Sindaci di Bolzano

lista di persone per carica ricoperta di un progetto Wikimedia
Sindaco di Bolzano
Bürgermeister von Bozen
Piazza Municipio Bolzano.jpg
StatoItalia Italia
In caricaRenzo Caramaschi (Indipendente di centro-sinistra)
da23 maggio 2016
Eletto daCittadini di Bolzano
Ultima elezione20-21 settembre, 4 ottobre 2020
Prossima elezione2025
Durata mandato5 anni
Sito webwww.comune.bolzano.it

Di seguito l'elenco cronologico dei sindaci di Bolzano (in tedesco Bürgermeister von Bozen) e delle altre figure apicali equivalenti che si sono succedute nel corso della storia.

Periodo asburgico (1449-1918)Modifica

 
Lo stemma di Bolzano come appare sui protocolli consigliari del 1475, con Michael Piebinger quale borgomastro
 
Il sigillo cittadino del 1488 con lo stemma municipale[1]

Il primo borgomastro della città di Bolzano di cui si abbia notizia è Hans Trott nel 1449, mentre nel 1424 compare con Nikolaus Hochgeschorn un emissario cittadino. L'assetto amministrativo cittadino fu profondamente forgiato dal privilegio comunale emanato nel 1442 da parte di Federico III d'Asburgo il quale rappresenta «una vera e propria “Magna Carta” comunale».[2] Pertanto, dal 1449 in poi si ha l'elenco completo dei borgomastri. Fino al 1582 la durata in carica era di un anno, portata poi a due fino al 1693, quando fu allungata a tre anni.

La prima carica cittadina nelle fonti antiche, del periodo tirolese e austriaco fino al passaggio della regione all'Italia nel 1919, parlano sempre di burgermaister o purgermayster (secoli XV-XVII) e infine Bürgermeister che corrisponde al concetto di sindaco.[3] Il borgomastro e il consiglio cittadina dal tardo Quattrocento fino al 1907 risiedevano nell'Antico municipio di Bolzano, posto nel nucleo medievale della città di Bolzano.

Borgomastro dal al
Hans Trott 1449
Nikolaus Katzenlocher 1450
Hans Salburger 1451
Paul Peckh 1452
Christoph Haßler (Hasler) il giovane[4] 1453
Nikolaus Neideckh 1454
Nikolaus Katzenlocher 1455
Hans Trott 1458
Peter Kamerer 1459
Nikolaus Katzenlocher 1460
Hans Trott 1462
Konrad Tschetscher 1463
Lienhard Urchinger 1464
Heinrich Braitenberger 1465
Andreas Riemer 1466
Peter Rottenpuecher 1467
Hans Trott 1468
Christoph Haßler il giovane 1469
Anton Dominig 1470
Konrad Lerhueber 1471
Klaus Elner 1472
Wilhelm Wölfler 1473
Sigmund Gerstl 1474
Michael Piebinger 1475
Sigmund Zwickauer 1476
Christoph Pignater 1477
Hans Tschetscher 1478
Wilhelm Wölffler 1479
Sigmund Gerstl 1480
Michael Piebinger 1481
Hans Hasler 1482
Sigmund Moser 1483
Jost Ortlieb 1484
Christian Unger 1485
Sigmund Gerstl 1486
Sigmund Gerstl 1487
Georg Triel 1488
Friedrich Has
Eberhard Kiesfelder
1489
Leonhard Mayr 1490
Friedrich Flaser 1491
Hans Rungkhär 1492
Leonhard Mayr 1493
Jost Ortlieb 1494
Hans Struder 1495
Leonhard Hiertmair il vecchio 1496
Leonhard Hiertmair il vecchio 1497
Leonhard Mayr 1498
Eberhard Kiesfelder 1499
Erhard Huck 1500
Leonhard Hiertmair il vecchio 1501
Leonhard Hiertmair il vecchio 1502
Jost Ortlieb 1503
Erhard Huck 1504
Leonhard Hertmair il vecchio 1505
Leonhard Hertmair il vecchio 1506
Christoph Trueffer 1507
Sebastian Seitz 1508
Hans Glöggl 1509
Leonhard Hertmair il vecchio 1510
Leonhard Hertmair il vecchio 1511
Sebastian Seitz 1512
Sebastian Seitz 1513
Jeronimus Sinsöder 1514
Wilhelm Preninger 1515
Hans Gadolt 1516
Kaspar Lieb 1517
Kaspar Lieb 1518
Simon Hintermair 1519
Hans Breyolt 1520
Jeronimus Sinsöder 1521
Hans Gadolt 1522
Kaspar Lieb 1523
Lienhard Treibenraif 1524
Christoph Rotenpuecher 1525
Simon Hintermair 1526
Simon Hintermair 1527
Benedikt Katzenlocher 1528
Benedikt Katzenlocher 1529
Lienhart Hörtmayr il giovane 1530
Vincenz Gadolt 1531
Kaspar Lieb 1532
Jeronimus Sinsöder 1533
Andrae Planer 1534
Christoph Rottenpuecher 1535
Zimprecht Helfer 1536
Zimprecht Helfer 1537
Thoman Gästl 1538
Benedikt Katzenlocher 1539
Christoph Särgandt 1540
Martin Hörtmayr 1541
Christoph Rottenpuecher 1542
Andrae Planer 1543
Leonhard Hörtmayr il giovane 1544
Vincenz Gadolt 1545
Benedict Katzenlocher 1546
Balthasar Wiser 1547
Jeronymus Sinsöder 1548
Christoph Sargandt 1549
Martin Hörtmayr 1550
Balthasar Wiser 1551
Adam Rottenpuecher 1552
Peter Sawr (o Saur) 1553
Jobst Ettenharder 1554
Cyprian Treybenraif 1555
Michael Hörtmayr 1556
Hanns Lieb 1557
Martin Hörtmayr 1558
Hans Soyer 1559
Sebald Lieb 1560
Cyprian Treibenraif 1561
Michael Hörtmayr 1562
Francescus Partaniß 1563
Jeronymus Penzinger 1564
Jeronymus Penzinger 1565
Hanns Gadolt 1566
Michael Hörtmayr
Sebald Lieb
1567
Georg Hörtmayr 1568
Bernhardt Rottenpuecher 1569
Cyprian Treibenraiff 1570
Franz Partaniß 1571
Jeronymus Penzinger 1572
Jeronymus Penzinger 1573
Hanns Kramer 1574
Ulrich Waffner 1575
Wolfgang Schöbel 1576
Wolfgang Schöbel 1577
Ludwig Pungleitner 1578
Ludwig Pungleitner 1579
Johann Baptist Glöggl 1580
Bernhardt Rottenpuecher 1581
Cyprian Treibenraiff il vecchio 1582 1583
Bartlme Hiertmair 1584 1585
Sebastian Prenner 1586 1587
Peter Rorer 1588 1589
Andre Rottenpuecher 1590 1591
David Waffner 1592 1593
Georg Wyser 1594 1595
Peter Rorer 1596 1597
Hans Hehl 1598 1599
David Waffner 1600 1601
Andre Rottenpuecher 1602 1603
Hans Schgrafer 1604 1605
Georg Langenweiler 1606 1607
Hans Pruggreiter 1608 1609
Augustin Kohler 1610 1611
Christoph Haim 1612 1613
Hans Lachemann 1614 1615
Hans Schgrafer 1616 1617
David Waffner 1618 1619
Hans Pruggreiter 1620 1621
Hans Waldner 1622 1623
Hans Hehl 1624 1625
Hans Schgrafer 1626 1627
Adam Atzwanger 1628 1629
Christoph Röll 1630 1631
Hans Schgrafer (am Mondschein) 1632 1633
Christoph Platner, detto Röll 1634 1635
Hans Gumer 1636 1637
Jeronymus Schgrafer 1638 1639
Hans Hehl 1640
Christoph Röll 1641 1642
Hans Gumer 1643 1644
Ferdinand Paugger 1645 1646
Hans Gumer 1647 1648
Jakob Zallinger 1649 1650
Adam Wenser 1651 1652
Hans Haimb 1653 1654
Hans Gumer 1655 1656
Adam Traxl 1657 1658
Ferdinand Paugger 1659 1660
Johann Resenberger 1661 1662
Adam Wenser 1663 1664
Adam Traxl 1665 1666
Franz Atzwanger 1667 1668
Balthasar Kofler 1669 1670
Matthias Kreizer 1671 1672
Balthasar Kofler 1673 1674
Christoph Zallinger 1675 1676
Georg Gumer 1677 1678
Franz Hafner 1679 1680
Christoph Trahofer 1681 1682
Christoph Zallinger 1683 1684
Christoph Trahofer 1685
Georg Gumer 1685 1686
Franz Helff 1687 1688
Dionysius Lun 1689 1690
Georg Trahofer 1691 1692
Georg Zeni 1693 1695
Hanns Leonhard Mayrl 1696 1698
Georg Dierling 1699 1701
Johann Salvati 1702 1704
Georg Menz 1705 1707
Bernhardt Zobl 1708 1710
Georg Trahofer 1711 1713
Bernhardt von Zobl 1714 1740
Joseph Anton von Gumer 1741 1749
Peter Anton von Zallinger 1750 1752
Matthias Semblrock 1753 1755
Peter Anton von Zallinger 1756 1758
Marx Anton Holzer 1759 1762
Peter Anton von Zallinger 1762 1765
Johann Jakob Graf 1765 1770
Franz von Gumer 1771 1776
Karl Joseph von Hepperger il vecchio 1777 1782
Johann Peter Paul Stockhammer 1783 1786
Joseph von Remich 1786 1794
Karl Joseph von Hepperger il giovane 1794 1798
Johann Anton von Kager 1799 1804
Anton Seraphin von Hepperger 1804 1807
Peter Paul von Menz 1807 1810
Anton von Remich 1810 1813
Dominik von Kager 1814 1819
Peter von Mayrl 1819 1822
Franz Mages 1822 1850
Anton Kapeller 1851 1861
Joseph Streiter 1861 1870
Julius Würzer 1870 1873
Josef Schueler 1873 1879
Josef von Braitenberg 1879 1895
Julius Perathoner 1895 1918

