Apri il menu principale
Simone Perrotta
Simone Perrotta 2007.jpg
Perrotta nel 2007
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2013 - giocatore
Carriera
Giovanili
1990-1995 Reggina
Squadre di club1
1995-1998Reggina77 (1)
1998-1999Juventus5 (0)
1999-2001Bari56 (1)
2001-2004Chievo95 (6)
2004-2013Roma246 (36)
Nazionale
1998-2000 Italia Italia U-21 6 (1)
2002-2009 Italia Italia 48 (2)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Germania 2006
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Slovacchia 2000
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 giugno 2013

Simone Perrotta (Ashton-under-Lyne, 17 settembre 1977) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Campione del mondo con la nazionale nel 2006.

Gioca e vince il campionato europeo Under-21 2000, e dal 2002 al 2009 è convocato nella nazionale maggiore, giocando 48 incontri e segnando 2 gol. Partecipa a due Europei (Portogallo 2004 e Austria-Svizzera 2008) e al Mondiale di Germania 2006.

Indice

BiografiaModifica

È nato ad Ashton-under-Lyne, nella contea inglese di Greater Manchester, dove ha vissuto fino all'età di cinque anni. In questo paese sono presenti statue che rappresentano Jimmy Armfield, Geoff Hurst e lo stesso Perrotta, i tre calciatori, nati nel paese, vincitori di un Mondiale di calcio.[1] Si è poi trasferito in Italia conseguentemente alla decisione dei genitori di tornare a Cerisano, in provincia di Cosenza, il loro paese d'origine.[2]

CarrieraModifica

ClubModifica

RegginaModifica

Cresciuto nella squadra del paese, il Cerisano, e nel Castrolibero, è stato in seguito tesserato dalla Reggina, nel 1990, a 13 anni. Con gli amaranto ha giocato in tutte le categorie, dai Giovanissimi alla Primavera.[3]

Il 10 settembre 1995 esordisce contro il Chievo in Serie B. Nella stagione 1995-1996 disputa 26 gare e segna la sua prima rete da professionista nella partita contro l'Ancona. Viene inoltre convocato nell'Under-21 di Serie B.

Juventus e BariModifica

Considerato tra i più abili incursori del suo periodo, dopo aver giocato per qualche anno nella Reggina, in Serie B, viene ingaggiato dalla Juventus nel 1998 e vi colleziona solo 5 presenze in campionato; segna in Coppa Italia contro il Bologna, esordisce in Champions League e partecipa alla Coppa Intertoto nell'estate 1999[4], prima di passare in prestito al Bari rimanendovi fino al 2001.[5] Nel 2000-2001 viene acquistato in comproprietà, che si decide alle buste in favore dei baresi.

ChievoModifica

Durante la militanza al Chievo arriva a vestire la maglia della nazionale italiana. Realizza il suo primo goal con la maglia del Chievo alla prima giornata contro la Fiorentina, che equivale anche alla prima segnatura della squadra della Diga nella massima serie, e regala la prima vittoria in Serie A al Chievo. Al fianco di Eugenio Corini vive quello che è stato definito miracolo Chievo,[6] riuscendo a lottare ai vertici della classifica: a metà del girone di andata della stagione 2001-2002 sono primi con 5 punti di vantaggio e nel match Inter-ChievoVerona serve l'assist a Marazzina per il definitivo 1-2.[7] Alla fine della stagione l'11 di Luigi Delneri termina il campionato al 5º posto qualificandosi per la Coppa UEFA.

L'anno successivo i clivensi escono al primo turno contro la Stella Rossa Belgrado, mentre in campionato si piazzano al 7º posto. L'anno dopo la squadra raggiunge il 9º posto. In 3 stagioni con questa maglia colleziona 100 presenze, condite da 7 reti.

RomaModifica

 
Perrotta, in giallorosso, alla cerimonia di premiazione della Coppa Italia 2007-2008.

