Simone Spada

regista cinematografico italiano

Simone Spada (Torino, 17 marzo 1973) è un regista e sceneggiatore italiano.

Simone Spada

BiografiaModifica

Nel 1999 frequenta uno stage di regia presso la USC Film School di Los Angeles.[1]

In qualità di regista inizia la sua attività con il corto Qualcosa di trash del 1998 e con il documentario Lovte del 2003.

Dal 1999 lavora come aiuto regista in più di quaranta film e fiction televisive con registi come Wilma Labate, Gennaro Nunziante, Giorgio Capitani, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Ivano De Matteo, Checco Zalone, Gabriele Mainetti, Claudio Caligari e Leonardo Pieraccioni.

Nel 2012 ha diretto su commissione il film “religioso”Maìn - La casa della felicità, sulla vita di Maria Mazzarello.[2]

Nel 2017 ha scritto e diretto Hotel Gagarin candidato ai David di Donatello 2019 nella categoria dei registi esordienti,[3] candidato come migliore opera prima al Ciak d'oro 2019[4] e vincitore del Roseto opera prima sempre nel 2019.[5]

Nel 2019 ha diretto Domani è un altro giorno, con Marco Giallini e Valerio Mastandrea, remake del film spagnolo Truman - Un vero amico è per sempre, il film vince diversi premi e ottiene la candidatura al David di Donatello 2020 di Anna Ferzetti come miglior attrice non protagonista.

Sempre nel 2019 e nel 2020, ancora con Marco Giallini, è il regista della terza e della quarta stagione della serie televisiva Rocco Schiavone, tratta dai libri di Antonio Manzini editi Sellerio e trasmessa su Rai 2 e su Amazon prime.

Vita privataModifica

Simone Spada vive a Roma, ha due figlie, Beatrice e Caterina.[6].

FilmografiaModifica

RegistaModifica

Cinema
Televisione

SceneggiatoreModifica

Cinema

RiconoscimentiModifica

Roseto opera prima
David di Donatello
Ciak d'oro

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàWorldCat Identities (ENlccn-no2020023535