Regno d'Italia (1918-1946)Modifica

Sindaci (1918-1922)

Dopo il passaggio della città di Bolzano all'Italia, in seguito alla sconfitta della monarchia austro-ungarica nella Prima guerra mondiale e l'annessione dei territori a sud del Brennero da parte italiana, il borgomastro fu confermato nella nuova carica di sindaco e l'amministrazione comunale in carica continuò la propria attività.

Sindaco dal al
Julius Perathoner novembre 1918 2 ottobre 1922[5]
Podestà (1922-1943)

Dopo che Perathoner fu costretto alle dimissioni a seguito della marcia su Bolzano[6], si susseguirono cinque commissari di nomina prefettizia, finché anche a Bolzano non fu istituita la figura del podestà (1926). Fino all'istituzione della Zona d'operazioni delle Prealpi furono altri dieci, fra podestà e commissari, coloro che governarono la città.[6]

Commissario/Podestà dal al note
Augusto Guerriero 2 ottobre 1922 22 febbraio 1923 commissario prefettizio
Antonio Boragno 22 febbraio 1923 1º marzo 1924 commissario prefettizio
Antonio Scipione 1º marzo 1924 24 marzo 1924 commissario prefettizio
Roberto Mossino 24 marzo 1924 maggio 1925 commissario prefettizio
Antonio de Steffanini maggio 1925 8 gennaio 1927 commissario prefettizio poi podestà
Alfonso Limongelli 8 gennaio 1927 20 novembre 1928 podestà
Torquato Poggi 20 novembre 1928 16 giugno 1929 podestà
Felice Rizzini 16 giugno 1929 15 marzo 1931 podestà
Luciano Miori 15 marzo 1931 3 ottobre 1934 podestà
Sergio Dompieri 3 ottobre 1934 23 luglio 1935 commissario prefettizio
Aurelio Vacca 23 luglio 1935 10 agosto 1935 commissario prefettizio
Alteniero Avogadro degli Azzoni 10 agosto 1935 8 luglio 1936 podestà
Guido Broise 8 luglio 1936 28 settembre 1936 commissario prefettizio
Pier Vincenzo Perrelli 28 settembre 1936 20 luglio 1938 podestà
Alfredo Clavarino 20 luglio 1936 ottobre 1943 podestà
Zona d'operazioni delle Prealpi (1943-1945)
Borgomastro dal al
Fritz Führer ottobre 1943 aprile 1945
Periodo costituzionale transitorio (1945-1946)
Commissario dal al note
Luciano Bonvicini 1945 1946 commissario

Repubblica Italiana (dal 1946)Modifica

Sindaci nominati dal prefetto (1946-1948)
Nominativo Partito Mandato Elezione
Inizio Fine
  Luciano Bonvicini 1946 1947
  Guido Dalla Fior 1947 1948
Sindaci eletti dal Consiglio comunale (1948-1995)
Nominativo Partito Giunta Mandato Elezione
Inizio Fine
  Lino Ziller Democrazia Cristiana DC-SVP-PSI-PCI 27 luglio 1948 22 settembre 1950 Elezione 1948
DC-SVP 22 settembre 1950 28 gennaio 1953
DC-SVP-PSDI 28 gennaio 1953 13 luglio 1957 Elezione 1952
  Giorgio Pasquali Democrazia Cristiana DC-SVP-PLI-PRI 13 luglio 1957 15 luglio 1961 Elezione 1957
DC-SVP-PLI-PSDI 15 luglio 1961 22 maggio 1962 Elezione 1961
DC-SVP-PRI-PSDI-PSI 30 luglio 1962 17 luglio 1964
  Marcello D'Amico
(Commissario straordinario)
14 dicembre 1964 2 agosto 1965
  Giorgio Pasquali Democrazia Cristiana DC-SVP-PSDI-PSI 2 agosto 1965 19 giugno 1968 Elezione 1965
  Giancarlo Bolognini Democrazia Cristiana DC-SVP-PSDI-PSI 2 luglio 1968 24 settembre 1969
DC-SVP-Socialismo (PSDI+PSI) 24 settembre 1969 24 febbraio 1975 Elezione 1969
DC-SVP 24 febbraio 1975 17 marzo 1976 Elezione 1974
DC-SVP-PSDI-PRI 17 marzo 1976 2 ottobre 1980
DC-SVP-PSDI-PSI 2 ottobre 1980 26 agosto 1983 Elezione 1980
  Luigi de Guelmi Democrazia Cristiana DC-SVP-PSDI-PSI 26 agosto 1983 1º ottobre 1985
  Marcello Ferrari Democrazia Cristiana DC-SVP-PSDI-PSI 1º ottobre 1985 30 agosto 1988 Elezione 1985[7]
  Giovanni Salghetti Drioli
(Commissario straordinario)
7 settembre 1988 4 agosto 1989
  Valentino Pasqualin Democrazia Cristiana DC-SVP-PSDI-PSI-PRI-PLI-Ladins 4 agosto 1989 3 novembre 1989[8] Elezione 1989
  Marcello Ferrari Democrazia Cristiana DC-SVP-PSDI-PSI-PRI-PLI-Ladins 21 novembre 1989 19 luglio 1995
Sindaci eletti direttamente dai cittadini (dal 1995)
Nominativo Partito Giunta Mandato Elezione
Inizio Fine
  Giovanni Salghetti Drioli Primavera a Bolzano SVP-Patto-PPI-L. civiche 19 luglio 1995 27 giugno 2000 Elezione 1995
Noi per l'Alto Adige PPI-SVP-DS-Verdi 27 giugno 2000 23 maggio 2005 Elezione 2000
  Giovanni Benussi Lista Benussi AN-FI-LN-Unitalia-DCA-L. civica 23 maggio 2005 22 giugno 2005[9] Elezione 2005
(Mag.)
  Marcello Forestiere
(Commissario straordinario)
23 giugno 2005 13 luglio 2005
  Maria Serena Pompili
(Commissario straordinario)
13 luglio 2005 11 novembre 2005
  Luigi Spagnolli Indipendente DL-DS-SVP-UDC-PRC-Verdi-SDI-Projekt Bozen 11 novembre 2005 19 maggio 2010 Elezione 2005
(Nov.)
Partito Democratico PD-SVP-PRC-Verdi-PSI-IdV-SEL-LBP 19 maggio 2010 26 maggio 2015 Elezione 2010
PD-SVP-PSI-SEL-Verdi-L. civiche[10] 26 maggio 2015 24 settembre 2015[11] Elezione 2015
  Francesca De Carlini
(Commissario straordinario)
30 settembre 2015 5 novembre 2015
  Michele Penta
(Commissario straordinario)
6 novembre 2015 23 maggio 2016
  Renzo Caramaschi Indipendente PD-SVP-Verdi-L. civiche 23 maggio 2016 4 ottobre 2020 Elezione 2016
PD-SVP-Verdi-L. civiche 4 ottobre 2020 in carica Elezione 2020

Linea temporaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Hannes Obermair, Bozen Süd - Bolzano Nord. Scritturalità e documentazione archivistica della città di Bolzano fino al 1500, vol. 2, Bolzano, Città di Bolzano, 2008, pp. 197–198, n. 1242 (con imm. 26), ISBN 978-88-901870-1-8.
  2. ^ Hannes Obermair, Bozen Süd - Bolzano Nord. Scritturalità e documentazione archivistica della città di Bolzano fino al 1500, vol. 2, Bolzano, Città di Bolzano, 2008, p. 18, ISBN 978-88-901870-1-8.
  3. ^ Karl Theodor Hoeniger, Altbozner Bilderbuch. Bozens Stadtgeschichte in 100 Bildern, Bolzano, Ferrari-Auer, 1968, pp. 151ss.
  4. ^ A C. Hasler che esercitò anche la professione del notaio si deve la redazione del più antico urbario e liber iurium della chiesa parrocchiale di Bolzano, da lui rogato negli anni 1453-60, v. Hannes Obermair, „Hye ein vermerkt Unser lieben frawn werch ...“: Das Urbar und Rechtsbuch der Marienpfarrkirche Bozen von 1453/60. (= bz.history 2). Bolzano 2005.
  5. ^ Deposto in occasione della Marcia su Bolzano
  6. ^ a b Selene Cazzato, Le deliberazioni degli organi comunali (PDF) [collegamento interrotto], su emscuola.org. URL consultato il 19-05-2010.
  7. ^ Elezioni annullate dal Consiglio di Stato
  8. ^ Morto in carica
  9. ^ Decade per la mancata approvazione della Giunta
  10. ^ SEL e alcune liste civiche dal 23 giugno 2015, i Verdi dal 24 giugno 2015
  11. ^ Dimissioni da sindaco; nei giorni successivi si dimettono anche gli assessori, provocando la decadenza della Giunta e del Consiglio il 30 settembre 2015.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica