Simona Rinieri

pallavolista italiana

Simona Rinieri (Ravenna, 1º settembre 1977) è un'ex pallavolista italiana.

Simona Rinieri
NazionalitàBandiera dell'Italia Italia
Altezza190 cm
Pallavolo
RuoloSchiacciatrice
SquadraLeningradka
Termine carriera2014
Carriera
Squadre di club
1991-1998Olimpia Ravenna
1998-1999Club Italia
1999-2001Bergamo
2001-2002Olimpia Ravenna
2002-2003Forlì
2003-2004RC Cannes
2004-2006Robursport Pesaro
2006-2010Giannino Pieralisi
2010-2011Trefl Sopot
2011Sirio Perugia
2011-2013Universal Modena
2013Beng Rovigo
2013-2014Leningradka
Nazionale
1998-2009Bandiera dell'Italia Italia390 pres.
Palmarès
 Campionato mondiale
OroGermania 2002
 Campionato europeo
BronzoItalia 1999
ArgentoBulgaria 2001
ArgentoCroazia 2005
 World Grand Prix
ArgentoReggio Calabria 2004
BronzoReggio Calabria 2006
Statistiche aggiornate al 30 agosto 2013

Giocava nel ruolo di schiacciatrice.

Carriera

modifica

La carriera di Simona Rinieri inizia nel 1991, quando da giovanissima entra a far parte dell'Olimpia Ravenna, giocando con la squadra minore in serie C; nel 1993 ottiene la promozione in serie B1. Nella stagione 1995-96 passa in prima squadra in serie A1. La stagione seguente è sempre a Ravenna ma disputa il campionato di serie A2 a seguito della retrocessione della squadra: lo stesso anno però il club vince il campionato e ritorna nella massima serie. Nel 1997 viene convocata per la prima volta in nazionale nel corso di un torneo amichevole disputato a Brema.

Nel 1998 entra a far parte del Club Italia, disputando il campionato di serie B1. Nel 1999 con la nazionale ottiene la sua prima medaglia, ossia un bronzo al campionato europeo.

Nella stagione 1999-00 viene ingaggiata dal Volley Bergamo dove resta per due stagioni, vincendo una Supercoppa italiana ed una Coppa dei Campioni. Nell'estate del 2000 partecipa alle Olimpiadi di Sydney: è la prima volta che l'Italia si qualifica per questa manifestazione, chiudendo al nono posto. Nel 2001 invece vince la medaglia d'argento al campionato europeo: in questo caso si tratta della prima finale raggiunta dalle azzurre in questa competizione.

Nella stagione 2001-02 ritorna a Ravenna, mentre con la nazionale vince il campionato mondiale 2002. L'annata successiva è nell'Icot Volley Forlì: sono questi anni durante i quali a livello di club la giocatrice vince poco.

Nel 2003 lascia l'Italia per trasferirsi in Francia, nel Racing Club de Cannes, in Pro A: con il club provenzale vince campionato e Coppa di Francia.

Nella stagione 2004-05 ritorna in Italia, ingaggiata dalla Robursport Volley Pesaro dove resta per due anni, vincendo la Coppa CEV. Con la nazionale, della quale aveva assunto i titoli di capitano dopo l'addio di Manuela Leggeri, vince il bronzo al World Grand Prix ed ottiene un quarto posto al campionato mondiale.

Dalla stagione 2006-07 comincia un lungo sodalizio con la Giannino Pieralisi Jesi, che dura per quattro stagioni: le vittorie però sono poche e l'unico risultato di rilievo è la vittoria dalla Challenge Cup 2008-09, venendo anche eletta MVP. Nell'estate 2009, dopo aver disputato un ottimo campionato, risultando la migliore realizzatrice, viene convocata nuovamente in nazionale, vincendo una medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo.

Nel 2010, dopo che Jesi ha ceduto i diritti per disputare il campionato viene ingaggiata dalla squadra polacca del Trefl Piłka Siatkowa di Sopot, neopromossa in PlusLiga, ma nel mese di febbraio 2011 torna nel campionato italiano, vestendo la maglia della Pallavolo Sirio Perugia. La stagione successiva viene ingaggiata dalla Universal Volley Femminile Modena[1], tuttavia a metà annata, a seguito del fallimento della società, passa al Beng Rovigo Volley, in Serie B1.

Lascia poi nuovamente l'Italia per andare a giocare nella serie cadetta russa col Volejbol'nyj klub Leningradka.

Palmarès

modifica
2003-04
2003-04
1999
1999-00
2005-06, 2008-09

Nazionale (competizioni minori)

modifica

Premi individuali

modifica

Onorificenze

modifica
— Roma, 11 novembre 2004. Di iniziativa del Presidente del CONI.[3]
  1. ^ LIU•JO Volley Modena: ufficializzati gli ingaggi di Simona Rinieri e di Cynthia Barboza, su legavolleyfemminile.it. URL consultato il 23 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2013).
  2. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Simona Rinieri, su quirinale.it. URL consultato l'11 aprile 2011.
  3. ^ Cerimonia di consegna dei Collari d'oro 2004, su coni.it. URL consultato l'11 aprile 2011.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica