Apri il menu principale

Silvia Monti

attrice italiana
Silvia Monti nel film Giornata nera per l'ariete (1971).

Silvia Monti, talvolta accreditata con il vero nome Silvia Cornacchia (Venezia, 23 gennaio 1946), è un'attrice italiana che è stata attiva nel cinema e nella televisione nella prima metà degli anni settanta.

Indice

BiografiaModifica

Debutta sul grande schermo nel 1969 in una piccola parte del film Fräulein Doktor di Alberto Lattuada. Nello stesso anno si fa notare in pellicole come Metti, una sera a cena di Giuseppe Patroni Griffi, Il cervello di Gérard Oury e Sai cosa faceva Stalin alle donne? di Maurizio Liverani.

Partecipa con ruoli importanti a molti film dal buon successo commerciale come Il corsaro nero (1971) di Lorenzo Gicca Palli, Una lucertola con la pelle di donna (1971) di Lucio Fulci, Giornata nera per l'ariete (1971) di Luigi Bazzoni, Afyon - Oppio (1972) di Ferdinando Baldi. Ma mentre la sua carriera è sempre più proiettata verso il successo, con ruoli da comprimaria in film come Sono stato io! (1973) di Lattuada, Finché c'è guerra c'è speranza (1974) di Alberto Sordi e Milano: il clan dei calabresi (1974) di Giorgio Stegani, decide, inaspettatamente, di abbandonare le scene.

Vita privataModifica

Sposa il conte e imprenditore Luigi Donà dalle Rose con cui ha due figli, Leonardo e Una; la coppia si separa nel 1994. Il 10 luglio 1997 si risposa con l'imprenditore Carlo De Benedetti[1], col quale si trasferisce a vivere a Lugano, Svizzera.

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49047279 · ISNI (EN0000 0000 5429 7939 · LCCN (ENno2008121523 · BNF (FRcb142082116 (data)
  1. ^ CARLO DE BENEDETTI SPOSA SILVIA MONTI, su ricerca.repubblica.it, 10 luglio 1997.