Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima stella, vedi Situla (astronomia).

La situla (dal latino situla cioè "secchia") è un vaso potorio metallico, più raramente in terracotta, utilizzato da molte antiche civiltà mediterranee, soprattutto in ambito cerimoniale. Ha forma cilindrica o di tronco di cono rovesciato, con la parte stretta in basso, spalla arrotondata oppure a spigolo, fondo piatto o arrotondato. Poteva essere con o senza manico.

Situla in bronzo romana, Germania, II-III secolo

Le situle erano diffuse nell'età del ferro e fanno parte della produzione artistica di popolazioni come Veneti, Etruschi, Celti e Germani. Le raffigurazioni di alcuni vasi etruschi ne chiariscono l'utilizzo come secchio per attingere acqua dai pozzi, contenitore di acqua o sangue in ambito religioso oppure come vaso per libagioni contenente, oltre all'acqua, vino o latte. In genere erano ornate con stili geometrici e più raramente con scene di vita quotidiana.[1]

Voci correlateModifica

NoteModifica

  1. ^ Tra le situle più importanti si ricorda la situla di Vanče (V secolo a.C.), conservata al Museo nazionale della Slovenia a Lubiana.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4455700-0