Nel 2004 viene acquistato dalla Roma, dapprima allenata da Cesare Prandelli, poi da Rudi Völler, e infine Perrotta ritrova il suo ex allenatore Luigi Delneri, che lo fa giocare centrocampista di contenimento a sostegno di Francesco Totti, Antonio Cassano e Vincenzo Montella.[8]

Nella stagione 2005-2006 arriva Luciano Spalletti che lo impiega come trequartista[9] e al termine della stagione viene chiamato per il campionato del mondo 2006. Il 17 maggio 2007, allo stadio Giuseppe Meazza di Milano, realizza il gol del 2-1 contro l'Inter, dando la sicurezza della vittoria della Coppa Italia alla Roma. Segna 13 gol, suo record personale.

Il 19 agosto 2008 vince la Supercoppa italiana, contro l'Inter a San Siro, ma non la gioca in quanto viene espulso dall'arbitro Roberto Rosetti per proteste verso il quarto uomo e il guardalinee prima ancora di entrare in campo.[10] Il 24 maggio 2008 vince un'altra Coppa Italia nella finale unica allo Stadio Olimpico contro l'Inter, segnando il gol del 2-0.

Il 29 giugno 2013 annuncia il suo ritiro dal calcio giocato.[11]

Con la maglia della Roma ha collezionato in totale 326 presenze segnando 49 gol in nove stagioni. In totale in carriera ha giocato 575 partite e ha segnato 59 gol.

NazionaleModifica

 
Perrotta esultante in nazionale, al termine di una partita dei Mondiali di Germania 2006.

Con l'Under-21 allenata da Marco Tardelli ha collezionato 6 presenze con un gol ed ha disputato l'Europeo U-21 del 2000 vinto 1-2 contro la Cechia.

Il 20 novembre 2002, a 25 anni, ha esordito in nazionale nella partita amichevole Italia-Turchia (1-1) disputata a Pescara. Con il c.t. Giovanni Trapattoni ha disputato il campionato d'Europa 2004 dove contro la Bulgaria, nella terza partita del girone, realizza il suo primo gol in nazionale.

Dopo un anno e mezzo di assenza, ritorna in nazionale il 1º marzo 2006 in occasione dell'amichevole Italia-Germania (4-1). Il c.t. Marcello Lippi lo convoca quindi per il campionato del mondo 2006, dove nelle 7 partite disputate è stato titolare come esterno sinistro di centrocampo. Durante la finale, vinta contro la Francia (1-1, 5-3 ai rigori), esce al 61' per far spazio a Vincenzo Iaquinta.[12]

Nella gestione del c.t. Roberto Donadoni realizza il suo secondo e ultimo gol in nazionale a Tbilisi contro la Georgia e il 21 novembre 2007 indossa per la prima volta la fascia di capitano[13], nel 2º tempo della partita Italia-Fær Øer (3-1).[14] Partecipa al campionato d'Europa 2008.

Con il ritorno di Lippi ottiene altre 4 presenze; l'ultima, il 10 febbraio 2009, nella partita amichevole Brasile-Italia (2-0) disputata allo stadio Emirates.

Dopo il ritiroModifica

Il 14 gennaio 2013 entra a far parte del Consiglio Federale della FIGC per la componente atleti.[15]

