Sinfonia n. 9 (Mozart)

sinfonia di Mozart
Sinfonia n. 9
CompositoreWolfgang Amadeus Mozart
TonalitàDo maggiore
Tipo di composizioneSinfonia
Numero d'operaK73/75a, Catalogo Köchel
Epoca di composizioneincerta, forse fine 1769 - inizio 1770
AutografoBiblioteca Jagellonica, Cracovia
Organicodue oboi, due corni, due flauti, fagotto, due trombe, timpani, clavicembalo, archi
Movimenti
Allegro, Andante, Minuetto e Trio, Molto allegro

La Sinfonia n. 9 in Do maggiore K 73/75a fu composta da Wolfgang Amadeus Mozart e le sue origini sono incerte.

StoriaModifica

La data più probabile di composizione sembra essere il tardo 1769 o il primo 1770, durante il primo viaggio di Mozart in Italia; tuttavia alcuni studiosi fanno risalire la sinfonia a "non prima dell'inizio dell'estate 1772".[1] La composizione potrebbe essere iniziata a Salisburgo prima che Mozart partisse per l'Italia, e poi completata durante il viaggio.

La sinfonia è la prima di Mozart nella tonalità di Do maggiore. Non esiste alcuna informazione su quale dei tanti concerti di Mozart in Italia abbia visto la prima esecuzione di quest'opera.

La partitura autografa è oggi conservata a Cracovia, nella Biblioteca Jagellonica.[2]

StrutturaModifica

La sinfonia è stata scritta per un organico composto da due oboi, due corni, due flauti, fagotto, due trombe, timpani, clavicembalo e archi.[1]

 

È composta da quattro movimenti:

  1. Allegro, 4/4
  2. Andante, 2/4
  3. Minuetto e Trio, 3/4
  4. Molto allegro, 2/4

NoteModifica

  1. ^ a b Zaslaw, pp.166–69
  2. ^ Wolfgang Amadeus Mozart, Giglberger, Veronika (preface), Robinson, J. Branford (transl.), Die Sinfonien I., Kassel, Bärenreiter-Verlag, 2005, XII, ISBN. ISMN M-006-20466-3

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN179630338 · LCCN (ENno95021615 · GND (DE300297238 · BNF (FRcb13915327d (data) · NLA (EN35069679
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica