Sistema Trieste

Con Sistema Trieste si intende l'insieme delle realtà scientifiche e tecnologiche di Trieste e provincia. Trieste, infatti, è la città europea con il più alto numero di ricercatori per mille abitanti, il 37,1‰ (2005), e con una delle maggiori concentrazioni di istituzioni scientifiche d'Italia.

Indice

StoriaModifica

La storia del "Sistema Trieste" inizia alla fine del XIX secolo quando sorsero a Trieste diversi istituti scientifici come l'Osservatorio astronomico (1898), e associazioni che iniziarono a occuparsi di carsismo, speleologia, geofisica e biologia marina.

Nel 1924 Trieste divenne sede universitaria.

La vera svolta in campo scientifico avvenne nel 1961 con l'incontro tra il professore Paolo Budinich e il promettente fisico pakistano Abdus Salam, che propose alla IAEA-Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica l'istituzione di un centro internazionale di fisica che permettesse la collaborazione degli scienziati di tutti i paesi del mondo con sede a Trieste. Nonostante le polemiche con diversi paesi contrari al progetto, nel 1964 venne aperto a Miramare l'ICTP (International Centre for Theoretical Physics - Centro Internazionale di Fisica Teorica).

Negli anni settanta Franco Basaglia, divenuto direttore dell'ospedale psichiatrico di Trieste, inizia a rivoluzionare la struttura, aprendo laboratori di pittura e teatro, nell'ambito del movimento culturale noto come Psichiatria Democratica, da lui fondato. Trieste sperimentò, per l'Organizzazione Mondiale della Sanità, nuovi servizi di salute mentale. Nel 1977, il presidente della provincia di Trieste, Michele Zanetti, e Franco Basaglia, annunciano la chiusura della struttura entro l'anno. Nel 1978 il parlamento approva la legge 180 sulla riforma psichiatrica, considerata tra le più avanzate legislazioni al mondo in materia di salute mentale.

Nel 1978, sempre a Miramare, grazie ai fondi destinati alla ricostruzione post-terremoto del Friuli (terremoto che, peraltro, non aveva toccato Trieste), veniva aperta la SISSA, la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, primo istituto in Italia a rilasciare il titolo di Doctor Philosophiae (Ph.D.), equipollente al titolo di dottore di ricerca.

Lo sviluppo di queste istituzioni creò un ambiente favorevole all'insediamento di altri centri scientifici, come l'Area di ricerca, nel 1981, e l'Accademia delle Scienze del Terzo Mondo (TWAS - Third World Academy of Sciences), nel 1983. Nel 1986 veniva inaugurato l'Immaginario scientifico e, nel 1987, un'altra importante istituzione internazionale trovava sede a Trieste: il Centro di Ingegneria Genetica e di Biotecnologia (ICGEB - International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology) .

Nell'anno seguente in città si stabilì il Centro Internazionale per la Scienza e l'Alta Tecnologia (ICS - International Centre for Science and High Technology).

Nel 1993, alla presenza delle massime cariche dello stato, viene inaugurato il Sincrotrone ELETTRA a Basovizza. Il Sistema Trieste è ormai una realtà.

Il 18 ottobre 2005 il Ministero dell'Ambiente ha stabilito che l'IPED, una nuova agenzia delle Nazioni Unite per la formazione in campo ecologico, avrà sede a Trieste.

Istituzioni parte del Sistema TriesteModifica

Elenco delle istituzioni che fanno ed hanno fatto parte del Sistema Trieste

BasovizzaModifica
DuinoModifica
PadricianoModifica
SgonicoModifica
TriesteModifica

città

campus di Miramare

Collegamenti esterniModifica