Nel 2014, ha collaborato con il canale televisivo Sport Uno conducendo il programma I Football - Italian Football Talent, seguendo sui vari campi d'Italia i settori giovanili e i giovani talenti.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 26 maggio 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1995-1996   Reggina B 22 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
1996-1997 B 29 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
1997-1998 B 26 1 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Reggina 77 1 0 0 - - - - 77 1
1998-1999   Juventus A 5+2[16] 0 CI 6 1 UCL 1 0 - - - 14 1
lug.-ago. 1999 A 0 0 CI 0 0 Int 1 0 - - - 1 0
Totale Juventus 5+2 0 6 1 2 0 - - 15 1
1999-2000   Bari A 31 1 CI 1 0 - - - - - - 32 1
2000-2001 A 25 0 CI 0 0 - - - - - - 25 0
Totale Bari 56 1 1 0 - - - - 57 1
2001-2002   Chievo A 32 4 CI 3 1 - - - - - - 35 5
2002-2003 A 32 1 CI 0 0 CU 2 0 - - - 34 1
2003-2004 A 31 1 CI 0 0 - - - - - - 31 1
Totale Chievo 95 6 3 1 2 0 - - 100 7
2004-2005   Roma A 30 3 CI 5 0 UCL 4 0 - - - 39 3
2005-2006 A 35 5 CI 5 2 CU 7 1 - - - 47 8
2006-2007 A 34 8 CI 7 4 UCL 9 1 SI 1 0 51 13
2007-2008 A 29 5 CI 6 1 UCL 6 1 SI 0 0 41 7
2008-2009 A 25 5 CI 1 0 UCL 5 0 SI 1 0 32 5
2009-2010 A 32 5 CI 3 0 UEL 5 1 - - - 40 6
2010-2011 A 26[17] 3 CI 3 0 UCL 6 1 SI 1 0 36 4
2011-2012 A 19 0 CI 2 0 UEL 2[18] 1[18] - - - 23 1
2012-2013 A 16 2 CI 1 0 - - - - - - 17 2
Totale Roma 246 36 33 7 44 6 3 0 326 49
Totale carriera 479+2 44 43 9 48 6 3 0 573+2 59

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-11-2002 Pescara Italia   1 – 1   Turchia Amichevole -
12-2-2003 Genova Italia   1 – 0   Portogallo Amichevole -
29-3-2003 Palermo Italia   2 – 0   Finlandia Qual. Euro 2004 -
30-4-2003 Ginevra Svizzera   1 – 2   Italia Amichevole -
3-6-2003 Campobasso Italia   2 – 0   Irlanda del Nord Amichevole -   57’
11-6-2003 Helsinki Finlandia   0 – 2   Italia Qual. Euro 2004 -
20-8-2003 Stoccarda Germania   0 – 1   Italia Amichevole -   66’
6-9-2003 Milano Italia   4 – 0   Galles Qual. Euro 2004 -   86’
10-9-2003 Belgrado Serbia e Montenegro   1 – 1   Italia Qual. Euro 2004 -
11-10-2003 Reggio Calabria Italia   4 – 0   Azerbaigian Qual. Euro 2004 -
12-11-2003 Varsavia Polonia   3 – 1   Italia Amichevole -
16-11-2003 Ancona Italia   1 – 0   Romania Amichevole -
18-2-2004 Palermo Italia   2 – 2   Rep. Ceca Amichevole -   82’
31-3-2004 Braga Portogallo   1 – 2   Italia Amichevole -   46’
28-4-2004 Genova Italia   1 – 1   Spagna Amichevole -   46’
30-5-2004 Radès Tunisia   0 – 4   Italia Amichevole -   46’
14-6-2004 Guimarães Danimarca   0 – 0   Italia Euro 2004 - 1º Turno -
18-6-2004 Oporto Italia   1 – 1   Svezia Euro 2004 - 1º Turno -
22-6-2004 Guimarães Italia   2 – 1   Bulgaria Euro 2004 - 1º Turno 1
18-8-2004 Reykjavík Islanda   2 – 0   Italia Amichevole -
13-10-2004 Parma Italia   4 – 3   Bielorussia Qual. Mondiali 2006 -   64’
1-3-2006 Firenze Italia   4 – 1   Germania Amichevole -   64’
31-5-2006 Ginevra Svizzera   1 – 1   Italia Amichevole -   76’
2-6-2006 Losanna Italia   0 – 0   Ucraina Amichevole -   58’
12-6-2006 Hannover Italia   2 – 0   Ghana Mondiali 2006 - 1º Turno -
17-6-2006 Kaiserslautern Italia   1 – 1   Stati Uniti Mondiali 2006 - 1º Turno -
22-6-2006 Amburgo Rep. Ceca   0 – 2   Italia Mondiali 2006 - 1º Turno -
26-6-2006 Kaiserslautern Italia   1 – 0   Australia Mondiali 2006 - Ottavi di finale -
30-6-2006 Amburgo Italia   3 – 0   Ucraina Mondiali 2006 - Quarti di finale -
4-7-2006 Dortmund Germania   0 – 2 dts   Italia Mondiali 2006 - Semifinale -   104’
9-7-2006 Berlino Italia   1 – 1 dts
(5 - 3 dcr)
  Francia Mondiali 2006 - Finale -   61’ 4º Titolo Mondiale
2-9-2006 Napoli Italia   1 – 1   Lituania Qual. Euro 2008 -   28’   72’
6-9-2006 Saint-Denis Francia   3 – 1   Italia Qual. Euro 2008 -   44’
11-10-2006 Tbilisi Georgia   1 – 3   Italia Qual. Euro 2008 1
28-3-2007 Bari Italia   2 – 0   Scozia Qual. Euro 2008 -   77’
6-6-2007 Kaunas Lituania   0 – 2   Italia Qual. Euro 2008 -   71’
8-9-2007 Milano Italia   0 – 0   Francia Qual. Euro 2008 -   58’
12-9-2007 Kiev Ucraina   1 – 2   Italia Qual. Euro 2008 -   47’   68’
21-11-2007 Modena Italia   3 – 1   Fær Øer Qual. Euro 2008 -
6-2-2008 Zurigo Italia   3 – 1   Portogallo Amichevole -   53’
26-3-2008 Elche Spagna   1 – 0   Italia Amichevole -   61’
13-6-2008 Zurigo Italia   1 – 1   Romania Euro 2008 - 1º Turno -   58’
17-6-2008 Zurigo Francia   0 – 2   Italia Euro 2008 - 1º Turno -   63’
22-6-2008 Vienna Spagna   0 – 0 dts
(4 - 2 dcr)
  Italia Euro 2008 - Quarti di finale -   58’
20-8-2008 Nizza Italia   2 – 2   Austria Amichevole -   46’
11-10-2008 Sofia Bulgaria   0 – 0   Italia Qual. Mondiali 2010 -   68’
15-10-2008 Lecce Italia   2 – 1   Montenegro Qual. Mondiali 2010 -   65’
10-2-2009 Londra Brasile   2 – 0   Italia Amichevole -   65’
Totale Presenze 48 Reti 2

PalmarèsModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) World Cup hero's home town statue in Greater Manchester, su bbc.co.uk, 7 febbraio 2011. URL consultato il 21 novembre 2012.
  2. ^ Eccellenzecalabresi.it
  3. ^ Simone Perrotta, su eccellenzecalabresi.it.
  4. ^ Stefano Bedeschi, Gli eroi in bianconero: Simone PERROTTA, su tuttojuve.com, 17 settembre 2013.
  5. ^ As Bari 2000-2001, su museodelcalcio.com (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  6. ^ Repubblica.it
  7. ^ la Repubblica/calcio_partite: Bella partita, grande Chievo l'Inter deve inchinarsi
  8. ^ Repubblica.it Tabellino di uno dei molti match in la Roma adottò questa disposizione tattica.
  9. ^ Allenatore.net
  10. ^ Repubblica.it
  11. ^ Perrotta: uno dei 'berlinesi' dice basta Ansa.it
  12. ^ Obiettivo semifinale Italia, è la grande occasione adesso può soltanto crescere, in la Repubblica, 28 giugno 2006. URL consultato il 1º maggio 2014.
  13. ^ Italia-Far Oer 3-1 con Perrotta Capitano, su blog.libero.it.
  14. ^ Repubblica.it
  15. ^ ABETE ANCORA A CAPO DELLA FIGC sportmediaset.it, 14 gennaio 2013
  16. ^ Spareggio per la qualificazione in Coppa UEFA
  17. ^ Viene conteggiata la partita Bologna-Roma del 30 gennaio 2011, sospesa a causa della neve e ripresa il 23 febbraio. Perrotta giocò soltanto nella gara del 30 gennaio (referto).
  18. ^ a b Nei play-off.
  19. ^ Coni: Consegnati i Collari d’oro e diplomi d’onore ai campionissimi, su coni.it, 23 ottobre 2006. URL consultato il 7 maggio 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica