Apri il menu principale

Sito archeologico

luogo in cui si conservano tracce dell'attività umana del passato
(Reindirizzamento da Siti archeologici)
Il Foro Romano (Roma, Italia), uno tra i più celebri siti archeologici del mondo.

Un sito archeologico è un luogo (o un gruppo di luoghi) in cui si conservano tracce dell'attività umana del passato - sia preistorico, storico o contemporaneo - e che è o è stato indagato attraverso l'impiego di metodologie archeologiche.

Cenni sotriciModifica

In origine il termine indicava un luogo di interesse per l'archeologia, soprattutto di carattere monumentale visibile ad occhio nudo. In seguito, in particolare nel secondo dopoguerra, grazie all'evoluzione delle tecniche di indagine archeologica come l'aerotopografia e la ricognizione vengono individuati nuovi siti invisibili in precedenza. Il significato del termine indica quindi una traccia di età umana di qualsiasi epoca o funzione[1].

Con l'affermarsi dell'archeologia processuale - la cosiddetta New Archaeology - si è tentato di adottare criteri quantitativi per definire un sito archeologico, ad esempio valutando la densità dei materiali di superficie. Tuttavia il rischio di ottenere risultati arbitrari ha portato nel tempo a non praticare questa tecnica o a valutare una densità relativa alla media locale.

Nel mondoModifica

ItaliaModifica

La legislazione italiana dei beni culturali non prevede una definizione di sito archeologico, ma il codice dei beni culturali e del paesaggio annovera tra i beni culturali oggetto di tutela tutte le cose immobili che presentanino interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico.[2]

NoteModifica

  1. ^ La definizione è di Lewis Binford, in un saggio pubblicato su American Antiquity nel 1964.
  2. ^ Art. 10 del d.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42

BibliografiaModifica

  • L. Binford, "A Consideration of Archaeological Research Design", in American Antiquity 29 (1964), pp. 425–445.
  • F. Cambi, N. Terrenato, Introduzione all'archeologia dei paesaggi, Roma 1994, pp. 168–174.
  • T.W. Gallant, "Background Noise and Site Definition: A Contribution to Site Methodology", in Journal of Field Archaeology 13 (1986), pp. 403–418.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Archeologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di archeologia