man (Gran Bretagna e Irlanda del Nord - Man)
GBZ   Gibilterra (Gran Bretagna e Irlanda del Nord - Z=Gibraltar)
GCA[8]   Guatemala
GE   Georgia
GH   Ghana
GQ*   Guinea Equatoriale
GR   Grecia
GUY   Guyana
H   Ungheria (Hungary)
HK   Hong Kong
HKJ   Giordania (Hashemite Kingdom of Jordan)
HN   Honduras
HR   Croazia
I   Italia
IL   Israele
IND   India
IR   Iran
IRL   Irlanda
IRQ   Iraq
IS   Islanda
J   Giappone
JA   Giamaica
K   Cambogia
KG   Kirghizistan
KIR*   Kiribati
KN*   Groenlandia (Kallaallit Nunaat, ufficialmente DK)
KP*   Corea del Nord (Korean People)
KSA   Arabia Saudita (Kingdom of Saudi-Arabia)
KWT   Kuwait
KZ   Kazakistan
L   Lussemburgo
LAO   Laos
LAR   Libia (Libyan Arab Republic)
LB   Liberia
LS   Lesotho
LT   Lituania
LV   Lettonia (Latvija)
M   Malta
MA   Marocco
MAL   Malaysia
MC   Monaco
MD   Moldavia
MEX   Messico
MH*   Isole Marshall
MNE   Montenegro
MNG   Mongolia
MO   Macao
MOC   Mozambico (Moçambique)
MS   Mauritius
MV*   Maldive
MW   Malawi
MYA   Birmania (Myanmar)
N   Norvegia
NAM   Namibia
NAU   Nauru
NEP   Nepal
NGR   Nigeria
NIC   Nicaragua
NL   Paesi Bassi (Nederland)
BES   Isole BES
NMK   Macedonia del Nord
NZ   Nuova Zelanda
OM*   Oman
P   Portogallo
PA   Panama
PAL*   Palau
PE   Perù
PK   Pakistan
PL   Polonia
PMR*   Transnistria (Pridnestrovian Moldavian Republic, ufficialmente MD)
PNG   Papua Nuova Guinea
PR*   Porto Rico (ufficialmente USA)
PS*   Palestina
PY   Paraguay
Q   Qatar
RA   Argentina (República Argentina)
RC   Taiwan (Republic of China)
RCA   Rep. Centrafricana
RCB   Rep. del Congo
RCH   Cile (República de Chile)
RG   Guinea
RGB*   Guinea-Bissau
RH   Haiti
RI   Indonesia
RIM   Mauritania (République Islamique de Mauritanie)
RKS   Kosovo
RL   Libano (République Libanaise)
RM   Madagascar
RMM   Mali
RN   Niger
RO   Romania
ROK   Corea del Sud (Republic of Korea)
RP   Filippine (Republic of the Philippines)
RSM   San Marino
RU[9]   Burundi
RUS   Russia
RWA   Ruanda
S   Svezia
SCN*   Saint Kitts e Nevis (Saint Christophe et Niévès)
SD   Swaziland
SGP   Singapore
SK   Slovacchia
SLO   Slovenia
SME   Suriname
SN   Senegal
SO   Somalia
SOL*   Isole Salomone
SRB   Serbia
SXM   Sint Maarten
SSD*   Sudan del Sud
STP*   São Tomé e Príncipe
SUD   Sudan
SY   Seychelles
SYR   Siria
T   Thailandia
TCH   Ciad
TG   Togo
TJ   Tagikistan
TL*   Timor Est (Timor-Leste)
TM   Turkmenistan
TN   Tunisia
TON*   Tonga
TR   Turchia
TT   Trinidad e Tobago
TUV*   Tuvalu
UA   Ucraina
UAE   Emirati Arabi Uniti
USA   Stati Uniti
UY   Uruguay
UZ   Uzbekistan
V   Città del Vaticano
VN   Vietnam
VU*   Vanuatu
WAG   Gambia
WAL   Sierra Leone
WD   Dominica (Windward Islands - Dominica)
WG   Grenada (Windward Islands - Grenada)
WL   Saint Lucia (Windward Islands - Saint Lucia)
WS   Samoa
WSA*   Sahara Occidentale
WV   Saint Vincent e Grenadine (Windward Islands - Saint Vincent and the Grenadine)
YMN   Yemen
YV[10]   Venezuela
Z   Zambia
ZA   Sudafrica (Zuid-Afrika)
ZW   Zimbabwe

Sigle obsoleteModifica

Sigla Stato e note
ADN   Yemen del Sud dal 1967 al 1990,   Aden dal 1938 al 1967
BUR   Birmania (Burma in inglese): nel 1995 cambiata in MYA (Myanmar)
CS   Cecoslovacchia: fino al 1993
DDR   Germania Est (Deutsche Demokratische Republik): fino al 1991
EIR   Irlanda (Éire): nel 1962 cambiata in IRL
EQ   Ecuador (Équateur in francese): nel 1962 cambiata in EC
EW   Estonia (Eesti Vabariik): nel 1994 cambiata in EST
FR   Fær Øer: nel 1996 cambiata in FO
GBY   Malta (Gran Bretagna e Irlanda del Nord - Y=Malta): nel 1967 cambiata in M
HV   Alto Volta: nel 1978 cambiata in RHV
JOR   Giordania: nel 1966 cambiata in HKJ
KS   Kirghizistan: ad agosto del 2016 cambiata in KG
MGL   Mongolia: nel 2002 cambiata in MNG
MK   Macedonia: a marzo del 2019 cambiata in NMK (Macedonia del Nord)
MLD   Moldavia: nel 1993 cambiata in MD
NIG   Niger: nel 1977 cambiata in RN
PAK   Pakistan: nel 1986 cambiata in PK
PI   Filippine: nel 1975 cambiata in RP
PTM   Malaysia (Perseketuan Tanah Melayu): nel 1967 cambiata in MAL
R   Romania: nel 1981 cambiata in RO
RB   Botswana: nel 2003 cambiata in BW
RCL   Congo-Kinshasa (République du Congo Léopoldville): nel 1973 cambiata in ZR
RHV   Alto Volta dal 1978: cambiata in BF (Burkina Faso) nel 1984
RNR   Rhodesia Settentrionale (Rhodesia - Northern Rhodesia): nel 1966 cambiata in Z (Zambia)
ROU   Uruguay (Republic of Uruguay) dal 1981: cambiata in UY nel 2012 adottando il sistema unificato in tutto il Paese
RSR   Rhodesia (Rhodesia - Southern Rhodesia): nel 1979 cambiata in ZW (Zimbabwe)
RT   Togo: nel 1973 cambiata in TG
RUC   Camerun (République Unie du Cameroun) dal 1975: cambiata in CAM nel 1984
SA   Arabia Saudita: nel 1973 cambiata in KSA
SCG   Serbia e Montenegro (Srbija i Crna Gora): dal 2003 al 2006
SF   Finlandia (Suomi-Finland): nel 1993 cambiata in FIN
SQ   Slovacchia (Slovaquie in francese): nel 1993 cambiata in SK dopo essere stata utilizzata per un breve periodo
SU   Unione Sovietica fino al 1992
SWA   Africa del Sud-Ovest: nel 1990 cambiata in NAM (Namibia)
TC   Camerun (Trust de Cameroon): nel 1975 cambiata in RUC
TD   Tagikistan: nel 1995 cambiata in TJ
TMN   Turkmenistan: nel 1994 cambiata in TM
U   Uruguay: nel 1981 cambiata in ROU
WAN   Nigeria: nel 1992 cambiata in NGR
YAR   Yemen (Yemen Arab Republic): nel 1990 cambiata in YMN
YU   Jugoslavia, nel 2003 cambiata in SCG (Serbia e Montenegro)
ZR   Zaire dal 1973: nel 1980 cambiata in ZRE
ZRE   Zaire dal 1980: nel 1997 cambiata in CGO

NoteModifica

  1. ^ Convenzione sulla circolazione stradale, Vienna, 8 novembre 1968. Formato pdf. URL consultato nel dicembre 2014.
  2. ^ Documento scaricabile dal sito EUR-Lex.
  3. ^ I codici contrassegnati con l'asterisco a tutt'oggi non sono ufficiali.
  4. ^ Iniziali di British Honduras; la sigla non ufficiale, con le lettere allineate in verticale a sinistra della targa, è BZ.
  5. ^ Il codice in uso è CDN e non CND o CAN in quanto il Canada è un ex DominioN.
  6. ^ Perché fino al 30/11/1975 il nome ufficiale del Paese era Dahomey.
  7. ^ EAx = East Africa, WAx = West Africa.
  8. ^ La sigla è composta dalle iniziali di Guatemala Centro America.
  9. ^ Perché la denominazione ufficiale del Paese era Ruanda-Urundi fino al 1962, anno in cui il territorio si divise in due Stati indipendenti: Ruanda e Burundi.
  10. ^ Probabilmente la sigla è stata scelta per essere uniformata a quella in uso per l'identificazione delle forze aeree.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica